Poc a Castel San Pietro, accolte 15 proposte per lo sviluppo della città

CASTEL SAN PIETRO
Nei giorni scorsi la Giunta Tinti ha approvato 15 proposte, tra quelle arrivate al Comune di Castel San Pietro in risposta al concorso pubblico del Piano operativo comunale (Poc) e cioè quelle «meritevoli di accedere alla fase di concertazione» e le 6 che, al contrario, non sono accoglibili in quanto «non riconducibili ai dettami del Psc e con contenuti non considerati prioritari e di interesse per lo sviluppo del territorio».

Tra le proposte arrivate ben 9 su 15 riguardano il Capoluogo, tre la frazione di Osteria Grande, una la zona industriale Ca’ Bianca e un’altra il polo produttivo San Carlo. Nell’elenco ci sono due proposte legate all’ambito produttivo ed entrambe collocate nei pressi dell’A14. Due sono quelle ormai ben nota di Ma.Fe Srl, società del gruppo Fap Investments, che sta già costruendo il nuovo magazzino per la logistica di Decathlon, mentre l’altra è quella avanzata da Md Invest Srl per l’area in fondo alla zona Ca’ Bianca, oltre via San Biagio. Passando al settore terziario, le due proposte riguardano entrambe l’ambito «Borgo Nord» e riguardano l’area che costeggia i binari del treno compresa tra via Gramsci e via Cova, a ovest rispetto alla stazione ferroviaria. A proporsi in questo caso sono state l’Immobiliare Torre Srl e De’ Toschi Spa, quest’ultima società immobiliare del gruppo Banca di Bologna. Diverso il discorso per le nuove case, proposte sia nel Capoluogo (zone Tanari, Panzacchia 3 e Collina 2, per dirne alcune), che a Osteria Grande (Quaderna Nord e Sud).

“Siamo soddisfatti sia delle proposte che riguardano il settore produttivo, sia di quelle del terziario e come Amministrazione abbiamo tra gli obiettivi quello di favorire lo sviluppo economico dice il sindaco, Fausto Tinti -. L’apertura di nuove aziende sul territorio potrà portare nuovi residenti e dovremo fare delle scelte coerenti con le assegnazioni previste per il Poc, che prevede un dimensionamento per il residenziale a 500 nuovi alloggi”.

Altri particolari sul “sabato sera” in edicola da giovedì 26 ottobre.

Nella foto: una veduta aerea di Castel San Pietro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *