Primarie Pd, Pariani capolista per Cuperlo

ITALIA
Anna Pariani, capogruppo Pd all’Assemblea regionale dell’Emilia Romagna, è capolista per Gianni Cuperlo alle primarie per l’elezione del segretario nazionale del Pd nel collegio Emilia Romagna 2, che comprende il circondario imolese, Budrio, Molinella, Monterenzio e Ozzano. Questo il suo appello al voto per Gianni Cuperlo. “Voto Cuperlo perché il Partito democratico ha bisogno di un segretario per cambiare profondamente la politica della sinistra italiana ed europea. La politica deve governare l’economia e la finanza, non essere succube del mercato. Dobbiamo perseguire equità e giustizia sociale e riportare l’Europa ad affermare una nuova civiltà del lavoro e dei diritti al di sopra dei vincoli di bilancio e dell’austerità monetaria: un’Europa dei popoli non delle tecnocrazie. Per produrre questo cambiamento non basta un nuovo leader, ma ci vuole una nuova politica. Il Partito democratico deve essere più netto nel difendere e promuovere chi ha pagato di più la crisi: giovani precari e disoccupati, imprese schiacciate dai mercati finanziari, donne escluse dal mercato del lavoro, lavoratori e pensionati che vedono perdere ogni anno potere d’acquisto a salari e pensioni. Dobbiamo investire in una nuova economia dei beni comuni (istruzione, cultura, ricerca, ambiente, sanità e welfare) con una azione pubblica capace di muovere la società e puntare sulla sussidiarietà.
Voto Cuperlo perché abbiamo bisogno di un Partito democratico che cambi in questo senso l’azione di governo, riducendo la spesa pubblica senza tagliare i servizi ai cittadini, mettendo un tetto ai redditi dei manager pubblici e introducendo un contributo di solidarietà sulle pensioni più alte.
Voto Cuperlo perché abbiamo vinto le elezioni come centrosinistra solo quando il Pd ed il suo segretario si sono messi al servizio per costruire una coalizione larga ed un candidato premier in grado di mobilitare forze della società civile oltre i partiti, mentre abbiamo perso con Veltroni e Bersani quando il candidato era il segretario del Pd. Voto Cuperlo per un Partito democratico che non abbia ambiguità su diritti civili, diritti del lavoro, scuola e sanità pubbliche, privatizzazione, beni comuni, tutela dell’ambiente e dove nessuno possa dire che la crisi è colpa di pensionati e sindacati, assolvendo invece chi ne porta la responsabilità: la speculazione finanziaria senza regole. Voto Cuperlo perché ad Imola, come a livello nazionale, è sostenuto da un gruppo dirigente giovane, rappresentato al Governo da ministri come Andrea Orlando e Stefano Fassina”.

Anna Pariani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *