Primo rapporto di responsabilità sociale per Clai

IMOLA-SASSO MORELLI
Dati economici di prim’ordine e un’anima sociale tutta da mettere in luce. E’ la fotografia della Clai, la Cooperativa lavoratori agricoli imolesi che ha stabilimenti a Sasso Morelli e a Faenza ed il suo centro direzionale sempre a Sasso Morelli, nella settecentesca villa La Babina.

Ogni anno si parla della Clai per via dei suoi dati economici (l’esercizio 2015 ha visto superare i 218 milioni di euro di fatturato, con 444 addetti e 280 fra soci allevatori e soci lavoratori) per quanto riguarda l’impegno nel territorio, a favore della comunità, non era mai stato tracciato un quadro completo. Così quest’anno la cooperativa di via Gambellara ha deciso di presentare per la prima volta il rapporto di responsabilità sociale.

“Una scelta nata in occasione del rinnovo per altri tre anni dell’accordo con la società di pallavolo Csi Clai SoloVolley di Imola. Alla luce di quel rinnovo, abbiamo pensato di fare il punto complessivo del nostro sostegno, che rappresenta una cifra importante, a tutta una serie di realtà, molte delle quali non sarebbero in grado di sviluppare la propria attività senza un aiuto ester-no” spiega il presidente della Clai, Giovanni Bettini.

Oltre alla pallavolo, infatti, la Clai è impegnata a favore di casa di accoglienza “Anna Guglielmi” e in vari ambiti culturali.

Altri dettagli su “sabato sera” in edicola dal 25 agosto

Un concerto nel parco di villa La Babina, sede della Clai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *