Prodi ricorda Tarantelli

BOLOGNA
Presentazione del libro di Luca Tarantelli “Il sogno che uccise mio padre. Storia di Ezio Tarantelli che voleva lavoro per tutti” (Rizzoli editore).
“Ezio Tarantelli cade sotto una raffica di mitra il 27 marzo del 1985 all’uscita della Sapienza di Roma, dove insegna. Le Brigate Rosse colpiscono così uno dei grandi artefici della riforma del lavoro, l’uomo simbolo della lotta all’inflazione, l’economista che ha osato mettere in discussione la scala mobile e il cui obiettivo fondamentale è stato, da sempre, uno: creare le condizioni per un mondo in cui nessuno debba più subire la disoccupazione. Questo libro è il viaggio del figlio Luca nella memoria del padre”. Intervengono, oltre all’autore, Romano Prodi, Vincenzo Colla, segretario generale Cgil Emilia Romagna, Giuliano Guietti, presidente Ires Emilia Romagna.
Martedì 24 novembre, alle ore 17, presso la Cgil Bologna (salone Di Vittorio), in via Marconi 67/2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *