Progetto Anusca, verde e terra cruda

CASTEL SAN PIETRO
Sono occorsi quattro anni ma il progetto di ampliamento dell’Anusca sembra arrivato in dirittura d’arrivo. Ieri sera, mercoledì 11 dicembre, è stato presentato nella sede di viale Terme dell’Associazione nazionale ufficiali di Stato civile e anagrafe. Soddisfatto il presidente Paride Gullini, che l’estate scorsa stimava l’investimento immobiliare in “circa 5 milioni di euro, di cui si farà carico interamente Anusca”. Nell’area tra l’Hotel quattro stelle e viale Terme sorgerà un nuovo edificio di circa 1.850 metri quadri di superficie utile più 750 di interrato per locali tecnici, bagni e magazzini. Al suo interno troveranno posto 8 nuove camere, palestra, centro estetico e ristorante; all’esterno anche una piscina. Il progetto, curato da Maci Architettura e design di Bologna e Officio Architettura di Castel San Pietro, è oramai pronto al 90 per cento anche sul fronte esecutivo, poi si potranno assegnare i lavori. “Vicino a viale Terme, è previsto il ristorante caratterizzato da una grande vetrata – spiega l’architetto Roberto Maci -. Il progetto si distingue per il discreto inserimento in quest’area di pregio paesaggistico, la volontà di mettere in relazione l’interno e l’esterno attraverso grandi superfici vetrate e per il tentativo di far entrare il verde con giardini pensili e verde verticale, un’attenta progettazione basata sul contenimento energetico e l’uso di materiali naturali come la terra cruda”. Altre informazioni sul progetto nell’articolo di “sabato sera” in edicola dal 12 dicembre.

Renderig del progetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *