Quarantottenne picchia la madre e finisce in manette

IMOLA
I carabinieri hanno arrestato un quarantottenne imolese. L’uomo è finito in manette per aver picchiato la madre settantanovenne. I fatti risalgono a questa notte, poco dopo la mezzanotte, quando un cittadino ha chiamato il 112 riferendo che la sua vicina di casa si era rifugiata da lui perché era stata picchiata dal figlio.

Una pattuglia si è recata sul posto e ha trovato la donna col volto tumefatto. I militari hanno chiamato i sanitari del 118 che l’hanno portata al pronto soccorso. Poi si sono recati a casa della donna dove hanno trovato il figlio quarantottenne L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti. Inoltre è stato trovato in possesso di alcune munizioni da guerra, in particolare dodici proiettili risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, che nascondeva abusivamente nell’abitazione della madre. Per questo è stato denunciato e le munizioni sequestrate.

La donna ha poi raccontato che ormai da diversi mesi era vittima di aggressioni fisiche da parte del figlio, e ne ha chiesto l’allontanamento dalla casa. Le affermazioni della vittima sono state confermate dai precedenti referti medici. L’ultimo emesso oggi parla di ecchimosi ed ematomi a volto, tronco e arti superiori da percosse.

Il giudice ha convalidato l’arresto del quarantottenne e disposto il non avvicinamento alla madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *