San Lorenzo, dieci luoghi dove guardare le stelle (compreso qualche suggestivo fuori porta)

CIRCONDARIO IMOLESE
Il nostro territorio è ricco di luoghi suggestivi e di eventi dove guardare le stelle per San Lorenzo. Stesi su un prato, in un osservatorio, o in mezzo alla gente per un qualche evento, sono molti i luoghi che si prestano.
Ecco qualche consiglio, in ordine sparso.

L’osservatorio astronomico di Imola (via Comezzano 21) è una meta classica e le visite sono gratuite su prenotazione. Per informazioni: www.astrofiliimolesi.it.

Il parco Tozzoni e quello delle acque minerali sono luoghi perfetti per passare in compagnia la notte delle stelle cadenti: si può stare sdraiati sul prato col naso all’insù, ma con bar e chioschi a poca distanza. Particolare

Sempre a Imola, per chi volesse una serata più mondana, con dj, cocktail e ballare a bordo vasca, Vivir Piscina Mulino Rosso presenta la sera “Si balla sotto le stelle”.

Uno degli appuntamenti clou nella vallata del Santerno è a Fontanelice Calici di Stelle tra vino, musica e stelle (qui l’approfondimento di sabatosera.it). Calici di stelle è un evento organizzato a livello nazionale dal portale dell’enoturismo Movimento turismo del vino; quest’anno si svolge anche a Santarcangelo di Romagna e Monte San Pietro.

Tra storia e natura, un grande classico del 10 agosto è la gita a Monte Battaglia tra Casola Valsenio e Fontanelice dove buio e qualche grado in meno sono garantiti. Rispettando l’ambiente, è consigliato portarsi una coperta e qualcosa da bere, ma quest’anno è in programma l’evento “Note sotto le stelle” organizzato dall’associazione Casola è una favola: in programma musica con il Quartetto d’ance italiano e il ristoro dell’Anpi di Casola Valsenio (qui l’evento Facebook).

Chi cerca il fresco può anche scegliere le colline sopra Castel San Pietro, dove il resort Palazzo di Varignana propone la serata “Stardust” night con cena a lume di candela sotto le stelle.

L’aquapark Villaggio della salute più, invece, apre in maniera straordinaria per una notte di terme e stelle, che sarà possibile ammirare guidati da un astronomo.

In centro a Bologna, dove non si possono vedere bene le stelle per via dell’inquinamento luminoso cittadino, non le stelle cadenti ma le stelle del cinema sono le protagoniste di una notte di cinema in piazza Maggiore.

Nella bassa, invece, la notte di san Lorenzo si può passare al museo della bonifica a Campotto di Argenta, con visita guidata, musica e l’osservazione delle stelle al telescopio con gli esperti. Per informazioni clicca qui.

Nella spiaggia libera di Cervia lo straordinario spettacolo pirotecnico che solitamente lascia il pubblico senza fiato e che quest’anno verrà riproposto in una veste nuova e ricca di innovazioni.

Questi i dieci consigli a cui ne aggiungiamo due extra (visto che uno è decisamente fuori porta e uno sabato 12, ma ci piacevano).

Sabato 12 agosto dalle 21 alle 23.30 il gruppo Astrofili Antares organizza una nuova serata all’osservatorio astronomico a Monteromano di Brisighella (via Monte Romano, 33/a), dove si può ammirare lo sciame meteorico noto anche come “Lacrime di S. Lorenzo”.

Per chi vuole mettere il naso all’insù anche le sere dopo la notte di san Lorenzo c’è, ad esempio, l’evento fuori porta Dalle stelle cadenti all’alba, presso l’osservatorio astronomico di Monte san Lorenzo (Pu): escursione notturna, osservazione del cielo con gli astrofili di Rimini, notte in sacco a pelo e bomboloni al mattino. Più informazioni sulla pagina Facebook dell’evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *