Sanità, Conferenza sanitaria unica, Imola soddisfatta

IMOLA-BOLOGNA
Il sindaco di Imola Daniele Manca da mesi chiedeva che si arrivasse all’unificazione delle Conferenze socio-sanitarie di Bologna e Imola, visto come elemento fondamentale per garantire la possibilità al nostro territorio di far sentire la propria voce alla pari con gli omologhi bolognesi nelle stesse sedi. Ovvia, quindi, la soddisfazione per il risultato raggiunto.

Tra l’altro Manca farà parte dell’Ufficio di presidenza della nuova Conferenza “un riconoscimento importante del peso politico del nostro territorio all’interno della Città Metropolitana” commmenta il vicesindaco Roberto Visani, assessore alla Sanità e ai Servizi sociali di Imola.

“Il nuovo organismo entrerà pienamente nelle proprie funzioni istituzionali presumibilmente a settembre” contina Visani che aggiunge “confermata l’autonomia gestionale delle attuali Aziende Usl presenti sul territorio metropolitano, ora sarà possibile avviare una nuova e più matura esperienza di programmazione unitaria, con l’obiettivo di soddisfare in modo più efficace le esigenze di salute della popolazione”.

“Imola ha creduto fin dall’inizio sull’opportunità di favorire una maggiore integrazione fra i presidi ospedalieri dell’area metropolitana al fine di sviluppare quelle reti cliniche che possono rappresentare un’opportunità importante sia per i professionisti che per i cittadini del nostro territorio. In un quadro che salvaguardi la prossimità dei servizi e l’autonomia e l’identità della nostra Azienda Usl, ritengo che il nostro territorio sia in grado di vivere questo percorso di integrazione da protagonista, nella consapevolezza che la circolazione delle idee rappresenta sempre un’occasione importante di miglioramento e di crescita della qualità dei servizi” conclude Visani.

Roberto Visani e Daniele Manca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *