Scoperto un “taxista” abusivo

IMOLA
Tassista abusivo scoperto e sanzionato dalla polizia municipale. A mettere sulle tracce dell’uomo è stata una segnalazione fatta dai taxisti imolesi. L’uomo, un italiano di mezza età residente in città, pubblicizzava la propria attività di autista per trasporto persone, anche disabili, su un giornale di annunci gratuiti, con il numero di cellulare a cui chiamare. Fingendosi clienti, gli agenti della municipale hanno telefonato al numero indicato e una volta arrivato il conducente, si sono prima qualificati, poi hanno provveduto ai controlli del caso. E’ così emerso che l’uomo non era in possesso di nessuna autorizzazione amministrativa comunale a svolgere l’attività di noleggio con conducente, non aveva, oltre alla patente, il titolo abilitativo necessario (Cap B); inoltre il veicolo era immatricolato per uso proprio e non per uso noleggio con conducente. A quanto risulta, l’uomo svolgeva abusivamente l’attività di noleggio con conducente da circa un mese. Alla fine dei controlli, la municipale ha provveduto al fermo del veicolo per 60 giorni, in attesa dei provvedimenti di sospensione da parte della Motorizzazione civile, e ad elevare sanzioni amministrative per quasi 600 euro. “E’ la prima volta che troviamo un abusivo puro – racconta l’ispettore di polizia municipale, Pier Luigi Babini -. In passato è successo di casi in cui i conducenti non fossero in regola con alcune prescrizioni del Regolamento Comunale di settore, ma un caso nel quale non vi è alcuna regolarità è la prima vota che ci capita”. L’invito ai cittadini è quello di fare attenzione e verificare l’affidabilità degli annunci e in caso di dubbio rivolgersi anche alle associazioni di categoria o alle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *