Sindacati contro la legge di stabilità

CIRCONDARIO
“Meno tasse sul lavoro” è lo slogan scelto da Cgil, Cisl e Uil per la manifestazione di sabato 14 dicembre, che in Emilia Romagna si terrà a San Felice sul Panaro, in provincia di Modena. Da Imola partiranno dei pullman alle ore 8 dal parcheggio del Riverside, via Pirandello. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0542/605611.
Dopo lo sciopero nazionale unitario articolato a livello territoriale, svoltosi nelle prime settimane di novembre, i tre sindacati confederali proseguono la mobilitazione per cambiare la legge di stabilità. San Felice sul Panaro è stata scelta perché città simbolo tra i luoghi colpiti dal terremoto del maggio 2012. Una scelta che vuole rendere ancora più esplicita la richiesta di politiche in grado di far ripartire l’economia e rispondere alle esigenze sociali determinate dalla crisi.
Oltre alla riduzione della pressione fiscale su lavoratori e pensionati, Cgil, Cisl e Uil chiedono di difendere il lavoro attraverso il finanziamento della cassa integrazione in deroga e dei contratti di solidarietà e l’allungamento di 12 mesi del periodo massimo di accesso agli ammortizzatori sociali. Se si vuole guardare al futuro, sono poi indispensabili nuove politiche industriali e maggiori investimenti per lo sviluppo del territorio. “I provvedimenti del Governo sono del tutto insufficienti e la legge di stabilità va modificata – dichiara Paolo Stefani, segretario generale della Cgil di Imola -. Non si può continuare a fare cassa sulla pelle dei più deboli. Occorre agire sull’equità, cosa che fino ad oggi non è stata fatta, e serve un piano straordinario per il lavoro e misure urgenti per difendere lo stato sociale, gli ammortizzatori in deroga e la copertura per gli esodati. Non è più il tempo degli annunci, servono subito fatti concreti perché la situazione è davvero critica. Non intendiamo far vincere la rassegnazione, anzi continueremo a insistere con le nostre proposte, a mobilitarci per ottenere delle risposte e parlare alla gente delle idee che abbiamo e dell’Italia che vogliamo. Per questo è importante partecipare alla manifestazione regionale del 14 dicembre”.

Paolo Stefani, segretario generale della Cgil di Imola (Isolapress)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *