Smog, prolungate le misure d’emergenza a Imola e Ozzano fino a giovedì 26 ottobre

IMOLA-OZZANO
Le misure d’emergenza per far fronte ai livelli di smog sopra la norma, già in vigore da venerdì 20 ottobre scorso fino a oggi, sono state prolungate fino a giovedì 26 ottobre prossimo.

Quali sono gli obblighi da rispettare? In sintesi, fino a lunedì il blocco della circolazione nei centri abitati nella fascia oraria dalle ore 8.30 alle 18.30 è esteso anche ai veicoli (auto e commerciali) diesel euro 4 (oltre ai diesel fino all’euro 3 e ai benzina fino all’euro 1, già interessati dalle limitazioni previste da ottobre a marzo); il divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso. Inoltre è previsto l’obbligo di riduzione della temperatura di almeno un grado negli ambienti riscaldati, quindi fino ad un massimo di 19 gradi nelle case, negli uffici, nei luoghi ricreativi ed attività commerciali, e fino ad un massimo di 17 negli stabilimenti industriali e artigianali. Sono esclusi da tale obbligo ospedali, case di cura, scuole e luoghi che ospitano attività sportive. E’ vietato, infine, l’utilizzo di caldaie e altri generatori di calore che bruciano legno (biomasse) con classe di prestazione emissiva inferiore a 3 stelle (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) e il divieto di combustione all’aperto di qualsiasi tipologia di materiale.

Sono esclusi dalle limitazioni tutti i veicoli elettrici, ibridi, a metano e Gpl, o con almeno 3 persone a bordo (car pooling) e i veicoli in deroga che verranno specificati nelle ordinanze dei singoli Comuni. Sono inoltre state individuate deroghe specifiche per alcune tipologie di veicoli e di utenti.

Nel sito internet dedicato della Città metropolitana è possibile anche consultare la mappa interattiva con tutto il territorio del bolognese interessato alle limitazioni e tutte le informazioni utili come percorsi consentiti e parcheggi.

I bollettini dell’Arpae (sono consultabili a questo link) .

Foto Adnkronos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *