Sosta, abbonamenti per chi lavora in centro

CASTEL SAN PIETRO
Sei mesi o quasi sono ancora pochi, secondo l’Amministrazione comunale, per fare un vero e proprio bilancio del piano sosta entrato in vigore nel giugno scorso, ma bastano per capire che il risultato è stato tendenzialmente positivo. Questo almeno è il giudizio dell’assessore alla Mobilità Tomas Cenni dopo la valutazione fatta nei giorni scorsi insieme ad Area Blu e polizia municipale.

In realtà non sono tutte rose e fiori, ovvero qualche aggiustamento in corsa è necessario. Ad esempio sul fronte degli abbonamenti. “Nelle prossime settimane – assicura l’assessore -, sarà introdotto un nuovo abbonamento per i dipendenti delle attività commerciali del centro storico e per le associazioni che hanno sede o operano “dentro le mura”. Si è deciso di introdurre questa possibilità dato che non sono arrivate molte richieste per gli abbonamenti dei pendolari”. Secondo Cenni, infatti, la nuova tipologia di abbonati potrebbe trovare spazio nei parcheggi di via Oberdan, tendenzialmente libera “perché chi si reca in centro trova posto altrove proprio grazie alla rotazione”. Ad oggi le possibilità di abbonamento sono quello generico a scalare, quello per i residenti, per i titolari delle attività economiche del centro storico o per pendolari con abbonamento Tper. Non valgono lungo le vie Cavour, Matteotti, Mazzini, Palestro, Manzoni e piazza Martiri Partigiani (così come in alcuni stalli dei parcheggi di via Oberdan).

Altri dettagli su “sabato sera” in edicola dal 12 novembre

Parcometro a Castello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *