Strage di Parigi, condanna dai giovani musulmani

CIRCONDARIO IMOLESE
“Apprendiamo con profondo senso di sdegno, dolore e tristezza degli orribili attentati di Parigi, di fronte a questo orrore il nostro pensiero e la nostra vicinanza vanno alle vittime, ai feriti, alle loro famiglie e ai loro cari e alla Francia intera. La nostra condanna è assoluta a ogni violenza e a ogni spargimento di sangue”. Lo scrivono i Giovani Psm (Partecipazione e spiritualità musulmana), cioè un’organizzazione culturale e religiosa che raccoglie giovani musulmani italiani. Nell’imolese sono circa una trentina.

“In questi momenti – prosegue il comunicato – ribadiamo l’importanza di rafforzare lo spirito di unità e di coesione all’interno delle nostre società; facciamo quindi appello alle istituzioni, alla società civile, alle comunità religiose, ai mezzi di informazione e a tutta la cittadinanza di fare fronte comune di fronte a questa barbarie, non diamo spazio a chi vuole fomentare l’odio, il fanatismo e il rifiuto dell’altro”.

Bahjia Afouzar, giovane avvocato di Toscanella di Dozza, fa parte del direttivo dei giovani Psm e conclude sconsolata: “Lavori tanto per costruire la collaborazione e questi usano il nome di una religione l’Islam, che rappresenta milioni di persone per qualcosa che non ha senso”. Bahjia però rilancia: “I Giovani Psm hanno già deciso di aderire a tutte le manifestazioni pubbliche che sono state organizzate, erano in piazza a Torino e a Roma per dimostrare insieme a tutti gli altri che non si può cedere alla paura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *