Sui kart della Sfida del Cuore vince Luca Ugolini, un Casco di platino anche a Renata Nosetto

IMOLA
Grande successo per la 13ª edizione della Sfida del Cuore, che si è chiusa con 7.000 euro di ricavato, risultato che renderà possibile l’intervento a favore del Commissariato di Imola.

La tradizionale gara con i kart è stata preceduta dalla cena sul terrazzo in cui sono stati consegnati i Caschi di Platino, generalmente riservati agli imolesi ma che, quest’anno, ha visto alcune eccezioni. I premiati 2017 sono: Dante Banchio (direttore di gara) piemontese; Michele Gallo (ufficiale di gara) imolese; il terzo casco è stato assegnato a Renata Nosetto, moglie dell’ingegner Roberto, scomparso quattro anni fa. Nosetto è stato direttore sportivo della Scuderia Ferrari negli anni ’70 ed in seguito direttore dell’autodromo di Imola, prima di passare al motociclismo come direttore di gara nel Motomondiale ed in seguito del Mondiale Superbike. Un mese e mezzo fa la signora Nosetto è ritornata a vivere ad Imola con quello che lei, visibilmente commossa, ha definito «l’ultimo trasloco: quello definitivo».

Sotto il punto di vista sportivo, i 34 piloti in gara si sono sfidati su kart innovativi forniti da Gsk Motorsport. Sul primo gradino del podio è salito Luca Ugolini, seguito da Simone Piccinini (vincitore 2016) e Fabio Conti. La finale è stata preceduta da un minuto di silenzio in ricordo di Offer Gherardi, commissario sportivo da anni giudice unico della Sfida del Cuore, scomparso prematuramente lo scorso 4 marzo.

Nella foto: una fase della gara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *