Posts by tag: autodromo

Sport 13 giugno 2018

Aperture autodromo, appuntamento domani e lunedì per un giro in pista

All”autodromo Enzo e Dino Ferrari proseguono le aperture al pubblico. La pista sarà, infatti, aperta al pubblico domani e lunedì 18 giugno, sempre dalle ore 18.45 alle 20.30. Dopo un periodo di sosta l”appuntamento ritornerà venerdì 29 sempre allo stesso orario. E’ ovviamente consentito l’accesso alla pista a piedi e con mezzi meccanici non a motore.

r.s.

Nella foto: appassionati all”autodromo

Aperture autodromo, appuntamento domani e lunedì per un giro in pista
Sport 7 giugno 2018

Aperture autodromo, domani sera unico appuntamento della settimana

Domani, unico appuntamento della settimana, tornano le aperture dell”autodromo Enzo e Dino Ferrari (dopo la scorpacciata di 9 ore di domenica 3 giugno) e la pista sarà aperta al pubblico dalle ore 18.45 alle 20.30. E’ ovviamente consentito l’accesso alla pista a piedi e con mezzi meccanici non a motore.

r.s.

Nella foto: appassionati all”autodromo

Aperture autodromo, domani sera unico appuntamento della settimana
Sport 6 giugno 2018

Roberto Marazzi, il neo direttore dell'autodromo promette: “Motori e grandi eventi musicali'

“Il mio primo obiettivo sarà quello di consolidare e sviluppare la dimensione internazionale di questo circuito nell’ambito del motorsport e del motorismo in generale. Nel contempo mi impegnerò per riportare grandi eventi musicali e culturali che hanno caratterizzato questi ultimi anni”.

Motori e concerti, questi i temi delle prime dichiarazioni ufficiali di Roberto Marazzi che da ieri ha iniziato ufficialmente a ricoprire la carica di direttore generale dell’autodromoimolese. Marazzi ha aggiunto: “Arrivo ad Imola con grande entusiasmo, consapevole dell’importanza e del prestigio che significa dirigere un autodromo col carisma, la storia e il fascino dell’Enzo e Dino Ferrari. Arrivare a metà stagione non è mai facile, ma sono tranquillo perché trovo uno staff di persone che già conosco e che di cui ho già avuto modo di apprezzare la professionalità e la grande passione”.

Un incarico stimolante ma sicuramente impegnativo aspetta il nuovo direttore che sostituisce dopo poco più di due anni, al termine della selezione pubblica di prassi, il predecessore Pier Giovanni Ricci. Uberto Selvatico Estense il presidente di Formula Imola Spa, la società che gestisce l’impianto comunale, non appare preoccupato: “Inizia una nuova stagione, sempre all’insegna di un calendario particolarmente ricco di eventi. Nuove sfide e obiettivi più ambiziosi sono già nell’agenda del nuovo direttore, che mi ha già illustrato i suoi importanti progetti. La società e il territorio saranno sicuramente al suo fianco per contribuire al raggiungimento di tali obiettivi”.

Nella foto Roberto Marazzi e Uberto Selvatico Estense

Roberto Marazzi, il neo direttore dell'autodromo promette: “Motori e grandi eventi musicali'
Cronaca 30 maggio 2018

Cresce il turismo nel circondario imolese, un terzo del fatturato arriva dall'autodromo

Secondo la ricerca dal titolo «Analisi dei flussi turistici» condotta da Jfc (consulenza turistica) e cofinanziata da If Imola Faenza Tourism Company il turismo nel circondario imolese è in crescita. Sono, infatti, oltre 27 milioni di euro i fatturati nel 2017 legati alla presenze turistiche nel territorio, con Il solo Autodromo Enzo e Dino Ferrari che ha prodotto un valore economico di circa 9 milioni di euro, di cui più della metà generati dalle presenze di ospiti alberghieri e servizi.

Lo studio è stato presentato lunedì nella Sala Senna – Hub Turistico dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari dall’amministratore unico di JFC Massimo Feruzzi. Erano presenti inoltre il presidente di IF, Gianfranco Montanari, il direttore Erik Lanzoni e Giovanna Trombetti, dirigente Attività produttive della Città Metropolitana di Bologna. L’analisi ha preso in considerazione gli arrivi e le presenze registrati nel territorio del circondario imolese nel 2017: gli arrivi sono stati oltre 159.000 a fronte di 358.000 presenze, rispettivamente il 13,2% e il 18,8% in più rispetto al 2016. Imola poi ha fatto registrare un aumento del 14,2% in più nella casella degli arrivi e un 20% in più in quella delle presenze, che corrispondono ai pernottamenti.  

Partendo da questi numeri, Jfc ha calcolato il ritorno economico del turismo nel territorio. Dei 27 milioni di euro, il 60% circa è risultato a favore delle stesse strutture ospitanti e il restante 40% distribuito sul territorio (negozi, ristoranti, bar, servizi e così via).

E non è finita qui perché nel prossimo triennio, potenziando gli eventi sportivi e non rumorosi e quelli culturali, la stima di crescita è di circa 2.000.000. «Vogliamo dare un messaggio a un territorio tradizionalmente vocato allo sviluppo nei settori metalmeccanico, ceramico, edilizio – ha commentato il presidente di If Gianfranco Montanari -. Anche il turismo è un settore che può dare ricadute importanti al territorio. Questo studio consente di confermare la percezione attraverso i numeri».

r.c.

Nella foto: il simulatore all”interno dell”autodromo Enzo e Dino Ferrari

Cresce il turismo nel circondario imolese, un terzo del fatturato arriva dall'autodromo
Sport 29 maggio 2018

Apertura autodromo, domani sera l'antipasto ma è domenica 3 il piatto forte

All’autodromo Enzo e Dino Ferrari proseguono le date di apertura al pubblico. Questa settimana la pista sarà aperta al pubblico domani sera, dalle ore 18.45 alle 20.30. Attenzione però, perché qualche giorno dopo, cioè domenica 3 giugno, si potrà entrare dalle 9.30 del mattino fino alle 18.30 in concomitanza con «Sport al centro». E’ ovviamente consentito l’accesso alla pista a piedi e con mezzi meccanici non a motore.

r.s.

Nella foto: appassionati in autodromo

Apertura autodromo, domani sera l'antipasto ma è domenica 3 il piatto forte
Sport 24 maggio 2018

Marche prestigiose in pista domani e sabato all'autodromo per la «12 ore»

Torna di scena l’automobilismo all’Enzo e Dino Ferrari in questo fine settimana. In programma c’è la «12 ore» legata al campionato 24H Series, che si correrà fra oggi (prove libere), domani (le qualifiche e le prime 4 ore di gara) e sabato 26 (le restanti 8 ore). In pista si confronteranno vetture Turismo, Gran Turismo e 24H Special.

La griglia di partenza vedrà al via vetture di case prestigiose come Ferrari, Lamborghini, Porsche, Maserati, Mercedes, Aston Martin, Audi, Bmw, Chevrolet, Bentley, Dodge, McLaren, Nissan. L’ingresso all’autodromo, al paddock e alla tribuna del traguardo saranno gratuiti. 

r.c.

Nella foto (dal sito dell”autodromo di Imola): auto in pista sul circuito imolese

Marche prestigiose in pista domani e sabato all'autodromo per la «12 ore»
Economia 22 maggio 2018

Test in autodromo per Microlino, l'auto «mini»del gruppo imolese Tazzari

Nei giorni scorsi sulla pista dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari ha sfrecciato Microlino, la microcar elettrica nata dalla partnership tra il gruppo imolese Tazzari e la svizzera Micro, specializzata nella produzione di monopattini elettrici. Sotto esame c’era il sistema frenante, caratterizzato da soluzioni derivate dal motorsport, come le sospensioni anteriori, dette «push-rod», che danno stabilità e dinamicità. «Da diversi mesi stiamo svolgendo i test omologativi – conferma il presidente del gruppo di via Selice, Erik Tazzari – siamo ormai verso la fine, prevista entro giugno».

Il veicolo, ispirato alla Isetta degli anni ’50, ha già all’attivo oltre 6 mila preordini. «Da inizio settembre – prosegue Tazzari – metteremo due Microlino preserie, omologate e targate, a noleggio presso il Flagstore Tazzari Ev al circuito di Imola. In questo modo potremo testare le reazioni del pubblico che guiderà il nuovo prodotto, in vista dell’imminente inizio produzione di serie. Entro quest’anno è prevista la produzione delle prime 500 Microlino “pioneer edition”».

A Imola Tazzari curerà la realizzazione dei veicoli per l’Europa. «Per tutti i mercati extra Ue – dettaglia il presidente – cerchiamo partner, a cui vendere le licenze di assemblaggio. Invieremo da Imola i kit completi da assemblare nei vari Paesi, avendo così poi anche una royalty per ogni veicolo venduto, di cui daremo il 50 per cento a Micro. Già avere a Imola la produzione per l’Europa sarà una bella sfida. Per questo prevediamo di assumere da 40 a 100 persone in più».

lo.mi.

Nella foto: Microlino

Test in autodromo per Microlino, l'auto «mini»del gruppo imolese Tazzari
Sport 14 maggio 2018

Superbike 2018 a Imola, “Oltre 76.000 presenze, siamo appuntamento top' – VIDEO

Rea ha battuto Davies e ha inanellato una doppietta sul circuito di Imola. Una giornata sportiva fantastica, quella della Sbk di ieri vissuta tutta sul duello tra Jonathan Rea (Kawasaki) e Chaz Davies (Ducati). Nonostante una strenua resistenza, il gallese della Ducati nulla ha potuto contro il tre volte campione del mondo, che è andato così a cogliere la seconda vittoria, allungando decisamente in campionato. Sul terzo gradino del podio è salito Tom Sykes (Kawasaki) che, negli ultimi giri, è riuscito a riprendere e a passare Xavi Fores (Ducati).

Ora è tempo di bilanci per la 16esima edizione del Mondiale Superbike di Imola che va in archivio con un grande risultato in termini di affluenza. I dati ufficiali di Formula Imola, il gestore dell”autodromo, parlano di ben 76.317 presenze nelle tre giornate di prove e gare (1.202 in più rispetto al 2017). Il presidente Uberto Selvatico Estense non ha dubbi: “Il circuito di Imola è considerato da tutti uno dei templi del motorismo mondiale e le gare che si svolgono su questo tracciato raccontano spesso di sfide epiche. Oggi ne abbiamo vissuto una, con due incredibili campioni come Jonathan Rea e Chaz Davies che hanno deliziato il pubblico con un duello da brividi. Siamo uno degli appuntamenti top del campionato, nei prossimi due anni vogliamo continuare ad esserlo”. 

Per completare la parte sportiva, da segnalare la gara sfortunata, sempre in Sbk, di Marco Melandri (Ducati), centrato da Michael van der Mark (Yamaha) mentre andava a caccia del terzo gradino del podio. Nel Mondiale Supersport, vittoria di Jules Cluzel (Yamaha) e dominio di Ana Carrasco nel Mondiale Supersport 300. Infine nell’Europeo Superstock 1000 è risuonato l’Inno di Mameli grazie al successo di Matteo Ferrari (Ducati). (r.c.) 

Superbike 2018 a Imola, “Oltre 76.000 presenze, siamo appuntamento top' – VIDEO
Sport 13 maggio 2018

Il libro «I nostri prof di ciclismo – I corridori imolesi» di Bacchilega Editore sarà presentato all'autodromo

Quanti sono stati i ciclisti imolesi passati al professionismo? Quando e con chi hanno corso? Queste sono alcune delle domande alle quali si trova risposta nel libro scritto da Nino Villa e pubblicato da Bacchilega editore I nostri prof di ciclismo – I corridori imolesi passati professionisti nel corso degli anni che sarà disponibile dalla prossima settimana. Per mezzo di numerose interviste, apparse anche sul nostro settimanale, e di altri scritti che completano il panorama del mondo dei professionisti, si possono conoscere carriere, aneddoti, pensieri e aspirazioni dei campioni che nel corso degli anni hanno dato lustro allo sport imolese del pedale.

Si parte dall’era quasi mitica del primo Novecento, quando Enea Dal Fiume si destreggiava con successo su strade e percorsi quasi impossibili, si parla di campioni degli anni Cinquanta e Sessanta come Luciano Pezzi e Diego Ronchini, per giungere agli anni più vicini a noi, con atleti  che hanno corso nella Mercatone Uno di Cenni e di Pezzi negli anni di Pantani, come Fabiano Fontanelli e Michele Coppolillo. Senza dimenticare le donne, come Patrizia Zulato, o la Mtb con l’azzurro Mirko Pirazzoli. Il libro sarà presentato durante un’iniziativa all’autodromo domani, alle ore 20, presso la sala Ayrton Senna presso l”autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola; oltre all’autore, saranno presenti il giornalista e scrittore Marco Pastonesi e numerosi protagonisti del ciclismo imolese.

r.s.

Nella foto: Pantani e Fontanelli

Il libro «I nostri prof di ciclismo – I corridori imolesi» di Bacchilega Editore sarà presentato all'autodromo
Sport 12 maggio 2018

Superbike 2018 a Imola, presente anche il team castellano Green Speed del manager Simone Steffanini

Sulla griglia di partenza della tappa imolese del Mondiale Superbike partirà anche un pilota in un certo senso «castellano»: si tratta di Marco Malone, giovane promessa del team Green Speed che ha sede proprio sul Sillaro. A capo del team vi è infatti il castellano Simone Steffanini, team manager da anni impegnato nella categoria Supersport del Civ (campionato italiano velocità) e nella Coppa Italia Fmi.

Steffanini, perché un team del campionato italiano decide di partecipare al Mondiale?

«Siamo un team locale e vogliamo farci vedere nel nostro territorio approfittando della vetrina mondiale della Superbike a Imola – risponde il team manager -. Inoltre una tappa mondiale può essere un buon banco di prova per il giovane pilota Malone, che potrà crescere in previsione del campionato italiano».

Dunque una prova extra per migliorarsi?

«Esatto. Il Civ è iniziato da due sole tappe e Imola avrà grande valore di prova straordinaria per il resto del campionato italiano, dove vogliamo fare bene, lottando per le prime posizioni. Per questo non puntiamo al risultato singolo nel Mondiale, ma non è esclusa la possibilità di arrivare a punti».

Dopo Imola parteciperete anche alla Superbike di Misano?

«Ci stiamo pensando, è un’idea che non escludiamo, ma ancora dobbiamo decidere con quale pilota e quale obiettivo. Intanto ci godiamo Imola, dove c’è sempre una bellissima atmosfera di sport e festa».

mi.mo.

Nella foto: il team Green Speed

Superbike 2018 a Imola, presente anche il team castellano Green Speed del manager Simone Steffanini

SPECIALE GOCCE DI MUSICA 2018

banner_gocce_2018_piccolo

Cerca

PROMO

Seguici su Facebook

PROMO

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast