Posts by tag: Basket

Sport 18 novembre 2018

Basket C Gold, il finale punto a punto non premia Castel Guelfo

Secondo ko in campionato per Castel Guelfo che esce sconfitta 71-65 da Castelnovo Monti.

Già nel primo quarto Castelnovo parte meglio e allunga con Franko e Mallon (20-11). Nel secondo parziale Castel Guelfo si dimostra una squadra tosta e, trascinata d Saccà, prova a rientrare ma il distacco rimane invariato all”intervallo lungo (39-30). Nel secondo tempo i gialloblù, invece, schiacciano i padroni di casa e firmano la rimonta, riaprendo di fatto il match, grazie anche ai canestri di Grillini, prima dell”ultimo riposo (51-50). Il quarto parziale è tutto punto a punto. Musolesi impatta a due minuti dalla fine con una tripla, ma Castelnovo è più lucida e, complice gli errori al tiro dei ragazzi di Serio, si dimostra anche infallibile ai liberi.

Nel prossimo turno Castel Guelfo affronterà, sabato 24 (ore 21), al palaMarchetti la corazzata Rimini.

Tabellino

Castelnovo-Prosic 71-65 (20-11, 39-30, 51-50)

Castelnovo: Magnani 12, Levinskis, Parma Benfenati 13, Franko 17, Guarino 3, Mallon 21, Torlai ne, Varotta 5, Lentini, Bedeschi ne, Prosek, Mabilli. All. Diacci. 

Castel Guelfo: Musolesi 11, Sacca” 18, Pieri 7, G. Govi 7, Grillini 14, Dalpozzo ne, Nembrini ne, Bergami ne, Santini 2, F. Govi 4, Bonazzi 2, Baccarini. All. Serio.

Foto tratta dalla pagina facebook di Castel Guelfo

Basket C Gold, il finale punto a punto non premia Castel Guelfo
Sport 18 novembre 2018

Basket A2, blitz vincente per Le Naturelle sull'isola

Le Naturelle tornano dalla lunga trasferta di Cagliari con una vittoria. In Sardegna, infatti, finisce 97-79 per i ragazzi di coach Di Paolantonio che così si rimettono in carreggiata dopo la sconfitta subita sette giorni fa nel derby con Ravenna.

Imola fin dall”avvio tiene i ritmi alti e trova energia, oltre che da Bowers, anche dagli ingressi di Crow e Rossi ed alla prima sirena i biancorossi comandano già le operazioni (23-26). Nel secondo quarto Le Naturelle chiude le maglie in difesa e prova l”allungo, ma subisce la rimonta dei padroni di casa guidati da Bucarelli. L’asse Fultz-Raymond, però, è micidiale dall”altra parte, con l”americano glaciale ai liberi sul tramonto del primo tempo (43-54). 10-0 è il parziale con cui si apre il secondo tempo. L”attacco biancorosso è un furia con Crow sugli scudi e la difesa lascia solo le briciole a Cagliari (53-79). Negli ultimi dieci minuti Imola non molla di un centimetro e gli isolani accorciano un po” le distanze solo quando coach Di Paolantonio decide di mettere sul parquet un quintetto super giovane con tutti Under, a parte Magrini.

Nel prossimo turno i biancorossi affronteranno, domenica 25 (ore 18), al Ruggi Roseto. (d.b.)

Tabellino

Cagliari Dinamo Academy – Le Naturelle Imola Basket 79-97 (23-26,  43-54,  53-79)

Cagliari: Miles 21, Allegretti 10, Floridia ne, Rullo 11, Gallizzi ne, Ebeling 3, Rovatti 7, Matrone 4, Bucarelli 8, Johnson 15, Picarelli. All. Paolini.

Imola: Ndaw 3, Montanari, Crow 21, Wiltshire, Fultz 9, Bowers 14, Rossi 10, Simioni 13, Raymond 21, Magrini 6. All. Di Paolantonio.

Nella foto (dal sito dell”Andrea Costa): Raymond

Basket A2, blitz vincente per Le Naturelle sull'isola
Sport 17 novembre 2018

Basket serie B, si ferma a tre la striscia di vittorie consecutive per la Sinermatic Ozzano

Dopo tre vittorie consecutive è arrivata la sconfitta per la Sinermaric Ozzano che perde 95-80 al palaReds di Bernareggio. Coach Grandi dopo la vittoria contro Lecco aveva detto che difficilmente avrebbero conquistato ancora due punti in un altro match oltre gli ottanta punti, e così è stato.

Partita equilibrata in avvio, con Restelli e Laudoni da una parte e Klyuchnyk e Agusto dall”altra, che si scontrano ripetutamente sotto canestro nei primi dieci minuti (25-23). Nel secondo quarto sale in cattedra Ranocchi che con 12 punti guida l”allungo di Ozzano all”intervallo lungo (41-51). Dopo la pausa, però, l”attacco ozzanese si inceppa mentre la difesa concede qualche punto di troppo e permette a Bernareggio di rifarsi sotto e di chiudere avanti all”ultimo riposo (65-64). Nel quarto periodo il trend non cambia. I padroni di casa scappano e i tentativi dei biancorossi di rifarsi sotto non hanno effetto. Chiusolo è l”ultimo ad arrendersi, ma questa volta la vittoria sfugge per la squadra di coach Grandi.

Nel prossimo turno i biancorossi affronteranno, sabato 24 (ore 20.30), in casa Vicenza. (d.b.)

Tabellino

Bernareggio-Sinermatic Ozzano 95-80 (25-23, 41-51, 65-64)

Bernareggio: Pagani 17, Todeschini 10, Bossola 13, Laudoni 24, Restelli 18, Ghedini ne, Pirotta ne, Finazzer, Monina, Ruzzon 2, Tulumello 4, Baldini 7. All. Cardani. 

Ozzano: Chiusolo 14, Dordei 7, Corcelli 5, Folli 13, Mastrangelo 5, Agusto 12, Giannasi ne, Salvardi ne, Morara 2, Klyuchnyk 10, Ranocchi 12, Masrè. All. Grandi.

Nella foto (dalla pagina facebook dei Flying Balls): Alessandro Ranocchi

Basket serie B,  si ferma a tre la striscia di vittorie consecutive per la Sinermatic Ozzano
Sport 17 novembre 2018

Basket C Gold, parla il vice allenatore di Castel Guelfo Massimo Solaroli: «Non ci poniamo limiti»

La Prosic di Serio ha iniziato nel migliore dei modi la stagione, centrando 4 vittorie su 5 partite e perdendo solo a Fiorenzuola. Di questo sorprendente avvio di stagione è stato protagonista anche Massimo Solaroli, vice allenatore gialloblù da inizio stagione, uscente dalla esperienza nella famiglia Fortitudo Bologna, ma con stagioni passate in quasi tutte le squadre imolesi (Virtus, Andrea Costa e poi Virtus Spes Vis) e con panchine importanti soprattutto nel basket femminile, fino alla serie A1. «Siamo molto contenti del periodo che stiamo attraversando – commenta Solaroli -. E’ presto, ma penso che possiamo lottare per le posizioni alle spalle delle big del campionato».

Il quinto posto dell’anno scorso è ripetibile?

«Non ci dobbiamo porre limiti, anche perché siamo una buona squadra che fa dell’intensità una delle sue armi migliori».

Dopo tanto girovagare, come mai hai deciso di accettare l’offerta di Castel Guelfo?

«Gli ultimi anni sono stati molto impegnativi e avevo voglia di stare vicino a casa. Questo fattore, unito al fatto di lavorare con persone che conosco bene, ha fatto la differenza. Serio, infatti, è un amico e mi faceva da assistente ai tempi della Virtus Spes Vis. In più sono anche responsabile tecnico del settore giovanile, un lavoro che non svolgevo da tempo».

Da assistente a capo allenatore. A distanza di tempo come hai ritrovato Serio?

«Ha qualità e l’esperienza accumulata in questi anni, insieme ai campionati vinti, lo hanno reso più sicuro dei suoi mezzi».

Differenze maggiori tra essere allenatore o assistente?

«Ora mi devo spesso mordere la lingua, ma ci sono tanti modi per fare il vice. Io e Serio condividiamo tutto, ma i ruoli sono ben distinti. C’è grande sintonia, discutiamo insieme delle scelte, ma l’ultima parola e le responsabilità sono ovviamente sulle sue spalle». (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 15 novembre.

Nella foto (Isolapress): da sinistra, Massimo Solaroli e Giampiero Serio ai tempi della Vsv Imola, nel 2013/2014, quando lavoravano a ruoli invertiti

Basket C Gold, parla il vice allenatore di Castel Guelfo Massimo Solaroli: «Non ci poniamo limiti»
Sport 10 novembre 2018

Basket C Gold, Castel Guelfo ritorna al successo col brivido

Torna al successo Castel Guelfo dopo la sconfitta di Fiorenzuola. Al palaMarchetti finisce 67-63 per i padroni di casa, nonostante un ultimo quarto pessimo che poteva vanificare quanto di buono fatto nei periodi precedenti.

La squadra di coach Serio, infatti, gioca trenta minuti di buon basket concedendo davvero poco agli ospiti. In attacco, invece, i grandi protagonisti sono Saccà e Grillini. A fine terzo quarto il punteggio recita +13 per i guelfesi, ma da lì in poi il black-out è totale. Montecchio fa muovere la retina, a differenza di Musolesi e compagni che rimangono a secco per troppo tempo. Il finale però sorride a Castel Guelfo che può tirare un gran sospiro di sollievo per il pericolo scampato.

Nel prossimo turno i gialloblù saranno impegnati, domenica 18 (ore 18), sul campo di Castelnovo Monti. (d.b.)

Tabellino

Prosic-Montecchio 67-63 (19-15, 38-28, 58-45)

Castel Guelfo: Musolesi 6, Saccà 14, Pieri 3, F. Govi 7, G. Govi 9, Nembrini ne, Avoni ne, Lugli 4, Santini 6, Bonazzi, Grillini 17, Baccarini 1. All. Serio.

Montecchio: Seclì 7, Astolfi 7, Bertolini 17, Vanni 24, Negri 4, Borghi ne, Vecchi, Pasini, Guidi 2, Broglia, Gruosso. All. Martinelli.

Nella foto (dalla pagina Instagram di Castel Guelfo): Baccarini

Basket C Gold, Castel Guelfo ritorna al successo col brivido
Sport 10 novembre 2018

Basket serie B, la volata finale sorride alla Sinermatic Ozzano

La Sinermatic Ozzano mantiene l”imbattibilità casalinga e supera sul filo di lana Lecco per 91-89. Decisivi nel finale la schiacciata di Dordei e il tiro libero firmato da Folli.

Dopo la palla due sono Klyuchnyk e Dordei a prendere in mano le operazioni biancorosse per rientrare su un Lecco intraprendente. Ozzano però mette il naso avanti con Chiusolo dalla lunetta (22-21). Nel secondo parziale Corcelli e Morara fanno la voce grossa, ma gli ospiti rispondono con un Teghini ispirato. La Sinermatic, però, in attacco funziona a meraviglia e crea un piccolo solco all”intervallo lungo (51-44).  Dopo la pausa il trio Teghini-Cacace-Brunetti fa il bello e cattivo tempo e la squadra di coach Grandi soffre tremendamente in difesa, favorendo la rimonta e l”allungo lombardo per colpa anche dei troppi falli commessi. Nell”ultimo parziale Ozzano reagisce e impatta a cinque minuti dalla conclusione. Nel finale, sopra di un punto, Lecco perde una palla sanguinosa, Dordei schiaccia dall”altra parte e in difesa firma la stoppata decisiva. Folli subisce fallo e segna solo uno dei due liberi, ma Teghini sbaglia il tiro sulla sirena.

Nel prossimo turno, in programma sabato 17 (ore 20.50), i biancorossi saranno impegnati al palaReds contro Bernareggio. (d.b.)

Tabellino

Sinermatic-Lecco 91-89 (22-21, 51-44, 69-75)

Ozzano: Chiusolo 13, Agusto 8, Dordei 19, Folli 13, Corcelli 17, Mastrangelo 6, Ranocchi 1, Giannasi ne, Masrè, Morara 10, Klyuchnyk 4, Salvardi ne. All. Grandi.

Lecco: Brunetti 20, Di prampero 3, Caceres 4, Teghini 22, Cacace 24, Lomasto ne, Ratti ne, Molteni 10, Chinellato, Ghirlandi ne, Galasso ne, Rattalino, 6. All. Paternoster.

Nella foto (dalla pagina facebook dei Flying): Matteo Folli

Basket serie B, la volata finale sorride alla Sinermatic Ozzano
Sport 10 novembre 2018

Basket C Gold, sconfitta inaspettata per la Vsv Imola a Bertinoro

Sconfitta inaspettata per la Virtus Vis Spes Imola nella sesta giornata di campionato. A Bertinoro finisce 63-55 per i padroni di casa che così in classifica raggiungono proprio i gialloneri a quota 6 punti. 

Imola vive solo nei punti di Zhytaryuk (doppia doppia da 12 punti e 10 rimbalzi), Aglio e Percan. Dietro di loro… il vuoto. Bertinoro allora ne approfitta e mette in campo la sua arma migliore, ovvero una difesa aggressiva che incanala il match verso punteggi bassi. Dopo un primo quarto equilibrato (16-14 per i forlivesi), nel secondo parziale i gialloneri soffrono terribilmente a canestro, arrivando all”intervallo con soli 8 punti segnati (34-22). Il terzo periodo vede i ragazzi di Tassinari mettere in campo l”orgoglio e tutta la loro qualità, dopo essere andati a -18 al ventiduesimo minuto, rimettendo il match sui binari giusti all”ultimo riposo (47-45). Nel quarto parziale, però, le medie al tiro imolesi crollano nuovamente e Bertinoro porta così a casa un successo tanto insperato quanto fondamentale.

Per la Vsv non ci sarà nemmeno l”occasione a breve per rifarsi visto che dovranno osservare due turni di riposo, prima di tornare in campo il 2 dicembre al Ruggi nel derby contro Castel Guelfo. (d.b.)

Tabellino

Bertinoro-Npc 63-55 (16-14, 34-22, 47-45)

Bertinoro: Frigoli 13, S. Ravaioli 3, Bravi 6, Ricci 11, Bracci 16, Cristofani 5, M. Ravaioli, Em. Solfrizzi 1, En. Solfrizzi 2, Squarcia, Dilas 6, Flan. All. Tumidei.

Imola: Dal Fiume 2, Nucci 3, Percan 21, Zhytaryuk 12, Aglio 15, Turrini ne, Murati ne, Casadei ne, Magagnoli 2, Giuliani, Dalpozzo. All. Tassinari.  

Foto tratta dal sito della Virtus Vis Spes Imola

  

Basket C Gold, sconfitta inaspettata per la Vsv Imola a Bertinoro
Sport 10 novembre 2018

Basket A2, il doppio ex Giacomo Sgorbati presenta il derby Le Naturelle-Ravenna

Il derby tra l’Andrea Costa e Ravenna è stato il suo pane nelle ultime tre stagioni, ma domenica 11 novembre lui non ci sarà e per quest’anno al «Ruggi» non ci metterà piede. Il 21enne imolese Giacomo Sgorbati ora gioca con la Fortitudo, ma nel 2015/16 vestì la maglia biancorossa e nelle due successive quella ravennate. Forse quello di domenica, tra Naturelle e OraSì, sarà un po’ il suo derby, anche se lui sarà sul campo del «palaBanca» di Piacenza con le Aquile bolognesi. «Definirlo il mio derby – ribatte Jack – è un po’ eccessivo, anche se sono state due squadre importanti (tra l’altro una della mia città) in cui ho giocato».

Chi è favorito?

«E’ impossibile dirlo, perché il campionato è altamente competitivo e poi tutte le sfide tra Imola e Ravenna sono sempre match molto tirati».

A cosa possono ambire le tue «ex»?

«Sono due piazze importanti e credo che possano puntare entrambe ai play-off».

A tre anni di distanza quali sono i tuoi ricordi della stagione a Imola?

«Sono tutti positivi, anche perché è stata una delle annate più belle della storia recente dell’Andrea Costa. Abbiamo raggiunto un traguardo inaspettato e, per me che ero alla prima stagione nel grande basket, è stato doppiamente importante».

E dei due anni a Ravenna cosa ricordi?

«Anche quelle sono state due annate da segno più, in particolare la prima, dove andammo oltre le aspettative. Forse siamo andati un po’ peggio l’anno scorso, quando abbiamo mancato i play-off, anche se poi abbiamo raggiunto le finali di Coppa Italia». (Piero Petrini)

L”articolo completo su «sabato sera» dell”8 novembre.

Nella foto (Isolapress): Giacomo Sgorbati in maglia Fortitudo

Basket A2, il doppio ex Giacomo Sgorbati presenta il derby Le Naturelle-Ravenna
Sport 10 novembre 2018

Basket C Gold, si avvicina il rientro di Daniele Casadei dopo l’infortunio: «Voglio tornare da protagonista»

Il 10 maggio, esattamente sei mesi fa, il crac al ginocchio sinistro durante gara-2 della semifinale play-off persa contro Ozzano, poi un susseguirsi di visite ed esami fino all’operazione al crociato del 16 giugno scorso e la lunga riabilitazione. Ora però l’attesa per rivedere Daniele Casadei in campo con la canotta giallonera è finalmente ai titoli di coda, per la gioia anche di coach Tassinari che ritroverà così il suo leader più carismatico. «L’intervento è riuscito perfettamente – spiega il lungo imolese -. Il dottor Lelli che mi ha operato è un luminare, oltre ad essere molto conosciuto nell’ambiente della pallacanestro».

Il bello (o il brutto dipende dai punti di vista) arriva però dopo.

«Il percorso di riabilitazione è lungo e tortuoso e con pochissimo tempo libero. Affidarmi alle cure dell’Isokinetic di Bologna, comunque, è stata la scelta migliore».

Sei in linea con la tabella di marcia prevista?

«I tempi clinici sono di 5-6 mesi, quindi direi di sì. Cinque anni fa mi operai al ginocchio destro ma, un po’ per l’età e un po’ per lo status da professionista, tornai in campo dopo soli 4 mesi. Finora mi sono aggregato al gruppo solo in qualche seduta atletica, ma nella pausa proverò anche qualche situazione di gioco». 

Hai cerchiato in rosso una data per l’esordio?

«Se tutto andrà come nelle previsioni sarà il 16 dicembre al Ruggi contro Ferrara».

Infortunato ma fin da agosto una presenza fissa nello spogliatoio e in panchina.

«Devo ringraziare la società che mi ha permesso fin da subito di far parte del gruppo, anche se è una tortura stare a bordo campo e non poter entrare».

Un’agonia che sta per finire…

«Non vedo l’ora, ma con il mio rientro serviranno aggiustamenti tecnico-tattici nel quintetto. So di essere una presenza ingombrante, ma dovremo essere bravi tutti a creare i giusti equilibri. Fin dal primo giorno mi hanno ripetuto che sarò un importante rinforzo invernale.».

Ora puoi dirlo. Hai mai pensato di appendere le scarpe al chiodo?

«Quando attendi l’esito della risonanza ti assalgono mille pensieri, compreso questo. Per fortuna è durato poco, sia per la mia voglia di tornare in campo che per la fiducia dimostratami dalla società. A 37 anni suonati credo di avere ancora qualcosa da dare al basket».

Pensi di essere ancora un valore aggiunto per questa squadra?

«L’inizio magari sarà difficoltoso e la tenuta atletica non sarà ottimale, ma di sicuro non giocherò in maniera remissiva. Voglio tornare da protagonista senza essere un peso, sperando che il mio fisico me lo conceda». (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» dell”8 novembre.

Nella foto (Isolapress): Daniele Casadei

Basket C Gold, si avvicina il rientro di Daniele Casadei dopo l’infortunio: «Voglio tornare da protagonista»
Sport 9 novembre 2018

Basket A2, anche il marchio Tig sulla maglia da gioco de Le Naturelle Imola

Aumentano gli sponsor sulla maglia de Le Naturelle Imola Basket. E” notizia di oggi, infatti, che sulla canotta biancorossa sarà presente anche il marchio della Titanium International Group Srl, prima società  italiana specializzata nello stoccaggio e distribuzione di titanio per l”industria aeronautica con sede a Sala Bolognese che, comunque, da anni è al fianco dell”Andrea Costa. (d.b.)

Nella foto (dalla pagina facebook della società di via Valeriani): Fultz e Simioni

Basket A2, anche il marchio Tig sulla maglia da gioco de Le Naturelle Imola

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast