Posts by tag: elezioni comunali

Elezioni 21 giugno 2018

#ElezioniImola2018, la campagna termina con i big nazionali, per la Cappello arriva Delrio, per la Sangiorgi atteso Di Maio 

Ultime battute della campagna elettorale in vista del ballottaggio di domenica 24 giugno. Domani sera, venerdì 22 giugno, quasi in contemporanea, le candidate sindaco terranno i loro comizi conclusivi con ospiti di rilievo nazionale.

Per il Pd, Carmen Cappello sarà in piazza Gramsci dalle ore 20.30 con Graziano Delrio, capogruppo Pd alla Camera ed ex ministro alle Infrastrutture. Un personaggio amato e apprezzato anche da varie anime del mondo del centrosinistra. «Gli imolesi – afferma la Cappello – hanno confrontato persone e programmi nelle ultime settimane, quindi hanno votato. Con una consapevolezza di fondo: ci sono grandi potenzialità per il nostro territorio, ma c’è bisogno di un progetto vero oppure finiremo per mettere ogni cosa a rischio. Al secondo turno abbiamo tutti un compito: far prevalere l’obiettivo di Imola capoluogo della qualità della vita su qualunque polemica, su qualunque slogan».

A sostenere la candidata del Movimento 5 Stelle, Manuela Sangiorgi, sono annunciati invece ben due ministri in carica: Luigi Di Maio, titolare del dicastero dello Sviluppo economico, Lavoro e Politiche sociali, e Riccardo Fraccaro, ministro dei Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta. Sul prato della rocca sforzesca, a partire dalle ore 21, sono attesi anche Chiara Appendino, sindaca di Torino, e l’europarlamentare Marco Zullo. Una nutrita presenza a dimostrazione del fatto che per i 5 Stelle riuscire a scalzare il centrosinistra dal Governo della città di Imola rappresenta un obiettivo non da poco alla luce del risultato generale non proprio brillante al primo turno delle amministrative. Di Maio era atteso già a maggio, in occasione della campagna elettorale del primo turno ma diete forfait all”ultimo minuto a causa degli impegni istituzionali. 

«E’ stata una lunghissima maratona elettorale e siamo ormai giunti alle ultime curve – commenta la Sangiorgi – ringrazio i nostri ospiti che continuano a dedicare grande attenzione a Imola pur conducendo un’attività politica di assoluta valenza nazionale. Questo è sintomatico per capire l’importanza dell’impresa ballottaggio raggiunta nello scorso 10 giugno e per delineare le grandi aspettative che investono il palcoscenico imolese». In caso di maltempo l’evento si svolgerà al teatro Osservanza.

Nelle foto Graziano Delrio e Luigi Di Maio

#ElezioniImola2018, la campagna termina con i big nazionali, per la Cappello arriva Delrio, per la Sangiorgi atteso Di Maio 
Elezioni 20 giugno 2018

#ElezioniImola2018, domenica c'è il ballottaggio per scegliere la sindaca. La scheda e come si vota

Chi avesse programmato gite fuori porta o fine settimana al mare si ricordi che domenica 24 giugno, dalle ore 7 alle 23, c’è il secondo e ultimo appuntamento con le urne per eleggere il sindaco di Imola, o meglio la sindaca, dato che ci sarà da scegliere fra Manuela Sangiorgi (per sorteggio posizionata a sinistra sulla scheda elettorale) e Carmela Carmen Cappello (a destra).  

Sono loro, tra i sette candidati in lizza, ad aver ottenuto il maggior numero di consensi al primo turno, il 10 giugno scorso. Cappello ha ottenuto 12.995 voti pari al 42% (è sostenuta dalle liste Imola Futuro – Area Civica; Sinistra per Imola; Imola Più – Lista Civica; Partito Democratico; Partecipazione & Innovazione); per Manuela Sangiorgi i voti sono stati 9.062 pari al 29,29% (è sostenuta dalla lista Movimento 5 Stelle). 

Nulla è cambiato rispetto al primo turno. La legge elettorale prevede possano esserci degli apparentamenti tra primo e secondo turno, accordi formali che portano eventuali ulteriori liste a spartire il tesoretto del 60% dei seggi che spetta al vincitore del ballottaggio. Ma non sono stati fatti apparentamenti.

Ci sono alcune cose che tener presenti per prepararsi all’appuntamento con la scheda elettorale. Prima di tutto che al ballottaggio potranno votare tutti, anche chi non l’ha fatto al primo turno (l’affluenza è stata del 57,29%). Però, dato che è una prosecuzione delle operazioni del primo turno, non potrà votare chi ha compiuto i 18 anni dopo il 10 giugno ma solo coloro che avevano maturato il diritto prima, tradotto i 18enni che voteranno per la prima volta saranno sempre 170 (80 maschi e 90 femmine) e gli aventi diritto complessivi 55.087 (26.507 maschi e 28.580 femmine). 

Le modalità di voto sono sostanzialmente analoghe al primo turno: è possibile tracciare un segno sia sul rettangolo col nome di una delle due candidate sindaco sia su una delle liste ad esse collegate, oppure tracciare un segno solo sul rettangolo col nome di una delle due candidate sindaco o su una delle liste ad esse collegate. Da notare che il voto dato ad una lista andrà alla candidata sindaca ma non modificherà il risultato ottenuto dalla lista al primo turno. 

L’unica differenza sostanziale rispetto al primo turno è che al ballottaggio non è possibile il voto disgiunto: se si traccia un segno sul nominativo di una delle candidate alla carica di sindaco e sul simbolo di una lista collegata all’altra il voto non viene ritenuto valido. 

Vincerà il ballottaggio la candidata che avrà ottenuto il maggior numero di voti validi. In caso di parità, la legge prevede che sia eletto il candidato più anziano (in questo caso Cappello che è del ‘65 mentre Sangiorgi del ’72). (r.c.)

Sul “sabato sera” in edicola da domani 21 giugno altre informazioni sul ballottaggio e le interviste della redazione alle due candidate

Tutte le informazioni pratiche anche sul sito del Comune di Imola

Il fac simile della scheda elettorale per il ballottaggio; Manuela Sangiorgi e Carmela “Carmen” Cappello 

#ElezioniImola2018, domenica c'è il ballottaggio per scegliere la sindaca. La scheda e come si vota
Imola 13 giugno 2018

#ElezioniImola2018, il 24 giugno c'è il ballottaggio, attenzione alle tessere da rinnovare

Ormai è notizia nota che le fatiche elettorali dei cittadini imolesi non sono terminate domenica scorsa ma dovranno ripresentarsi al seggio il 24 giugno per scegliere tra due candidate sindaco, Carmela Carmen Cappello (centrosinistra) e Manuela Sangiorgi (M5S). Risulterà eletta colei che avrà raggiunto il maggior numero di voti. I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle 23.

Per poter votare occorrerà anche questa volta portare documento di identità e soprattutto la tessera elettorale con spazi disponibili per apporre il timbro. Gli elettori devono quindi verificare la propria e se fosse completa (o rovinata) andare a richiederne un”altra negli uffici Elettorale presso i Servizi per il cittadino (sopra il Borghetto). Per evitare attese e disagi in prossimità del voto, meglio recarsi per tempo a richiederla da lunedì a sabato dalle ore 9 alle 12 e il martedì dalle ore ore 9 alle 17.30. Poi sono state previste delle aperture straordinarie per il rilascio delle tessere elettorali venerdì 22 giugno dalle ore 9 alle 18, sabato 23 giugno dalle ore 9 alle 18 e domenica 24 giugno dalle ore 7 alle 23. Il ritiro della tessera può avvenire anche tramite un delegato, purché maggiorenne; se il delegato è un familiare che rientra nello stato di famiglia del delegante può presentarsi direttamente ai Servizi per il cittadino, invece se è una persona terza deve presentarsi con la delega scritta e una copia del documento di identità del delegante.

#ElezioniImola2018, il 24 giugno c'è il ballottaggio, attenzione alle tessere da rinnovare
Imola 12 giugno 2018

#ElezioniImola2018, Filippo Samachini (Sinistra unita): “Speravo in qualche voto in più…”

Filippo Samachini, il candidato sindaco di Sinistra Unita, si è fermato a poco più del 3%. “Speravo in qualcosa di più, dai nostri calcoli con almeno 200 voti in più sarei entrato in Consiglio comunale, così invece è molto difficile. Il nostro obiettivo era avere almeno un consigliere comunale”. In effetti Sinistra Unita ha superato la soglia di sbarramento (3%) per poter concorrere alla spartizione dei seggi, ma l’intreccio dei quozienti e il premio di maggioranza che si giocherà al secondo turno, dovrebbero tagliar fuori la coalizione dall’assegnazione. Comunque sia, al momento non c’è nulla di certo.

Meglio limitarsi ad analizzare la campagna appena conclusa: “Abbiamo fatto un buon accordo elettorale – sintetizza Samachini -. L’esperienza della campagna mi è piaciuta e i dibattiti sono andati bene, ma è sempre difficile tradurre i complimenti in voti. Non rimpiango nulla, abbiamo dato il massimo senza avere alcun ‘traino’ nazionale, LeU è divisa e Potere al Popolo fuori dal parlamento…”.

Sul tema degli eventuali apparentamenti in vista del ballottaggio, nulla da riferire: “Oggi ero impegnato col lavoro, dobbiamo ancora incontrarci come coalizione”. (l.a.)

Nella foto Filippo Samachini al seggio

#ElezioniImola2018, Filippo Samachini (Sinistra unita): “Speravo in qualche voto in più…”
Imola 11 giugno 2018

#ElezioniImola2018, Palazzolo (centrodestra): “Persi i voti dei moderati, delusi dalle scelte sul governo nazionale”

“Volevamo arrivare al ballottaggio e non ci siamo riusciti, ovviamente la delusione c’è”. Giuseppe Palazzolo, candidato della coalizione di centrodestra, non ci gira attorno: “E’ stata una sconfitta ma riconosco che abbiamo portato per la prima volta questa città ad uno scontro elettorale nel quale ci sono stati tre candidati che non solo si confrontavano su un programma ma se la giocavano. E poi personalmente sono soddisfatto perché, se guardiamo i voti che ho preso come candidato e quelli della lista civica che portava il mio nome, ho portato voti alla coalizione”.

Il centrodestra unito (Lega, Forza Italia, F”dI e la lista civica Focus) si è fermato al 23%, quasi impossibile fare un paragone con le amministrative di cinque anni fa (non c”era coalizione e la Lega era appena all”1%), ma c’è stato sicuramente un arretramento rispetto al buon 27% di coalizione delle politiche di marzo. Forza Italia è scesa da un 8-9% abbondante al 4%. La Lega non si è mossa dal 15%. Un dato in controtendenza, quindi, con quanto visto a livello più generale nelle altre città al voto ieri. “Ci aspettavamo un 4% in più rispetto ai 5 Stelle, invece, secondo la nostra analisi, c’è stato un po’ di travaso dal centrodestra ai 5 Stelle nei giovani e nella parte legata al comitato contro la discarica. Soprattutto Forza Italia ha perso rispetto alle politiche di marzo”. Il nuovo governo nazionale giallo-verde ha avuto un effetto negativo sul locale a Imola? “Sì, sull’elettorato moderato, è deluso e non è andato a votare”.

Domani Palazzolo ritorna al lavoro “ero in permesso non retribuito”. Sempre domani sera è previsto un incontro della coalizione per l’analisi del voto e valutare il da farsi. All’ipotesi di un apparentamento con i 5 Stelle al ballottaggio, magari della sola compagine leghista, per ora glissa: “Mi attengo a quanto detto finora durante la campagna elettorale, l’intenzione è tenere la coalizione compatta…”. (l.a.)

Nella foto Giuseppe Palazzolo al voto

#ElezioniImola2018, Palazzolo (centrodestra): “Persi i voti dei moderati, delusi dalle scelte sul governo nazionale”
Imola 11 giugno 2018

#ElezioniImola2018, Cappello (centrosinistra): «Risultato eccellente, esalta l’unità del centrosinistra». Domani evento in Pedagna

“Un risultato eccellente, che esalta l’unità del centrosinistra”. Questo il commento a caldo di Carmela “Carmen” Cappello, candidata sindaca di Imola per il centrosinistra, dopo il primo turno elettorale che l’ha premiata con il 42% dei voti. Certo è impossibile ignorare il fatto che Imola andrà al ballottaggio per la prima volta nella sua storia, o meglio da quando c”è la legge elettorale col doppio turno. “Occorre ricordare che lo scenario politico dal 4 marzo scorso ad oggi è radicalmente mutato in un tripolarismo e per questo il risultato del centrosinistra imolese ha ancora più significato perché dimostriamo di essere il primo tra i tre schieramenti in campo”.

In effetti il risultato scongiura i timori dopo le politiche di marzo e fa vedere una tenuta del Pd che nella coalizione a cinque raggiunge il 34% (a marzo il Pd ottenne il 29-31%). Certo siamo ben lontani dal 54% con cui Daniele Manca vinse al primo turno cinque anni fa. Cappello però rilancia: “Siamo forti della competenza e della concretezza del nostro progetto, in una prospettiva di buon governo della città. Imola merita nuovi traguardi. Il 24 giugno si sceglierà la persona a cui affidare la guida la città verso il futuro, con intelligenza e passione. Una prima vittoria  – conclude la candidata sindaca del centrosinistra – è che avremo un ballottaggio rosa, e questo mi riempie di gioia perché Imola avrà la prima sindaca della sua storia». In effetti al ballottaggio Cappello si troverà di fronte un”altra donna, Manuela Sangiorgi (M5S).

Nell”attesa la coalizione di centrosinistra ha già messo in calendario il primo appuntamento con i propri elettori, in programma domani sera, 22 giugno, alle ore 19 in piazzetta Mozart nel quartiere Pedagna ad Imola, con l’intervento della candidata e la presenza di tutti i rappresentanti della coalizione. (r.c.)

Nella foto Carmela “Carmen” Cappello mette la scheda elettorale nell”urna

#ElezioniImola2018, Cappello (centrosinistra): «Risultato eccellente, esalta l’unità del centrosinistra». Domani evento in Pedagna
Imola 11 giugno 2018

#ElezioniImola2018, si profila il ballottaggio tra Carmela Cappello (centrosinistra) e Manuela Sangiorgi (M5S)

I risultati al termine dello scrutinio vedono Carmela “Carmen” Cappello al 42% (centrosinistra) e Manuela Sangiorgi al 29% (M5s), a seguire Giuseppe Palazzolo con il 23% (centrodestra) e Filippo Samachini con il 3% (Sinistra unita). Percentuali minime per gli altri contendenti alla poltrona di candidato sindaco Giambattista Boninsegna con l”1% (Popolo della Famiglia), Franco Benedetti con lo 0,74% (Lista civica Autodromo) e Francesco Armiento con lo 0,46% (Azione Imolese).

Questi ovviamente i dati ufficiosi ma salvo sorprese si profila il ballottaggio tra Cappello (centrosinistra) e Sangiorgi (Movimento 5 Stelle). Nel caso la data fissata è il 24 giugno. E Imola avrà per la prima volta nella sua storia un sindaco donna. (l.a.)

 Tutti i risultati nello Speciale Elezioni sul sito del Comune di Imola

Apri il pdf in allegato per i voti dei candidati sindaci

Apri il pdf in allegato per i voti delle liste collegate ai candidati sindaci

 

#ElezioniImola2018, si profila il ballottaggio tra Carmela Cappello (centrosinistra) e Manuela Sangiorgi (M5S)
Imola 10 giugno 2018

#ElezioniImola2018, affluenza in calo: si ferma al 57,29%

Alla chiusura dei seggi alle ore 23 i dati confermano il calo dell”affluenza, che si è visto sin dal mattino. Il dato finale dà 31.560 votanti, 15.470 uomini e 16.090 donne, su 55.087 aventi diritto, ovvero ha votato il 57,29%.

Nelle precedenti amministrative del 2013 i votanti erano stati il 59,44% ma si era votato su due giornate.

Ora comincia l”attesa per i risultati. Le urne sono state aperte ed è cominciato lo spoglio. I risultati saranno riportati anche nei tabelloni sotto il municipio oppure si possono consultare sul sito web della Prefettura di Bologna e del Comune di Imola. (l.a.)

#ElezioniImola2018, affluenza in calo: si ferma al 57,29%
Imola 10 giugno 2018

#ElezioniImola2018, alle ore 12 affluenza al 22,41%

A mezzogiorno risulta che sono andate a votare 12.344 persone su 55.087 aventi diritto, ovvero il  22,41 per cento. In percentuale, più ligi gli uomini (23,16%) delle donne (21,71%). Questi i dati della rilevazione ufficiosa fornita dal Comune. 

I seggi sono stati aperti alle 7 chiuderanno alle 23, poi lo spoglio.

Difficile fare un paragone con dati precedenti dato che nel 2013, per le precedenti amministrative, si votava in due giorni, domenica e lunedì ed era febbraio. Prendendo il dato delle ultime politiche di marzo 2018, in cui si votava solo la domenica, alla stessa ora aveva votato il 24,61% degli aventi diritto.

La prossima rilevazione è prevista per le ore 19 e quella definitiva alla chiusura dei seggi. 

#ElezioniImola2018, alle ore 12 affluenza al 22,41%
Elezioni 10 giugno 2018

#ElezioniImola2018, seggi aperti fino alle 23, poi lo spoglio. I risultati sul web e sui tabelloni sotto il municipio

Questa mattina alle 7 sono stati aperti regolarmente i 64 seggi in cui è suddiviso il territorio comunale di Imola; saranno chiusi alle 23. A quel punto, dopo l’accertamento del numero dei votanti, comincerà lo spoglio del voto prima per il candidato sindaco, poi per le liste del Consiglio comunale, quindi per le preferenze attribuite ai candidati consiglieri comunali.

I dati relativi ai risultati, dopo la comunicazione alla Prefettura, saranno pubblicati sul sito internet del Comune, ma chi lo vorrà potrà consultarli, come da tradizione, anche sui tabelloni cartacei posizionati sotto il palazzo comunale, lungo il portico dell’ex Bar Bacchilega. I dati saranno forniti a metà e a fine spoglio (e confrontati con le elezioni amministrative del 2013).
Infine, in Sala Giunta (di fronte al centralino) i cittadini potranno richiedere, al personale incaricato, le stampe dei risultati già pubblicati sul sito del Comune.

Per un rapido ripasso, questi sono i nomi dei candidati sindaco in base all”ordine progressivo assegnatogli e le relative liste o la lista che li sostengono
1) Carmela (Carmen) Cappello, sostenuta da Imola Futuro – Area Civica, Sinistra per Imola, Imola Più Lista civica, Partito democratico, Partecipazione&Innovazione
2) Manuela Sangiorgi , sostenuta dal Movimento5Stelle
3) Giuseppe Palazzolo, sostenuto da Forza Italia Berlusconi per Palazzolo, Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, Lega Imola Salvini per Palazzolo, Focus Palazzolo sindaco
4) Francesco Armiento, sostenuto dalla lista Azione Imolese
5) Giambattista Boninsegna, sostenuto dal Popolo della famiglia
6) Franco Benedetti, sostenuto dalla Civica per l’Autodromo Imola
7) Filippo Samachini, sostenuto da Sinistra Unita Imola

Nella foto Cappello, Sangiorgi, Palazzolo, Armiento, Boninsegna, Benedetti e Samachini

#ElezioniImola2018, seggi aperti fino alle 23, poi lo spoglio. I risultati sul web e sui tabelloni sotto il municipio

SPECIALE GOCCE DI MUSICA 2018

banner_gocce_2018_piccolo

Cerca

PROMO

Seguici su Facebook

PROMO

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast