Posts by tag: imola sport live

Sport 14 dicembre 2018

Basket C Gold, Castel Guelfo sorpresa in casa dal fanalino di coda San Lazzaro

Dopo la vittoria al Ruggi e il turno di riposo, Castel Guelfo cade 72-70 al palaMarchetti contro San Lazzaro, ultima della classe fino a prima della palla a due.

Brutta battuta d”arresto per la squadra di Serio che, dopo un primo quarto da protagonista, ha subito la rimonta biancoverde tutta nell”ultimo parziale. Nel finale i gialloblù hanno avuto anche l”occasione di portare il match all”overtime, ma Giacomo Govi dalla lunetta ha segnato solo uno su due ai liberi.

Nel prossimo turno, in programma sabato 22 (ore 21), Castel Guelfo affronterà in trasferta Ferrara. (d.b.)

Tabellino

Prosic-San Lazzaro 70-72 (21-14, 39-33, 54-47)

Castel Guelfo: Musolesi 8, Sacca” 11, Pieri 2, G. Govi 9, Grillini 11, Nembrini ne, Avoni ne, Bergami 3, Lugli 9, Santini 8, F. Govi 6, Baccarini 3. All. Serio.  

San Lazzaro: Cempini 12, De Gregori 17, Degli Esposti Castori 15, Pederzini 4, Riguzzi 7, Bertuzzi, Bonaiuti ne, Fabbri 13, Governatori 4, Lolli, Rosa. All. Bettazzi. 

Nella foto (dalla pagina facebook di Castel Guelfo): time-out gialloblù

Basket C Gold, Castel Guelfo sorpresa in casa dal fanalino di coda San Lazzaro
Sport 14 dicembre 2018

Calcio serie C, l'Imolese donerà la maglia del Centenario alla sindaca Sangiorgi

100 anni e… non sentirli. Mancano ormai pochi giorni al 2019, anno in cui l”Imolese festeggerà un compleanno assolutamente speciale. Per l”occasione la società rossoblù ha deciso di consegnare la maglia del Centenario alla città.

Prima della partita di campionato, in programma domani al Galli contro la Fermana (fischio d”inizio alle 18.30) infatti il presidente Lorenzo Spagnoli e la dirigenza doneranno alla sindaca di Imola, Manuela Sangiorgi, la divisa numero 100. (d.b.)

Nella foto (dal profilo Instagram dell”Imolese): il presidente Lorenzo Spagnoli

Calcio serie C, l'Imolese donerà la maglia del Centenario alla sindaca Sangiorgi
Sport 12 dicembre 2018

La Magic Roller Ozzano si è laureata campione d'Italia di pattinaggio

La Magic Roller Ozzano è la squadra campione d’Italia di pattinaggio per il 2018. Sono state 488 le società, su tutto il territorio nazionale, che si sono contese questo prestigioso titolo Federale. Dopo alcuni anni in cui gli atleti della Magic riuscivano comunque nell’intento di far salire la squadra sul podio, stavolta è stato centrato il prestigioso e ambito risultato.

Il titolo è il frutto della somma dei punteggi acquisiti dagli atleti ai campionati provinciali, regionali e italiani e va a premiare, in primis, l’impegno agonistico di atleti e allenatori ma anche le scelte organizzative della presidente Maria Cristina Blanzieri, di tutto il Direttivo, senza dimenticare anche il grande l’impegno delle famiglie che sostengono i ragazzi e le ragazze nella loro passione sportiva. «Si tratta di un risultato davvero importante per la Magic Roller – dice il sindaco Lelli -, di una grande prova di forza di tutti gli atleti e le atlete e di una vittoria di squadra che, mi permetto di dirlo, onora l’intera comunità ozzanese. Da tutta l’Amministrazione comunale i complimenti più sinceri a tutta la Magic Roller che – conclude Lelli – è stata davvero “Magica”». (Redazione sportiva)

Nella foto: la Magic Roller Ozzano

La Magic Roller Ozzano si è laureata campione d'Italia di pattinaggio
Sport 12 dicembre 2018

Mondiali in vasca corta, bronzo per Martina Carraro nei 50 rana

Medaglia di bronzo per Martina Carraro nei 50 rana ai Mondiali in vasca corta in corso di svolgimento a Hangzhou, in Cina.

La 25enne genovese, che si allena a Imola insieme al compagno Fabio Scozzoli, ha chiuso la gara 29””59, un ottimo tempo che le ha permesso anche di ritoccare ulteriormente il record italiano. Davanti a lei solo la giamaicana Alia Atkinson (29″05) e la lituana Ryta Meilutyte (29″38). (d.b.)

Nella foto (dal profilo Instagram personale): Martina Carraro

Mondiali in vasca corta, bronzo per Martina Carraro nei 50 rana
Sport 11 dicembre 2018

L’Imolese torna subito bellissima ed espugna Salò, Lanini vola più in alto dell’Airone

Una bellissima Imolese ha espugnato Salò (1-0, rete di Lanini al 70’). Nel giro di tre giorni la squadra di Dionisi ha cambiato decisamente passo, almeno dal punto di vista della qualità e, per la prima volta, ha infilato due vittorie consecutive, tornando ad avvicinarsi ai quartieri altissimi del girone. Il principe Carraro è stato probabilmente il migliore in campo, ma stavolta trovare una prestazione negativa è veramente difficile.

Nel primo tempo solo l’inizio è targato Salò, a parte qualche raro sprazzo dalle parti di Rossi, mentre è quasi sempre l’Imolese a tenere in mano il pallino del gioco. Il gol però non arriva, nonostante le buone occasioni capitate soprattutto sui piedi di Rossetti, Lanini e Mosti. Subito dopo il fischio iniziale la palla capita sul destro di Caracciolo, che però spara alto nel tentativo di piazzare il pallone. Al 10’ è ancora l’Airone, su cross di Ferretti dalla destra, a rendersi pericoloso, però il suo tiro di testa è ben contrastato e non si avvicina neppure alla porta. Ecco allora che inizia la rumba rossoblù. Ci prova Gargiulo da fuori al 15’ e il suo tiro esce di poco. Due minuti dopo Carraro pennella un pallone verso Rossetti che però, solo davanti al portiere, non riesce a coordinarsi per un buon tiro. E’ l’occasione più ghiotta, assieme a quella di Lanini, decentrato sulla destra, ma qui è bravo il portiere delle Tigri del Garda. Al 44’ ancora Imolese, con Lanini che serve benissimo Mosti, ma il suo tiro è troppo debole per impensierire la Feralpi.

Nella ripresa il canovaccio è sempre lo stesso. L’Imolese tiene palla e i padroni di casa fanno quello che possono, con l’unico vantaggio di avere uno come Caracciolo che, anche quando non fa nulla, fa tremare i polsi. E’ proprio lui al 53’ a calciare fuori una punizione. Al 58’ lo stesso Airone dà un pallone di rara bellezza a Vita, che però è ben fermato da Carini, in angolo. Al 62’ arriva il… gol, ma viene annullato. Su un tiro di Carraro c’è una deviazione di Lanini e il guardalinee sbandiera. Ma il vantaggio si annusa. Ed infatti (subito dopo le entrate di Belcastro e De Marchi), al 70’ un lancio di Checchi arriva tra i piedi di Lanini, che si beve un paio di difensori e spara dal limite dell’area una bordata che termina alla sinistra di Livieri. Il Feralpi è in bambola e due minuti dopo l’Imolese può raddoppiare con Garattoni che serve De Marchi a centro area: tiro debole e parata facile. Gli ultimi minuti sono un po’ in sofferenza (all’89’ Guerra spara addosso a Rossi da posizione favorevole), ma questo martedì diventa trionfale per la banda rossoblù. (p.z.)

Feralpisalò – Imolese 0-1 (0-0)

Imolese (4-3-1-2): Rossi; Garattoni, Checchi, Carini, Fiore (81’ Sciacca); Saber (87’ Giovinco), Carraro, Gargiulo; Mosti (63’ Belcastro); Lanini (81’ Valentini), Rossetti (63’ De Marchi). All. Dionisi.

Gol: 70’ Lanini (I).

L’Imolese torna subito bellissima ed espugna Salò, Lanini vola più in alto dell’Airone
Sport 11 dicembre 2018

Beach tennis, la coppia regina Gasparri-Cimatti si presenta alla vigilia della nuova stagione

Una ha vinto le ultime due edizioni dei campionati mondiali di beach tennis. L’altra l’ha vista vincere, dall’altra parte della rete, visto che le ha conteso la vittoria in due finali diverse ma dallo stesso finale. Una è Giulia Gasparri, l’altra è Sofia Cimatti: quel derby Mordano – Dozza che ha contraddistinto le ultime stagioni del beach tennis mondiale adesso non ci sarà più, visto che Giulia e Sofia il prossimo anno giocheranno assieme, a partire dal torneo di Monopoli, appuntamento dell’Epifania 2019 che aprirà una stagione nella quale saranno ovunque la coppia da battere.

Anche se la prima cosa da fare sarà capire in quale modo.

«Sarà una nuova sfida per entrambe – parola di Giulia – visto che una di noi due dovrà adattarsi a giocare a sinistra: siamo due giocatrici di destra e trovare affiatamento nelle giocate in campo sarà la difficoltà più grossa, soprattutto all’inizio. A sinistra di solito giocano atlete più alte di noi, con una fisicità maggiore, quindi ci sarà da lavorare tanto e credo che, comunque, saremo pronte a cambiare posizione nell’arco delle partite».

Sia come sia, però, a fine ottobre è nata la «santa alleanza» a cavallo del fiume Santerno.

«E’ stata la cosa più naturale -parola di Sofia-, dal momento che Chicca Bacchetta ha deciso di smettere con il beach tennis. Non c’erano alternative? Forse… Di sicuro io e Giulia siamo amiche e questo rappresenta certamente quel qualcosa in più per una coppia che deve cercare di vincere più tornei possibile e magari quel Mondiale che io non ho mai vinto e che spero Giulia mi darà una mano a portare a casa». (an.mir.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 6 dicembre.

Nella foto: le regine del beach tennis mondiale

Beach tennis, la coppia regina Gasparri-Cimatti si presenta alla vigilia della nuova stagione
Sport 11 dicembre 2018

I tre motociclisti Bartolini, Mercado e Liverani a lezione dal «personal trainer» Vanni Pedrini

Il 2018 è stato un anno duro per il 54enne Valter Bartolini, a causa di un serio infortunio che ha condizionato anche gli esiti sportivi nel Trofeo Mes. Dunque il pilota di Casalfiumanese ha deciso di cambiare tipologia di allenamento, affidandosi all’esperienza del «personal trainer» Vanni Pedrini, della palestra imolese Young Line, dove ha faticato assieme all’amico argentino Leandro Mercado (pilota del Mondiale Superbike) e al nipote crossista Mattia Liverani. (Redazione sportiva)

Nella foto: da sinistra Bartolini, Pedrini e Mercado

I tre motociclisti Bartolini, Mercado e Liverani a lezione dal «personal trainer» Vanni Pedrini
Sport 10 dicembre 2018

Da domani i Mondiali in vasca corta di nuoto. Scozzoli e le tre dame alla conquista della Cina

Tutti i big del nuoto azzurro sono pronti per i Mondiali in vasca corta in programma ad Hangzhou da domani, martedì 11, al 16 dicembre. In vasca ci sarà sicuramente Fabio Scozzoli, apparso in grande forma agli Assoluti invernali di Riccione e voglioso di riprendersi una medaglia dopo il bronzo canadese nel 2016, oltre a Martina Carraro, Carlotta Zofkova e Ilaria Bianchi, mentre non è stata convocata Alessia Polieri.

Ilaria, a Windsor 2016 non c’eri. In Cina ti dai qualche obiettivo?

«Non ho grandi idee di chi possa fare i Mondiali in vasca corta quest’anno. Una volta che sarò là, vedrò la entry list e capirò quali tempi serviranno per centrare una medaglia, che sarebbe una bella soddisfazione. L’anno scorso agli Europei di Copenaghen è arrivato un bell’argento; spero di poter andare sul podio anche ai Mondiali, ma sicuramente non sarà facile».

Possiamo considerarti competitiva anche nei 200?

«Sì, anche se quando non sono al top della forma fisica faccio un po’ fatica a gestire la gara, cosa che invece mi riesce molto bene nei 100, dove sono più abituata». (an.cas.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 6 dicembre.

Nella foto: la staffetta 4×50 misti con Ilaria Bianchi e Federica Carraro

Da domani i Mondiali in vasca corta di nuoto. Scozzoli e le tre dame alla conquista della Cina
Sport 10 dicembre 2018

Podio tricolore per Angelo Mainetti ed il suo cane Pif alle finali di agility dog

C’era anche Angelo Mainetti, assieme al suo cane Pif, alle finali nazionali di Agility Dog. Il borghigiano e lo «zwergpinscher» si erano qualificati tra i primi 40 binomi ottenendo, durante il campionato, i 12 punti necessari per essere presente ad Ospitaletto, in provincia di Brescia. Dopo avere ottenuto il 7º posto nelle 6 prove del sabato, il risultato era già da considerarsi eccezionale, visto che la «coppia» era alla prima apparizione a questi livelli.

Nella finale dei primi 10 binomi, disputata domenica 25 novembre, subito il «jumping», con percorso netto e secondo posto. Quindi la seconda manche, con miglior tempo e 2 penalità, ma terzo posto finale in combinata. Un ringraziamento doveroso va anche ad Elisa Bedeschi, titolare dell’allevamento Arielle’s Demon di Sant’Agata sul Santerno, luogo dal quale proviene il compagno di corsa e di vita di Mainetti. 

Nella foto: a destra Angelo Mainetti assieme al suo cane Pif

Podio tricolore per Angelo Mainetti ed il suo cane Pif alle finali di agility dog
Sport 10 dicembre 2018

Pallamano A2, il Romagna non è sazio e si mangia… la Fiorentina

Successo alla Cavina per il Romagna che regola 28-26 la Fiorentina grazie alle ottime prove di Rotaru e Tassinari.

Attacco in forma e gran difesa sono le armi dei bianconeri nella prima frazione. Nel secondo tempo, invece, gli ospiti non demordono e mostrano una gran determinazione, ma alla fine sono costretti a capitolare.

Nel prossimo turno, in programma sabato 15 (ore 18), la squadra di Tassinari sarà impegnata sul campo del Modena. (d.b.)

Tabellino

Romagna-Fiorentina 28-26 (18-13)

Romagna: Martelli, Sami, Leotta, Amaroli 1, F.Tassinari 7, Gollini, Folli 1, Bosi, O. Boukhris 1, A. Boukhris, Andalò 1, Luppi 6, Panetti 1, Rotaru 10. All. D.Tassinari.

Fiorentina: Bini, Sbrocchi, Romei 3, Carlotti, Di Fabrizio 4, Al.Fratini 1, An.Fratini 4, Margheri, Grandi, Deda 5, Mazzanti 4, Ostuni, Paoli 4, Pampaloni 1. All. Dei.

Foto di Annalisa Mazzini

Pallamano A2, il Romagna non è sazio e si mangia… la Fiorentina

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast