Posts by tag: maltempo

Cronaca 28 agosto 2018

Maltempo, centinaia di migliaia di euro di danni per l'agricoltura secondo Coldiretti

Il maltempo e la grandine che ha colpito nel weekend scorso la zona di Sesto Imolese, Medicina e Castel Guelfo e che il 21 luglio aveva scatenato nella stessa area una violenta bomba d”acqua, ha causato, dopo questi due eventi straordinari in un mese, danni di centinaia di migliaia di euro all’agricoltura.

È quanto emerge da un primo monitoraggio di Coldiretti Bologna che ha avviato nelle zone colpite le verifiche per la richiesta dello stato di calamità. «Chicchi di grandine della dimensione di grosse noci – informa Coldiretti provinciale – hanno colpito le campagne distruggendo le coltivazioni prossime alla raccolta, in particolare i frutteti, pere, mele e kiwi soprattutto. La grandine si è accanita in modo particolare nelle frazioni imolesi di Sesto e Spazzate Sassatelli, nel comune di Medicina e in maniera meno pesante, ma ugualmente dannosa, nella zona di Castelguelfo, dove la grandine era mista ad acqua».

La grandine è uno dei eventi più temuti dagli agricoltori in questo momento perché rischia di far perdere un intero anno di lavoro in pochi minuti. In questi giorni, infatti, è stata appena avviata la raccolta delle uve precoci, seguita da quella delle mele e delle pere. Per queste ultime la quantità di grandine che si è abbattuta sui frutteti in maniera più violenza ha fatto cadere a terra i frutti e quelli che sono rimasti sugli alberi sono completamente rovinati, distruggendo il lavoro di un intero anno. «Siamo di fronte – sottolinea Coldiretti Bologna – ad un cambiamento del clima che negli decenni ha portato ad una maggiore frequenza degli eventi estremi e ad un sfasamento delle stagioni che comporta rischi pesanti per i nostri agricoltori, per i quali diventa fondamentale l’adozione di adeguate coperture assicurative per far fronte ad eventi sempre più imprevedibili».

r.c.

Su «sabato sera» in edicola giovedì 30 agosto un commento degli agricoltori delle zone colpite.

Nella foto: i danni del maltempo

Maltempo, centinaia di migliaia di euro di danni per l'agricoltura secondo Coldiretti
Cronaca 27 agosto 2018

Carrera Autopodistica, annullata per maltempo la Superpole alle Terme. Domenica le prove ufficiali

Ieri il maltempo ha impedito agli organizzatori di dare il via, alle 10, alla Superpole lungo il viale delle Terme.

I team, quindi, si ritroveranno domenica 2 per le prove ufficiali, con il programma che prevede alle 10 quelle della Coppa Terme e alle 16 quelle in centro storico. Sperando in una bella giornata di sole sarà l”ultimo appuntamento prima della Carrera Autopodistica che si correrà domenica 9.

r.s.

Nella foto: un”edizione passata della Coppa Terme

Carrera Autopodistica, annullata per maltempo la Superpole alle Terme. Domenica le prove ufficiali
Cronaca 26 agosto 2018

Maltempo, temporali e grandine sul circondario. Medicina e Sesto Imolese i paesi più colpiti

Come previsto dall”allerta meteo emessa ieri dalla Protezione Civile, temporali forti, grandine e un repentino calo termicohanno investito tutta la regione compreso il circondario imolese e Ozzano Emilia.

Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco non ci sono stati però per fortuna interventi particolarmente complicati, ma chiamate di routine per risolvere disagi come allagamenti o cantine invase dall”acqua. I paesi più colpiti, con più di 40 mm. d”acqua caduti in poche ore, sono stati Medicina e Sesto Imolese, dove i problemi maggiori sono stati dettati da chicchi di grandine grossi come noci o dall”allagamento di alcune strade a causa dell”otturazione di tombini.

Osservando le previsioni, però, dal pomeriggio di oggi la situazione dovrebbe andare via via migliorando.

r.c.

Nella foto (di Paolo Tampieri): la grandine di ieri nella zona di Sesto Imolese

Maltempo, temporali e grandine sul circondario. Medicina e Sesto Imolese i paesi più colpiti
Cronaca 25 agosto 2018

Maltempo, nuova allerta meteo arancione per temporali tra oggi e domani

La Protezione civile, dopo quella emessa ieri, in queste ore ha diramato un”allerta meteo arancione per temporali e gialla per criticità idraulica valida dalle 12 di oggi alla mezzanotte di domani.

Un minimo depressionario in rapido transito sull”Italia del nord determinerà condizioni di spiccata instabilità sulla nostra regione tra oggi e domani. Per la giornata di sabato 25 agosto sono previsti temporali diffusi anche organizzati di forte intensità ad iniziare dal pomeriggio. Per la giornata di domenica 26 agosto sono previsti temporali anche di forte intensità, localmente persistenti, più probabili al mattino ed in esaurimento nel corso del pomeriggio. Previsti anche venti forti (intensità media stimata intorno ai 70 Km/h) sul settore costiero, in attenuazione soltanto dalle ore serali. Il mare sarò molto mosso (agitato al largo) con altezza dell”onda stimata intorno ai 3 m già dalle prime ore del mattino. Moto ondoso in attenuazione in serata.

r.c.

Nella foto: l”allerta meteo in Emilia-Romagna emessa oggi

Maltempo, nuova allerta meteo arancione per temporali tra oggi e domani
Cronaca 25 agosto 2018

Maltempo, oggi è allerta meteo gialla per temporali su tutta la regione

La Protezione Civile dell”Emilia-Romagna ha diramato un”allerta meteo gialla per temporali (leggi qui) che interesseranno la nostra regione per tutta la giornata di oggi. Sono infatti previste condizioni di instabilità già nelle prime ore del mattino con temporali, localmente di forte intensità, che interesseranno prevalentemente le pianure prospicienti il fiume Po. A partire dal pomeriggio poi i temporali, anche forti, saranno più probabili sui settori romagnoli.

Dalla sera, un ulteriore impulso di aria umida e instabile interesserà l”Emilia Romagna a partire dai settori occidentali, con piogge diffuse e fenomeni temporaleschi organizzati anche di forte intensità, in transito sul resto della regione nel corso della notte. Non si escludono forti raffiche di vento e grandinate.

Secondo le previsioni, nelle successive 48 ore, i fenomeni potrebbero anche intensificarsi.

r.c.

Nella foto: la mappa relativa all”allerta meteo

Maltempo, oggi è allerta meteo gialla per temporali su tutta la regione
Cronaca 21 agosto 2018

Protezione civile, piano da 9,5 milioni di euro per gli interventi dopo il maltempo di febbraio e marzo

La Protezione civile ha messo a punto un piano da 9,5 milioni di euro per proseguire negli interventi dopo il maltempo che ha colpito l”Emilia-Romagna nel febbraio e marzo scorso.

Nel dettaglio, i finanziamenti sono di 5 milioni 571mila euro per interventi volti a superare l’emergenza; 152mila euro per i contributi per l’autonoma sistemazione dei cittadini evacuati dalle loro case; 297mila euro per le spese operative in emergenza di cui 50mila euro per il ripristino di mezzi e attrezzature della Colonna Mobile regionale. Infine, 3 milioni 479 mila euro saranno assegnati ai Comuni colpiti dal maltempo come contributo alle spese sostenute immediatamente per la gestione dell’emergenza neve e gelicidio di febbraio-marzo 2018.

In totale, quindi, saranno 81 gli interventi in una sessantina di Comuni con lo scopo di riaprire e ripristinare la viabilità locale e provinciale, ricostruire difese spondali, evitare l’isolamento di centri abitati, garantire la sicurezza di corsi d”acqua e versanti nelle province colpite dall’emergenza maltempo di febbraio e marzo. Nel bolognese sono in arrivo un milione 110.460 euro per 17 interventi che, tra gli altri, riguarderanno anche Casalfiumanese, Castel San Pietro Terme e Fontanelice.

r.c.

Nella foto: la nevicata dell”1 marzo scorso

Protezione civile, piano da 9,5 milioni di euro per gli interventi dopo il maltempo di febbraio e marzo
Cronaca 14 agosto 2018

Maltempo, allagamenti e qualche danno a Imola e nel circondario. Castel San Pietro e Toscanella le zone più colpite

Il maltempo (previsto dall”allerta meteo diramata ieri) che si è abbattuto questo pomeriggio sul nostro territorio, secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, ha provocato per fortuna solo qualche danno di lieve entità e alcuni disagi alla circolazione, a causa di allagamenti di strade e scantinati, oltre ad alberi, rami e tegole caduti per le forti raffiche di vento. In diverse situazioni il nubifragio ha provocato l”interruzione dell”energia elettrica in abitazioni e uffici e qualche incidente stradale, ma di poco rilievo.

La zona più colpita è stata l”area compresa tra Castel San Pietro e Toscanella dove le piogge hanno superato i 70 mm in poche ore. Nella città termale allagamenti anche nella stazione ferroviaria, a Castel Guelfo stessa situazione fuori dall”Outlet, mentre a Imola il forte temporale ha creato disagi all”interno del Centro Leonardo.

Sempre a Imola cantine sott”acqua in via De Rosa, alberi caduti in via Graziadei, viale Dante e problemi in via Correcchio, mentre le criticità maggiori hanno interessato la via Gambellara per la presenza di acqua in strada che ha costretto i vigili del fuoco e le forze dell”ordine a chiudere in parte la carreggiata.

Non risultano, comunque, danni a persone e in serata, sempre secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, la situazione ha ricominciato a tornare lentamente alla normalità.

r.c.

Nelle foto: allagamenti al Centro Leonardo di Imola

Maltempo, allagamenti e qualche danno a Imola e nel circondario. Castel San Pietro e Toscanella le zone più colpite
Cronaca 23 marzo 2018

Buche sulle strade dopo il maltempo, un milione di euro per ripararle

La neve e la pioggia di marzo si sono portate dietro uno strascico di disagi. Tanto per dare qualche numero, per far fronte a neve e ghiaccio sono state stese circa 150 tonnellate di sale che, sommate all’attività degli spazzaneve, hanno fatto lievitare il conto per il solo Comune di Imola a 171 mila euro.

Sciolta la neve, è iniziata la conta dei danni, a partire dalle buche stradali. «La combinazione di acqua, sale, neve e ghiaccio ha avuto effetti negativi soprattutto nelle strade che hanno una pavimentazione non più nuova e al confine tra i rappezzi e il vecchio manto, dove la “cucitura” è più fragile» spiega Armando Marchi dell’area Infrastrutture di Area Blu, che si occupa della manutenzione stradale di Imola. La società, tra l’altro, aveva chiesto ai cittadini tramite il proprio sito internet di avvisare della presenza di buche e sono arrivate un centinaio di segnalazioni.

Per il momento, considerato anche il maltempo persistente, gli interventi si sono limitati alla «chiusura delle buche con asfalto a freddo – dettaglia Marchi -. In alcuni punti abbiamo usato del materiale che dovrebbe garantire una durata di circa due anni, in altri è stato fatto solo un intervento tampone. Complessivamente, abbiamo già chiuso l’80% delle buche per una spesa di circa 30 mila euro».

Detto questo, Area Blu si è attivata per inviare alla Protezione civile una prima stima dei danni che servirà alla Regione per chiedere il riconoscimento dello stato di emergenza nazionale. Tra buche, avvallamenti, fessurazioni, scubettature e ragnatele, gli interventi da fare sono stati divisi in tre filoni, via via più profondi e costosi. Complessivamente, «abbiamo stimato una spesa complessiva di 1 milione e 100 mila euro» dice Marchi.

I dettagli di strade e interventi sono su “sabato sera” del 22 marzo.

gi.gi.

Nella foto: buca evidente su via Emilia

Buche sulle strade dopo il maltempo, un milione di euro per ripararle
Cronaca 19 marzo 2018

Frane, a Castel del Rio cede la scarpata sotto Villalba, a Imola via Selice a senso unico alternato

Le ultime piogge hanno creato ulteriori smottamenti. Per quanto ci riguarda da vicino, dopo le frane di Casalfiumanese e ad Imola in via Gambellara e in via dei Colli, la Città metropolitana, proprietaria della strada, dovrà intervenire in via Selice a Imola, poco oltre via Bicocca (dal chilometro 25+600 al chilometro 25+900), a causa del cedimento della sponda del canale dei Molini. Quando gli operai saranno al lavoro si prevede anche l”istituzione di un senso unico alternato regolato dal semaforo.

A Castel del Rio, invece, nei giorni scorsi è franata la scarpata sotto la casa protetta privata “Villalba”, nel tratto dove il rio Magnola si interseca con il Santerno. In virtù del fatto che “l’edificio e la centrale termica non hanno riportato lesioni – fa sapere il geometra Maurizio Bruzzi dell’ufficio tecnico alidosiano -, il Comune non ha emanato ordinanze particolari”, ergo non è stato necessario spostare i 28 ospiti della struttura. “Abbiamo fatto dei sopralluoghi con i nostri tecnici (la scarpata è privata, ndr) e la struttura è ancorata con dei micropali alla roccia sottostante, non c’è pericolo” conferma il proprietario Massimiliano Gurioli. Ora si aspetta un sopralluogo della Bonifica della Romagna Occidentale per definire gli interventi necessari.

gi.gi

Nella foto: la frana a Castel del Rio sotto la casa protetta privata “Villalba”

Frane, a Castel del Rio cede la scarpata sotto Villalba, a Imola via Selice a senso unico alternato
Cronaca 17 marzo 2018

Frane in via Gambellara e in via dei Colli, ordinanza per la messa in sicurezza

Ieri il commissario straordinario del Comune di Imola, Adriana Cogode, ha firmato le ordinanze per la messa in sicurezza degli smottamenti che stanno interessando una riva in via dei Colli e l’argine del canale che costeggia via Gambellara. Anche in questo caso si tratta di situazioni causate o aggravatesi dopo nevicate, gelo e piogge.  

Per quanto riguarda via dei Colli, la segnalazione è arrivata al Comune dalla proprietà dell’albergo Rivazza: “E’ stato effettuato un sopralluogo che ha evidenziato come la proprietà dei terreni franati è del Comune di Imola quindi è stata attivata la società Area Blu Spa, società in house del Comune che è intervenuta mettendo in sicurezza l’area attraverso l’interdizione al pubblico con apposita delimitazione e segnaletica, e telonatura per impermeabilizzazione del corpo di frana in modo da evitare l’infiltrazione di pioggia nel versante e accentuare il movimento franoso”. La frana, precisano sempre dal Comune, è lontana sia dal ristorante Il Faro che dall”albergo e da tutti gli immobili che si trovano nella zona. 

Su via Gambellara le segnalazioni telefoniche al Comune sono state diverse. Anche la Lega Nord imolese ha informato i giornali con un comunicato. Dito puntato soprattutto sul tratto di 30 metri del cosiddetto «ponte di ferro», in piena campagna, che ha comportato nei giorni scorsi l’istituzione di un senso unico alternato. “Il personale tecnico appartenente alla Protezione civile ha accertato l’esistenza di franamenti arginali diffusi su ampio tratto del canale consortile Gambellara” confermano dal Comune che a sua volta ha dato immediata comunicazione alla Bonifica della Romagna Occidentale per la messa in sicurezza dei tratti interessati e fatto intervenire Area Blu Spa per delimitare i punti critici per la viabilità. Nell’ordinanza firmata ieri si vieta, in particolare, l’accesso e il transito ad un ponte che sovrasta il Gambellara e permette l’accesso ad una proprietà, che può essere comunque raggiunta in altro modo. Al momento non risultano tratti a senso unico alternato di via Gambellara.

l.a.

Nella foto uno dei punti di via Gambellara che presentano uno smottamento (foto fornita da Lega Nord imola)

Frane in via Gambellara e in via dei Colli, ordinanza per la messa in sicurezza

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast