Posts by tag: nuoto

Sport 13 agosto 2018

Nuoto, Ilaria Bianchi centra il nuovo record italiano nei 100 farfalla

Dopo la medaglia sfumata per pochi centesimi a Glasgow, Ilaria Bianchi ieri, a Roma, si è parzialmente rifatta vincendo il campionato italiano estivo di categoria e centrando soprattutto il nuovo record tricolore nei 100 farfalla.

La nuotatrice castellana, infatti, ha limato il 57””27 siglato da lei stessa alle Olimpiadi di Londra 2012, chiudendo la gara in 57””22, tempo che se fatto ai recenti Campionati Europei le avrebbe regalato la medaglia d”argento alle spalle della vincitrice svedese Sarah Sjoestroem.

r.s.

Nella foto: Ilaria Bianchi

Nuoto, Ilaria Bianchi centra il nuovo record italiano nei 100 farfalla
Sport 8 agosto 2018

Europei di nuoto, Fabio Scozzoli conquista l’argento nei 50 rana

Dopo il bronzo nella staffetta 4×100  mista mista, ecco un’altra medaglia per Fabio Scozzoli ai Campionati Europei di nuoto in vasca lunga in corso a Glasgow. Il nuotatore forlivese dell’Imolanuoto con il tempo di 26”79 ha, infatti, conquistato l’argento nei 50 rana dietro al fenomeno britannico Adam Peaty.

r.s.

Nella foto (dalla sua pagina facebook): Fabio Scozzoli

Europei di nuoto, Fabio Scozzoli conquista l’argento nei 50 rana
Sport 7 agosto 2018

Europei di nuoto, terzo posto e record italiano per Carlotta Zofkova nei 100 dorso

Dopo il bronzo di ieri di Fabio Scozzoli, oggi anche Carlotta Zofkova è salita sul terzo gradino del podio agli Europei di nuoto in vasca lunga in corso a Glasgow.

La portacolori dell”Imolanuoto ha conquistato la medaglia nei 100 dorso con il tempo di 59””61 (nuovo record italiano) dietro alla russa Fesikova e alla britannica Davies.

r.s.

Nella foto: Carlotta Zofkova

Europei di nuoto, terzo posto e record italiano per Carlotta Zofkova nei 100 dorso
Sport 6 agosto 2018

Europei di nuoto, bronzo per Fabio Scozzoli nella staffetta 4×100 mista mista

Nella giornata di oggi, ai Campionati europei di nuoto in vasca lunga di Glasgow, Fabio Scozzoli ha conquistato la medaglia di bronzo nella 4×100 mista mista.

La formazione azzurra, oltre al ranista dell”Imolanuoto, schierava in vasca Margherita Panziera (dorso), Elena Di Liddo (farfalla) e un super Miressi (stile libero) che nell”ultima frazione ha guidato la rimonta recuperando dal settimo posto e chiudendo con il tempo record (italiano) di 47””60, alle spalle della Gran Bretagna e della Russia.

r.s.

Nella foto: Fabio Scozzoli

Europei di nuoto, bronzo per Fabio Scozzoli nella staffetta 4×100 mista mista
Sport 3 agosto 2018

Nuoto, Ilaria Bianchi e i portacolori dell'Imolanuoto in vasca agli Europei di Glasgow

Tutti a caccia di una medaglia. Ben 5 atleti, tra imolesi e «acquisiti», sono pronti per i Campionati Europei 2018, in programma da oggi al 9 agosto al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow: ai soliti Scozzoli, Bianchi e Polieri, si sono aggiunti una rediviva Zofkova (qualificata per la rassegna continentale al Sette Colli) e l’ultima arrivata in casa Imolanuoto, la genovese Martina Carraro.

La più esperta del gruppo è certamente Ilaria Bianchi, al quarto Europeo in vasca lunga (a cui se ne aggiungono 6 in corta). La castellana, medaglia di bronzo a Berlino 2014 e Londra 2016 dietro a Sjoestroem e Ottesen (in quest’ordine in Inghilterra, a posizioni invertite in Germania), cercherà di confermarsi anche a Glasgow. Un’impresa difficile: non tanto per il livello della Bianchi, da quasi un decennio ormai al top nei 100 farfalla, quanto per quello delle avversarie. Una lista a cui si è aggiunta da poco anche la pugliese Elena Di Liddo, strepitosa al Sette Colli con 57”38. «Elena è un’avversaria e uno stimolo in più per me – conferma Ilaria -. Non mi faccio troppo influenzare o buttare giù dal risultato di una gara: sono 10 anni che nuoto su questi tempi, vedremo se il suo è stato solo un exploit, oppure se si confermerà agli Europei». 

A pochi chilometri di distanza da Castel San Pietro, invece, si festeggia qualcosa di storico: mai l’Imolanuoto aveva portato 4 atleti ad una manifestazione di questo livello. «E’ una soddisfazione enorme per la società – spiega il tecnico Cesare Casella -, che è stata ripagata per l’impegno messo in questi anni per far sì che tutti gli atleti potessero raggiungere il proprio massimo livello. «Gli obiettivi spesso rischiano di offuscare il focus di atleta e allenatore. Fabio Scozzoli, così come tutti gli altri, deve pensare a fare il meglio possibile, concentrandosi sui dettagli, come ad esempio la partenza. La Polieri negli ultimi anni è cresciuta tantissimo, sia a livello tecnico che mentale, soprattutto nella gestione dell’approccio alle gare. Martina Carraro, invece, non la conoscevo dal punto di vista del lavoro quotidiano e mi ha fatto un’impressione splendida. Infine anche per la Zofkova è stato importante concentrarsi su se stessa e sui miglioramenti da fare, senza pensare troppo ai piazzamenti. Gli sforzi hanno pagato».

an.cas.

L”articolo completo e gli orari delle gare su «sabato sera» del 2 agosto.

Nella foto (Isolapress): il gruppo dell”Imolanuoto con il presidente Mirco Piancastelli (da sinistra), il tecnico Cesare Casella, i nuotatori Alessia Polieri, Martina Carraro e Fabio Scozzoli 

Nuoto, Ilaria Bianchi e i portacolori dell'Imolanuoto in vasca agli Europei di Glasgow
Sport 22 giugno 2018

Giochi del Mediterraneo a Tarragona, i nostri quattro atleti a caccia di una medaglia

Nessun dubbio: il nuoto sarà lo sport di punta per la Nazionale azzurra ai prossimi Giochi del Mediterraneo, in programma a Tarragona (Spagna) da oggi, 22 giugno, al 1° luglio. Le gare in vasca si svolgeranno al Centro Acuático de Campclar da sabato 23 giugno a lunedì 25 (con la solita formula, batterie la mattina e finali al pomeriggio) e ci saranno molte aspettative sugli azzurri, per replicare l’ottima spedizione di Mersin (Turchia) di 5 anni fa (20 ori, 19 argenti e 12 bronzi), che ha permesso all’Italia di vincere per l’ennesima volta il medagliere (cosa che avviene continuativamente dal 2005). I nomi dei convocati sono davvero importanti: da Greg Paltrinieri a Simone Sabbioni, da Simona Quadarella a Margherita Panziera, senza dimenticarsi, ovviamente, i nostri big, ovvero Fabio Scozzoli, Alessia Polieri e la new-entry Martina Carraro. A casa, invece, Ilaria Bianchi, che ha preferito restare a Bologna ad allenarsi con Fabrizio Bastelli in ottica Settecolli.

Anche la pallamano però sarà protagonista in terra spagnola. Il mordanese Davide Bulzamini, ex Romagna che nell’ultimo anno ha giocato nella seconda lega francese, è stato convocato in maglia azzurra per cercare di migliorare il quarto posto del 2013. L’Italia debutterà proprio con la Croazia sabato 23 giugno (ore 10) in un girone che comprende anche l’Algeria, che l’Italia affronterà lunedì 25 (sempre alle 10). Passano il turno le prime due che incroceranno nei quarti il girone con Slovenia, Montenegro e Tunisia. 

r.s.

Nella foto: Alessia Polieri

Giochi del Mediterraneo a Tarragona, i nostri quattro atleti a caccia di una medaglia
Sport 7 giugno 2018

Il runner Adolfo Accalai è il re della montagna, il nuotatore Guido Cocci vince la «Maratona del Po»

Adolfo Accalai, rappresentante dell’Atletica Avis Castello, ha compiuto una autentica impresa, vincendo per il secondo anno consecutivo i Campionati del Mondo Master di corsa in montagna. Nello scenario sloveno di Zelezniki ha battuto tutti gli avversari nella categoria Master 65.

Passando al nuoto, invece, il 48enne medicinese Guido Cocci ha ha vinto la «Maratona del Po». L”evento, organizzato dal Circolo Amici del Po, rappresenta la gara più lunga d’Europa e si è snodata da Cremona a Casalmaggiore per un totale di 52 km. Guido Cocci ha chiuso con il tempo record di 4 ore e 41 minuti, dopo essere stato in testa fin dalle prime bracciate.

r.s.

Nella foto: da sinitra Adolfo Accalai sul gradino più alto del podio e Guido Cocci

Il runner Adolfo Accalai è il re della montagna, il nuotatore Guido Cocci vince la «Maratona del Po»
Sport 16 aprile 2018

Nuoto, agli Assoluti Primaverili di Riccione show di Fabio Scozzoli, Ilaria Bianchi e Alessia Polieri

Agli Assoluti Primaverili di nuoto andati in scena dal 10 al 14 aprile scorso a Riccione grandi protagonisti sono stati i “nostri” Fabio Scozzoli, Ilaria Bianchi e Alessia Polieri che hanno anche centrato anche la qualificazione per gli Europei di Glascow in programma dal 3 al 9 agosto prossimi.

Il ranista forlivese, a quasi 30 anni, sembra essere nel momento migliore della propria carriera. La dimostrazione sta nella vittoria nei 100 rana, con il primato personale di 59”33 che vale il 4º tempo mondiale stagionale. Nei 50, poi, ha fermato il cronometro sul 26”73, che rappresenta il 6º crono mondiale e il 3º europeo all-time (record italiano migliorato di quasi due decimi).

Tra le donne, invece, la castellana Bianchi ha trionfato nei 100 farfalla con un ottimo 57””70 (4ª prestazione personale di sempre). Non appagata ha conquistato anche due agenti nei 50 e nei 200 farfalla. In quest”ultima gara è stata battuta proprio da Alessia Polieri che ha chiuso con il tempo di 2”08”15, 18 centesimi più veloce della “rivale” castellana. La 23enne imolese ha poi centrato anche il bronzo (e il pass per gli Europei) nei 400 misti grazie al nuovo personale di 4’40”84.

Buone notizie anche nella gara a squadre. Nella Coppa Brema che si assegna l”ultimo giorno di gare, l”Imolanuoto ha chiuso al secondo posto tra gli uomini, trascinata da Fabio Scozzoli, e sesta tra le donne.

r.s.

Nella foto (dalla pagina facebook personale): Fabio Scozzoli

Nuoto, agli Assoluti Primaverili di Riccione show di Fabio Scozzoli, Ilaria Bianchi e Alessia Polieri
Sport 18 marzo 2018

Imolanuoto Master, più di venti ori ai regionali. Nicola Xella record italiano nei 100 rana

La formazione Master dell’Imolanuoto si è presentata numerosa a Riccione per i campionati regionali, dove hanno nuotato 1.257 atleti provenienti e ben 257 staffette. Battuti 2 record europei e 8 italiani, tra i quali quello dei 100 rana M30, che Nicola Xella ha abbassato a 1’03”63 (secondo Davide Domenichini).

Cinque ori nei 50 rana con Nicola Xella (M30), Giacomo Bucchi (M35), Filippo Grappi (M40), Gianluca Guidotti (M45) e Massimo Busignani (M50). Tra gli altri campioni regionali, Massimo Morelli (M55) nei 400 misti, Daniela Sentimenti (M50) e Gianluca Guidotti (M45) nei 50 stile, Davide Domenichini nei 200 rana (M30), Milena Melandri nei 400 stile (M45), Giacomo Bucchi (M35), e Filippo Grappi (M40) nei 100 misti, Alice Balducci (M30), Marco Zucchini (M55) e Davide Cantagalli (M25) nei 50 farfalla, primo anche nei 100 stile; Marina Morelli e Massimo Busignani (M50) nei 100 rana, Luca Cavina nei 1.500 stile (M25). Vanes Terziari nei 200 farfalla e nei 200 misti (M40) si porta a casa il punteggio più alto della spedizione e partecipa anche alle due staffette, una mista ed una a stile libero con Gianluca Guidotti, Manuela Villa e Daniela Sentimenti che vincono la categoria C. Stessa sorte per la staffetta 4×50 mista e stile categoria B composta da Cantagalli, Xella, Domenichini e Palcaldi. Oro, infine, anche per la 4×50 mista categoria E, composta da Morelli, Xella, Zucchini e Morini. 

Per continuare con le medaglie, argento per Simone Pancaldi (M45) nei 50 farfalla e nei 100 stile, per la 4×50 stile maschile categoria C, composta da Gianluca Guidotti, Michele Barnabè, Mauro Morelli e Davide Domenichini. Per quanto riguarda i bronzi, sono terzi Barbara Cervellati negli 800 stile (M40), Daniela Sentimenti nei 50 farfalla (M50), Valentina Cicognani (M40), Christian Visani e Davide Rabiti (U25) nei 100 rana e Daniele Morini nei 200 misti e nei 100 farfalla (M60). Sale per ben due volte sul terzo gradino del podio anche la staffetta 4×50 mista e stile categoria A, composta da Laura Pintori, Nicola Xella, Davide Contoli e Alice Balducci.

r.s.

Nella foto: Nicola Xella dell”Imolanuoto

Imolanuoto Master, più di venti ori ai regionali. Nicola Xella record italiano nei 100 rana
Sport 10 marzo 2018

Il sogno di Fabio Scozzoli è ancora Olimpico, intervista a ruota libera tra tatuaggi, affetti e piscina

Incontriamo Fabio Scozzoli mentre il panorama esterno alla piscina comunale di Imola è completamente bianco. La neve e le strade ghiacciate non hanno fermato gli atleti, presenti come tutti i giorni nelle vasche coperte dell’impianto di via Oriani. “Al ruggi alleno il sogno di tornare alle Olimpiadi”. 

Il caldo della Florida è solo ormai un lontano ricordo.
“Senza dubbio si stava meglio là, anche se devo ammettere che la neve ha il suo fascino, a me piace molto. E’ chiaro che quando sono tornato, qui ha piovuto per una settimana intera: una tristezza incredibile. Per noi, allenarsi all’aperto è tutta un’altra cosa: se potessi stare in Florida anche solo a gennaio e febbraio, sarebbe il top. Il rovescio della medaglia, chiaramente, sono i costi e il fatto di stare lontano dal mio allenatore Cesare Casella”. 

Siete stati a Fort Lauderdale e Miami?
“Eravamo stabilmente a Davie, vicinissimo a Fort Lauderdale, dove c’è una squadra di Gianluca Alberani, un ex allievo di Cesare Casella. E’ una buonissimo appoggio per noi”. 

Oltre a nuotare, cosa avete fatto in Florida?
“Siamo stati al mare e… ci siamo dedicati al cibo americano, che io amo, anche se bisogna darsi un contegno, visto quanto è calorico. Adoro gli hamburger fatti bene, qua da noi difficile trovare carne di qualità”. 

Ho visto sui social che tu e Paolo Ricci vi siete fatti un tatuaggio di Darth Vader: follia del momento oppure era qualcosa di premeditato?
“In realtà ci stavamo pensando da tempo. Io e Paolo siamo molto legati e da anni siamo grandi fan di Star Wars, andiamo sempre a vedere i film insieme al cinema. Cercavamo qualcosa da farci tatuare e c’è venuta questa idea: io l’ho fatto nel polpaccio e lui sul tricipite. Abbiamo consolidato il nostro legame con questa cosa simbolica”. 

Quindi i posti più belli che hai visto sono più legati a viaggi personali.
“Assolutamente sì, anche se ammetto che la città che più mi ha colpito è stata Sidney, che ho visitato grazie ad un viaggio organizzato dalla Speedo, che allora era il mio sponsor tecnico, quindi diciamo che è stata comunque un’esperienza legata al nuoto. Per il resto, i miei viaggi preferiti sono stati a New York, Zanzibar e la più classica La Maddalena, gli ultimi due con la mia ragazza Martina (Carraro)”. 

E sono arrivati i risultati, come lo splendido Europeo in corta a Copenaghen. Quest’estate tocca ripetersi in vasca lunga…
“Già ai Mondiali in vasca corta era arrivato un bel bronzo, pur con tempi non eccelsi. Poi la stagione è continuata bene in vasca lunga, con ottimi crono agli Assoluti Primaverili. Dopo i Mondiali, dove sono arrivato 6º, ho fatto ancora bene. Credo che battere Peaty sia assolutamente impensabile in vasca lunga, però continuo a lavorare e poi vedremo…”. 

Altri avrebbero mollato…
“Credo che quello che mi contraddistingue da molti altri nuotatori, specialmente in Italia, è la passione che metto in quello che faccio. Questo alla lunga ha fatto la differenza. Quando si trova la quadratura nel metodo di lavoro, passione ed entusiasmo ti aiutano a trovare la strada giusta. Ci vuole forza mentale per non perdersi, la sfida è con te stesso e con il cronometro, più che con gli altri”. 

L’intervista completa all’atleta sul “sabato sera” del 9 marzo 2018 

an.ca.

Nella foto Fabio Scozzoli

Il sogno di Fabio Scozzoli è ancora Olimpico, intervista a ruota libera tra tatuaggi, affetti e piscina

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast