Talenti musicali dai cinque continenti

IMOLA
Imola città della musica e del pianoforte. E’ quello che si auspicano il sindaco Daniele Manca e il maestro Franco Scala, direttore dell’Accademia pianistica Incontri col maestro, prestigiosa istituzione della città che si appresta ad ospitare, per la quinta edizione l’Imola Summer Piano Academy & Festival, la kermesse che unisce didattica e concerti gratuiti per la città.

Dal 18 al 30 luglio Imola ospiterà musicisti dai cinque continenti: per la precisione duecento pianisti provenienti da ventidue nazioni che saranno impegnati a seguire complessivamente oltre 600 ore di lezione con grandi interpreti della musica classica e che saranno impegnati anche nei concerti. Per la prima volta quest’anno anche l’Australia sarà rappresentata: dopo i tanti talenti arrivati dall’Oriente (Cina e Giappone) ha preso il via anche l’Australian Project, volto a selezionare in patria giovani talenti del pianoforte australiani, che seguiranno i corsi imolesi.

Ma il festival non è solo didattica: durante tutta la durata della manifestazione docenti e allievi saranno impegnati in concerti completamente gratuiti e aperti al pubblico. Gli allievi del dipartimento di archi terranno concerti pomeridiani in luoghi simbolo della città, come ad esempio la biblioteca comunale, ma giorni e orari sono ancora da concordare.

Già fissato invece il calendario dei concerti serali: lunedì 18 luglio alle 21.30 nel Cortile di palazzo Monsignani si esibirà la pianista Jin Ju in musiche di Beethoven, martedì 19 alle 21.30, sempre nel cortile del palazzo Monsignani, un ottetto di archi eseguirà musiche di Mendelsshon, mentre mercoledì 20 e venerdì 22 il cortile del palazzo di via Emilia ospiterà il concerto dei giovani talenti giunti da tutto il mondo per seguire le lezioni dell’Accademia. Sabato 23 si cambia location: il concerto di Giovanni Puddu, chitarrista, sarà a palazzo Sersanti, mentre domenica 24 e lunedì 25 si torna nel cortile di palazzo Monsignani, rispettivamente con il concerto degli allievi e con il duo Nazzareno Carusi al pianoforte e Valentina Cortesi alla voce. Martedì 26 luglio, nella sala Mariele Ventre, l’Orchestra da camera di Imola si esibirà in un concerto di Mozart alle 18, mentre alle 21.30 la chiesa di Sant’Agostino ospiterà i due chitarristi Saverio Fogliaro e Davide Prina. L’Orchestra da camera di Imola tornerà ad esibirsi mercoledì 27 nel cortile di palazzo Monsignani alle 21.30, diretta da Alexander Lonquich e con Ulrich Breddermann alla tromba solista, mentre venerdì 29 la sede dell’Accademia pianistica all’interno della Rocca ospiterà un concerto per violino, violoncello, pianoforte e chitarra alle ore 18.

Al termine del festival saranno consegnati due importanti riconoscimenti agli allievi: venerdì 29 e sabato 30 luglio nel cortile di palazzo Monsignani si voterà, con la partecipazione del pubblico, e saranno assegnati il #PremioCittàDiImola e il Premio al Talento “Florence Marzotto Daniel”: un totale di ventimila euro che saranno assegnati ai migliori talenti.

Un concerto della scorsa edizione nel cortile di palazzo Monsignani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *