Terremoto, Avis: “Non richieste raccolte sangue straordinarie”

IMOLA
Oltre a mettere in moto la macchina dei soccorsi, il terremoto che ha scosso il Centro Italia sta facendo partire tante iniziative di solidarietà. Tra queste, in molti si sono resi disponibili a donare sacche di sangue per i feriti delle zone più colpite. L’invito delle associazione, però, è di muoversi in maniera coordinata.

“Al momento non sono richieste raccolte di sangue straordinarie, le scorte disponibili sono sufficienti per le prime necessità. Manteniamo attivi i contatti e le informazioni per eventuali esigenze dei prossimi giorni o settimane” avvertiva già ieri l’associazione Avis di Imola tramite la sua pagina Facebook e poco fa è arrivato un comunicato congiunto di Avis, Croce rossa italiana, Fidas e Fratres che, pur ringraziando i tanti che in queste prime ore si sono resi disponibili a donare sangue, li invitano a programmare la donazione.

“Contattate l’associazione e/o il servizio trasfusionale di riferimento, in modo da prevenire sia eccedenze sia carenze di emocomponenti” scrivono le associazioni nella nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *