Terremoto, dove e cosa donare

CIRCONDARIO
“In questo momento è preferibile fare una donazione in denaro perché nei campi allestiti non manca nulla, ma ci siamo resi disponibili a fungere da punto di raccolta perché tantissimi imolesi e non avevano manifestato questa esigenza” dice la presidente della Croce rossa Comitato di Imola, Fabrizia Fiumi.

Ieri è stato quindi istituito ufficialmente il “Comitato Imola per aiuti al Centro Italia” e oggi sono stati resi noti gli orari del punto di raccolta nei quali sarà possibile donare genere alimentari e non. Si trova presso la Croce rossa Comitato di Imola, al magazzino di via Serraglio 12 e sarà aperto sabato 27 agosto dalle 15 alle 19, domenica 28 agosto dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19, martedì 30 agosto dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19, giovedì 1 settembre dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Per chi volesse contribuire con aiuti materiali, sulla base delle indicazioni fornite da protezione civile e croce rossa, i beni da raccogliere sono piatti e bicchieri in plastica, tovaglioli, posate in plastica, acqua, alimenti a lunga conservazione (scadenza oltre 6 mesi), prodotti per l’igiene personale, indumenti nuovi, batterie per i cellulari (power bank). All’inizio della prossima settimana verrà fatto un primo rendiconto di quanto ricevuto per ottimizzare la raccolta. “Non sappiamo ancora quando nei campi allestiti ci sarà bisogno delle cose che stiamo raccogliendo perchè per ora ci hanno detto che non serve nulla – prosegue la Fiumi -. Ad ogni modo, è un’emergenza che durerà nel tempo e, per usare una metafora, è importante non correre i cento metri come Bolt, quanto piuttosto fare una maratona”.

Anche a Castel San Pietro già da mercoledì il Comune ha attivato due punti di raccolta. Il primo è presso la sede della Croce rossa in viale Oriani 29 (da lunedì al sabato ore 10-12, martedì e giovedì anche ore 20-22). Il secondo è presso la sede degli alpini in via Cova 439 (lunedì e mercoledì ore 16.30-19 e venerdì ore 19-22.30). Per informazioni è possibile contattare la segreteria del sindaco al numero 051/6954102 o la sede della Cri allo 051/944333. “Abbiamo già ricevuto tantissimo materiale, anche cibo per cani – dice il responsabile della Cri castellana, Pierluigi Franzoni -. Non raccogliamo abbigliamento usato. Tra le cose di cui c’è più bisogno ci sono indumenti intimi (mutande, canottiere, calzettini), pannoloni per anziani e alimenti non in scadenza immediata”.

Anche in vallata i Comuni di Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice hanno attivato due punti di raccolta. È possibile consegnare il materiale presso il municipio di Casale in piazza Cavalli 14, tutte le mattine dalle ore 9 alle ore 12 oppure presso la sede Coclea (centro commerciale la Marteluzza a Casalfiumanese) in via Primo Maggio 10 nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 17.30 alle 19.30.

Per chi volesse fare una donazione in denaro, invece, ecco tre delle principali raccolte fondi:
1) la Regione Emilia Romagna ha attivato il c/c con Iban IT69G0200802435000104428964 (Causale: “Emilia Romagna per sisma Centro Italia”, Intestato a: Agenzia Protezione Civile Emilia-Romagna);
2) l’ANCI ha attivato il c/c con Iban IT27A 06230 03202 000056748129 (Causale “Emergenza Sisma Centro Italia”);
3) la Croce Rossa Italiana ha attivato il c/c con Iban: IT40F0623003204000030631681 (causale: “Terremoto Centro Italia”).
Per le donazioni telefoniche, tramite sms solidali, il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale ha attivato il numero unico nazionale 45500.

Un mezzo della della Protezione civile dell’Emilia Romagna al campo di Montegallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *