Testamento biologico, approvato il registro

OZZANO EMILIA
Anche a Ozzano sarà disponibile il registro dei testamento biologici (o meglio delle Dat dichiarazioni anticipate di trattamento). Accessibile da settembre, darà la possibilità ad ogni cittadino residente a Ozzano di esprimere la propria volontà sul trattamento sanitario che intende ricevere in caso di incoscienza o di incapacità di esprimere il proprio diritto nella scelta delle cure.

Già operativo in diversi comuni tra cui Imola, Medicina, Castenaso, non ha prodotto però, almeno finora, grandi effetti in termini di adesioni. “A Ozzano abbiamo tentato un metodo diverso dal solito – spiega Matteo Di Oto, il consigliere comunale che ha proposto l’iniziativa -, dapprima abbiamo informato i cittadini con una conferenza, lo scorso dicembre, poi abbiamo approvato, all’unanimità, la scorsa settimana in consiglio comunale, l’istituzione del registro”. Negli altri comuni che l’hanno adottato, il numero di coloro che hanno usufruito del registro è al di sotto delle aspettative, ma si tratta a tutti gli effetti soprattutto di una battaglia di civiltà.

Il registro oltre alle donazioni di organi, che vengono raccolte da tempo tramite le Asl di riferimento, non includerà nemmeno la scelta tra tumulazione e cremazione. Sarà possibile depositare le proprie volontà presso l’Urp del comune, dove verranno custodite in busta chiusa, accessibile solo da uno o più fiduciari indicati in un apposito modulo.

Il municipio di Ozzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *