Tutte le rotonde previste nel Piano operativo comunale di Castello

CASTEL SAN PIETRO
Una parte del Piano operativo comunale appena approvato da Castel San Pietro riguarda gli interventi infrastrutturali, alcuni attesi davvero da tempo. “Scelte mirate – afferma il sindaco con una nota – che hanno l’obiettivo di adeguare le infrastrutture viarie al nuovo carico urbanistico previsto dal Poc e rendere il sistema viabile del capoluogo più snello, efficiente e sicuro. Per il capoluogo abbiamo dato priorità all’asse tra l’uscita dell’A14 e il tratto urbano della via Emilia”

Molte delle opere sono rotonde che dovranno sia semplificare la viabilità rispetto a semafori e code, sia diminuire l’incidentalità. Prima fra tutte la rotatoria all’uscita del casello autostradale dell’A14 sulla San Carlo, che farà parte delle opere a carico di Autostrade non appena partirà la realizzazione della quarta corsia, così come l’intersezione tra le vie Cova (San Carlo), viale della Repubblica (via Emilia) e via Roma verrà realizzata dal Comune con i fondi di perequazione sempre della quarta corsia, poi sempre tra la via Emilia e via Torricelli c’è la rotatoria che sta realizzando il Consorzio Valle di Malta ed Md, che sta costruendo il discount lì vicino.

Al di là di ciò, si passa alle ipotesi di opere, prioritarie, ma non ancora finanziate. Ad esempio la messa in sicurezza del tratto urbano della via Emilia, ovvero le intersezioni con via Mazzini e via Oriani. “Oltre a queste sono previste anche rotatorie urbane e interne come quella di via Marconi-via Scania già progettata la cui realizzazione è prevista nel 2018” continua il sindaco.

Passando alle frazioni, a Osteria Grande c’è la famosa «tangenziale» che consentirebbe di evitare la via Emilia dall’incrocio con via Pilastrino fino a via Villalunga con la previsione di una rotonda tra via San Giovanni e gli Stradelli Guelfi che consentirebbe di raccordare la frazione alla Complanare. Un bel progetto ma per il quale non ci sono ancora fondi all’orizzonte. A Poggio si parla della rotatoria nell’intersezione via Cartara-Stradelli Guelfi e a Molino Nuovo di un nuovo ponte sul Sillaro al posto di quello che è stato abbattuto un anno fa per motivi di stabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *