Una famiglia imolese rialza la serranda dell’alimentari di Bubano

BUBANO-MORDANO-IMOLA
L’imolese Sara Zannoni e la madre Mirna Merendi gestiranno il negozio d’alimentari di Via Lume a di Bubano. L’unico nella frazione mordanese chiuso da oltre cinque mesi. Il taglio del nastro è previsto nel pomeriggio di mercoledì 7 giugno. All’avvio, oltre delle due donne, sarà presente anche Roberto Orlando, di professione imbianchino, compagno di Zannoni.

«Avevamo il desiderio di aprire un’attività in proprio ed è capitata questa occasione – racconta la stessa Zannoni -. Tra l’altro era l’alimentari che utilizzavamo noi per la spesa quotidiana». 38 anni, residente a Cantalupo, non lontano da Sasso Morelli, in precedenza ha lavorato come barista al bar della Bocciofila di Imola, mentre la madre in passato ha gestito un alimentari a Faenza.

«Vogliamo garantire l’apertura tutti i giorni – prosegue Zannoni – e anche la domenica mattina. Siamo in contatto con la Cittadella di Bubano per vendere al dettaglio alcuni prodotti fatti da loro come la pasta fresca e vorremmo introdurre dei servizi come la spesa a domicilio, magari per gli anziani che fanno fatica a spostarsi, oppure la “spesa facile” dove i clienti ci inviano per telefono o messaggio la lista della spesa e poi passano dal negozio per ritirare i prodotti già nella busta».

Altri particolari sul “sabato sera” dell’1 giugno.

Nella foto: Sara Zannoni e la madre Mirna Merendi davanti all’alimentari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *