Vanna Marchi è libera e si sposa

BOLOGNA-MILANO-DOZZA
Da venerdì 30 ottobre Vanna Marchi è una donna libera. La conferma arriva dal suo legale, l’avvocato Liborio Cataliotti, dopo che il magistrato di Sorveglianza di Bologna ha accolto l’istanza di liberazione anticipata. L’ex teleimbonitrice più famosa d’Italia, oggi 73enne, condannata per associazione a delinquere, truffa e bancarotta, grazie all’indulto si era vista la pena ridotta a quattro anni e mezzo. Nel 2012 aveva ottenuto la sospensione dell’esecuzione della pena per accudire la figlia Stefania Nobile all’epoca malata (anch’essa è stata condannata per reati analoghi che ha finito di scontare nell’ottobre del 2013). Poi, in seguito, Marchi è stata affidata in prova ai servizi sociali ed aveva iniziato a lavorare nel bar-ristorante milanese “La Malmaison”, di proprietà del fidanzato della figlia.

Ora, la “regina” delle televendite, originaria di Castel Guelfo, ha annunciato di voler convolare presto a nozze con lo storico compagno Francesco Campana (anche lui a suo tempo coinvolto nell’indagine) e di volerlo fare nel borgo antico di Dozza (dove in passato ha abitato). Ad oggi, tuttavia, la data non è stata ancora fissata. In seguito non è escluso che possa tornare nella casa di Osta, alle porte di Castel del Rio, la stessa nella quale era stata arrestata assieme alla figlia nel 2009.

Vanna Marchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *