Via Roncaglie, Manca si dimette da vicesindaco metropolitano

IMOLA-BOLOGNA
Conferenza stampa a sorpresa all’ora di pranzo a Bologna per le dimissioni di Daniele Manca, sindaco di Imola, dall’incarico di vice di Merola nella Giunta della Città metropolitana. Manca ha lasciato in polemica con la collega Isabella Conti, sindaco di San Lazzaro, delegata all’urbanistica, per le divergenze sul Psc di Imola e la “cosiddetta colata di via Roncaglie”, ovvero il piano di sviluppo residenziale previsto per l’area.

“Venendo meno le condizioni di fiducia e rilevando un’incertezza, in molti casi un’assenza, ormai insostenibile nella costruzione della Città metropolitana, sono a rassegnare le mie dimissioni da vicesindaco» ha scritto Manca nella sua lettera di dimissioni.

E’ indubbio che sulla vicenda c’è uno scontro personale. “Le mie dimissioni non sono legate al merito di quel progetto, il cui stralcio mi va benissimo, ma al metodo – ha detto Manca incontrando la stampa – che si è voluto utilizzare per visibilità personale”.

Ma c’è anche altro. “So che si avvierà un percorso importante verso le elezioni amministrative del Comune capoluogo – ha aggiunto Manca nella lettera di dimissioni -. Auspicando che diventi chiara sempre più un’identità della Città metropolitana rivolta allo sviluppo e alla crescita, al posizionamento di Bologna al centro dei grandi assi europei, che con autorevolezza guidi il percorso costituente della rete delle Città metropolitane italiane, manterrò il mio impegno di Consigliere, cercando di contribuire a colmare debolezze progettuali e programmatiche che hanno determinato questa mia scelta dolorosa”.

In sostanza questa vicenda secondo Manca avrebbe messo in luce “la debolezza della Città metropolitana che dovrebbe essere una federazione di territori e non un crogiolo di persone che lotta per la propria visibilità”. E di fatto Manca boccia anche il sindaco Virginio Merola: “Non sono soddisfatto. Manca guida e collegialità”. Anche se assicura di “voler aiutare” Merola in vista delle prossime elezioni.

Manca continuerà a ricoprire la carica di consigliere metropolitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *