Virtus “scavigliata” a Bergamo

IMOLA
Seconda sconfitta in campionato per la Virtus, una sconfitta maturata in trasferta, a Bergamo, contro una delle candidate alla vittoria finale del campionato. Infortuni alla caviglia sia per Preti (che, appena entrato in campo, aveva segnato 9 punti) che per Sabattani. Una partita nervosa e difficile. Bergamo ha fatto della prestanza fisica il suo punto di forza. «Siamo sempre stati sotto, ma senza mai uscire completamente dalla partita – il commento a caldo del gm Carlo Marchi -. Bravi loro a tenere sempre in mano il controllo della partita».
Sull’esito del match però pesano senz’altro l’infortunio di Preti, che era sembrato davvero in forma (l’entità della slogatura sarà valutata nei prossimi giorni, sembra invece più lieve il problema per Sabattani), e l’arbitraggio non certo favorevole. «Non è mia abitudine parlare dell’operato degli arbitri – prosegue Marchi -. Ma, a onor del vero, ci sono state alcune situazioni dubbie. Specie nei minuti finali, quando eravamo rientrati fino al -3, non ci hanno fischiato un fallo che fosse uno in fase di penetrazione. Per carità, complimenti a Bergamo che è sempre stata davanti e ha resistito bene al nostro tentativo di rimonta. Ci è mancata forse un po’ di cattiveria in alcuni momenti chiave del match. Resta la soddisfazione di aver tenuto testa ad avversari di spessore. Da martedì ricominceremo a lavorare per archiviare nel migliore dei modi questo ko e presentarci alla prossima sfida col dente avvelenato».

Virtus Bergamo – Virtus Spes Vis 82-75
(19-14, 43-38, 60-57)
Bergamo: Augeri ne, Losa ne, Gotti 16, Berrardi 21, Mercante 11, Beretta 4, Deleidi 2, Masper 16, Guffanti 12, Perdon. All. Pasqua.
Virtus: Sassi, Pieri 3, Sabattani 8, Corazza 3, Grillini 10, Di Placido ne, Preti 9, Massari 10, Guglielmo 11, Porcellini 21. All. Solaroli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *