Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cultura e Spettacoli 26 Marzo 2018

Bacchilega Junior presenta al pubblico A colori, Nonne con le ali/Nonni con le ali e Little Girl alla Libreria Ubik di Bologna

LIBRERIA UBIK

La centralissima Libreria Ubik Irnerio di via Irnerio 27 a Bologna sarà l”occasione per la presentazione al pubblico di tre novità di Bacchilega Junior: A colori, Nonne con le ali/Nonni con le ali e Little Girl. L”appuntamento è martedì 27 marzo alle ore 18.

Saranno presenti Barbara Ferraro, Sonia MariaLuce Possentini, Teresa Porcella, Arianna Papini, Clementina Mingozzi. Modera l’incontro la giornalista e PR di Bacchilega Junior Monica Tappa.

Bologna

Bacchilega Junior presenta al pubblico A colori, Nonne con le ali/Nonni con le ali e Little Girl alla Libreria Ubik di Bologna
Cultura e Spettacoli 26 Marzo 2018

Bacchilega Junior presenta domani le sette novità al Bologna Children’s Book Fair

Sono sette le novità che Bacchilega Junior presenterà in fiera il martedì 27 marzo alle ore 9 in Sala Allegretto: libri per bambini e ragazzi a partire da un anno fino all’adolescenza.

Ecco quali sono.

In bocca a Lupo di Eva Rasano, è il terzo titolo con protagonista il nostro amatissimo amico Lupo, questa volta alle prese con il cibo. Quanti cibi colorati e dai nomi stravaganti ci sono: scopriamoli tutti! Un libro pensato per l’ultimo anno del Nido e la Scuola dell’Infanzia.

Il viaggio di Piedino, di Elisa Mazzoli e Marianna Balducci, vede protagonista un simpatico e reale Piedino che compie un viaggio piccolo ma ricco di scoperte: un fiore, un sasso, il gatto Miao, i pesciolini al mare, un granchio che spaventa.

Il meraviglioso mondo dei gatti, di Marisa Vestita, parla dei gatti, come già recita il titolo. Sì, ma non solo, perché descrive anche altri tipi di animali, che vivono spesso in simbiosi con i gatti, ma hanno abitudini totalmente diverse: dormono in una sola cuccia, non vanno a caccia per mangiare, amano stare in compagnia, odiano sporcarsi…

A colori, di Barbara Ferraro (autrice), Sonia MariaLuce Possentini (illustratrice) e Teresa Porcella (curatrice), è un potente albo illustrato in cui il testo formato da sinestesie originali si mette in relazione con le illustrazioni in un progetto completo e armonico.

Visti di profilo, di Antonio Ferrara e Filippo Mittino, è un racconto illustrato per ragazzi dai 12 anni. In una classe del liceo vengono ritrovate le chiavi di casa della professoressa di matematica dentro allo zaino di Ciro, che si dichiara innocente. Si scatena un grosso conflitto in classe e viene chiamato lo psicologo della scuola. Le illustrazioni originalissime di Ferrara completano questo racconto a 17 voci.

Nonne con le al, di Arianna Papini, racconta di una assenza che si fa presenza concreta, piena, profumata. Le nonne e i nonni che ci lasciano in realtà rimangono negli sguardi di un gatto sornione, nel profumo di un risotto allo zafferano, nell’erba che ci punge le gambe: un libro poetico delicatissimo per parlare della morte.

Little Girl, di Clementina Mingozzi, è un albo nato da un paio di forbici. L’artista papirografa si misura con una fiaba della tradizione afroamericana vicina alla fiaba tradizionale di matrice europea Cappuccetto Rosso. Ci sono infatti una bambina e un lupo cattivo. Ma Little Girl utilizza un espediente per sfuggire alla presa del lupo: canta e facendo così si salva.

Bologna

Bacchilega Junior presenta domani le sette novità al Bologna Children’s Book Fair
Cultura e Spettacoli 26 Marzo 2018

Inaugurata a Bologna la Children's Book Fair, la fiera del libro per ragazzi. C'è anche Bacchilega Junior

L”edizione 2018 della Children”s Book Fair, l”annuale fiera del libro per ragazzi di Bologna, è stata ufficialmente inaugurata alla presenza del sindaco bolognese Virginio Merola, del presidente della Regione Stefano Bonaccini, di Riccardo Franco Levi presidente dell”Associazione italiana editori ed Enrique Mota presidente dell”associazione Editori mondiali. Ospite d”onore dell”edizione 2018 della fiera è la Cina. Del resto disse Confucio, “La lettura alimenta la mente“.

Fra i tanti stand allestiti di libri e colori, illustrazioni e parole, cӏ anche Bacchilega Junior (padiglione 26 stand A52), branca editoriale della cooperativa Bacchilega che si occupa appunto di editoria per bambini e ragazzi.

Lo scenario odierno dell”editoria per bambini e ragazzi è quello di un settore in grande fermento, nel quale non aumentano solo le proposte editate ma anche e soprattutto le proposte di qualità. “La letteratura per ragazzi rappresenta il 20% del mercato editoriali – conferma il presidente Mota -. L”editoria è la garanzia per la diffusione delle idee e il confronto delle differenti opinioni”.

In questo scenario, con la sua fiera, “Bologna rappresenta un gioiello per il mondo del libro italiano e per tutta l”economia“, ha precisato Levi. “La lettura e l”illustrazione aprono la mente, investire nei libri è un investimento culturale – ha aggiunto Bonaccini -. In un mondo che innalza muri, la presenza di tanti Paesi in questa fiera ci fa sperare che la cultura possa abbattere muri e costruire ponti. Leggere significa conoscere gli altri e avviare relazioni che è una delle missioni della città di Bologna“.

Una considerazione che viene confermata da Riccardo Franco Levi, presidente dell”Associazione italiana editori: “Bologna rappresenta un gioiello per il mondo del libro italiano e per tutta l”economia”.

r.c.

Nelle foto: le autorità che hanno inaugurato ufficialmente la Children”s Book Fair. In apertura l”ambasciatore cinese e di seguito: Merola, Bonaccini, Levi, Mota

Inaugurata a Bologna la Children's Book Fair, la fiera del libro per ragazzi. C'è anche Bacchilega Junior
Cronaca 26 Marzo 2018

Il Bernacca imolese, Fausto Ravaldi della stazione meteo dello Scarabelli, si racconta

L’Agraria è sempre stata il suo chiodo fisso, fin da ragazzino. Nel destino di Fausto Ravaldi c’era lo Scarabelli. Qualche mese passato all’Istituto tecnico Alberghetti, al chiuso tra i banchi e l’officina dal soffitto basso dove aleggiava l’odore di olio emulsionato, è bastato per convincerlo che la strada scelta per lui dai genitori non era quella giusta. Gli piaceva invece stare all’aria aperta, a contatto con la natura, svolgere attività non di routine. L’anno scolastico successivo, nel 1967, si è iscritto a quella che sarebbe diventata la sua scuola. Prima da studente, poi da supplente, quindi da insegnante tecnico-pratico di Esercitazioni agrarie e, in seguito, di Tecnica di produzione vegetale. Infine, anche da vicepreside.

Allo Scarabelli ha anche incontrato la sua compagna, prima di classe e poi di vita, Cinzia Astorri. Poco prima dell’esame di maturità si sono resi conto che le loro vite avrebbero potuto prendere strade diverse e all’amicizia si è aggiunto qualcosa in più. Anche lei poi è diventata docente nello stesso istituto, dove tuttora è insegnante tecnico-pratico di laboratorio di Chimica.

Ravaldi, invece, è in pensione dal 2014, ma da quattro anni a questa parte continua a collaborare con lo Scarabelli, seguendo con disponibilità e dedizione la stazione meteorologica interna alla scuola (oggi il responsabile è il docente Roberto Rinaldi Ceroni), attività portata avanti da Ravaldi fin dal lontano 1976, in parallelo alle mansioni didattiche. Un ruolo che negli anni lo ha fatto conoscere anche al di fuori della scuola e fatto diventare un po’ il «Bernacca imolese», spesso interpellato dalla stampa, e non solo, quando dalle nostre parti il tempo fa le bizze. Di questo gli è stato anche pubblicamente reso merito lo scorso dicembre, con la consegna del Grifo di cristallo, il riconoscimento che il Comune assegna agli imolesi che si sono distinti nel loro impegno verso la comunità.

Lo incontriamo proprio allo Scarabelli, dove ci mostra la stazione meteo in campo aperto e la postazione informatizzata all’interno della scuola.

La passione per la meteorologia è nata dopo il diploma. «Il clic – racconta – è scattato durante il servizio di leva. Ho fatto il militare in aeronautica, alla base Nato di Maniago del Friuli, poligono di riferimento per tutto il nord Italia fino a Cervia. Da solo, sulla torre di controllo, dovevo gestire la comunicazione con le altre basi. La prima cosa che dovevo fare tutti i giorni era il bollettino meteo. Lanciavo il pallone sonda e con attrezzi manuali dovevo calcolare la direzione e velocità del vento, a terra e in quota. Con la telescrivente, poi, trasmettevo il bollettino alle basi Nato del nord Italia. In base alle condizioni del tempo, facevo partire le squadriglie di caccia che dovevano venire a esercitarsi nel poligono».

Dopo il congedo, nel 1975, l’allora preside Manlio Vivarelli ha scelto il suo nome dalla graduatoria per un posto di supplente. L’anno dopo è diventato referente della stazione meteo. «All’inizio i dati venivano tutti scritti a mano – dice mostrando un registro delle “osservazioni termo-udometriche”, vergato a inchiostro di china -. Poi l’avvento dei computer ha facilitato le cose. La svolta c’è stata nel 1994. Adesso il computer scarica i dati via radio ogni ora in punto e li archivia sull’hard disk». 

L’importanza di questo servizio diventa evidente nelle situazioni di intenso maltempo, come avvenuto a inizio marzo. «Già da diversi anni – spiega – siamo consulenti di Area Blu per la gestione della viabilità. Mi contattano, anche più volte al giorno, per sapere in anticipo l’andamento delle temperature sul nostro territorio e se sono previste gelate. In questo modo possono predisporre la distribuzione del sale nei punti nevralgici». 

I dati della stazione sono importanti anche in caso di controversie giudiziarie. «Varie volte – aggiunge – siamo stati interpellati dal tribunale. In caso di incidenti, ad esempio, possiamo provare quali condizioni meteo c’erano quel giorno e se sulla strada poteva essere presente ghiaccio». 

L”articolo completo sul “sabato sera” del 22 marzo 2018.

lo.mi.  

Fausto ravaldi mostra la stazione meteo in campo aperto allo scarabelli

Il Bernacca imolese, Fausto Ravaldi della stazione meteo dello Scarabelli, si racconta
Cultura e Spettacoli 26 Marzo 2018

Bacchilega Junior, successo alla prima della mostra “Little Girl'

E” stata inaugurata ieri sera con un grande successo di pubblico a Le serre dei Giardini Margherita di Bologna, ospiti del co-working Kilowatt, la mostra “Little Girl” di Clementina Mingozzi. Le tavole in mostra, realizzate con la tecnica del ritaglio, fanno parte dell”omonimo libro, novità 2018 di Bacchilega Junior

La mostra sarà visitabile fino a giovedì 29 marzo ed è aperta tutti i giorni dalle 8 alle 20.

Qui maggiori informazioni su Little Girl.

Bacchilega Junior, successo alla prima della mostra “Little Girl'
Sport 26 Marzo 2018

Pallamano serie A: il Romagna Handball accede alla seconda fase dei play-out

Sconfitta ininfluente per il Romagna Handball contro Teramo grazie alla sconfitta del Modena a Carpi in quanto la vittoria nello scontro diretto favorisce i ragazzi di Tassinari.
Scansata la retrocessione diretta, i bianconeri entrano nella seconda fase che vedrà i ragazzi di Tassinari opposti, andata e ritorno, a una delle prime classificate nella poule play-out del girone A o del girone C. Il sorteggio stabilirà se a contendere il passaggio del turno sarà Gaeta, campo di gioco a Fondi (Lt), o Cassano Magnago (Va).

Romagna – Teramo: 24-28 (13-16).
Romagna
: Martelli, Sami, Folli 1, Minoccheri 3, F.Tassinari 2, Andalò 2, Dal Fiume, Golini, La Posta 1, Chika 3, Chiarini 10, Filipponi 2, A.Boukhris, Rotaru. All: Tassinari.
Teramo: P.Di Marcello, Collevecchio, Di Giulio 5, Leodori 3, Di Marcello A. 3, Toppi 2, Forlini 1, De Angelis, Savini 3, Bellia 1, Pieragostino 3, Valeri 1, De Oliveira 6, Vasile. All: Fonti. Imola

Pallamano serie A: il Romagna Handball accede alla seconda fase dei play-out
Sport 26 Marzo 2018

Pallavolo B2 femminile: la Csi Clai Imola schiaccia Carpi e va a +8 nella corsa play-off

Schiacciante vittoria per la Csi Clai Imola che tra le mura amiche del pala Ruscello supera agilmente il Carpi 3-0 in una partita mai in discussione. Le modenesi rimangono infatti a 20, 19 e 22 punti, schiacciate dal duo Collet (15) – Tesanovic (13). In doppia cifra anche Ferracci (10).
Per le ragazze di Turrini si tratta di un”altra vittoria fondamentale in chiave play-off: Imola
sale a quota 46 punti in classifica e porta ad otto le lunghezze di vantaggio sulle più immediate inseguitrici.
Dopo la sosta per la settimana santa, la Clai tornerà in campo il 7 aprile, alle 21, in casa del Gramsci Reggio Emilia.
r.s.

Csi Clai Imola – Mondial Carpi 3-0 (25-20, 25-19, 25-22).
Csi Clai Imola
: Rapisarda n.e., Devetag 6, Bombardi, Cavalli 1, Ferracci 10, Folli n.e., Ricci Maccarini n.e., Melandri 4, Tamburini n.e., Collet 15, Tesanovic 13, Magaraggia (L). All.: Turrini.
Carpi: Corsi 13, Galli Venturelli F., Faietti 7, Gennari 11, Bellentani n.e., Donzelli n.e., Campana 1, Galli Venturelli R., Dallari n.e., Di Renzo n.e., Marazzini 2, Foresti 8, Fiorini (L), Fogliani (L2).
Imola

Pallavolo B2 femminile: la Csi Clai Imola schiaccia Carpi e va a +8 nella corsa play-off
Sport 25 Marzo 2018

Basket C Gold, Castel Guelfo spreca il primo match-ball salvezza

Niente da fare per Castel Guelfo a Fidenza. I gialloblù di Serio, infatti, escono sconfitti 81-73 e rimandano l”appuntamento con la salvezza.

Partita equilibrata fin dalla palla a due, ma le bassissime percentuali al tiro dall”arco dei guelfesi indirizzano il match più dalla parte dei padroni di casa. Castel Guelfo è brava ad armare Trombetti e Casagrande, ma Fidenza risponde sempre presente con i canestri di Morciano, Biasish e Longoni. Il match si decide nel terzo quarto dove i gialloblù hanno qualche amnesia di troppo in difesa e lasciano scappare, in maniera decisiva, Fidenza. Nell”ultimo parziale il trend non cambia, i ragazzi di Serio provano a rifarsi sotto ma senza successo.

Mercoledì 28 (ore 21) Castel Guelfo recupererà, in trasferta, il match contro Modena. Al derby contro la Vsv Imola del 6 aprile ci sarà tempo per pensarci.

d.b.

Tabellino

Fidenza-Prosic 81-73 (20-17, 38-36, 66-58)

Fidenza: Barga 8, Dmitrovic 10, Longoni 15, Giani 3, Morciano 19, Bricchi ne, Diop Gaye 5, Gangarossa 2, Biasich 17, Bialkowsky 2. All. Zanardi.

Prosic: Grillini 9, Musolesi 7, Pieri 6, Govi 4, Trombetti 12, Bernabini 9, Rebeggiani ne, Santini 2, Casagrande 12, Burresi ne, Degli Esposti Castori 2, Baccarini 10. All. Serio.

Nella foto: un momento del derby d”andata tra Castel Guelfo e Imola

Basket C Gold, Castel Guelfo spreca il primo match-ball salvezza
Sport 25 Marzo 2018

Basket A2: Imola strapazzata a Piacenza, il play-off si complica

Una sconfitta netta per l”Andrea Costa nella trasferta di Piacenza. La partita si decide nel terzo quarto dove Imola infila solo 8 punti subendone 26. In classifica Imola vede allontanarsi la quota play-off e rimane due punti sotto a Ferrara e Jesi che hanno raggiunto Ravenna a quota 28. Nel naufragio collettivo i numeri non condannano Wilson (16 punti e 10 rimbalzi), ma lasciano poche briciole di gloria in una partita tutto sommato equilibrata fino all”intervallo (41-35).

La partita con Mantova in programma sabato 31 marzo alle 20.30 riporta l”Andrea Costa in casa dopo due trasferte consecutive senza bottino. I virgiliani sono staccati di 2 punti in classifica. Le speranze di tornare nel trenino play-off passano da una vittoria in casa prima di Pasqua.

Il tabellino

Piacenza – Andrea Costa Imola 81-64 (24-14, 17-21, 26-8, 14-21)

Piacenza: Guyton 20, Arledge 17, Oxilia 12, Reati 12, Formenti 9, Amoroso 6, Infante 3, Passera 2, Sanguinetti, Livelli, Diouf. N.e.: Seye. All.: Riva.

Andrea Costa Imola: Wilson 16, Penna 11, Prato 11, Maggioli 6, Alviti 5, Bell 5, Toffali 5, Rossi 3, Gasparin 2, Simioni, Cai. N.e.: Turrini. All.: Cavina.

Nella foto: Wilson (Isolapress)

Basket A2: Imola strapazzata a Piacenza, il play-off si complica
Sport 25 Marzo 2018

Basket C Gold, la Vsv Imola fa il suo contro Modena e aggancia Ozzano

La Vsv Imola batte in casa 83-76 il fanalino di coda Modena e aggancia al secondo posto Ozzano, nonostante la classifica dica ancora terza posizione per via della differenza canestri sfavorevole.

Match in equilibrio fin dalla palla a due con Modena che dimostra tutti i progressi fatti nell”ultimo periodo con una partenza sprint e un break già nel primo quarto subito ripreso dai gialloneri. Casadei e Nucci da una parte, Vucinovic, Pederzini, Riguzzi e Franko dall”altra se le suonano di santa ragione e rendono la gara indecisa fino a fine terzo periodo. Gli ospiti si affidano, soprattutto, al tiro dall”arco per impensierire la Vsv e bisogna aspettare l”ultimo parziale per vedere i ragazzi di Tassinari scappare definitivamente trascinati da un ottimo Sangiorgi e dal solito Casadei. Modena, comunque, esce con l”onore delle armi non mollando fino alla sirena finale.

Dopo la sosta pasquale la Vsv tornerà in campo venerdì 6 aprile (ore 21) nel derby al palaMarchetti contro Castel Guelfo.

d.b.

Tabellino

Npc-Modena 83-76 (19-19, 38-37, 58-56)

Vsv: Dal Fiume 7, Nucci 15, Casadei 27, Zhytaryuk 10, Dalpozzo 5, Boero 10, Creti ne, Murati ne, Ranocchi ne, Sassi ne, Sangiorgi 9. All, Tassinari.

Modena: Riguzzi 16, Pederzini 18, Nasuti, Franko 17, Vucinovic 17, Vivarelli, Basilicò, Riccio 3, Tamagnini 5, Stucchi, Cappelli. All. Spettoli.

Nella foto (dalla pagina facebook della Vsv): Casadei, autore di 27 punti

Basket C Gold, la Vsv Imola fa il suo contro Modena e aggancia Ozzano

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast