Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 23 Febbraio 2021

A Mordano l’Opera Anziani si espande anche a palazzo Liverani

Affidamento dei lavori entro marzo, apertura del cantiere entro aprile e poi 18 mesi di lavori. Coronavirus permettendo, sono queste le tempistiche previste per gli interventi di riqualificazione di palazzo Liverani a Mordano, seconda fase del pro- getto che ha già interessato il vicino palazzo Pennazzi (o Darchini). «Faremo di tutto perché il cronoprogramma si mantenga tale – rassicura il sin- daco, Nicola Tassinari –. La situazione attuale crea alle attività produttive non poche difficoltà sia nell’approvigionamento dei materiali che negli spostamenti. L’Ufficio tecnico del Comune, però, mi ha confermato questi tempi non più tardi di un mese fa».

Ben 750 mila euro l’importo complessivo dei lavori, suddivisi fra un finanziamento di 525 mila euro da parte della Regione Emilia Romagna nell’ambito dei contratti di rigenerazione urbana, «un ulteriore contributo di 50 mila euro dalla Regione dal fondo per il “Dopo di noi” (progetti di acquisizione di indipendenza dal nucleo familiare di origine per le persone diversamente abili, nda) – aggiunge Tassinari – e 175 mila euro da una variazione del bilancio del Comune che abbiamo deliberato a ottobre/novembre». Nel «nuovo» palazzo Liverani troveranno spazio «un centro diurno al primo piano – entra nei particolari Elisa Conti, assessore alle Politiche abitative, sociali e sanitarie –, un appartamento destinato al “Dopo di noi” al primo piano e, infine, due apparta- menti di Edilizia residenziale sociale al secondo piano». (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 18 ottobre.

Nella foto: palazzo Liverani a Mordano

A Mordano l’Opera Anziani si espande anche a palazzo Liverani
Sport 22 Febbraio 2021

Il figlio ed il team smentiscono la morte di Fausto Gresini: «Gravissimo, ma ancora tra noi»

Nelle ultime ore tutte le testate giornaliste hanno erroneamente riportato la notizia della morte di Fausto Gresini, l’ex pilota e team manager imolese, 60 anni compiuti lo scorso 23 gennaio, che si trova ricoverato al Maggiore di Bologna dal 27 dicembre scorso per complicanze legate al Coronavirus

A smentire la notizia ci ha pensato il figlio Lorenzo con un post su Facebook: «Il mio grande babbo sta molto male, ma il suo giorno non sarà oggi». E anche il team Gresini su Twitter: «Nonostante le notizie in circolazione, attualmente Fausto è ancora tra noi, seppur in condizioni critiche».

Nella foto: Fausto Gresini ai box

Il figlio ed il team smentiscono la morte di Fausto Gresini: «Gravissimo, ma ancora tra noi»
Cronaca 22 Febbraio 2021

Coronavirus, a Imola da domani nuove misure per mercati ambulanti e agroalimentare in sicurezza

Nuove disposizioni sono state prese dal Comune per la gestione dell’emergenza sanitaria, in merito ai mercati ambulanti ed a quello agroalimentare e di vendita diretta da parte di imprese agricole. Le nuove disposizioni entrano in vigore da domani, martedì 23 febbraio, fino a sabato 6 marzo.

Sono state emanate con apposite ordinanze firmate dal sindaco Marco Panieri, visto il numero dei contagi registrati negli ultimi giorni sul territorio comunale, che rendono necessario adottare ulteriori misure di sicurezza e prevenzione nello svolgimento dei mercati trisettimanale, del quartiere Pedagna il sabato pomeriggio e di Sesto Imolese il venerdì mattina e del mercato agroalimentare e dei mercati di vendita diretta da parte di imprese agricole. Le violazioni alla presente ordinanza sono punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400,00 ad euro 1.000,00. (da.be.)

LE MISURE PREVISTE 

Coronavirus, a Imola da domani nuove misure per mercati ambulanti e agroalimentare in sicurezza
Cronaca 22 Febbraio 2021

Coronavirus, 125 nuovi positivi e più ricoveri a Imola. Incidenza più alta della regione. Bonaccini: “Pronti a provvedimenti più restrittivi, se serve”

Record di contagi registrati oggi dall”Ausl di Imola: 125 nuovi positivi su un migliaio di tamponi, tra molecolari e antigenici. E aumentano anche i ricoveri: 50 (+3) le persone con Covid nei reparti dell’ospedale di Imola, 9 (-2) nell’OsCo a Castel San Pietro e 13 (+1) in terapia intensiva tra Imola e Bologna. Le guarigioni sono 91, quindi i casi attivi (il numero dei malati/positivi) sale ancora fino a 1385. Dobbiamo ritornare a metà novembre, a pochi giorni dal picco della seconda ondata tra fine novembre e inizio dicembre, per trovare un numero simile di persone positive.

Dei nuovi casi, 66 sono asintomatici, 48 emersi tramite tracciamento, 49 sono riferibili a focolai già noti. Per quanto riguarda le fasce d’erà 27 hanno da 0 a 24 anni, 27 da 25 a 44 anni, 33 da 45 a 64 anni, 38 dai 65 anni in su.  

Il trend di crescita elevata dei contagi si conferma per il terzo giorno consecutivo anche a livello regionale: sono 1.847 i nuovi positivi al Coronavirus in Emilia Romagna oggi a fronte di pochi tamponi, 12.312. In aumento anche i casi gravi, ovvero i ricoveri in terapia intensiva che oggi sono 194 (+10) e 2.017 (+79) quelli negli altri reparti Covid. Le persone guarite sono 1.325 quindi i casi attivi salgono a 36.516. Si registrano anche altri 23 morti, tutti grandi anziani. In totale, dall”inizio dell”epidemia le morti in regione sono state 10.368. Dei nuovi casi 821 sono asintomatici individuati grazie all”attività di tracciamento, 711 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’andamento nel territorio, vedere ancora una volta in testa per numero di nuovi casi la provincia di Bologna con 518 a cui vanno aggiunti i 125 di Imola, a seguire Modena (331), Rimini (167), Reggio Emilia (159), Ferrara (124), Parma (119), Ravenna (117), Cesena (112), Forlì (58) e Piacenza (17). 

Non si ferma l’onda del Coronavirus nei comuni del circondario imolese. La provincia di Bologna ha l’incidenza più alta nelle ultime due settimane, ma a questo dato concorre fortemente proprio Imola: 461 di incidenza contro 322 del resto dell’area metropolitana. Il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini durante la conferenza stampa con il sindaco di Medicina, Matteo Montanari (a meno di un anno dalla zona rossa della prima ondata sono pronti gli investimenti finanziati da viale Aldo Moro per la ripartenza), non ha escluso la possibilità di micro zone rosse: “Siamo pronti a provvedimenti ulteriormente restrittivi dove serve, ovviamente di concerto con gli amministratori locali e basandoci su quello che gli esperti delle Ausl consigliano”. Il riferimento era a San Benedetto Val di Sambro, dove c’è un picco di contagi, il sindaco oggi ha chiuso le scuole e si faranno tamponi a tappeto per gli studenti.

Ma domani mattina c’è l’appuntamento settimanale con l’aggiornamento sanitario del Distretto di Imola e la previsione che possano arrivare ulteriori restrizioni circola da giorni. (r.cr.)

Nella foto il sindaco di Imola Marco Panieri con il presidente della Regione Stefano Bonaccini ieri durante la visita a Casa Guglielmi a Montecatone

Coronavirus, 125 nuovi positivi e più ricoveri a Imola. Incidenza più alta della regione. Bonaccini: “Pronti a provvedimenti più restrittivi, se serve”
Cronaca 22 Febbraio 2021

Giovedì in consiglio comunale la proposta di Bilancio 2021 del Comune di Imola

Sarà presentata giovedì 25 febbraio in Consiglio comunale la proposta di Bilancio 2021 e del Piano triennale degli investimenti 2021-2023. Un bilancio che tiene conto della pandemia e della situazione in corso. «Puntiamo su un piano di stabilizzazioni e assunzioni del personale per avere una macchina comunale più forte, in grado di garantire servizi sempre più mirati alle esigenze dei cittadini, e sul ritorno, con cifre importanti, degli investimenti pubblici, in particolare nel comparto energetico, delle manutenzioni e della scuola – sottolinea il sindaco Marco Panieri -. Inoltre, per rispondere alla pandemia, cerchiamo di mantenere i servizi a pieno regime e abbiamo deciso di non aumentare le pressione fiscale, che sarebbe stato un peso non sopportabile per le famiglie e le imprese e di porre una attenzione nuova nei confronti delle famiglie con situazioni economiche più fragili».

Tra le scelte fondamentali ci sono la pressione fiscale invariata, una politica tariffaria che amplia la fascia di famiglie agevolate nei servizi all’infanzia di circa il 10 per cento, un piano di investimenti da 9 milioni di euro nel 2021 e da 40 nel triennio. Come già annunciato nelle settimane scorse, poi, è previsto un piano di assunzioni (46 persone, di cui 20 nel settore dei servizi all’infanzia) che permetterà di potenziare la struttura del Comune, garantendo i servizi e rispondendo meglio alle esigenze dei cittadini. «Infine – conclude il vicesindaco e assessore al Bilancio, Fabrizio Castellari – continua la riduzione dell’indebitamento del Comune, in attesa dei provvedimenti da parte dello Stato che consentiranno a tutti gli enti locali di alleggerire il peso delle rate di ammortamento. Più in generale, anche il nuovo Governo Draghi appena insediato, cui va tutta la mia fiducia, ha già annunciato la sua attenzione verso i Comuni e le risorse a loro destinate. Provvedimenti sono attesi in questa direzione».

Dopo la presentazione del 25, l’iter di approvazione prevede quattro passaggi in commissione Bilancio il 2, 5, 9 e 12 marzo per approfondire rispettivamente il capitolo entrate (con tasse e tariffe), le spese, opere pubbliche e piano delle alienazioni, regolamenti e nota di aggiornamento al Documento unico di programmazione (Dup). Il 15 marzo è invece il termine fissato per la presentazione degli emendamenti, prima della discussione e approvazione finale da parte del Consiglio il 25 e 26 marzo. (mi.ta.)

Giovedì in consiglio comunale la proposta di Bilancio 2021 del Comune di Imola
Economia 22 Febbraio 2021

Confartigianato Emilia Romagna, prima riunione della nuova presidenza: «Priorità a digitale, formazione e sostenibilità ambientale e sociale»

Digitale, sostenibilità ambientale e sociale, formazione. Sono le tematiche prioritarie per Confartigianato Emilia-Romagna, oggetto della prima riunione della rinnovata presidenza, con la segreteria guidata da Amilcare Renzi. All’incontro erano presenti il nuovo presidente Davide Servadei, il vice presidente vicario Gilberto Luppi e i vice presidenti Luca Morigi e Graziano Gallerani (quest’ultimo ha partecipato da remoto). 

«La pandemia ha accelerato dei processi che erano già avviati e ora ci pone davanti alla sfida di non perdere l’occasione di cogliere le opportunità che arriveranno dalle misure del piano Next Generation Ue per rilanciare il sistema delle micro, piccole e medie imprese nella nostra regione. In un Paese dove oltre il 90% delle imprese ha meno di 50 dipendenti, occorre ribaltare il paradigma per cui oggi le leggi si fanno per le grandi imprese e vengono poi derogate per il 98% delle realtà economiche», afferma Davide Servadei, presidente di Confartigianato Emilia-Romagna

«La digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese sarà un elemento fondamentale per rilanciare il sistema – aggiunge Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Emilia-Romagna -. Un elemento che racchiude la necessità di investire in tecnologia, ma anche e soprattutto nella formazione dell’imprenditore e del personale per un cambio di passo nell’organizzazione dei processi e nella presenza sui mercati. Questo comporta anche l’esigenza di infrastrutture adeguate, da considerare anche nei territori periferici, per assicurare opportunità e mantenimento del presidio sociale anche alle comunità più distanti dai centri maggiori». (da.be.)

Nella foto: da sinistra Luca Morigi, Amilcare Renzi, Davide Servadei e Gilberto Luppi


Confartigianato Emilia Romagna, prima riunione della nuova presidenza: «Priorità a digitale, formazione e sostenibilità ambientale e sociale»
Cronaca 22 Febbraio 2021

Smog, ancora alti i livelli di Pm10. Misure prorogate fino a mercoledì 24 febbraio compreso anche a Imola e Ozzano

Proseguiranno fino a mercoledì 24 febbraio compreso le misure emergenziali, adottate lo scorso 19 febbraio in un primo momento fino ad oggi, per abbassare i livelli molto alti di inquinamento rilevati dalle stazioni di monitoraggio di Arpae el territorio bolognese come in gran parte della regione. Le limitazioni riguardano, oltre a Bologna, anche Imola e Ozzano Emilia. (da.be.)

Smog, ancora alti i livelli di Pm10. Misure prorogate fino a mercoledì 24 febbraio compreso anche a Imola e Ozzano
Cronaca 22 Febbraio 2021

Successo per il primo appuntamento con «PuliAmo Dozza», i volontari hanno raccolto 40 chili di rifiuti a Toscanella

Sabato 20 febbraio si è svolto il primo appuntamento di «PuliAmo Dozza», l’iniziativa di sensibilizzazione sui temi della limitazione della dispersione dei rifiuti e della salvaguardia dell’ambiente lanciata dall’Amministrazione guidata dal sindaco Luca Albertazzi.

Quaranta i chili di immondizia raccolti dai volontari iscritti nell’albo comunale e del Cgam (Corpo guardie ambientali metropolitane), che si sono concentrati sulle vie Bagnarola, Emilia, Galimberti, Marconi, Marmane, Santi e Ruggi a Toscanella. (lu.ba.)

Nella foto: alcuni dei volontari impegnati nella pulizia a Toscanella

Successo per il primo appuntamento con «PuliAmo Dozza», i volontari hanno raccolto 40 chili di rifiuti a Toscanella
Cronaca 22 Febbraio 2021

Coronavirus, dai fondi regionali per la ripartenza 1 milione di euro per restaurare il palazzo della Comunità di Medicina

Prende avvio il Programma straordinario di investimenti per le aree più colpite dalla prima ondata epidemica in Emilia Romagna: le province di Rimini e Piacenza (ex zone arancioni nella scorsa primavera) e, per quel che ci riguarda da vicino, il Comune di Medicina, il cui capoluogo e la frazione di Ganzanigo furono chiusi come «zona rossa» fra il 16 marzo e il 3 aprile del 2020.

Complessivamente, si tratta di 26 milioni di euro stanziati dalla Regione: 12,5 milioni ciascuna per le province di Piacenza e Rimini e 1 milioni di euro per il Comune di Medicina. Risorse, con contributi compresi in media tra l’80 e il 95% del costo ammissibile, che sommate ai cofinanziamenti degli enti locali, generano un investimento complessivo di quasi 35 milioni di euro destinati a 116 progetti.

Come già anticipato lo scorso autunno, Medicina utilizzerà interamente queste risorse per restaurare l’ala del palazzo della Comunità all’angolo delle vie Pillio e Cuscini, per la quale è previsto con il rifacimento della copertura e il consolidamento delle murature, la divisione interna degli spazi per ospitare gli uffici comunali e un archivio. Al milione stanziato dalla Regione il Comune aggiungerà ulteriori 447 mila euro. «La Regione ci è stata a fianco quando si è decisa la necessità della zona rossa, durante la gestione e ora per far ripartire i territori – ha detto il sindaco di Medicina, Matteo Montanari –. Questa ristrutturazione è il primo step di una più ampia riqualificazione di tutto il palazzo che porterà anche a rimodernare e ampliare la biblioteca».

«Chiudere Medicina è stata per me la scelta più difficile come amministratore – ha aggiunto il presidente della Regione, Stefano Bonaccini –. Abbiamo gestito l’emergenza sanitaria senza mai smettere di guardare avanti, stare vicino a sindaci e amministratori locali, ascoltarli e decidere insieme prima lo stanziamento di fondi direttamente dal bilancio regionale, poi i progetti da finanziare, purché cantierabili in tempi rapidi e utili alle comunità. Nessun finanziamento a pioggia, ma un piano complessivo per mobilitare risorse per la ripartenza». (gi.gi.)

Nelle foto: il palazzo della Comunità 

Coronavirus, dai fondi regionali per la ripartenza 1 milione di euro per restaurare il palazzo della Comunità di Medicina
Sport 22 Febbraio 2021

F1 a Imola, dalla prossima settimana i rimborsi dei biglietti del Gp 2020 a porte chiuse

Dopo mesi di silenzio, con una nota stampa giunta poco fa, Formula Imola ha comunicato di aver «provveduto al completamento dell’iter burocratico per il rimborso dei biglietti del Formula 1 Emirates Gran Premio dell’Emilia Romagna, svoltosi a porte chiuse in data 31 ottobre – 1 novembre 2020. A partire dalla prossima settimana la società competente procederà all”annullo dei titoli emessi ed allo storno economico. Il sistema bancario provvederà quindi al riaccredito degli importi». (r.s.)

Nella foto (Isolapress): scatto del Gp di F1 dell’1 novembre scorso

F1 a Imola, dalla prossima settimana i rimborsi dei biglietti del Gp 2020 a porte chiuse

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast