Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Sport 12 Maggio 2018

Superbike 2018 a Imola, le immagini delle prove libere del venerdì. IL VIDEO

Ieri è partita ufficialmente la quinta tappa del Mondiale di Superbike sul circuito «Enzo e Dino Ferrari» di Imola. Con le prime prove libere i piloti hanno preso confidenza con il tracciato e oggi e domani si daranno battaglia per provare a conquistare la vittoria finale.

r.s.

Nella foto: Marco Melandri in sella alla sua Ducati Aruba

Superbike 2018 a Imola, le immagini delle prove libere del venerdì. IL VIDEO
Cronaca 12 Maggio 2018

Le scarpe da ginnastica e le vecchie infradito diventano un tappetino in gomma antitrauma per Amandola

Vecchie scarpe da ginnastica o infradito di gomma da trasformare in granulato di gomma per realizzare una pavimentazione antitrauma per le aree giochi dei bambini. Una pavimentazione che sarà poi donata al Comune marchigiano di Amandola, colpito dal sisma nel 2016. Questo il nocciolo dell”iniziativa “Le tue scarpe al centro”, che proseguirà fino al 31 maggio, e che si concretizza nella raccolta delle scarpre da parte del Centro di educazione alla sostenibilità imolese in 28 punti allestiti presso scuole, palestre e municipi dei Comuni aderenti.

Di seguito l’elenco dei Comuni del circondario e i relativi punti di conferimento. Imola: presso centro sociale Campanella (via Curiel 16), centro sociale La Tozzona (via Punta 24), centro sociale Zolino (via Tinti 1), centro sociale La Stalla (via Serraglio 20/b), palaruggi (via Oriani 2/4), centro tecnico scherma e ginnastica artistica (via Ercolani 16), palestra Cavina (via Boccaccio 8), palestra Ravaglia (via Kolbe 3), palestra Ruscello (via volta 11), bocciofila (viale Saffi 50), Romeo Galli (via Romeo Galli 3) e Ceas (via Pirandello 12). Borgo Tossignano: presso scuola media (via della Resistenza 17) e biblioteca comunale (via Giovanni XXIII 11). Casalfiumanese: presso scuola media (viale Andrea Costa 27) e bocciofila (via Matteotti 23). Castel del Rio: presso scuola (via IV Novembre 1) e municipio (via Montanara 1). Castel Guelfo: presso la palestra scolastica (via Basoli 29/a). Dozza: presso municipio (via XX Settembre 37); Toscanella: presso delegazione comunale (piazza della Libertà 3), palestra comunale (piazza della Loggia 2), campo sportivo (via Nenni 3) e bocciofila (via Amendola 3). Fontanelice: presso campo sportivo (via VIII Dicembre 40) e palestra comunale (corso Europa 24). Mordano: presso la scuola elementare / media (via Lughese sud 124); Bubano: presso scuola elementare (via Lume 2352).  (r.c.)

Nella foto il logo della campagna

Le scarpe da ginnastica e le vecchie infradito diventano un tappetino in gomma antitrauma per Amandola
Imola 11 Maggio 2018

#ElezioniImola2018, i candidati della lista del Movimento 5 Stelle

Domani alle ore 12 scade il termine per la presentazione in Comune delle firme autenticate degli elettori (almeno 200) che permettono alle liste dei candidati di potersi presentare davvero alle prossime elezioni amministrative del 10 giugno. Il tempo stringe.

Nel frattempo arrivano gli elenchi completi dei candidati consiglieri comunali delle varie liste. Ieri sera al Molino Rosso è stata la volta del M5S, la lista che sostiene la candidata sindaco Manuela Sangiorgi.  

Ventiquattro nomi in tutto, quattordici uomini e dieci donne: Patrik Cavina, Ezio Roi, Stefania Chiappe, Stefano Buscaroli, Valerio Giovetti, Michela Nanni, Massimo Vasselli, Elena Piancastelli, Fabiano Cavina, Luciana Franceschini, Ermete Guerrini, Paola Pannunzio, Umberto Mingotti, Daniela Dall’Aglio, Andrea Cerulli, Lorenza d’Amato, Simone Righini, Graziano Righini, Luca Lelli, Federica Boccia, Fabrizio Favilli, Valeria Basile, Diego Padovani e Annalisa Roda. (r.c.)

Foto con alcuni dei candidati 5Stelle (al centro, seduta, Manuela Sangiorgi)

#ElezioniImola2018, i candidati della lista del Movimento 5 Stelle
Sport 11 Maggio 2018

Autodromo, le anticipazioni del presidente Selvatico Estense: “Rievocazioni e musica, puntiamo sui festival'

Il calendario 2018 dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari sta entrando nel vivo proprio quando è in corso la selezione per il nuovo direttore generale di Formula Imola, la società che gestisce l’impianto. Pier Giovanni Ricci, in carica dal 2016, si è riproposto e la settimana scorsa ha fatto il colloquio come gli altri sette contendenti. Ora ne sono rimasti in lizza due: Ricci e Roberto Marazzi, romano, funzionario Aci ed ex pilota automobilistico. «Ma la parola definitiva toccherà al Cda della società – precisa Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola -. Nel frattempo l’incarico di Ricci è stato prorogato all’1 giugno o fino alla nomina del nuovo direttore». A selezione in corso, correttezza vuole che il direttore lasci la parola al presidente per un bilancio del lavoro svolto e qualche anticipazione sul futuro. «Posso però dire che Pier Giovanni ha consolidato e mantenuto alto il livello della struttura in termini di gestione. I risultati economici sono sotto gli occhi di tutti nel bilancio».

Quest’anno c’è stata la nota dolente dell’evento musicale calendarizzato per giugno e non pervenuto.
«Fino all’ultimo abbiamo sperato che l’opzione che avevamo sui Foo Fighters si realizzasse, ma hanno preferito Firenze (il concerto ci sarà il 14 giugno, ndr). E’ la differenza tra una struttura come la nostra che vuole essere pagata e altre città che invece… Per i Guns e gli Ac/ Dc abbiamo chiesto 180 mila euro di affitto, qualcuno ci ha detto che è poco, ma consideriamo che lo stadio di San Siro ne costa la metà».

Il 1° Maggio il circuito è stato aperto al pubblico per commemorare Ayrton Senna, com’è andato l’evento?
«La giornata è stata organizzata da If e dalla Coop. Bacchilega ed è andata molto bene, abbiamo stimato circa 3.000 presenze».

Le aperture della pista al pubblico «non motorizzato» piacciono, contate di farne di più?
«C’è una richiesta in tal senso, chiaramente devono essere commisurate all’attività dell’autodromo e alla sicurezza. Ad esempio di sera può essere un problema. Abbiamo già avuto persone che sono cadute o sono state investite da una bici. Anzi, ne approfitto per rammentare che occorre un utilizzo responsabile, quando la pista è aperta a tutti si confida nel buon senso dei cittadini».

Passiamo al calendario motoristico, il Motor Legend Festival è stato una novità ben riuscita, lo riproporrete?
«E’ una bellissima iniziativa e confidiamo di proseguire anche l’anno prossimo. Però vorremmo trovare delle connessioni con le altre manifestazioni a carattere vintage che abbiamo in autodromo, cioè il Minardi Day e la 200 Miglia Revival. Ci piacerebbe proporre un festival tipo il Goodwood Revival, forse la più bella manifestazione del genere, la organizzano in Inghilterra e attira in media 200 mila persone. Quest’anno, senza troppa promozione, abbiamo fatto 15 mila persone col Legend, con moltissimi stranieri. Vorremmo proporre una settimana intera all’insegna della storia del motorsport, un evento che porterebbe un grande indotto a tutta la città».

E per quanto riguarda i concerti?
«Vorremmo organizzare un festival musicale… Finora abbiamo affittato l’autodromo e basta, ora l’idea è passare dall’altra parte della barricata, contattare direttamente gli artisti tramite i manager. Questo però comporta assumersi anche il rischio d’impresa, quindi occorre un parere positivo di Conami (il concessionario dell’autodromo per il Comune, ndr), socio unico di Formula Imola. Ci stiamo ragionando. Un festival del genere significherebbe creare un appuntamento musicale fisso, utile anche per non scombinare ogni volta il calendario motoristico per inserire un concerto, cosa che ha creato più di un attrito».

A proposito di rumore, le ultime sentenze nate da esposti e denunce di residenti e associazioni ambientaliste per disturbo della quiete pubblica e simili, si sono concluse positivamente per voi.
«Per quanto ci riguarda, e come ho detto più volte anche a Eddi Dolcetti, presidente del Comitato autodromo, su questo tema credo esistano spazi di concertazione. La gestione dell’autodromo è sempre più orientata al monitoraggio delle emissioni rumorose in base a quelle che sono le discipline autonome locali, più restrittive delle leggi nazionali. Lo stesso Conami sta investendo in strumenti di tutela attiva e passiva per calmierare l’incidenza dell’attività lavorativa dell’autodromo. Detto ciò, ricordo che abbiamo ricevuto delle lamentele anche per il rumore prodotto dalle gare ciclistiche e per gli schiamazzi dei podisti…». (l.a.)

L”intervista completa su «sabato sera» del 10 maggio.

Nella foto: Uberto Selvatico Estense insieme ad Ayda Yespica, la madrina del round imolese della Superbike

Autodromo, le anticipazioni del presidente Selvatico Estense: “Rievocazioni e musica, puntiamo sui festival'
Sport 11 Maggio 2018

Giro d'Italia Imola, spinning domani in piazza Matteotti per chi ama il fisico in forma

Per tutti coloro che non vorranno rinunciare all’attività ?sica nemmeno al sabato sera, si svolgerà Pedaliamo in piazza. Dalle 20.30 alle 22.30, piazza Matteotti diventerà il teatro degli amanti della bicicletta indoor. Le palestre coinvolte sono cinque (O?cina do corpo ?tness welness, E.P. Jim associazione sportiva dilettantistica, Buenavida body ?tness dance, Young line center, Centro sportivo Ortignola), in collaborazione con Uisp.

Un centinaio le postazioni. Il ritmo verrà scandito da istruttori professionisti che proporranno proprio il percorso dei Tre Monti della tappa del Giro d’Italia. Saranno due i «ride», cioè i momenti di spinning, ciascuno della durata di circa 50 minuti. Il primo ride si terrà alle 20.30 e sarà condotto dagli istruttori Carla Morelli, Margherita De Lillo e Maria Enrica Cesena; il secondo ride si terrà alle 21.30 e sarà guidato dagli istruttori Edgard Serra, Ivo Medri e Roberto Fort.

La partecipazione è aperta a tutti. Sul sito del Comune e sulla pagina facebook aggiornamenti sull’iniziativa. Il costo per partecipare è di 15 euro compreso il kit dell’evento.

r.s.

Nella foto: spinning in piazza Matteotti

Giro d'Italia Imola, spinning domani in piazza Matteotti per chi ama il fisico in forma
Cultura e Spettacoli 11 Maggio 2018

A Gocce di Musica 2018 il punk urlato degli Hlp

Il loro nome è Gio. Proprio così, anche se non è così. Il cantante Nicola Fronte, il batterista Leonardo Dominici, il chitarrista Davide Di Biase e il bassista Francesco Sagrini sono gli Hlp. «Che significa Gio – spiega Nicola -. Quando ero piccolo, io avevo già la passione per la chitarra, mentre la mia amica Giorgia giocava con le bambole: parlando mettendo la lettera dopo quella in questione, Gio diventa Hlp. Mi è sembrato bello ricordare quel periodo nel nome del gruppo». Ma Gio non fa parte della band? «No, non abitiamo nemmeno più vicini, ma siamo ancora amici».

Gli Hlp sono nati nel 2017, e si esibiscono a Ca” Vaina a Imola questa sera alle 21, nell”ambito di Gocce di musica. «Io faccio musica da dieci anni – continua Fronte -, prima suonavo il basso, ora canto. Ho conosciuto Leonardo in sala prove, poi Davide e Francesco, che sono più giovani. Proponiamo pezzi nostri, per i quali collaboriamo tutti, di genere punk: a metà maggio sarà pronto un nostro demo con sei pezzi«.Nicola ha esperienza in altri gruppi, e non solo: «Ho fatto il dj punk su Radio Sonora e ho suonato in gruppi non punk. Ora faccio la musica che mi piace. Il nostro è un gruppo da live, con pezzi veloci, urlati, dove ti diverti se c”è un pubblico che ti segue».

Le influenze sono comunque varie: «Io e il batterista abbiamo una preferenza per il punk inglese, mentre il chitarrista e il bassista seguono il punk californiano più recente – conclude il cantante -. Uniamo le varie influenze, dai Sex Pistols ai Clash ai Nirvana ai Cccp ai Green Day. Anche nel demo, i sei pezzi sono diversi tra loro. Quello che proponiamo espressamente per Gocce di musica parla di ecologia». (r.c.)

A Gocce di Musica 2018 il punk urlato degli Hlp
Sport 11 Maggio 2018

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana

Come ogni settimana torna la nostra guida sugli appuntamenti sportivi più importanti del weekend nel territorio.

Fine settimana non troppo ricco di appuntamenti anche perché certe squadre come l”Imolese (calcio di serie D) o i Flying Balls (basket di C Gold) riprenderanno a giocare sono tra una settimana. i rossoblù affronteranno nella semifinale play-off la Sangiovannese al Galli, mentre la squadra di coach Grandi giocherà la finale per salire in B contro la vincente di Fiorenzuola-Salus.

Il calcio dilettantistico è giunto alla fine della stagione regolare e ora domenica ci si gioca la promozione attraverso i play-off (ore 16.30). Interessate Tozzona-Amaranto nella semifinale del girone L di Seconda categoria (ore 16.30) così come Stella Azzurra e Ozzano Claterna in Terza che saranno impegnate rispettivamente sul campo del San Donato e della Pianorese. Chi invece vorrà evitare la retrocessione dalla Prima categoria sarà l”Ozzanese che, sempre alle 16.30, nel girone E giocherà in casa contro il Bononia. Il campionato, invece, non si è ancora concluso per il Fly Sant”Antonio (Seconda girone M) che alle 15.30 andrà sul campo dell”Argelatese. Nel calcio femminile (serie B) l”Imolese riceverà il Riccione (ore 15).

Sabato 12 (ore 18.30) nella pallavolo femminile (B2) la Clai Imola viaggerà in trasferta fino a Jesi per gara-1 play-off.

d.b.

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana
Economia 11 Maggio 2018

Agricoltura, domani l'europarlamentare Herbert Dorfmann ospite della Cia Imola spiega le linee guida della Politica agricola comune 2020-2027

“I nuovi indirizzi della Politica agricola comune 2020-2027. Stato dei lavori e delle elaborazioni”. Sono questi i temi di cui si parlerà sabato 12 maggio a Imola a Palazzo Sersanti (Piazza Matteotti) in un convegno organizzato dalla Cia di Imola (ore 9.30) con un ospite d”eccezione: Herbert Dorfmann, europarlamentare relatore del rapporto Politica Agricola Comune 2020-2027.
Dopo i saluti del presidente della associazione di categoria imolese, Giordano Zambrini, interverranno il professore Carlo Pirazzoli (Agraria, Universita` di Bologna) con la relazione “Criticita` e fattori di sviluppo per un’agricoltura locale orientata al futuro”, la dirigente scolasitica Vanna Monducci “Formare le capabilities per costruire il proprio futuro: cosa puo` fare la scuola”, Herbert Dorfmann “Nuovi indirizzi della politica agricola comune 2020-2027” e Stefano Calderoni (presidente Cia Ferrara) “Il ricambio generazionale”. Concluerà il presidente nazionale di Cia, Dino Scanavino; modera il giornalista Michele Zacchi.

Agricoltura, domani l'europarlamentare Herbert Dorfmann ospite della Cia Imola spiega le linee guida della Politica agricola comune 2020-2027
Cultura e Spettacoli 11 Maggio 2018

Salone del Libro, Arianna Papini: “Il mio premio Andersen subito dopo 'Nonni con le ali – Nonne con le ali' non può essere un caso''

“Credo che ”Nonni con le ali – Nonne con le ali” sia il libro che ho più desiderato di pubblicato nella mia carriera fatta di oltre 120 titoli. E” un”opera molto sentita, che parla della vita e di come troviamo nel quotidiano le persone assenti. Non credo sia un caso che dopo poco la sua pubblicazione abbia vinto il premio Andersen come miglior illustratrice 2018″. Arianna Papini presenta così il libro edito da Bacchilega Junior, brand della casa editrice imolese Cooperativa Bacchilega, presente a Torino allo stand dell”Alleanza delle Cooperative Italiane.

“E” un libro con contenuti importanti e molto delicati – continua l”autrice – nel quale c”è molto di me. I miei libri sono come figli, li curo e li coccolo. Per questo edito solo con persone con cui ho un grande feeling”.

Salone del Libro, Arianna Papini: “Il mio premio Andersen subito dopo 'Nonni con le ali – Nonne con le ali' non può essere un caso''
Cultura e Spettacoli 11 Maggio 2018

Raccolta fondi per il progetto «Grüne Linie», storie e immagini dalla Linea Gotica con Wu Ming2

Imola Antifascista organizza per stasera dalle ore 18.30 presso il Centro sociale Brigata 36 (via Riccione 4) un buffet benefit e, a seguire, la presentazione, insieme al fotografo Giancarlo Barzagli, di Grüne Linie, un progetto foto-narrativo di Giancarlo Barzagli e Wu Ming 2 su luoghi, casolari e paesaggi della 36ª Brigata Garibaldi. Si tratta di una ricerca fotografica sulla memoria degli avvenimenti che ebbero come protagonista una piccola valle nell’Appennino Tosco-Romagnolo investita dal passaggio del fronte durante la Seconda guerra mondiale. Seguendo gli indizi che la storia ha lasciato sul territorio, in bilico tra ricordi d’infanzia e memoria del conflitto, il progetto traccia una linea che incrocia la storia e le testimonianze di chi ha combattuto e vissuto su queste montagne.

Grüne Linie era il nome che l’esercito tedesco aveva dato alla Linea Gotica. Quelle storie hanno lasciato segni indelebili nel paesaggio e nella memoria dei pochi testimoni rimasti. Fino al 23 maggio sarà aperta una campagna di crowdfunding per raccogliere i fondi per realizzare un libro fotografico, con un racconto inedito di Wu Ming 2 e una mappa con itinerari tematici. Si può contribuire pre-acquistando una copia del libro o gli altri pacchetti legati alla campagna di crowdfunding, per la quale andrà anche il ricavato del buffet.

Foto dal volantino dell”iniziativa

Raccolta fondi per il progetto «Grüne Linie», storie e immagini dalla Linea Gotica con Wu Ming2

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast