Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Economia 19 Febbraio 2018

Area Blu ridà al Comune funzioni e lavoratori dell'ex Benicomuni. Presentato il progetto ai sindacati

La breve, e tormentata, storia di Benicomuni non si è ancora esaurita del tutto, nonostante che la società interamente detenuta dal Comune di Imola ad aprile 2017 sia stata incorporata da Area Blu, società partecipata da enti pubblici e che ha nel Comune di Imola l’azionista di riferimento. Quest’ultimo lunedì, infatti, si è svolto in municipio un incontro tra Comune e sindacati, ai quali è stato presentato ufficialmente il progetto di reinternalizzazione di alcune funzioni che facevano capo, prima, a Benicomuni e, oggi, ad Area Blu.

Benicomuni era nata nel 2013, dopo mesi di dibattito politico e di complicata trattativa sindacale, a seguito dello scorporo dei servizi manutentivi del Comune di Imola. Una Srl totalmente detenuta dal Comune, che si sarebbe dovuta occupare della gestione e del mantenimento del patrimonio immobiliare, della progettazione di opere pubbliche, della riqualificazione del verde comunale, degli interventi sulle strade e dei servizi cimiteriali. Scopo dell’operazione: il miglioramento della capacità di risposta dei servizi oggetto di esternalizzazione in un quadro di efficientamento complessivo dei servizi pubblici. La successiva modifica del quadro normativo nazionale di riferimento ha portato all’incorporazione di Benicomuni in Area Blu.

L’accordo siglato allora coi sindacati permetteva più opzioni contrattuali per il personale trasferito. Dentro Benicomuni per diverso tempo, i lavoratori hanno beneficiato di trattamenti differenziati e la situazione si è sanata soltanto con l’incorporazione in Area Blu ed il conseguente avvio di una lunga e complessa trattativa che ha portato alla stesura ex novo di un contratto aziendale. Contratto che ha armonizzato, uniformandole, le parti normative pregresse e definito le modalità di erogazione di salario accessorio, di cui hanno beneficiato anche i dipendenti rimasti legati al contratto degli enti locali.

E si è arrivati oggi con la progettata reinternalizzazione di alcune funzioni. Motivo? La troppo complicata gestione di iter che prevedono, per legge, l’approvazione da parte degli organismi pubblici. «Stiamo tenendo monitorata la situazione – informa Elisabetta Brazzoli, funzionaria della Fp-Cgil – partecipando sia ai tavoli di concertazione con l’amministrazione pubblica, sia incontrando l’azienda. La nostra preoccupazione è di tenere in equilibrio il sistema senza creare disegualianze tra lavoratori all’interno della compagine comunale».

Alcuni aspetti sono già stati chiariti, ma è presumibile che si rivelerà più o meno complicata a seconda di alcune variabili personali, quali il contratto nazionale di appartenenza, l”inquadramento, il salario accessorio e la continuita previdenziale.

L”articolo completo su “sabato sera” del 15 febbraio.

r.e.

Nella foto: un dipendente di Benicomuni

Area Blu ridà al Comune funzioni e lavoratori dell'ex Benicomuni. Presentato il progetto ai sindacati
Sport 19 Febbraio 2018

Volley B2 femminile, la Csi Clai Imola domina Vignola e si avvicina ai play-off

Doveva essere una partita tirata, di quelle tese che valgono i play-off, ma la vittoria della Csi Clai Imola sul Vignola per 3-0 è stata tutto tranne questo. Più concrete e solide sotto rete (soprattutto a muro: 8-1), le ragazze di Turrini dopo un avvio equilibrato (25-21 il primo parziale), hanno passeggiato nei restanti due set, lasciando prima a 11, poi a 14 le avversarie.

Se i play-off non sono in tasca, ora sono sicuramente più vicini.

r.s.

Csi Clai Imola – Vignola: 3-0 (25-21, 25-11, 25-14).

Csi Clai Imola: Rapisarda ne, Devetag 10, Bombardi, Cavalli 3, Ferracci 9, Folli ne, Ricci Maccarini, Melandri 2, Tamburini ne, Collet 13, Tesanovic 13, Magaraggia (L). All. Turrini.

Vignola: Ferrari 8, Giardi 6, Cavani ne, Morselli 1, Pallotti ne, Giva 10, Manni V., Bucciarelli (L), Manni M. ne, Donnini 4, Capitani ne, Maietta ne, Pelloni. All. Magnani.

Imola

Volley B2 femminile, la Csi Clai Imola domina Vignola e si avvicina ai play-off
Sport 19 Febbraio 2018

Atletica indoor, imolesi in chiaroscuro ai Campionati italiani Assoluti

Si sono conclusi ieri i Campionati italiani indoor Assoluti in programma dal 16 al 18 febbraio ad Ancona, dove erano impegnati alcuni atleti imolesi. Assenti, invece, sia il mezzofondista Francesco Conti, causa infortunio, sia la saltatrice in alto Marta Morara che ha preferito preservarsi in vista della convocazione in nazionale per il triangolare del 3 marzo.

Il risultato più prestigioso rimane, senza dubbio, la medaglia di bronzo conquistata da Francesco Lama, tesserato per La Fratellanza Modena e appartenente al Gruppo Sportivo dell”Aeronautica Militare, nel salto con l”asta (leggi la news) con la misura di 5.20 m. Lama ha così ottenuto un ottimo piazzamento dopo essersi fregiato dell”argento poche settimane fa, sempre ad Ancona, ai Campionati italiani categoria Promesse.

Nel mezzofondo Simone Bernardi ha gareggiato un pò sotto alle aspettative chiudendo al 5° posto nei 3000 (8.25.44) e all” nei 1500 (3.51.45), mentre, negli 800, Riccardo Gaddoni, nonostante l”ultimo tempo d”ingresso tra i 26 partecipanti, ha sorpreso tutti finendo 13° (1.52.98). Infine, la staffetta 4×200, composta da Davide Bernabei, Enrico Ghilardini, Andrea Cavini e Alex Pagnini, ha corso in 1.29.74 che gli è valsa la piazza finale.

r.s.

Nella foto (dal sito ufficiale dell”Atletica Imola): Simone Bernardi alla partenza

Atletica indoor, imolesi in chiaroscuro ai Campionati italiani Assoluti
Sport 18 Febbraio 2018

Basket C Gold, questa volta la volata sorride a Castel Guelfo

Non c”è due senza tre. Dopo le vittorie di Vsv Imola e Flying Ozzano anche Castel Guelfo conquista due punti importanti per la classifica (in chiave salvezza), sbancando, in volata, 61-59 il parquet di San Lazzaro, in un match iniziato con qualche minuto di ritardo per un problema ai tabelloni.

Ottimo approccio nel primo quarto per i ragazzi del tecnico Serio che, a parte qualche canestro in avvio, concedono veramente molto poco agli avversari. Nel secondo parziale, sospinti da Musolesi (doppia doppia da 12 punti e 10 rimbalzi) e Trombetti, i gialloblù mantengono lo stesso copione dei primi minuti e, all”intervallo lungo, la partita sembra, di fatto, già in discesa (23-38).

Nel terzo quarto, però, mentre San Lazzaro rientra in campo, Castel Guelfo rimane, idealmente, negli spogliatoi, e subisce la lenta ma inesorabile rimonta dei padroni di casa (42-47). Sopra di cinque punti a 10 minuti dalla sirena i gialloblù cercano di evitare la beffa clamorosa e si rimettono in carreggiata con Grillini e, soprattutto, Baccarini. San Lazzaro, però, ormai sente il profumo d”impresa e a 4 giri di lancette dalla fine trovano l”incredibile pareggio (57-57). Nei restanti 240 secondi di passione i liberi diventano decisivi. I padroni di casa fanno 2/4, mentre i ragazzi di Serio 1/2 e vanno sotto. A 2 minuti dal termine, un fallo antisportivo, manda Grillini in lunetta che stampa un 2/2, ma sul tiro da due nell”azione seguente Trombetti non trova la via del canestro (59-60). Gli errori si susseguono e a 60”” dalla sirena San Lazzaro ha i liberi del sorpasso, ma li fallisce entrambi. La palla però finisce ancora nelle mani dei biancoverdi che sbagliano non uno, ma ben due tentativi dal campo. Palla agli ospiti che subiscono fallo su Musolesi a -7””. L”uno su due dalla lunetta e il rimbalzo ancora per Castel Guelfo decreta così la fine delle ostilità.

In classifica i gialloblù consolidano il 5° posto, con 20 punti, mettendo un altro bel mattoncino per la permanenza in C Gold e, nel prossimo turno, affronteranno, al palaMarchetti, venerdì 24 (ore 21)Bertinoro.

d.b.

Tabellino

San Lazzaro-Prosic 59-61 (11-17, 23-38, 42-47)

San Lazzaro: Quadrelli 3, Fabbri 7, Allodi 9, Rossi 5, Cempini 18, Lolli 10, Baietti, Annunzi 2, Mellara 5, Rosa, Mazzini. All. Bettazzi.

Castel Guelfo: Musolesi 12, Pieri 1, Casagrande 9, Govi 5, Trombetti 10, Bernabini, Rebeggiani ne, Grillini 5, Santini 6, Baccarini 7, Burresi, Degli Esposti Castori 6. All. Serio.

Nella foto (dalla pagina facebook di Castel Guelfo): la gioia gialloblù a fine gara

Basket C Gold, questa volta la volata sorride a Castel Guelfo
Sport 18 Febbraio 2018

Basket C Gold, i Flying Ozzano non si fermano più e superano anche la resistenza di Montecchio

Undicesima vittoria consecutiva per i Flying Ozzano che superano, in casa, Montecchio per 91-77 e mantengono la vetta della classifica.

La squadra di coach Grandi non parte benissimo all”alba del primo quarto (14-2 dopo 4”) e si lascia sorprendere dall”intraprendenza offensiva degli ospiti, concedendo troppo in fase difensiva. Corcelli e Dordei prendono in mano la squadra e, complice il buon apporto dalla panchina di Masrè, Magagnoli e Morara, i biancorossi riescono a contenere il passivo alla prima sirena (22-27). Nel secondo parziale, per contrastare un Di Noia in gran serata, anche Lalanne e Folli portano punti alla causa e il sorpasso diventa realtà a metà quarto sul 38-37. L”attacco ozzanese torna a girare a meraviglia, la difesa chiude ogni spazio e le «Palle volanti» scappano via fino al 56-43 all”intervallo lungo. 

Nel secondo tempo Montecchio prova a ridurre lo svantaggio sotto la doppia cifra, ma i Flying controllano e allungano ancora, spinti da Corcelli e Agusto. Gli ospiti faticano a trovare la via del canestro e, prima degli ultimi 10 minuti, il tabellone segna 77-57 per i padroni di casa. Nell”ultimo quarto parte meglio Montecchio che si riporta a -12 quando il cronometro segna -7” da giocare. Da lì in poi, complici errori al tiro e palle perse, bisogna aspettare gli ultimi minuti per vedere ancora muovere la retina. Ci pensano Magagnoli e Morara (18 punti alla sirena) a fissare il risultato finale e respingere gli ultimi flebili tentativi di Montecchio.

Nel prossimo turno, in programma domenica 25 (ore 18), i Flying Ozzano voleranno in terra straniera per affrontare San Marino.

d.b.

Tabellino

Laco-Montecchio 91-77 (22-27, 56-43, 77-57)

Ozzano: Folli 4, Chiusolo, Corcelli 23, Dordei 14, Agusto 10, Masrè 9, Morara 18, Lalanne 5, Magagnoli 8, Agriesti, Mengoli ne, Martini. All. Grandi.

Montecchio: Grisendi, Bertocco 2, Di Noia 28, Gruosso 8, Negri 4, Borghi, Guardasoni 3, Seclì 13, Guidi 4, Vanni 11, Giglioli, Basso 4. All. Cavalieri.

Nella foto (dalla pagina facebook dei Flying Ozzano): Nunzio Corcelli, autore di 23 punti

Basket C Gold, i Flying Ozzano non si fermano più e superano anche la resistenza di Montecchio
Sport 18 Febbraio 2018

Basket C Gold, pronto riscatto per la Vsv Imola sui monti reggiani

La Virtus Spes Vis Imola torna al successo, dopo il tracollo nel derby contro Ozzano, e lo fa vincendo 73-61 sul campo di Castelnovo Monti.

Il primo quarto è di marca reggiana, con i padroni di casa bravi, soprattutto dall”arco, a mettere sotto scacco la difesa imolese. L”attacco giallonero difetta di precisione e le due squadre vanno al primo riposo con Castelnovo Monti avanti 21-17. Nel secondo parziale, un mini-break ospite di 4-0 riporta in parità i giochi. La Vsv mette il naso avanti con Sangiorgi, ma i reggiani trovano sempre la forza di allungare. Casadei e compagni, però, sfruttano una ritrovata precisione al tiro e rimangono in scia, con il punteggio che, all”intervallo lungo, vede i gialloneri sotto di 3 lunghezze.

Nel secondo tempo Castelnovo Monti riesce a scappare fino a +7, ma Nucci con otto punti consecutivi riporta avanti i suoi. Simaitis Zhytaryuk se le suonano, sportivamente parlando, di santa ragione e a -2” dalla penultima sirena il punteggio è in perfetta parità (50-50). Casadei prima e Ranocchi poi, però, riportano i gialloneri in vantaggio di 4 punti con ancora 10 minuti da giocare. L”ultimo quarto si apre con la tripla di Boero e i canestri di Ranocchi e Zhytaryuk che fissano il vantaggio sulla doppia cifra (+13), quando mancano 5 minuti alla fine del match. Nel finale i ragazzi di Tassinari controllano piuttosto agevolmente la situazione, conquistando due punti fondamentali per classifica e morale, grazie ad una difesa attenta, soprattutto negli ultimi due quarti, e all”apporto offensivo dell”mvp Zhytaryuk, miglior realizzatore con 20 punti, e di Casadei, autore di una doppia doppia da 10 punti e 11 rimbalzi.

In classifica rimane tutto invariato con i gialloneri sempre in testa insieme a Ozzano e Fiorenzuola, vittoriose entrambe nell”ultimo turno, ma di fatto terzi per via degli scontri diretti. Nel prossimo turno, in programma sabato 24 (ore 21) al palaRuggi. la Vsv affronterà Pontevecchio.

d.b.

Tabellino

Castelnovo Monti-Npc 61-73 (21-17, 40-37, 53-57)

Castelnovo Monti: Magnani 9, Simaitis 17, Levinskis 2, Mallon 7, Rossetti, Canuti 14, Corradini 7, Canovi, Torlai ne, Bedeschi ne, Pitton 5, Barigazzi ne. All. Diacci.

Vsv: Dal Fiume 4, Nucci 11, Casadei 10, Ranocchi 9, Zhytaryuk 20, Boero 13, Creti ne, Sassi ne, Sangiorgi 4, Dalpozzo 2. All. Tassinari.

Nella foto (dal profilo facebook della Vsv Imola): Zhytaryuk autore di 20 punti

Basket C Gold, pronto riscatto per la Vsv Imola sui monti reggiani
Cultura e Spettacoli 18 Febbraio 2018

Rassegna dell'Auser, alla sala Cidra si parla del politico e scienziato imolese Giuseppe Scarabelli

Il prossimo appuntamento della rassegna Miscellanea dell’Auser, che si terrà presso la sala Cidra (via Fratelli Bandiera 23) lunedì 19 febbraio dalle 14.30 alle 16, prenderà in esame la figura di Giuseppe Scarabelli.

Scarabelli, geologo e paletnologo (nato a Imola nel 1820 e quivi morto nel 1905), era di discendenza nobiliare, era infatti il conte Giuseppe Scarabelli Gommi Flaminj, avendo ereditato dal prozio materno Giacomo beni, cognome e titolo nobiliare, che peraltro egli assai raramente usò. Nell’infanzia fu di salute cagionevole e dovette soffrire la perdita della sorella Geltrude e della madre, che morì di parto nel 1833. Terminati gli studi a Imola, Scarabelli frequentò lezioni all’università di Bologna, poi di Firenze, nel 1843 di Pisa, dove conobbe il geologo Leopoldo Pilla, nel 1844 di Padova, ma non ottenne mai la laurea.
Uomo di molti meriti scientifici (sommano ad oltre quaranta le pubblicazioni sue uscite tra il 1844 ed il 1901) e di preclare virtù patriottiche, per oltre mezzo secolo dedicò la sua vita alle indagini scientifiche, che ebbero il loro culmine con il ritrovamento sul monte del Castellaccio, a Imola, di una stazione preistorica dell’Età del bronzo.

Non solo studioso, ma anche impegnato nella vita sociale locale e nazionale, prese parte a tutti gli atti che dal 1847 al 1860 furono caratteristici delle vicende politiche italiane. Scrive di lui Romeo Galli: «Tempra di singolare fermezza e rettitudine, sagace più che pronto, riflessivo prima che audace, Giuseppe Scarabelli non ebbe mai l’effusione e lo slancio del patriottismo romantico e sovversivo; ma fu incrollabile nella sua opposizione al governo papale e nella sua fede ai principi costituzionali, meritando di divenire il depositario della fiducia liberale».
Sindaco di Imola nel 1860, senatore del Regno nel 1864, fu anche presidente della Cassa di Risparmio di Imola e fondatore dell’asilo infantile, a cui lasciò un cospicuo legato e dai cui bambini volle essere accompagnato al cimitero.

r.c.

Nella foto: Giuseppe Scarabelli

Rassegna dell'Auser, alla sala Cidra si parla del politico e scienziato imolese Giuseppe Scarabelli
Cronaca 18 Febbraio 2018

Al via i lavori per rinnovare il campetto da basket all'aperto di Portonovo

Non ci giocherà LeBron James o Steph Curry, ma anche la piccola frazione medicinese di Portonovo avrà il suo nuovo campetto da basket all’aperto, in sostituzione del vecchio adiacente al campo da calcio e ormai logorato dopo più di 30 anni dalla sua creazione. Questa sembra essere la volta buona per dare il via ai lavori, così come deliberato dall’Amministrazione comunale di Medicina, in un progetto più ampio che riguarderà una manutenzione complessiva dell’intero impianto sportivo della frazione.

Il costo totale si dovrebbe aggirare sui 30 mila euro circa, coperto per metà dal Comune e per la parte restante dal Gruppo sportivo portonovese e dall’associazione Pro Portonovi’s. «Sono anni che volevamo partire con questo progetto – ha illustrato la presidente dell’associazione Pro Portonovi’s, Romina Gurioli -. Gli interventi nell’area basket riguarderanno il rifacimento della pavimentazione, il ripristino dei canestri e sarà fatta anche la predisposizione per un impianto di illuminazione autonomo. La pista, di dimensioni regolari, ci piacerebbe che diventasse polifunzionale e cioè utilizzata anche da chi, ad esempio, usa lo skateboard o i pattini».

Il campetto da basket, che sarà utilizzabile da tutti gratuitamente, è la parte principale del progetto, ma i lavori riguarderanno anche la sala polivalente, la tribuna e gli spogliatoi. «La saletta è provvista di una cucina e può contenere circa 70 persone – prosegue la Gurioli -. Ha bisogno di un restyling della copertura per eliminare le infiltrazioni d’acqua. La tribuna del campo da calcio deve essere messa a norma con la sostituzione delle assi di seduta e con la chiusura degli spazi tra una gradinata e l’altra. Infine, negli spogliatoi dei calciatori, tra le altre cose, verranno sostituite le docce delle grondaie e sarà ripristinata la guaina sul tetto».

Gli interventi dovrebbero iniziare in febbraio per terminare a maggio, ma i tempi sono legati anche alle condizioni climatiche dei prossimi mesi. «Auspichiamo – ha concluso la presidente – di concludere la maggior parte dei lavori per il 1° maggio, quando ci sarà il 10° Memorial Giacomo Bulgarelli, torneo di calcio per i bimbi nati nel 2007».

Importante e di vitale importanza anche il connubio con il Gruppo sportivo portonovese, la società che dal 1973 ha in gestione l’intero impianto sportivo. «Il progetto è molto bello e rappresenta un ulteriore segnale che a Portonovo siamo “vivi” – commenta il presidente, Secondo Selva -. La pavimentazione della pista, per vari motivi, ha tenuto poco nel tempo e bisognava fare qualcosa per dare ai più giovani la possibilità di fare sport a due passi da casa».

Soddisfazione trapela anche negli uffici del Comune di Medicina. «L’Amministrazione comunale vede di buon occhio questo progetto perché si concentra sulle frazioni che, da sempre, sono centri di aggregazione importanti – conclude il vicesindaco, Matteo Montanari-. Sebbene in passato non si fosse puntato su questi interventi, abbiamo ritenuto che questo fosse il momento adatto per sfruttare al meglio quella zona». 

d.b.

Nella foto: il campetto da basket di Portonovo come si presenta oggi prima dei lavori

Al via i lavori per rinnovare il campetto da basket all'aperto di Portonovo
Cronaca 18 Febbraio 2018

Bimbi e incidenti domestici, a Imola un incontro sui consigli per non correre rischi

Incontro gratuito sulla sicurezza domestica dei bimbi. L’iniziativa, organizzata dal consultorio familiare in collaborazione con l’unità di Igiene e Sanità pubblica dell’Ausl, si intitola Attenti a quei due: ovvero la sicurezza dei più piccoli e ha l’obiettivo di aiutare i genitori a tenere lontani i loro figli dai pericoli che si possono nascondere in casa. Martedì 20 febbraio, alle ore 14.30, al consultorio familiare, in viale Amendola 8 (ospedale vecchio). Per informazioni: tel. 0542 604241 e 0542 604190 (dal lunedì al venerdì dalle ore 12 alle 13.30).

Nella foto (tratta dalla pagina facebook di Ciucci Ribelli): alcuni bambini

Bimbi e incidenti domestici, a Imola un incontro sui consigli per non correre rischi
Sport 18 Febbraio 2018

Futsal serie A, Imola-Castello vede Napoli (e i tre punti) poi… perde nei minuti finali

Riparte con una sconfitta, dopo la sosta per l”Europeo in Slovenia, il campionato dell”Ic Futsal. A Napoli, infatti, la squadra di Pedrini, nonostante una buona prova, cade 5-3 rimanendo, però, in partita fino alle battute finali.

Sul campo di una delle favorite per lo scudetto e attualmente quarta forza del campionato, i bianconeroverdi vanno subito sotto di due reti, prima della rimonta firmata da Ferrugem e Vignoli che chiude, di fatto, la prima frazione in perfetta parità. Nella ripresa l”Ic Futsal spreca alcune buone occasioni sotto porta e, ciò nonostante passa, addirittura, in vantaggio con Castagna a metà secondo tempo. Il Napoli, però, dimostra tutta la propria forza, uscendo alla distanza e ribaltando il risultato a pochi giri di lancette dal triplice fischio.

In classifica, comunque, rimane tutto invariato. L”Ic Futsal, infatti, con i suoi 18 punti, è sempre fuori dalle posizioni play-out ancora occupate da Cisternino (17) e Lazio (13), mentre Milano chiude la graduatoria a quota 10. Nel prossimo turno Vignoli e compagni, però, affronteranno alla Cavina, sabato 24 (ore 18), proprio Cisternino in una sorta di spareggio salvezza. Vincere, vorrebbe dire allungare a +4 sui pugliesi e mettere un mattoncino importante per la permanenza in serie A, oltre che provare ad avvicinarsi alle squadre davanti come Eboli e Latina.

d.b.

Tabellino

Napoli-Ic Futsal 5-3 (2-2) 
Napoli: Espindola, Ghiotti, Patias, Lolo Suazo, Jelovcic, Cainan, Duarte, De Lima, Scigliano, Avolio, Moccia, Vallarelli. All. Polido. 
Imola-Castello: Juninho, Ferrugem, Castagna, Marcio Borges, Rodriguez, Salado, Vignoli, Saura, Misael, Alpi, Liberti, Battaglia. All. Pedrini. 
Marcatori: 2”59″ p.t Patias (N), 4”03″ De Matos (N), 10”26″ Ferrugem (I), 13”15″ Vignoli (I), 10”44″ Castagna (I), 12”58″ rig. Patias (N), 14”16″ Lolo Suazo (N), 18”15″ Lolo Suazo (N). 
Ammoniti: De Matos (N), Rodriguez (I).

Nella foto (di Patrick Morini, dalla pagina facebook dell”Ic Futsal): Mauro Castagna in azione

Futsal serie A, Imola-Castello vede Napoli (e i tre punti) poi… perde nei minuti finali

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast