Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 13 Marzo 2018

Ai medicinesi piace l'idea del «night bus» per tornare da Bologna

Medicina promuove il bus notturno (night bus) della linea 242 che, a partire dal 16 settembre 2017 (e almeno fino al 7 giugno), tutti i sabati sera collega Medicina (partenza da via Libertà e fermata anche a Villa Fontana) a Bologna (capolinea in piazza dei Martiri) passando per Molinella, Budrio e Castenaso.

Da Medicina le corse partono alle 20.15 (arrivo a Bologna alle 21.50) e alle 0.30 (arrivo all’1.05), da Bologna alle ore 23 (arrivo a 0.22) e all’1.15 (arrivo alle 2.38). «Finora ciascuna delle due corse del rientro è stata utilizzata da un minimo di 5 fino a un massimo di 15 passeggeri di Medicina» fanno sapere da Tper. In pratica, significa che ogni sabato sono da 10 a 30 i medicinesi che scelgono questo servizio, pensato per i giovani che non hanno ancora la patente o non hanno voglia di guidare, magari dopo aver bevuto. Forse il viaggio è più lungo rispetto a quello sulla propria auto, ma è anche un modo per conoscere nuove persone e rilassarsi dopo una serata passata nei locali, senza trasformare i propri genitori in autisti. «Il passaparola sta funzionando bene e pensiamo sia un servizio da portare avanti – commenta il vicesindaco Matteo Montanari –. Tra l’altro, rientriamo in un vecchio accordo che gli altri comuni avevano già con Tper, quindi per noi si tratta di una spesa davvero piccola, circa 2.500 euro all’anno».

Si presenta diverso, invece, il caso della linea 115 che da metà settembre, dal lunedì al sabato (tranne il mese di agosto), collega Medicina alla stazione ferroviaria di Castello. La linea, attivata in via sperimentale fino alla fine del 2018, è composta da 7 corse all’andata e altrettante al ritorno che impiegano 15 minuti a collegare via Libertà con la stazione dei treni castellana, passando per la via San Carlo. «Sono state fatte alcune correzioni sull’orario per calibrare meglio le coincidenze con i treni» aggiorna Montanari. I dati forniti da Tper parlano di «una media di 15 persone al giorno suddivise in tutte le corse che da Medicina vanno in stazione, con punte massime di 19 passeggeri», per lo più studenti che al mattino devono prendere il treno per Bologna o Faenza. «Sono numeri non soddisfacenti – non nasconde il vicesindaco –. Tuttavia, serve tempo per far decollare un servizio come questo, anche perché quando è stato attivato qualcuno magari aveva già acquistato l’abbonamento al bus. La nostra intenzione è comunque quella di finanziare e prorogare il servizio almeno fino alla fine del mandato nel 2019. Nel frattempo, avvieremo un confronto con Regione e Città metropolitana per capire se ci sono i margini per sostenere i costi all’interno del Pums (Piano urbano per la mobilità sostenibile) o per trovare sinergie con l’outlet di Poggio Piccolo».

gi.gi.

L”articolo completo su “sabato sera” dell”8 marzo

Nella foto: un autobus davanti alla stazione di Castel San Pietro

Ai medicinesi piace l'idea del «night bus» per tornare da Bologna
Economia 12 Marzo 2018

Cgil Imola, Morena Visani nella segreteria confederale con Mirella Collina

Morena Visani affianca dal 5 marzo Mirella Collina nella segreteria confederale della Camera del lavoro di Imola. L”Assemblea generale l’ha eletta con voto segreto: gli aventi diritto erano 70, i votanti 59, hanno espresso voto favorevole in 41, contrari 12, astenuti in 5, una scheda bianca.

Morena Visani attualmente è la segretaria generale della Filcams Cgil di Imola in precedenza è stata segretaria della Fillea e prima ancora funzionaria. La Filcams è comunque il suo settore d’elezione, dato che ha iniziato l’impegno sindacale a fine anni ’80 col commercio come delegata nella grande distribuzione privata. Per Visani non si tratta della prima esperienza, per un periodo è stata nella segreteria confederale durante la segreteria di Elisabetta Marchetti. “Ci aspetta un periodo impegnativo sia rispetto al contesto generale che per l’imminente appuntamento della fase congressuale che inizieremo ad aprile. Non sarà semplice perché si andrà anche all’elezione del segretario nazionale in un contesto complicato, anche per la situazione economica del paese. Le situazioni di difficoltà ci sono ancora, nel nostro territorio il declino si è arrestato ma l’assestamento ha visto la stabilizzazione delle persone con contratti di lavoro assolutamente precari”. 

Una segreteria a due è quantomeno irrituale rispetto al passato della Cgil di Imola, abituata anche a segreterie a cinque o a sette. I tempi però cambiano e soprattutto il Congresso incombe. «In effetti di solito si è almeno in tre» ammette Mirella Collina, eletta al vertice della Cgil dopo le dimissioni di Paolo Stefani. «Ho fatto questa scelta per non sguarnire le categorie in previsione proprio del lavoro per preparare il Congresso che è molto importante – motiva -. Anche Morena rimarrà nel suo ruolo di segretaria della Filcams. Ma è mia intenzione cedere alcune deleghe specifiche ai vari segretari. Saranno i segretari ad aiutare la segreteria».

l.a.

Nella foto Morena Visani

Cgil Imola, Morena Visani nella segreteria confederale con Mirella Collina
Cronaca 12 Marzo 2018

Partono oggi i lavori per la nuova Casa della Salute di Borgo. Alcune attività saranno temporaneamente sospese

Sono partiti oggi, lunedì 12 marzo, i lavori nella sede dell”Ausl di Imola a Borgo Tossignano, in via dell”VIII Centenario, che la trasformeranno nella terza Casa della Salute del nostro territorio. La struttura sarà dotata di Servizio di Accoglienza a gestione infermeristica e vedrà presente, periodicamente, un”assistente sociale dell”Asp.

I lavori termineranno ad ottobre e per garantire la continuità delle attività si svolgeranno in 3 fasi successive. Tra marzo e maggio sarà ristrutturata l’area a destra dell’ingresso, tra maggio e luglio l’area sinistra e tra luglio ed ottobre saranno ricollocati nei locali definitivi tutti i servizi. Per questi motivi, da marzo (esattamente da venerdì 9) a luglio, sono sospese le attività dell’Ambulatorio Pap Test (gli appuntamenti verranno dirottati su Imola) e dell’Ambulatorio Vaccinazioni adulti, mentre tutti gli altri servizi saranno solo temporaneamente spostati da un locale all’altro. Venerdì 16 marzo, infine, dalle 14 alle 15,30 circa non sarà attiva la corrente per lavori alla linea elettrica della struttura.

L”intervento è stato reso possibile grazie al finanziamento di 326mila euro ottenuto tramite il bando del Programma di Sviluppo Rurale Regionale. I lavori riguarderanno l”aspetto edile ed impiantistico dei 500 metri quadrati su cui si erge la struttura sanitaria e serviranno per migliorare le prestazioni energetiche, la sicurezza antincendio e antintrusione, l’implemento degli impianti esistenti ed alcune modifiche planimetriche.

r.c.

Nella foto: la sede dell”Ausl di Borgo Tossignano

Partono oggi i lavori per la nuova Casa della Salute di Borgo. Alcune attività saranno temporaneamente sospese
Cultura e Spettacoli 12 Marzo 2018

Ritorna Bubano Blues, da domani sei serate per la rassegna primaverile

Bubano e il blues sono ormai una certezza nel panorama delle iniziative culturali del territorio. Così, da martedì 13 marzo ritorna alla sala civica la rassegna primaverile di Bubano Blues, ormai giunta al quinto anno e articolata su sei martedì sera durante i quali si esibiranno musicisti e band di primordine.

Si comincia, come detto, domani sera con il pop-rock-soul-blues degli Stop&Go con ospiti il trombettista Giuseppe Emiliani e il sassofonista Davide Villa. Una settimana dopo da Austin, in Texas, tornano a Bubano James & Black Soultet band per una serata r&b. Martedì 27 marzo il bluesman Fabrizio Poggi salirà sul palco col suo quartetto: tra i migliori armonicisti a livello internazionale, si è classificato secondo alla finale dei Grammy Awards 2018 svoltasi al Madison Square Garden di New York nella categoria Best Traditional Blues Album gareggiando nientemeno con i Rolling Stones eletti vincitori del Grammy. Il 3 aprile la band bolognese Groove City darà spettacolo con la bravissima cantante palermitana dalla potente voce black Daria Biancardi, e una settimana dopo la scena sarà per il Roberto Formignani Trio con la chitarrista Silvia Zaniboni. La rassegna chiude martedì 17 aprile con il quartetto Vince Vallicelli & Freddie Maguire che, oltre al batterista forlivese e allamericano con la voce alla Joe Cocker, vede in formazione anche Massimo Sutera al basso e Nahuel Schiumarini alla chitarra.

I concerti iniziano alle ore 21 e sono a entrata libera. Ma Bubano Blues è anche gastronomia, dato che, per chi vuole, c”è la possibilità di cenare prima del concerto, alle 19.30: domani sera il menù prevede tagliolini al bianco di pesce, zuppa di pesce, dolce della casa, vino e acqua a 18 euro (prenotazione cena al 333/6117299).

r.c.

Nella foto: Daria Biancardi con i Groove City in una precedente edizione di «Bubano Blues»

Ritorna Bubano Blues, da domani sei serate per la rassegna primaverile
Cronaca 12 Marzo 2018

Camera di commercio, da domani gli uffici si sposteranno alla sala Miceti

Come preannunciato da sabato sera lo scorso settembre, gli uffici della Camera di commercio si spostano da viale Rivalta alla sala Miceti, in piazzale ragazzi del ’99, all’interno degli spazi dei Servizi al cittadino del Comune. Il nuovo sportello, collocato sulla destra dopo l’ingresso, sarà aperto il martedì (da domani 13 marzo) dalle ore 9 alle 12.30 e dalle ore 15 alle 16.30, e il venerdì, dalle ore 9 alle 12. Si tratta, motiva l’ente bolognese di palazzo della Mercanzia, di «una soluzione più funzionale per le imprese di Imola, che avranno così insieme i servizi del Comune e quelli della Camera di commercio».

La presenza della Camera di commercio all’interno della sala Miceti nasce da una convenzione con il Comune, che ha concesso lo spazio in comodato gratuito. Ciò ha reso possibile garantire la continuità del servizio alle imprese, nonostante la riforma Madia riguardante anche le Camere di commercio preveda la chiusura degli uffici distaccati. «Quando si è prospettato l’obbligo della chiusura anche della sede di Imola – ci aveva spiegato Domenico Olivieri, vicepresidente della Camera di commercio di Bologna – abbiamo fatto presente che questo avrebbe arrecato un danno alle nostre imprese e la Camera si è messa alla ricerca di una soluzione che ci permettesse di rispettare la legge senza penalizzare le aziende. E’ stata quindi approfondita la disponibilità del Comune a rendere fruibile uno spazio e da qui è nata l’idea di uno sportello al pubblico, collocato all’interno del nuovo polo dei Servizi al cittadino». Le imprese del circondario potranno così continuare ad avere a disposizione i servizi svolti dalla sede distaccata, tra cui il rilascio di certificati e visure del Registro imprese, copie di atti e bilanci, elenchi merceologici, visure protesti, certificati di origine e visti per l’estero.

r.c.

Nella foto: l”ingresso della sala Miceti

Camera di commercio, da domani gli uffici si sposteranno alla sala Miceti
Sport 12 Marzo 2018

Pallavolo B2 femminile: Csi Clai Imola espugna il campo di Cervia

Un altro passo avanti verso i play-off per la Csi Clai Imola che ha espugnato il campo di Cervia 3-1 e consolida il terzo punto in partita.
Nel primo set, Imola ha brekkato sul 4-6, poi si è costruita un vantaggio rassicurante (10-16) e ha gestito fino al 19-25. Più combattuto il secondo, nel quale Cervia è partita meglio (8-6) prima del sorpasso imolese (15-16). Brave, a questo punto, Cavalli e compagne a salire fino al 18-21 e a portarsi sul 2-0 (21-25).
Solo nel terzo la Clai si è rilassata, lasciando spazio alla reazione ravennate (25-16) ma, purtroppo per Cervia, nel quarto e decisivo set Collet e Tesanovic hanno ripreso a martellare e per le padrone di casa non c’è stato nulla da fare, nonostante qualche apprensione di troppo nel finale (23-25).

r.s.

My Mech Cervia – Csi Clai Imola: 1-3 (19-25, 21-25, 25-16, 23-25).
Cervia
: Agostini 8, Marchi (L), Furi 8, Fabbri (L), Vanzolini 8, Carati, Petrarca n.e., Giulianelli 2, Calisesi 25, Magnani n.e., Mendola n.e., Ginesi 1, Altini 10. All.: Braghiroli.
Imola: Devetag 7, Bombardi, Cavalli 4, Ferracci 13, Folli n.e., Ricci Maccarini (L), Melandri 9, Tamburini, Collet 17, Tesanovic 15, Magaraggia (L). All.: Turrini.

Pallavolo B2 femminile: Csi Clai Imola espugna il campo di Cervia
Sport 12 Marzo 2018

Raccolta rifiuti, a Dozza quattro incontri pubblici sulla differenziata e nuovi cassonetti in aprile

Dopo Imola, la vallata del Santerno e Castel San Pietro, anche a Dozza è in arrivo la nuova raccolta differenziata. Il nuovo sistema di raccolta toccherà 3.300 utenze, di cui 2.950 sono famiglie. In questi giorni è iniziata la distribuzione di una lettera ai cittadini con l’invito a partecipare ai quattro incontri pubblici nei quali verranno illustrate le nuove modalità di raccolta. A Toscanella sono in programma martedì 13 marzo (alle ore 18 e alle 20.30) presso la Bocciofila di viale Amendola 1, mentre nel Borgo antico si svolgeranno giovedì 15 marzo (alle ore 18 e alle 20.30) presso la sala parrocchiale in via XX Settembre 46.

La nuova raccolta partirà in contemporanea su tutto il territorio di Dozza e Toscanella, zone industriali comprese. «Le attività potranno scegliere se utilizzare i cassonetti stradali con calotta, oppure richiedere ulteriori contenitori personali di volumetria maggiore, ossia un bidone da 360 litri oppure un cassonetto da 1.700 litri – precisa l’assessore all’Economia circolare e Raccolta differenziata, Barbara Pezzi -. Le attività interessate saranno comunque contattate dai tecnici di Hera». Gli attuali contenitori saranno sostituiti da cassonetti per
l’indifferenziato con calotta, cassonetti per plastica e lattine, carta e cartone, sfalci e
potature, organico e, infine,
una campana per il vetro. I nuovi cassonetti verranno raggruppati in
isole ecologiche di base che, complessivamente, saranno 65 contro le
attuali 121 postazioni. Per contro, il numero dei contenitori passerà da
177 a 391, anche se quelli dell’indifferenziato scenderanno da 146 a
68. I nuovi contenitori saranno posizionati a partire da fine aprile, ma utilizzare la tessera per aprirli diventerà obbligatorio soltanto dal 12 giugno.
«Sin dall’inizio ci sarà massimo rigore da parte nostra per controllare
il corretto conferimento dei rifiuti – assicura il sindaco, Luca
Albertazzi –. Abbiamo già in essere una convenzione con le Cgam (guardie
ambientali metropolitane), che impiegheremo anche a questo scopo».

Naturalmente, l’introduzione dei cassonetti per la nuova raccolta differenziata ha dei costi per il Comune. «Per noi si tratta di 175 mila euro in più all’anno rispetto a quanto paghiamo ora per il servizio, a cui si aggiungono altri 22 mila euro annui per l’avvio per i prossimi cinque anni – dettaglia la Pezzi –. Ovviamente, ci aspettiamo una riduzione del conferimento dei rifiuti indifferenziati che coprirà l’aumento dei costi. Per questo motivo, l’obiettivo per quest’anno è mantenere invariata la Tari o, al massimo, avere un aumento del 2-3%». Nel 2019, invece, si passerà alla tariffa puntuale e i conteggi cambieranno.

Infine, da gennaio 2019, Dozza sarà il primo comune del circondario imolese nel quale verrà introdotta la tariffa puntuale, ovvero il sistema attraverso il quale si paga anche in base ai rifiuti (indifferenziati) effettivamente prodotti. «Questo progetto era necessario per raggiungere entro il 2020 l’obiettivo del 79% di raccolta differenziata fissato dalla legge regionale – ha dichiarato l’assessore all’Economia circolare e Raccolta differenziata, Barbara Pezzi –. Aderiamo con convinzione, introducendo migliorie sia tecniche che dal punto di vista della tariffazione».

gi.gi.

L”articolo completo su “sabato sera” dell”8 marzo.

Nella foto (foto d”archivio): un nuovo cassonetto per i rifiuti indifferenziati

Raccolta rifiuti, a Dozza quattro incontri pubblici sulla differenziata e nuovi cassonetti in aprile
Sport 12 Marzo 2018

Futsal serie A, black-out per Imola-Castello sul campo della Lazio

Semaforo rosso per l”Ic Futsal che, in un delicato match salvezza a Roma, perde 5-3 contro la Lazio e fallisce l”opportunità, visti gli altri risultati, di superare in classifica in un colpo solo sia Cisternino che Eboli. Match anche interrotto per 15 minuti a causa di un black-out elettrico e, alla fine, la differenza l”ha fatta la maggior cinicità dei padroni di casa che hanno sfruttato a pieno le occasioni create.

L”Ic Futsal passa in vantaggio con Borges, ma subisce la rimonta della Lazio e, nonostante gli interventi del portiere di casa, chiude la prima frazione sotto 2-1. Nella ripresa i bianconeroverdi subiscono subito la terza rete, forse viziata da un fallo di mano, ma non riescono poi a rendersi pericolosi per cercare di riaprire il match fino al 3-2 firmato da Salado su assist di Castagna. A quel punto sale in cattedra Misael che però vede i suoi tentativi sempre stoppati dall”estremo difensore laziale. Dopo il quarto d”ora di stop per la mancanza di luce al palaGems l”Ic Futsal cerca il tutto per tutto anche con il portiere di movimento. La Lazio, però, trova la rete del 4-2, ma Ferrugem ridà speranza ai suoi con il gol del 4-3 che anticipa solo il 5-3 dei padroni di casa a pochi secondi dal triplice fischio.

d.b.

Tabellino

Lazio-Ic Futsal 5-3 (2-1) 

Lazio: Laion, Scheleski, Jorginho, Bizjak, Lupi, Gastaldo, Chilelli D., Varela, Chilelli T., Biscossi, Luce, Liistro. All. Reali.   

Imola-Castello: Juninho, Ferrugem, Castagna, Vignoli, Rodriguez, Salado, Borges, Misael, Silveira, Lari, Liberti, Battaglia. All. Pedrini. 

Marcatori: 10°56”” p.t. Borges (I), 13°35”” Scheleski (L), 17°14”” Jorginho (L), 2°48”” s.t. Jorginho (L), 11°22”” Salado (I), 19°08”” Jorginho (L), 19°25”” Ferrugem (I), 19°47”” Bizjak (L).   

Ammoniti: Jorginho (L), Chilelli D. (L), Bizjak (L).

Nella foto: la gioia dell”Ic Futsal dopo la rete di Borges

Futsal serie A, black-out per Imola-Castello sul campo della Lazio
Cronaca 12 Marzo 2018

Sicurezza, dieci nuove telecamere a Castello. Il sito web dove controllare i veicoli rubati

Come riconoscere un eventuale veicolo rubato, se lo si incontra per strada? In questi tempi in cui nascono di fatto come funghi i gruppi di cittadini connessi fra loro tramite messaggini e WhatsApp per la sicurezza del proprio territorio, è bene sapere che un privato cittadino può verificare sul sito www.crimnet.dcpc.interno.gov.it se un veicolo risulta rubato semplicemente inserendo numero di targa o telaio. Le informazioni contenute nel sito, totalmente gratuite, hanno comunque una discrepanza di un paio di giorni con le informazioni ufficiali del Centro elaborazione dati (Ced) del Ministero, utilizzato da polizia e carabinieri per le indagini.

Nel frattempo sempre più Comuni si stanno dotando di telecamere di sorveglianza, poste in punti strategici del territorio per viabilità e sicurezza. A Castel San Pietro, ad esempio, sono in via di installazione dieci nuve telecamere leggi-targa, apparecchiature in grado sia di individuare veicoli rubati che circolano su strada, sia di “pizzicare” in tempo reale chi viaggia senza assicurazione o con la revisione scaduta, un vero pericolo che è in costante aumento (in quest’ultimo caso deve però essere presente a poca distanza una pattuglia della polizia municipale per fermare il conducente ed effettuare la verifica in tempo reale).

L”elenco completo delle nuove telecamere è su “sabato sera” dell”8 marzo.

gi.gi.

Nella foto: telecamere leggi-targa nel parcheggio nord della stazione ferroviaria castellana

Sicurezza, dieci nuove telecamere a Castello. Il sito web dove controllare i veicoli rubati
Sport 11 Marzo 2018

Basket A2: Andrea Costa fa innamorare, vince contro Verona e sogna il play-off

L”Andrea Costa accende la prima notte di marzo come i fuochi delle campagne e incastona con una vittoria su Verona (86-66) la partita numero 600 in serie A2. Una grande difesa, il tiro da tre dei primi due quarti con percentuali che fanno invidia a Di Maio e Salvini, una condizione da play-off. E” forse la migliore prestazione di una stagione che potrebbe diventare scintillante.

Due tiri pesanti di Alviti e Maggioli svegliano Imola che aveva inziato troppo morbida. A metà primo quarto l”Andrea Costa va a + 10 con un Wilson esaltato in attacco. Il tiro da tre di Imola (6/9, 67% nel tiro oltre l”arco) fa la differenza nei primi 10 minuti. Imola dilaga (41-22 al 15”) con Alviti e Gasparin protagonisti offensivi e il duo Prato-Bell a cucire capi di alta sartoria. Verona però ha pazienza e resta in partita anche sotto la pioggia dei tiri da tre che continuano con alta frequenza (8/13 al 20”).

Poletti in avvio di terzo quarto trascina gli scaligeri, Imola perde di precisione dalla lunga e la partita torna in equilibrio (55-48 al 24”). Tornano in campo anche Bell e Prato, il vantaggio biancorosso si stabilizza. Udom e Alviti si scambiano botte, parole, occhiate e punti; la tensione si alza e un antisportivo di Palermo su Bell non viene monetizzato da Imola. La partita si attorciglia come un auricolare a filo, ma Penna ha il bluetooth e Imola chiude al 30” avanti di 11. Bell è un fiume in piena e trascina valle l”Andrea Costa (79-61 al 34”) che difende con intensità anche cambiando quintetto. Demis Cavina trova pepite in ogni uomo della sua squadra. Sintomo di una salute che vale un +20 sul dirimpettaio di panchina Luca Dalmonte che lascia strada alla squadra dove giocò da bambino e dove suo figlio fa il vice.

Paolo Bernardi

Il tabellino

Andrea Costa Imola – Verona 86-66 (27-16, 50-39, 68-57)

Imola: Penna 10, Gasparin 8, Alviti 16, Wilson 19, Maggioli 8; Simioni, Bell 18, Prato 7, Toffali. Ne: Wiltshire, Cai, Rossi. All.: Cavina.

Verona: Palermo 7, Green 8, Jones 15, Udom 9; Amato 6, Nwohuocha, Ikangi, Dieng, Totè 8. Ne: Guglielmi, Oboe. All.: Dalmonte.

Nelle foto: Wilson e un timeout di Demis Cavina (Isolapress)

Imola

Basket A2: Andrea Costa fa innamorare, vince contro Verona e sogna il play-off

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast