Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 8 Settembre 2022

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di «sabato sera»: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.

ECONOMIA. L’assessore regionale Colla: «Il lavoro nasce dal patto che fa Gol». GAS. Quello di Ponticelli e Medicina ci fa risparmiare su bus e treni. SANITÀ. L’assessore regionale Donini: «Il Governo assegni risorse alla sanità pubblica». CARRERA. A Castello domenica tutti in piazza per la Carrera. PREMIO. Michelle Lamieri è la «Castellana dell’anno». SCUOLA. Servizi educativi, l’esito del bando fa discutere. NATURA. Parco dei Gessi, Gabriele Meluzzi presidente. BASKET. Dopo 35 anni torna il derby Andrea Costa-Virtus. Ozzano, «In Coppa con Fiorenzuola niente figuracce». NUOTO. Alex Sabattani argento, Polieri saluta Imola. CALCIO. Medifossa: «Selleri non credeva più nel progetto». Squilli di Coppa, sabato a Castello il ritorno di Frank. 

Nella foto: le prime pagine di «sabato sera»

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Economia 7 Settembre 2022

L’assessore regionale allo Sviluppo economico Vincenzo Colla: «In Emilia Romagna il lavoro nasce dal patto che fa Gol»

Politiche attive efficaci per favorire l’occupazione, uno sviluppo rispettoso dell’ambiente, la necessità di mettere mano a salari tra i più bassi d’Europa. Sono alcune tra le questioni economiche più impellenti ma poco presenti in un’agenda politica monopolizzata dalla crisi energetica e dall’inflazione galoppante. In vista delle elezioni del 25 settembre, abbiamo riportato al centro questi e altri temi con l’assessore regionale Vincenzo Colla. «In Emilia Romagna energia di prossimità e fonti diverse: rigassificatori e rinnovabili, compreso il biometano». (r.e.)

L’intervista su «sabato sera» in edicola dall’8 settembre.

Nella foto: Vincenzo Colla

L’assessore regionale allo Sviluppo economico Vincenzo Colla: «In Emilia Romagna il lavoro nasce dal patto che fa Gol»
Cronaca 7 Settembre 2022

L’assessore regionale Raffaele Donini: «Il Governo assegni risorse alla sanità pubblica»

«Il Governo assegni risorse alla sanità pubblica». È questa la richiesta per la politica nazionale dell’assessore regionale alla Sanità Donini, che sarà a Imola sabato 10 settembre alla Festa della Cgil. E alla città annuncia: «La Casa della Comunità nell’ospedale vecchio sarà pronta nel 2025». (l.a.)

L’intervista su «sabato sera» dell’8 settembre.

Nella foto: Raffaele Donini 

L’assessore regionale Raffaele Donini: «Il Governo assegni risorse alla sanità pubblica»
Cronaca 7 Settembre 2022

Medicina presenta la nuova dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Carla Sermasi

Come annunciato su «sabato sera» , dall’1 settembre Carla Sermasi, ex dirigente dell’Istituto comprensivo «Bassani» di Argenta, in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico 2022/2023, ha assunto l’incarico di dirigente scolastico presso l’Istituto comprensivo di Medicina.

«Siamo certi che, come di consueto, la collaborazione fra l’Amministrazione e l’Istituzione scolastica porterà ottimi risultati nell’interesse delle nostre studentesse e dei nostri studenti e delle loro famiglie» dichiara l’assessore all’Istruzione Dilva Fava. «In bocca al lupo per il nuovo incarico e disponibili a collaborare per il bene dei nostri studenti e delle famiglie» ha concluso il sindaco. (r.cr.)

Foto dal Comune di Medicina

Medicina presenta la nuova dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Carla Sermasi
Cronaca 7 Settembre 2022

Un successo l’operazione al cuore della piccola Baratou Diallo a Dakar, la soddisfazione del medico castellano Gilberto Fiegna

Tutto è bene quel che finisce bene. Soprattutto se a fare squadra è la solidarietà internazionale e la competenza professionale di medici e operatori sanitari. Si è infatti conclusa con un successo la delicata operazione cardiochirurgica eseguita dall’equipe dei cardiologi dell”ospedale di Dakar, in Senegal. Lo conferma anche il dottor Gilberto Fiegna, pediatra e presidente dell’associazione Kasomay, che dichiara come «l’operazione al cuore della piccola Baratou Diallo si è conclusa positivamente ed è ora fuori pericolo».

L’equipe composta da medici e operatori sanitari volontari ha offerto il proprio aiuto pediatrico nel Casamance, regione africana nel sud del Senegal, dove ha effettuato un’operazione salvavita, compiuta da un’equipe di cardiologi dell’ospedale universitario Fann di Dakar e resa possibile anche grazie al sostegno della BCcc della Romagna Occidentale. L’intervento ha riguardato una cardiopatia congenita complessa conosciuta come «Tetralogia di Fallot».

«La particolare condizione di pericolosità dell’operazione, legata alla complessità della patologia che è mortale se non trattata adeguatamente, e alla distanza fra il luogo di residenza della bimba e l’ospedale di Dakar, ha reso molto difficile la situazione e ci ha costretto ad alcuni cambi di programma in corso d’opera, allungando i tempi dell’intervento – ci tiene a sottolineare Fiegna -. L’operazione è andata benissimo e ora Baratou potrà crescere tranquillamente in attesa di un secondo, e definitivo, intervento previsto fra qualche anno».

Nella foto (Uff.Stampa Rizomedia) la piccola Baratou Diallo

Un successo l’operazione al cuore della piccola Baratou Diallo a Dakar, la soddisfazione del medico castellano Gilberto Fiegna
Cronaca 6 Settembre 2022

Imola, Fontanelice e Castel del Rio presenti alla cerimonia per ricordare i caduti di Monte Battaglia

Come ogni anno, i comuni di Imola, Fontanelice e Castel del Rio domenica scorsa erano presenti in maniera ufficiale a Monte Battaglia, luogo di storia e di pace, per ricordare le vicende ed i caduti dell’autunno del 1944, in uno dei luoghi simbolo nei quali, attraverso la Resistenza e la lotta di Liberazione, si è costruita la faticosa riconquista della libertà e della democrazia anche in questo territorio.

A rappresentare l’Amministrazione comunale imolese c’era il vicesindaco, Fabrizio Castellari, insieme al gonfalone della Città. Presenti anche il sindaco di Fontanelice, Gabriele Meluzzi e quello di Castel del Rio, Alberto Baldazzi. (r.cr.)

Foto dal Comune di Imola

Imola, Fontanelice e Castel del Rio presenti alla cerimonia per ricordare i caduti di Monte Battaglia
Cronaca 6 Settembre 2022

Tariffe ridotte del 40% nei nidi di Imola grazie alla Regione e al Comune

Al Comune di Imola arriveranno dalla Regione oltre 352 mila euro per abbattere le rette dei nidi d’infanzia per l’anno 2022-2023, che copriranno la riduzione di circa il 40% delle rette a partire da questo mese di settembre sia dei nidi comunali che privati convenzionati. Secondo i calcoli dell’Amministrazione imolese le famiglie che più di tutte beneficeranno di questa misura sono quelle con Isee (indicatore della situazione economica equivalente) sotto i 26 mila euro, in generale almeno il 70%.

A ciò si aggiungono le misure per ulteriori agevolazioni introdotte in sede di bilancio per abbattere ulteriormente le tariffe per le famiglie più deboli e introdurre una progressività delle tariffe tra i 26 mila euro e i 30 mila euro, eliminando il «salto di quota» per chi si trovava immediatamente al disopra della soglia di 26 mila euro. Grazie a tutte le riduzioni, «la retta mensile per il tempo pieno nei nidi comunali e in quelli convenzionati va da un minimo di 51,90 euro per il tempo pieno (41,52 euro per chi richiede il part time) a un massimo di 254,31 euro (203,45 per chi richiede il part time) per chi ha un Isee fi no a 26.000 euro» dettagliano dal Comune. Di fatto pressoché la metà di quanto si pagava prima del sostegno introdotto dalla Regione quattro anni fa. (r.cr.)

Tariffe ridotte del 40% nei nidi di Imola grazie alla Regione e al Comune
Cronaca 6 Settembre 2022

Cambia l'organizzazione dei servizi cimiteriali per il Comune di Casalfiumanese

Nuove regole per poter dare degna sepoltura ai propri cari defunti. L”amministrazione comunale di Casalfiumanese cambia gli orari di svolgimento delle operazioni cimiteriali. Una decisione che arriva al fine del miglioramento del servizio di polizia mortuaria e sulla regolarità della pianificazione operativa. Confermati, invece, gli orari di apertura dei cimiteri.

Il Comune di Casalfiumanese, a seguito alla pubblicazione di un”ordinanza, l’avvenuta definizione degli orari di svolgimento delle operazioni cimiteriali e delle aperture dei cimiteri comunali. Una tabella oraria in vigore dallo scorso 1°settembre. Le novità riguardano soprattutto il primo filone del comparto. La volontà dell’amministrazione infatti, insiste sul miglioramento del servizio di polizia mortuaria e sulla regolarità della pianificazione operativa.

Via libera, quindi, allo svolgimento delle operazioni cimiteriali, come tumulazioni, inumazioni, estumulazioni, esumazioni, traslazioni e riordinamenti, in tutti i campi santi del territorio comunale esclusivamente in determinate fasce giornaliere ed orarie.

Dal 1° gennaio all’ultimo sabato del mese di marzo dal lunedì al venerdì non oltre le 16.30, il sabato non oltre le 11.30. Dall’ultimo sabato del mese di marzo fino all’ultimo sabatodel mese di ottobre dal lunedì al venerdì non oltre le 18 e il sabato non oltre le 11.30. Infine dall’ultimo sabato del mese di ottobre fino al 31 dicembre, dal lunedì al venerdì non oltre le 16.30, il sabato non oltre le 11.30. È consentita la deroga esclusivamente per i funerali provenienti da oltre 100 km di percorrenza e in casi specifici che saranno oggetto di valutazione.

La disposizione relativa all’apertura dei cimiteri comunali, invece, prevede l”apertura dei cancelli dal 1° gennaio al 31 marzo dalle 7 alle 18, dal 1° aprile al 30 settembre dalle 7 alle 19 mentre dal 1° ottobre al 31 dicembre torna dalle 7 alle 18. (c.cr.)

Foto di repertorio

Cambia l'organizzazione dei servizi cimiteriali per il Comune di Casalfiumanese
Economia 6 Settembre 2022

A Fondazione Ant il premio 100% Italiano di Clai, Bettini: «Un tesoro di attenzioni e cura della persona»

«Attraverso questo premio desideriamo esprimere la nostra gratitudine al lavoro che svolge quotidianamente Ant dando un supporto fondamentale a tante famiglie che stanno vivendo passaggi delicati della loro vita». Così il presidente Clai Giovanni Bettini in occasione della consegna del Premio 100% Italiano, giunto alla quinta edizione, che la cooperativa attribuisce a quanti si sono distinti per l’impegno a favore della promozione della cultura, del lavoro e della solidarietà.

La consegna è stata effettuata sabato 3 settembre nella splendida cornice di Villa La Babina di Sasso Morelli in occasione della giornata inaugurale di Porte Aperte Clai. «Ringrazio Clai per aver scelto di premiare la nostra attività quarantennale e ancor di più per l’amicizia e il sostegno che l’azienda ci ha dimostrato in questi anni – commenta Raffaella Pannuti, presidente di Fondazione Ant -. La solidarietà è qualcosa che si costruisce insieme, in un circolo virtuoso capace di restituire valore alla comunità: grazie a Clai in questi anni abbiamo potuto fare molto per i cittadini in termini di prevenzione e assistenza, in un territorio come quello imolese a cui siamo particolarmente legati». (r.e.)

Nella foto: da destra Marco Panieri, sindaco di Imola, Raffaella Pannuti, presidente di Fondazione Ant, presidente di Clai Giovanni Bettini e Chiara Amati, giornalista del «Corriere della sera»

A Fondazione Ant il premio 100% Italiano di Clai, Bettini: «Un tesoro di attenzioni e cura della persona»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA