Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 2 Dicembre 2019

“Italia viva' si presenta alla città. Ospite la sindaca di San Lazzaro Isabella Conti

Italia viva, il partito fondato da Matteo Renzi a seguito della sua fuoriuscita dal Partito democratico, si presenta ufficialmente anche a Imola, alla Salannunziata, questa sera, alle 20.

«Tutto è nato dall”iniziativa di un gruppo di persone di estrazione in parte civica e in parte con pregressa estrazione politica – spiegano Giovanna Cappello e Matteo Martignani, coordinatori cittadini di Italia viva -. Abbiamo raccolto l”invito di Matteo Renzi a costruire un partito nuovo che unisca le forze progressiste della nostra città. In attesa di indicazioni su quella che sarà l”organizzazione stabile di “Italia viva” ci siamo strutturati con un direttivo che, per esperienze personali e competenze, si dividerà i temi da affrontare e due coordinatori che rispecchiano il modello nazionale: una donna e un uomo, una civica e un politico».

Alla presentazione parteciperanno anche Isabella Conti,sindaca di San Lazzaro di Savena, e Stefano Mazzetti, già sindaco di Sasso Marconi, di Italia Viva Emilia Romagna. (r.cr.)

Fotografia tratta dalla pagina Facebook di Italia viva

“Italia viva' si presenta alla città. Ospite la sindaca di San Lazzaro Isabella Conti
Cronaca 2 Dicembre 2019

Vigili del fuoco in sciopero oggi, il 12 e il 21 dicembre

In queste settimane i Vigili del fuoco hanno definito una serie di scioperi, anticipati il 15 novembre da una manifestazione a Roma e, in contemporanea, da un presidio davanti a ogni Prefettura. Gli scioperi, indetti da Cgil, Cisl, Uil e Confsal, sono cominciati il 21 novembre, ma ne sono già stati decisi altri tre, tutti di quattro ore ciascuno. Il prossimo è in programma per oggi dalle ore 10 alle 14, seguiranno il 12 e il 21 dicembre.
«L’adesione alla prima giornata in provincia di Bologna è stata del 75% – aggiorna Visani -. Naturalmente, alle chiamate dei cittadini risponderemo comunque per garantire il soccorso».

Tre, in sostanza, sono le richieste che i vigili del fuoco fanno. Primo, «chiediamo l’equiparazione retributiva e previdenziale con le altre forze dell’ordine ad ordinamento civile (proprio in questi giorni si sta valutando uno stanziamento in tal senso all’interno della legge di Bilancio, ndr) – dettaglia Visani -. Ad esempio, attualmente un pompiere percepisce in media 300/400 euro in meno rispetto a un  poliziotto. Soltanto noi svolgiamo il soccorso tecnico urgente e siamo spesso esposti a rischi (sostanze tossiche o esplodenti) e infortuni».
Secondo, «chiediamo la copertura assicurativa Inail per le spese (visite, tutori, ecc…) in caso di infortunio sul lavoro» prosegue.
Terzo, infine, «soffriamo una carenza cronica nell’organico – aggiunge -. A livello nazionale siamo 33 mila, circa il 10% in meno rispetto agli standard di legge». (gi. gi.)

Ulteriori particolari nel numero del Sabato sera del 28 novembre

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Vigili del fuoco in sciopero oggi, il 12 e il 21 dicembre
Cronaca 2 Dicembre 2019

Accensione dell'albero di Natale e delle luminarie in piazza Matteotti – IL VIDEO

E” stata la musica della Banda musicale “Città di Imola” ad accompagnare l”accensione dell”albero di Natale e delle luminarie in piazza Matteotti, sabato pomeriggio.
A salutare i presenti sono stati monsignor Giovanni Mosciatti, vescovo della diocesi di Imola, e Nicola Izzo, commissario straordinario del Comune di Imola.

Fotografie di Marco Isola/Isolapress

Accensione dell'albero di Natale e delle luminarie in piazza Matteotti – IL VIDEO
Sport 1 Dicembre 2019

Basket A2, un'autorevole Andrea Costa conquista il derby contro Ferrara

Secondo referto rosa consecutivo per l”Andrea Costa che, al palaRuggi, regola 81-72 Ferrara.

Il derby nel primo tempo è equilibrato, con le due squadre che rispondono colpo su colpo. Imola si appoggia sulla serata ispirata di Baldasso e Masciadri e scappa dopo l”intervallo lungo, con entrambe le difese che vincono sugli attacchi. Nell”ultimo parziale, però, la situazione si capovolge e i canestri fioccano da una parte e dall”altra. La squadra di coach Di Paolantonio, però, tiene a bada il tentativo di rimonta ospite e porta a casa un successo meritato quanto importante.

Nel prossimo turno, in programma domenica 8 (ore 18), l”Andrea Costa sfiderà in trasferta Orzinuovi. (r.s.)

Nella foto (Isolapress): coach Di Paolantonio

Tabellino

Naturelle-Ferrara 81-72 (16-17, 36-32, 55-42)

Imola: Masciadri 15, Bowers 13, Fultz 9, Morse 7, Baldasso 20, Taflaj 10, Calvi 3, Ivanaj, Valentini 4, Alberti ne. All. Di Paolantonio. 

Ferrara: Wiggs 17, Baldassarre 14, Vencato 16, Fantoni 10, Panni 9, Ianelli ne, Campbell ne, Balducci, Buffo, Beretta 2, Ebeling 4, Petrolati ne. All. Leka.

Basket A2, un'autorevole Andrea Costa conquista il derby contro Ferrara
Calcio 1 Dicembre 2019

Meno Imolese del solito, il pari arriva nel recupero

E’ finita 1-1, ma quasi allo scadere (minuto 92), con Vuthaj che (in soli 8 minuti in campo) ha ritrovato il gol dopo quella lontana sfida a Rimini. Un altro buon punto quindi, soprattutto per come è arrivato, perché la prestazione è stata scadente, parecchio al di sotto delle ultime uscite, con giocatori tornati all’apparenza irriconoscibili, come Padovan, che nell’ultimo mese ci aveva abituato fin troppo bene. L’Imolese era andata sotto ad inizio ripresa, con un colpo di testa di Rapisarda che pareva quasi impossibile da recuperare, vista la pochezza rossoblù in attacco.

Dunque due gol di testa, nati entrambi da calci piazzati (angolo di Frediani e punizione di Belcastro), davanti a circa 700 spettatori, 250 dei quali giunti da San Benedetto del Tronto per ammirare il gruppo di Montero che non ha di certo fatto vedere grandi eccellenze. Per l’occasione la squadra di Atzori ha giocato in tenuta rosa e circa 350 euro di incasso sono stati devoluti all’Associazione Onlus La Mongolfiera di Imola. Premiato Boccardi ad inizio di partita, col presidente Spagnoli che gli ha regalato la maglia celebrativa.

L’attacco è inedito rispetto alle ultime uscite, con Belcastro, Padovan e Latte Lath, mentre Bismark siede in panchina. Anche a centrocampo c’è la novità Alimi, al posto di Tentoni. Per il resto, solita difesa a tre davanti al portiere Rossi. Nel secondo tempo sono entrati Tentoni, Provenzano, Bismark, Ingrosso e Vuthaj.

La cronaca. Al 9’ c’è un bello spunto di Latte Lath, velocissimo: entra in area, sterza e offre il pallone a Padovan, che tenta la semirovesciata, senza però colpire benissimo il pallone, che va sul fondo. Al 12’ si rende invece pericolosa la Samb: dopo un cross dalla sinistra, Carillo spizza il pallone, con la sfera che esce di poco. Al 24’ è ancora Imolese, che dalla sinistra calcia un angolo con Belcastro: la palla termina sulla testa di Carini che colpisce a rete (nonostante sia trattenuto vistosamente), trovando la bella parata di Santurro. Al 39’ arriva la cosa più bella, ovviamente con Belcastro, che si libera al tiro dal limite dell’area, ma la sua staffilata termina a fil di palo. La partita si avvia verso la pausa, ma al 42’ Alimi sbaglia uno stop e l’azione ospite termina con un tiro da fuori di Volpicelli, parato tranquillamente da Rossi. Ancora Belcastro al 44’, con un tiro perfido rasoterra, ma ancora una volta esce a fil di palo alla destra di Santurro.

La ripresa. Al 49’ le carte si sparigliano. C’è un corner per gli ospiti che scodellano dentro con Frediani e la testa di Rapisarda beffa Rossi, infilando la sfera nell’angolino basso alla sua destra. Al 61’ è ancora pericolosa la squadra di Montero, con un tiro da fuori per Di Massimo, che impegna Rossi a terra. Minuto 92. Punizione di Belcastro dalla sinistra e Vuthaj vola in cielo per battere Santurro. Il pareggio dell’Imolese è arrivato quando più nessuno se l’aspettava. E potrebbe essere un punto importantissimo.

Imolese – Sambenedettese 0-1 (0-0)

Imolese (4-3-2-1): Rossi; Boccardi, Carini, Della Giovanna; Schiavi, Alimi (86’ Vuthaj), Marcucci (67’ Tentoni), Valeau (86’ Ingrosso); Padovan (79’ Provenzano), Belcastro; Latte Lath (79’ Bismark). All. Atzori.

Gol: 49’ Rapisarda (S), 92’ Vuthaj (I).

Meno Imolese del solito, il pari arriva nel recupero
Sport 1 Dicembre 2019

Basket serie B, trasferta amara nelle Marche per la Sinermatic

Dopo la sconfitta contro Cento, la Sinermatic perde 79-63 anche a Senigallia.

Biancorossi che ritrovano Dordei, tornato disponibile dopo tre turni di squalifica, ma che approcciano male il match e vanno subito sotto. Il divario raggiunge la doppia cifra a favore dei padroni di casa e Ozzano non riesce più a rientrare, nonostante tre quarti dove a regnare è l”equilibrio. Dordei e Morara sono i migliori per la Sinermatic, ma non bastano ad evitare la sconfitta. 

Nel prossimo turno, in programma sabato 7 (ore 20.30), la Sinermatic affronterà in casa Teramo. (r.s.)

Nella foto: la Sinermatic Ozzano

Tabellino

Senigallia-Sinermatic 79-63 (26-11, 43-28, 59-43)

Senigallia: Gurini 11, Pozzetti 21, Paparella 24, Giacomini 8, Caroli 11, Cicconi Massi, Moretti ne, Constantini ne, Canullo ne, Valentini, Pierantoni 4, Alberti ne. All. Foglietti. 

Ozzano: Morara 13, Mastrangelo 5, Iattoni 4, Galassi 3, Chiusolo 4, Bisi ne, Crespi, Corcelli 5, Favali, Folli 2, Dordei 22, Montanari 5. All. Grandi.

Basket serie B, trasferta amara nelle Marche per la Sinermatic
Sport 1 Dicembre 2019

Il ciclista professionista Elia Viviani allo Studio B&B di Imola per il check-up «cardio»

Il Centro B&B è sempre un punto di riferimento per i grandi ciclisti. La scorsa settimana, nello studio di via Selice si è presentato il professionista Elia Viviani, campione olimpico su pista (Omnium a Rion nel 2016), oltre che vincitore di tappe nelle tre principali corse europee (Giro, Tour e Vuelta). Dunque è tornato a Imola dal dottor Roberto Corsetti per il solito check-up cardiologico sportivo in vista della stagione 2020. (r.s.)

Nella foto: Elia Viviani insieme al dottor Corsetti e Marco Pini

Il ciclista professionista Elia Viviani allo Studio B&B di Imola per il check-up «cardio»
Cronaca 1 Dicembre 2019

Frutta e ortaggi in cambio di mozziconi di sigaretta, il successo della campagna della Valle delle Albicocche

Un successo oltre le aspettative. La campagna “5 kg di frutta e verdura per un pugno di mozziconi”, lanciata nei giorni scorsi dalla Valle delle Albicocche (azienda agricola che si sviluppa tra la vallata del Santerno e la Bassa Romagna) sta procedendo a gonfie vele. L’offerta, che durerà fino al 31 dicembre, è questa: chi consegna alla sede dell’azienda (in via Granaroli 8 a Bagnacavallo) almeno 300 grammi di cicche di sigarette se ne torna a casa con cinque chilogrammi di prodotti freschi tra frutta e ortaggi.

Le adesioni sono già state tantissime, tra fumatori che hanno smesso di buttare i mozziconi dove capitava e ora li tengono da parte a organizzati “raccoglicicche” che, sottolineano in una nota i promotori dell’iniziativa, «portandosi dietro un sacchettino contribuiscono, ciascuno nel suo piccolo, a liberare le nostre strade e piazze dai quei rifiuti impestanti». E ci sono anche i raccoglitori a quattro zampe, come il cane Willy Wonka di San Giovanni in Persiceto che, con il suo padrone, ha raccolto in diversi anni circa 10 chilogrammi di cicche. «Non mi aspettavo un successo del genere – svela Domenico Errani, titolare della Valle delle Albicocche -. Ora siamo alla ricerca di uno sponsor per far fronte ai costi di produzione». 

Il tam tam che ha reso “virale” la campagna ha permesso di coinvolgere praticamente tutto il territorio romagnolo, attivando contatti anche per quanto riguarda l’utilizzo dei mozziconi raccolti. Perché questa è la vera sfida: trovare il modo per riutilizzare i mozziconi raccolti. «Matteo Zini, artista che fa opere d”arte con materiale di riciclo, preleverà quanto abbiamo raccolto finora per realizzare un”opera sul tema dell”albicocca – prosegue Errani -. Ma abbiamo anche avviato contatti con i tecnici di Tetra Engineering di Torino che hanno lanciato il progetto Aprm “Adotta un posacenere”, una iniziativa che ha come scopo principale la raccolta dei dannosissimi mozziconi di sigaretta, anche tramite l’installazione di un innovativo sistema di raccolta, ma soprattutto il riciclaggio degli stessi. Infatti, dopo la raccolta e lo stoccaggio, avviene il trasporto al reattore idrotermale, dove si sviluppa il processo di carbonizzazione idrotermale che trasforma i mozziconi in biocarbone, utilizzabile in diverse applicazioni industriali. Se il reattore funziona, davvero possiamo trasformare il rifiuto in una risorsa».

Come anticipato, la campagna proseguirà fino alla fine dell’anno, con possibilità di consegna dei mozziconi raccolti il lunedì e il giovedì a Imola, dalle 17.30 alle 18.30, recandosi alla sede dell’associazione Primola, in via Lippi 2/C, oppure tutti i giorni (telefonando prima al 334 1308514) direttamente in via Granaroli 8 a Bagnacavallo, dove si trova la sede dell’azienda. Le informazioni sono comunque reperibili sia telefonicamente, sia scrivendo a info@lavalledellealbicocche.it o sul sito www.lavalledellealbicocche.it.Per quanto riguarda l’azienda, possiede terreni a Bagnacavallo e a Casalfiumanese e opera, secondo le sue stesse parole, «per favorire un modo di consumare e produrre attento ai temi della salute, garantendo prodotti buoni, freschi, sani e di stagione». (mi.ta.)

Frutta e ortaggi in cambio di mozziconi di sigaretta, il successo della campagna della Valle delle Albicocche
Sport 1 Dicembre 2019

Calcio serie C, l'Imolese torna al Galli e sfida la «Samb» dell'ex juventino Montero

Oggi, domenica 1 dicembre (fischio d”inizio alle 17.30), l”Imolese torna a giocare al Galli dopo due trasferte consecutive e lo fa sfidando la Sambenedettese dell”ex juventino Montero. I marchigiani, in piena zona playoff, nei precedenti in riva al Santerno, hanno pareggito due volte (l’ultima volta il 4 agosto scorso in Coppa Italia per poi perdere ai rigori) e vinto in ben quattro occasioni (l”ultima il 2 marzo 2002). «Mi aspetto partecipazione, attenzione e cura dei particolari dai miei ragazzi perché l’avversario è tosto – ha commentato mister Atzori-. La partita di oggi diventa fondamentale, perché noi dobbiamo fare punti e venire fuori da quella posizione. Il fatto di giocare in casa ci aiuterà e dobbiamo sfruttarlo. Loro sono una buonissima squadra ma la cosa importante, nonostante gli alti e bassi, le vittorie e le sconfitte, è comprendere il momento dell’avversario: saranno in salute dopo la vittoria contro la Feralpisalò che reputo squadra forte, la migliore che ho affrontato. Inoltre, la Samb sta facendo benissimo anche se pensiamo al loro allenatore che, ovviamente conosce l’Italia, ma non le dinamiche della Lega Pro».

La Sambenedettese arriva al match, come detto, dopo la vittoria casalinga per 2-0 contro la Feralpisalò. Ora, grazie a 7 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte, i marchigiani occupano l’ottava piazza, in piena zona playoff ma a 12 lunghezze dalla testa della classifica e solamente a +4 dall’undicesimo posto che non permetterebbe l’accesso alla fase finale della Lega Pro. Il modulo adottato da mister Montero è il 4-3-3. Davanti al portiere Santurro, Miceli dovrebbe ritrovare il posto, accanto a Di Pasquale, mentre, sulla destra, agirà capitan Rapisarda. Sulla fascia mancina, invece, spazio a Gemignani. A centrocampo ballottaggio per scegliere chi affiancare ad Angiulli: Frediani e Rocchi hanno giocato nella sfida contro la Feralpisalò, ma Bove e Gelonese scalpitano. In attacco, infine, recuperato per la panchina, ma dovrebbero essere Orlando e Di Massimo a sostenere la punta centrale Volpicelli. (r.s.)

Nella foto:

Convocati dell”Imolese.

Portieri. 1 Libertazzi, 12 Seri, 22 Rossi. Difensori. 2 Alboni, 5 Checchi, 19 Boccardi, 26 Carini, 27 Valeau, 28 Della Giovanna, 29 Ingrosso, 30 Schiavi. Centrocampisti. 4 Marcucci, 6 Alimi, 8 Tentoni, 10 Belcastro, 11 Provenzano, 21 Bolzoni, 25 Artioli. Attaccanti. 7 Latte Lath, 9 Vuthaj, 14 Ngissah, 18 Padovan.

Probabile formazione.

Imolese (3-4-2-1): Rossi; Boccardi, Carini, Della Giovanna; Tentoni, Alimi, Schiavi, Valeau; Belcastro, Padovan; Latte Lath. 


Calcio serie C, l'Imolese torna al Galli e sfida la «Samb» dell'ex juventino Montero

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast