Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Sport 1 Settembre 2018

Baseball A2, oggi il via ai play-off. Il capitano dei Redskins Cortini: «Più forti di un anno fa, ma fare l’A1 sarà dura»

Via ai play-off, caccia all’A1. Dopo lo scudettino della passata stagione, la riforma dei campionati di quest’anno può davvero portare i Redskins Imola alla massima serie del baseball italiano. Tutto passerà dai play-off in partenza oggi, con la prima sfida che vedrà di fronte gli «Indiani» imolesi e gli Athletics Bologna. Prima doppia sfida sul campo degli avversari, al Pilastro: oggi si giocherà alle ore 15, mentre gara-2 è in programma domenica alle 10. I Redskins arrivano ai play-off dopo una regular season da 21 vittorie e 7 sconfitte: un buon ruolino di marcia, come ci conferma il capitano della squadra Federico Fedo Cortini. «Dopo lo scudetto dell’anno scorso, siamo ripartiti con l’intenzione di fare un campionato di vertice – spiega Cortini, che oltre ad essere un giocatore dei Redskins ne è anche il preparatore atletico -. Abbiamo preso stranieri mirati, azzeccando tutti gli acquisti: i risultati parlano chiaro, il bilancio è migliore dello scorso anno».

Gli Athletics sono arrivati ai play-off nonostante un record perdente (15 vinte e 17 perse). Passare il turno non dovrebbe essere un grosso problema per voi. «Speriamo, nel baseball non è mai detto niente, può cambiare tutto da un momento all’altro. Conosciamo bene i nostri avversari, anche se quest’anno non erano nel nostro girone. Sono una buona squadra, ma se esprimiamo il nostro livello dovremmo farcela. Siamo tutti nelle migliori condizioni, anch’io sto riprendendo dalla frattura al naso».

Cosa prevede il regolamento in caso di passaggio del turno?

«Se battiamo gli Athletics ci qualifichiamo per la finale, anche se non si tratta di una sfida a livello nazionale. Passando questo turno entriamo nelle migliori 8 e la formula di quest’anno prevede 4 promozioni in Ibl: serve passare un altro turno per farcela. Non c’è una reale vincitrice del campionato di A2, è una formula un po’ brutta…».

La società ha le carte in regola per fare l’A1?

«La Federazione vuole aumentare il numero di squadre in Ibl, quindi chi si guadagna il diritto di fare la massima serie non potrà rinunciarci, pena la retrocessione in C. L’anno scorso fu fatta una scelta societaria perché fare l’Ibl comporta troppi investimenti e la dimensione dei Redskins è l’A2; quest’anno vedremo. In più c’è la questione campo: il nostro non è illuminato e nella massima serie si gioca in notturna. Questa problematica è di competenza del Comune, noi possiamo farci poco. L’Ibl è un campionato praticamente professionistico, mentre noi lavoriamo tutti… Intanto arriviamoci, poi la società farà le sue valutazioni».

an.cas.

Nella foto: Federico Cortini nel box di battuta

Baseball A2, oggi il via ai play-off. Il capitano dei Redskins Cortini: «Più forti di un anno fa, ma fare l’A1 sarà dura»
Cronaca 31 Agosto 2018

Salute, se andate all’estero meglio prevenirsi da malaria e febbre gialla

Quando si va all’estero bisogna prestare la massima attenzione alle malattie che possono essere trasmesse dagli insetti «soprattutto nella fascia equatoriale, in Africa, ma anche in Sudamerica e nel Sudest asiatico, dove, visto il clima, le malattie infettive possono essere trasmesse dagli insetti nel corso di tutto l’anno» spiega Roberto Rangoni, responsabile del servizio Prevenzione delle malattie infettive ed epidemiologia dell’Ausl di Imola.

Due di queste sono trasmesse da zanzare, ma, è bene ricordarlo, non si trasmettono da uomo a uomo. In prima battuta va ricordata la malaria, molto diffusa soprattutto in Africa, ma anche in Sudamerica e nel Sudest asiatico. «E’ difficile diagnosticarla perché ha un periodo d’incubazione di alcuni mesi, ma è curabile con l’assunzione di farmaci – dice l’epidemiologo -. Spesso viene contratta da turisti non informati sulla prevenzione da adottare (basta una profilassi a base di pastiglie apposite) oppure da immigrati che rientrano per un periodo nel loro paese natio. Nell’imolese, si verificano 3 o 4 casi all’anno, mentre in Italia sono circa 800».

Ben più grave è la febbre gialla, che si può contrarre in Sudamerica e in Africa equatoriale, ma non in Asia. «E’ una malattia che compromette fegato e reni – aggiunge Rangoni -. Per chi viaggia è possibile vaccinarsi prima della partenza. E’ richiesta un’unica dose per tutta la vita». Chi dovesse intraprendere un viaggio internazionale può contattare l’Ausl di Imola per avere una consulenza gratuita (tel. 800040606) in seguito alla quale, in base alla destinazione scelta, verranno consigliate eventuali profilassi da effettuare e il relativo costo.

gi.gi.

Nella foto: Roberto Rangoni, responsabile del servizio Prevenzione delle malattie infettive ed epidemiologia dell’Ausl di Imola

Salute, se andate all’estero meglio prevenirsi da malaria e febbre gialla
Cronaca 31 Agosto 2018

Salute, gli altri parassiti nostrani che possono trasmettere malattie

Anche pappataci e zecche possono trasmettere malattie all’uomo. I primi sono piccole zanzare che, specie al crepuscolo o di notte, volano senza far rumore e ci si accorge di essere stati punti solo quando è già successo. «Il loro nome deriva proprio dal loro comportamento, ossia mangiano (pappa) e non si sentono (taci)» spiega Roberto Rangoni dell’Ausl di Imola.

Infestano le aree collinari (100-200 metri di altezza) ed essendo cattivi volatori raggiungono al massimo il piano terra. Due sono le malattie principali che possono essere trasmesse con la puntura dei pappataci. La prima è la meningite virale da Toscana virus. «Provoca febbre e cefalea come il West Nile, ma guarisce da sola in qualche giorno e non serve profilassi per le persone con i quali si è venuti in contatto – spiega Rangoni -. Quest’anno l’Ausl di Imola ha registrato cinque casi in persone dai 17 ai 42 anni».

Poi c’è la Leishmaniosi, di solito associata ai cani, gli animali che possono portare al loro interno il parassita, «anche senza avere problemi per anni» dice Rangoni. «Ha molti mesi d’incubazione, poi si verifica un deperimento dell’organismo, debolezza, dimagrimento e si ingrossa la milza – aggiunge l’epidemiologo -. E’ una malattia molto rara (4 o 5 casi all’anno nell’imolese) e per curarla occorre una terapia antiparassitaria». Per prevenirla «usare i repellenti per zanzare e prestare attenzione ai cani, magari facendoli dormire in casa e proteggendoli con antiparassitari».

Le zecche, invece, sono artropodi a otto zampe con un becco (rostro) e degli uncini per attaccarsi e, per alcuni giorni, succhiare sangue per nutrirsi. E’ frequente incontrarle in particolare dove c’è l’erba alta. Possono trasmettere la malattia di Lyme (un solo caso nel 2018), che si cura con antibiotici. «I primi segni sono deboli, poi nel tempo può danneggiare molti organi con patologie croniche – spiega Rangoni -. Si riconosce perché nella zona del morso compare un anello rosso, bianco al centro, che aumenta di diametro». Come togliere una zecca? «Meglio usare le pinzette e ruotarla per far uscire gli uncini, ma non alcol o amuchina, che possono accelerare il “rigurgito” del batterio. Se dovesse rompersi in due, togliere la parte rimasta attaccata alla pelle con un ago sterile».

gi.gi.

Nella foto: esemplari di zecche

Salute, gli altri parassiti nostrani che possono trasmettere malattie
Sport 31 Agosto 2018

Calcio serie C, alle 20 chiude il calciomercato. E' Giacomo Sciacca l'ultimo colpo dell'Imolese?

A pochissimi minuti dalla fine del calciomercato l”Imolese si aggiudica anche il difensore destro Giacomo Sciacca.

Il giocatore classe ”96 arriva in prestito dall”Alessandria e in passato ha militato nelle giovanili dell”Inter, prima di iniziare le esperienze in categoria con la maglia di Renate e Piacenza e, per ultima, nei grigi piemontesi. Ha inoltre collezionato 43 presenze nelle nazionali giovanili dall”Under 16 all”Under 20.

r.s.

Nella foto: Giacomo Sciacca in maglia azzurra giovanile

Calcio serie C, alle 20 chiude il calciomercato. E' Giacomo Sciacca l'ultimo colpo dell'Imolese?
Cronaca 31 Agosto 2018

Salute, non solo virus West Nile ma anche Chikungunya e Dengue

Le zanzare non sono tutte uguali, così come le malattie che possono eventualmente trasmettere. Come abbiamo imparato negli ultimi giorni, la cosiddetta zanzara Culex pipiens o comune è quella che trasmette il virus West Nile. «La maggior parte delle persone infette non mostra alcun sintomo, mentre una ristretta minoranza può avere febbre alta, cefalea e dolori alle ossa – dettaglia Roberto Rangoni, responsabile del servizio Prevenzione delle malattie infettive ed epidemiologia dell’Ausl di Imola -. I casi più gravi, 34 quelli registrati finora in Emilia Romagna, riguardano persone anziane, indebolite o comunque con altre patologie pregresse. In questi casi, il virus può colpire il sistema nervoso centrale e causare encefalite e meningite, portando anche a paralisi temporanee, coma o, addirittura, morte».

Si tratta di zanzare che negli ultimi anni si sono spostate anche in città, pungono in orario serale e depongono le loro uova in acque dolci. Per questo è importante usare repellenti, non lasciare ristagni d’acqua e utilizzare le zanzariere per cercare di limitare le punture. «Il primo caso a livello nazionale di trasmissione del virus fu individuato a Medicina una decina di anni fa – ricorda Rangoni -. Quando si verifica, la persona non è più contagiosa neppure se punta da una zanzara. Al contrario, si trasmettono anche quando sono in corso le malattie legate alla zanzara tigre».

Quella che si trova da noi, originaria del Sudest asiatico e della foresta equatoriale, è la Aedes albopictus, un insetto diurno, in grado di deporre le uova anche in piccole raccolte d’acqua o, in città, in tombini o sottovasi. «Come Ausl abbiamo una sorveglianza attiva per Chikungunya e Dengue, due malattie virali che hanno sintomi simili – prosegue Rangoni -. Si presenta infatti una febbre improvvisa e alta e forti dolori muscolari, questi ultimi in particolare legati alla Chikungunya. Per questo sono dette anche “febbre spaccaossa”. In questi casi, è bene recarsi al pronto soccorso ed effettuare un prelievo ematico che potrà confermare la presenza del virus. Quest’anno finora la nostra Ausl non ha registrato casi».

gi.gi.

Nella foto: la zanzara Culex pipiens o comune

Salute, non solo virus West Nile ma anche Chikungunya e Dengue
Cronaca 31 Agosto 2018

Liberafesta 2018, alla Stalla Rifondazione Imola fa il punto sulle novità a sinistra

«Un’occasione per provare a rilanciare il partito; un’occasione di confronto per militanti e simpatizzanti, dato che siamo oscurati a livello mediatico; un’occasione per spiegare le nostre linee e un modo per ricreare quel senso di comunità che esisteva nei partiti comunisti». Così Lorenzo Dal Monte, segretario del Partito di rifondazione comunista-Sinistra europea di Imola, anticipa le finalità della 27ª edizione di Liberafesta, quest’anno in programma dal 31 agosto al 3 settembre, dalle ore 18.45 in poi, al centro sociale La Stalla.

Quattro serate in cui si parlerà soprattutto di politica, nazionale e locale, ma anche di temi sociali, come immigrazione e mafia. Il tutto condito come sempre da cibo, nel ristorante aperto dalle ore 19.15, e musica (sabato 1 settembre, alle ore 21, El Platillo Mixto e Colimbo in concerto). Ospite della prima serata, venerdì 31 agosto, sarà Paolo Ferrero, oggi vicepresidente nazionale di Sinistra europea, che alle ore 21 darà il via alle iniziative politiche con il suo comizio. A seguire, dibattito con Valerio Salvini, portavoce locale di Potere al popolo, Filippo Samachini, già candidato sindaco a Imola per la lista Sinistra Unita Imola, Michele Sergi, segretario di Sinistra Italiana Imola e altri esponenti della sinistra imolese. A coordinare la serata sarà Lorena Mirandola, giornalista di sabato sera.

Domenica 2 settembre (ore 21) il dibattito si parlerà di immigrazione con il sindacalista Fiom Wahid Ghribi, Stefano Galieni, responsabile nazionale Movimenti, pace e immigrazione del Prc, e Sara Visintin, del Prc di Rimini e componente del Comitato politico nazionale.

Infine lunedì 3 settembre (ore 21) si terrà l’iniziativa dal titolo «Dal processo Aemilia al processo Black monkey: risvolti e cambiamenti nella nostra regione». Bolu Oladejo ne discuterà con Gaetano Alessi, attivista autore del libro Mafie in Emilia Romagna e co-autore del dossier Tra la via Aemilia e il West, e con Massimo Manzoli, consigliere comunale per la lista Ravenna in Comune.

Nel corso di Liberafesta quest’anno sarà presente anche un banchetto di Potere al popolo Imola per la raccolta di adesioni al progetto, partito lo scorso dicembre dal centro sociale Je so’ pazzo di Napoli. La lista di Potere al popolo ha poi partecipato alle ultime elezioni politiche. «Rifondazione Imola è con Potere al popolo – spiega Dal Monte, assieme a Gianluigi Bettini e Stefano Tampieri di Rifondazione Imola -. Stiamo cercando di arrivare a una posizione unica e unanime sui temi più importanti. E’ un percorso complicato, con tante realtà che non si parlavano da tanti anni. A inizio ottobre ci sarà l’assemblea nazionale. L’obiettivo non è arrivare a un partito unico, ma a una piattaforma che raccolga le varie realtà della sinistra, frammentate nel tempo. A livello locale tendiamo a una formazione che possa federare diverse sensibilità con uno stesso comune denominatore: i valori tradizionali della sinistra, l’attenzione agli ultimi e ai beni comuni come acqua, sanità, sanità, scuola e cultura, la difesa dei valori della Costituzione».

La festa si svolgerà anche in caso di maltempo.

r.c.

Nella foto: l”edizione 2017 di Liberafesta

Liberafesta 2018, alla Stalla Rifondazione Imola fa il punto sulle novità a sinistra
Cronaca 31 Agosto 2018

Dal 5 settembre entrerà in funzione il semaforo nell'incrocio tra via Correcchio e via Nuova

Il semaforo (finora solo lampeggiante in attesa del completamento dell”iter tecnico e amministrativo) installato il 7 agosto scorso all”incrocio tra via Nuova e via Correcchio, a causa dell”elevata incidentalità nell”intersezione, entrerà in funzione mercoledì 5 settembre, così come deciso dal Comune di Imola in accordo con la Città Metropolitana (che ha competenza su via Nuova). 

Il semaforo sarà in funzione 24 ore al giorno e nella fascia notturna, precisamente dalle 23 alle 7 del mattino successivo, saranno programmati tempi diversificati rispetto al resto della giornata, con una durata ridotta del verde.

Con questo intervento l’Amministrazione comunale intende dare risposta positiva ad un’esigenza di sicurezza attesa da tempo dai cittadini. Inoltre, il Comune continuerà a monitorare la situazione prevedendo in futuro anche l’installazione di «bande sonore» sulla via Correcchio, in prossimità del semaforo, allo scopo di richiamare l’attenzione dei conducenti che si avvicinano all’incrocio. 

r.c.

Nella foto: l”incrocio tra via Correcchio e via Nuova

Dal 5 settembre entrerà in funzione il semaforo nell'incrocio tra via Correcchio e via Nuova
Sport 31 Agosto 2018

Futsal serie B, Francesco Liberti è un nuovo giocatore dell'Imolese

L”Imolese si rinforza ancora sul mercato e acquista anche Francesco Liberti, altro giocatore ex Ic Futsal. 

Il classe ”95 andrà così a completare una squadra che è già al lavoro per centrare l”obiettivo del salto in A2. «Il mio obiettivo è fare del calcio a 5 la mia professione ancora a lungo – ha commentato Liberti – e l”Imolese è la scelta migliore. Il fatto di ritrovare alcuni dei miei compagni della scorsa stagione ha avvalorato la mia decisione, avendo il fattore umano un grande peso per me». 

r.s.

Nella foto: Francesco Liberti insieme al dg Gianluca Matera

Futsal serie B, Francesco Liberti è un nuovo giocatore dell'Imolese
Sport 31 Agosto 2018

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana

Dopo la pausa estiva ritorna come ogni settimana torna la nostra guida sugli appuntamenti sportivi più importanti del weekend nel territorio.

Partiamo dal basket con Andrea Costa (A2), Sinermatic Ozzano (B), Vsv Imola e Castel Guelfo (C Gold) che hanno iniziato la preparazione da pochi giorni e in questo periodo stanno disputando amichevoli per migliorare la condizione fisica.

Nel calcio l”Imolese (serie C) in attesa del debutto in campionato (il 16 settembre) domenica, alle 20.30, giocherà in casa contro il Ravenna nel match valevole per la Coppa Italia. Nei campionati dilettantistici, invece, ancora tempo di Coppa, mentre sempre domenica in Eccellenza (ore 15.30) si comincerà già a lottare per i tre punti.  Il Sanpaimola, infatti, andrà a Cattolica, mentre il Medifossa sarà impegnato sul campo del Castrocaro. Discorso identico e stesso orario per la Promozione dove giocheranno in trasferta sia la Valsanterno che il Sesto Imolese rispettivamente contro Bentivoglio e Terre del Reno. Ancora tutto fermo a livello di match ufficiali, nel per calcio femminile (serie C) per l”Imolese e nel futsal (serie B) per la «nuova» Imolese Kaos. 

Ancora presto per vedere in campo nella pallavolo femminile (B2) la Clai Imola e nel rugby (serie C1) Imola e Castel San Pietro. Stesso destino per il Romagna nella pallamano (serie A).

d.b.

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana
Cultura e Spettacoli 31 Agosto 2018

Il color giallo del garganello regna a Codrignano nel weekend con la sagra amata da tutti

È una delle sagre più amate della vallata del Santerno. La Festa del garganello ritorna a Codrignano dal 31 agosto al 4 settembre con la sua trentesima edizione: cinque giorni in cui gli stand al coperto allestiti nel campo sportivo di via Palazzina 3 delizieranno col gusto del tradizionale formato di pasta, tipico di queste terre (apertura alle ore 19, tranne domenica in cui l”apertura sarà sia alle 12 che alle 18.30). Una festa colorata di… giallo: staff, tavoli e stand saranno, infatti, «caratterizzati» dal colore del garganello e saranno premiati i clienti che, vestendosi di giallo, si distingueranno per la loro originalità (sarà, inoltre, offerta la cena ai clienti n. 500, 1000, 1500, 2000, 2500…).

Il tradizionale quadrato di pasta chiuso col pettine sarà, ovviamente, al centro del menù, che è comunque ampio e variegato: in elenco ci sono i garganelli alla codrignanese, quelli al ragù, e quelli al tartufo (esclusivamente nella serata del lunedì, che è sempre frequentatissima), nonché (ma non lunedì) i garganelli allo speck e radicchio rosso e i garganelli del gusto con zucchine, peperoni, carote, tocco dello chef. Tra i primi, non mancheranno tortelli al ragù e al burro e salvia, polenta con ragù o con ragù e salsiccia, mentre i secondi annoverano quali tagliata, salame in graticola, prosciutto in graticola, castrato, spiedini, arrosticini di castrato, polenta fritta con casatella, piadina (con casatella, salsiccia, prosciutto e ciccioli), e un piatto freddo di prosciutto, ciccioli, salame, formaggio e sottoli. Spazio, ovviamente, agli immancabili contorni quali patate fritte, pomodori o verdure al forno, insalata mista. Dulcis in fundo con zuccherini, crostata e crèpes con nutella, marmellata di albicocca o marmellata ai frutti di bosco. Da segnalare che è previsto anche un menù senza glutine.

Le cinque serate saranno accompagnate da mercatini e vedranno un angolo gioco per i bambini con i gonfiabili. In programma, spettacoli musicali per tutti i gusti, con inizio alle 21: venerdì 31 agosto ci sarà il Gianni Drudi show (ricordate Fiki Fiki?), sabato 1 settembre arriva la travolgente, cantabile e ballabile musica de Gli Taliani, che propongono in modo convincente e spettacolare le più note canzoni italiane (soprattutto degli anni ”80, ma non solo), domenica 2 si esibirà l”Orchestra Michele e Dina Manfred (preceduta alle 19 da un”esibizione di karate del Club Takeshi), lunedì 3 si darà spazio all”animazione , alla musica e al ballo con il gruppo Sangre Latino, e martedì 4 la festa chiuderà con i Time Out, tribute band degli 883.

Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.festadelgarganello.it.

Nella foto un gustoso piatto di garganelli

Il color giallo del garganello regna a Codrignano nel weekend con la sagra amata da tutti

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast