Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 22 Dicembre 2019

La comunità di Ozzano ha 110 alberi in più, uno per ogni nuovo nato dal 1° novembre 2018 al 31 ottobre 2019

I bambini nati ad Ozzano dell’Emilia nel periodo 1 novembre 2018 – 31 ottobre 2019 sono stati 110, di cui 59 maschi e 51 femmine. Un trend di nascite piuttosto alto che continua a mantenersi stabile negli anni. Per quanto riguarda i nomi più diffusi ad Ozzano continuano a farla da padrone i nomi classici: fra i maschi i più gettonati sono Federico e Leonardo, con ben 5 bambini ai quali è stato dato questo nome, seguono Lorenzo con 3 e Riccardo e Guido con 2; fra le femmine sul podio c’è Sofia con 4 bambine a cui è stato dato questo nome, seguito da Arianna con 3 e Giulia e Amelie con 2. E com’è consuetudine in occasione della cerimonia «L’albero di San Martino», svoltasi il 16 novembre, sono state messe a dimora 110 piantine, una per ogni neonato, nel nuovo parco cittadino compreso fra via Impastato e via Fermi.

Nell’occasione il sindaco Luca Lelli e l’assessore all’Ambiente, Mariangela Corrado, hanno consegnato alle famiglie le pergamene ricordo con indicato il nome del proprio bambino/a e il tipo di pianta abbinata. «Ad Ozzano – spiega Lelli – facciamo questa cerimonia di piantumazione di una pianta per ogni neonato fin da quando è stata istituita per legge nel 1992 e lo facciamo con vero piacere. Le famiglie se lo aspettano e attendono questo momento con gioia, tanto che continua ad essere una delle cerimonie più partecipate e più emozionanti. Un’iniziativa – conclude il sindaco – che coniuga due aspetti importanti: l’attenzione dell’Amministrazione comunale verso le famiglie ed i loro bambini e la promozione del patrimonio arboreo e dello sviluppo del verde urbano, da sempre una nostra priorità,che va sicuramente nella direzione di migliorare la qualità della vita ad Ozzano». (r.cr.)

Nella foto un momento della cerimonia del 16 novembre 

La comunità di Ozzano ha 110 alberi in più, uno per ogni nuovo nato dal 1° novembre 2018 al 31 ottobre 2019
Sport 21 Dicembre 2019

Basket C Gold, l'Olimpia Castello chiude l'andata con un altro ko

Terza sconfitta consecutiva per l”Olimpia Castello che, in casa, cade 87-75 contro Lugo. La squadra di Serio chiude così il girone d”andata con 16 punti.

Castellani che approcciano alla grande il match, salvo poi calare inesorabilmente dal secondo quarto in poi sotto i colpi di Ravaioli (34 punti alla sirena). Magagnoli e Benedetti provano a tenere a galla l”Olimpia che, nell”ultimo parziale, completa la rimonta grazie alla tripla di Trombetti a 6 minuti dal termine. Lugo, però, non accusa il colpo e, complice qualche tecnico di troppo fischiano ai padroni di casa, scappa e non viene più ripresa.

Nel prossimo turno, in programma sabato 11 gennaio (ore 21), l”Olimpia Castello farà visita a Ferrara.

Nella foto: l”Olimpia Castello

Olimpia Castello-Lugo 75-87 (24-16, 37-45, 52-63)

Castel San Pietro: Sangiorgi 4, Benedetti 14, Magagnoli 16, Ranocchi 5, Trombetti 8, Righi ne, Tomesani 7, Sabattani 4, Procaccio 8, Pedini 2, Torreggiani ne, Albertini 7. All. Serio.

Lugo: Presentazi 10, Silimbani 6, Masrè 13, Santini 8, Ravaioli 34, Carella 10, Alessandrini 2, Baroncini ne, Cervellera 2, Salsini 2, Arosti ne. All. Casadei.

Basket C Gold, l'Olimpia Castello chiude l'andata con un altro ko
Sport 21 Dicembre 2019

Basket serie B, dolce Natale per la Sinermatic che centra la terza vittoria consecutiva

Terza vittoria conseutiva per la Sinermatic Ozzano che, in casa, supera 75-59 Civitanova Marche e la raggiunge in classifica a 16 punti.

Biancorossi che impattano bene il match nel primo quarto, trascinati da un ispirato Iattoni. Nel secondo parziale, però, l”attacco ozzanese fatica e Civitanova rientra lentamente in partita. Stesso copione nel terzo parziale, con gli ospiti che piano piano rosicchiano quasi tutto lo svantaggio. Nell”ultimo quarto, però, la squadra di Grandi firma un piccolo capolavoro: in difesa non fa passare nulla ed in attacco è super grazie alle firme di Montanari, Dordei e Chiusolo. Con questi ingredienti per la Sinermatic arriva un altro referto rosa, ad una giornata dalla fine del girone d”andata.

Nel prossimo turno, in programma domenica 5 gennaio 2020 (ore 18), la Sinermatic viaggerà fino a Chieti. (r.s.)

Nella foto: Iattoni 

Tabellino

Sinermatic-Civitanova Marche 75-59 (29-17, 39-30, 51-45)

Ozzano: Corcelli 10, Montanari 15, Morara 8, Dordei 12, Chiusolo 5, Favali 7, Crespi 2, Iattoni 14, Lolli ne, Galassi ne, Folli 2, Bisi ne. All. Grandi.

Civitanova Marche: Alessandri 8, Trapani 3, V. Amoroso 13, Felicioni 11, Pierini 15, Cimini ne, Rocchi 2, Vallasciani 2, Bagalini ne, F. Amoroso 2. All. Domizioli.

Basket serie B, dolce Natale per la Sinermatic che centra la terza vittoria consecutiva
Cronaca 21 Dicembre 2019

ConAmi, commissario di imola e sindaci trovano l'accordo, per il Cda si prospetta un passo indietro

Cambio di passo nel ConAmi. L”Assemblea dei sindaci-soci si è svolta e chiusa ieri senza strappi e con la piena condivisione di un percorso per uscire dalle secche in cui è bloccato da un anno e mezzo. A presiedere l”assemblea il commissario del Comune di Imola, Nicola Izzo. Presenti 19 sindaci su 23.

“C”è la disponibilità da parte del commissario ad avviare un percorso che preveda le dimissioni dell”attuale Cda e l”individuazione di una nuova cinquina che rispetti anche i territori” spiega Matteo Montanari, sindaco di Medicina. Per cercare candidature per i nuovi consiglieri e presidente della governance Imola farà un bando pubblico seguendo regolamento e linee guida approvate mercoledì scorso dallo stesso commissario Izzo (e che prevedono sia titoli che esperienza come punteggio “per rendere più oggettiva e meno discrezionale possibile le scelte”). “L”idea è che Imola tramite bando indichi tre persone per il Cda, compreso il presidente ma con il gradimento degli altri Comuni – precisa sempre Montanari -, mentre altre due saranno scelte dagli altri Comuni, indicativamente una dal circondario imolese e l”altra dal faentino-ravennate, con modalità che rispettano i loro regolamenti di nomina” precisa Montanari.

Così si salva la forma, la presentazione di candidature tramite bando pubblico, cara al Movimento 5 stelle, ma anche la sostanza, la condivisione e la rappresentanza, chiesta dai Comuni e, si spera, si riuscirà a sbloccare finalmente l”operatività del Consorzio Ami, “cassaforte” delle azioni Hera e relativi utili, ma soprattutto delle reti (acqua, luce e gas) dei Comuni e soggetto fondamentale per fare investimenti sui territori. “C”è la comune volontà di arrivare a portare a regime la governance dell’ente, al fine di raggiungere la completa funzionalità dei vari organismi, per garantire l’ordinaria gestione nel più breve tempo possibile” conclude una nota del Comune di Imola. “L”intenzione è arrivare al bando entro gennaio e speriamo all”inizio di febbraio di avere la governance e ripartire” aggiunge Montanari.

A quel punto non avranno più ragion d”essere i contenziosi pendenti, come il ricorso al Tar presentato da 19 sindaci (per le modalità di nomina messe in atto dalla sindaca Sangiorgi), la diffida contro il Cda attuale e la denuncia con l”ipotesi di danni.

L’Assemblea dei sindaci del ConAmi ha approvato all’unanimità anche il Piano di razionalizzazione periodica partecipazioni ConAmi. Nulla di nuovo rispetto al passato. “Tutte le società sono in positivo l”unica in liquidazione è Comunica, ma era già stato deciso un paio d”anni fa, deve solo chiudersi il percorso”. (l.a.)

Nella foto l”Assemblea dei sindaci-soci del ConAmi

ConAmi, commissario di imola e sindaci trovano l'accordo, per il Cda si prospetta un passo indietro
Cronaca 21 Dicembre 2019

Natale all'insegna dello sport per Uisp e SportUp: domani il saggio del sincro, poi il 49° Santo Stefano dei ragazzi

Si avvicinano due appuntamenti molto importanti per il comitato territoriale di Imola e Faenza della Uisp e per SportUp.

Il primo in ordine di tempo è il Saggio di Natale del nuoto sincronizzato, in programma alla piscina comunale “Amedeo Ruggi” domani, alle 15.
«Abbiamo avviato una collaborazione attiva con la squadra Sincro di Ozzano, inserendo nuove istruttrice ed allenatrici – ricorda Dino Battilani, presidente del comitato territoriale di Imola e Faenza della Uisp –. L’entusiasmo e la collaborazione di tutti (allievi, staff e in particolar modo i genitori) è la prova tangibile che questa nuova opportunità ha rafforzato l’attività. Lo spirito di gruppo è fortissimo ed è veramente bello vivere queste emozioni».

Segue la quarantanovesima edizione del Santo Stefano dei ragazzi, il tradizionale appuntamento sportivo delle festività natalizie sotto l’Orologio, al palazzetto dello sport “Amedeo Ruggi”, giovedì 26 dicembre, ore 15.
Saranno protagonisti l’Accademia Kung Fu Imola, il Gamma Club Imola (danza), l’Imola Lacrosse, l’Imola Roller e Magic Imola (pattinaggio artistico a rotelle) e Takeshi (karate).
Senza dimenticare la Compagnia delle spugne del comitato di Imola della Croce Rossa Italiana, il presidio “Giudice Alberto Giacomelli” di Libera, e i campioni di pattinaggio artistico Arianna Ferrentino e Federico Calzolari (primi classificati europei 2019), Gaia Colucci e Marco Garelli (terzi classificati mondiali 2019), Margherita Zanni e Jacopo Campoli (primi classificati, categoria cadetti, europei 2019).
Presenta Paolino di Radio Bruno.
«Quando lo sport diventa spettacolo – commenta Battilani –. Da non perdere». (r.cr.)

Natale all'insegna dello sport per Uisp e SportUp: domani il saggio del sincro, poi il 49° Santo Stefano dei ragazzi
Sport 21 Dicembre 2019

Futsal A2, un'Imolese costretta sempre ad inseguire strappa un pareggio nell'ultima partita dell'anno

Pareggio 3-3 in casa della L84 per l”Imolese nell”ultima giornata del girone d”andata e, di fatto, anche del 2019. I rossoblù, al giro di boa, chiudono così al terzo posto (a -4 dalla capolista Milano) e conquistano il diritto a partecipare alla Coppa Italia di A2. 

La squadra di Carobbi, con in panchina il nuovo arrivato Revert Cortes, partono male e vanno sotto già dopo un minuto. Castagna, però, ha il piede caldo e pareggia poco dopo. Nemmeno il tempo di gioire che i padroni di casa, un giro di lancette dopo, ripassano in vantaggio. Dopo l”intervallo l”Imolese spinge il piede sull”acceleratore e impatta ancora con uno scatenato Castagna. A metà ripresa, però, la L84 rimette il naso avanti, ma Baroni a due minuti dal triplice fischio chiude le ostilità.

Nel prossimo turno, in programma sabato 11 gennaio 2020 (ore 15.30), l”Imolese farà visita alla capolista Milano. (r.s.)

Nella foto (dalla pagina Facebook dell”Imolese): Castagna

Tabellino

L84-Imolese 3-3 (2-1)

L84: Luberto, Iovino, Ghouati, Dias, Tambani, Pedro Henrique, De Felice, Lucas, Turello, De Lima, Rosano, Miani. All. Barbieri.

Imolese: Paciaroni, Vignoli, Gabriel, Castagna, Foglia, Vittori, Pieri, Fort, Liberti, Radesco, Revert Cortes, Baroni. All. Carobbi.

Gol: 1” Iovino (L), 4” Castagna (I), 5” Miani (L); 4” s.t Castagna (I), 11” Tambani (L), 18” Baroni (I).  

Ammoniti: Ghouati (L), Dias (L), Castagna (I), Miani (L), Baroni (I), Vignoli (I), Turello (L).

Futsal A2, un'Imolese costretta sempre ad inseguire strappa un pareggio nell'ultima partita dell'anno
Cronaca 21 Dicembre 2019

Rissa e minacce in centro storico, bulletti denunciati dalla polizia, quattro sono minorenni

Litigano con dei coetanei e danno un pugno ad un adulto intervenuto per sedare gli animi. Una serata da bulletti di quattro diciassettenni e un ventenne, tutti imolesi, che si è conclusa con una denuncia per rissa aggravata. Per il maggiorenne anche le accuse di minacce, lesioni e porto di arnesi atti a offendere.

Tutto è cominciato alle 21.30 di giovedì, intorno alla pista del ghiaccio in piazza Gramsci. Il gruppetto inizia a discutere con tre coetanei, tra cui una ragazza. Quando questi ultimi decidono di allontanarsi ed entrare nel centro cittadino dove c’è il Barcode, gli altri li seguono e continuano ad importunarli. Quando il ventenne lancia un ombrello addosso ad uno dei tre, la ragazza corre verso il bar Otello chiedendo aiuto ad alcuni avventori presenti. In tre intervengono e, quando la situazione si acquieta, ritornano sui loro passi. Ma il gruppetto dei bulletti, evidentemente non pago, dopo un po’ si presentano davanti agli adulti e ricominciano a litigare, il ventenne ne colpisce anche uno in faccia con un pugno. A quel punto scatta la chiamata al 113 e l’intervento della pattuglia della polizia, che individua subito quattro bulletti, mentre il quinto viene identificato controllando le immagini riprese dalle telecamere pubbliche di videosorveglianza.

Questa la ricostruzione della dinamica, ad oggi, ma le indagini della polizia sono ancora in corso per accertare eventuali ulteriori responsabilità o il coinvolgimento di altri ragazzi. (l.a.)

Foto d”archivio

Rissa e minacce in centro storico, bulletti denunciati dalla polizia, quattro sono minorenni
Economia 21 Dicembre 2019

Bio-On, il Tribunale di bologna dichiara il fallimento, disposto l'esercizio provvisorio

Brutte notizie per i dipendenti della BioOn Spa. Ieri il Tribunale di Bologna ha dichiarato il fallimento della società, nominando giudice delegato Fabio Florini e curatore fallimentare un collegio composto da Antonio Gaiani e Luca Mandrioli, già amministratore giudiziario. La comunicazione è arrivata dagli stessi curatori con una nota. Non solo.

Con la medesima sentenza, la numero 137 del 2019, il Tribunale ha disposto anche la continuazione temporanea dell”attività economica d”impresa autorizzando l’esercizio provvisorio così da preservare la continuità aziendale per evitare che venga dissolta l”organizzazione produttiva nelle sue componenti di occupazione, tecnologiche e avviamento. Ma i curatori fallimentari nella loro nota spiegano che «stante, a tutt”oggi, la mancata disponibilità da parte del sistema bancario a concedere nuova finanza sebbene assistita dalla garanzia della prededuzione, il pagamento delle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di prossima scadenza potrà essere reso possibile solo a seguito dell”incasso dei crediti di futura esigibilità. Sarà compito della curatela fallimentare attivarsi quanto prima al fine di presentare la domanda di Intervento straordinario di integrazione salariale per crisi aziendale». 

Difficile a questo punto vedere un futuro per l”azienda di bioplastiche finita nella bufera dopo le misure cautelari che hanno raggiunto i suoi vertici, il presidente Marco Astorri (dimessori un mese fa), il vicepresidente Guido Cicognani e il presidente del collegio sindacale Gianfranco Capodaglio, tutti e tre indagati per false comunicazioni sociali e manipolazione del mercato. (r.cr.)

Bio-On, il Tribunale di bologna dichiara il fallimento, disposto l'esercizio provvisorio
Cronaca 21 Dicembre 2019

Ambiente, ha preso il via a Dozza il progetto del Comune «Un albero per le scuole»

E” partito ufficialmente a Dozza il progetto «Un albero per le scuole». A ciascun plesso scolastico del territorio comunale era stato consegnato precedentemente un albero autoctono, in vaso, della specie Pyrus chanticleer (pero da fiore) o Prunus pissardi nigra (ciliegio da fiore). E sabato della scorsa settimana, 14 dicembre, è stato messo a dimora il primo alberello presso la scuola media Aldo Moro di Toscanella.

«Con questa iniziativa l’Amministrazione comunale mette in campo l’ennesima azione per sensibilizzare l’opinione pubblica nei riguardi della salvaguardia dell’ambiente e del miglioramento della qualità della vita», ha motivato Sandra Esposito, assessore all’Istruzione del Comune di Dozza. Gli alberi infatti forniscono ossigeno ed assorbono anidride carbonica, caratterizzano il paesaggio e ricoprono un ruolo importante nel mitigare il rischi oidrogeologico. L’iniziativa promossa dall’Amministrazione dozzese è finanziata dal Lions club Valsanterno. (r.cr.)

Nella foto la messa a dimora del primo alberello alla scuola media Aldo Moro di Toscanella

Ambiente, ha preso il via a Dozza il progetto del Comune «Un albero per le scuole»
Cronaca 21 Dicembre 2019

Asfaltature stradali, nel 2019 a Castel San Pietro sono stati spesi oltre 700 mila euro

Per Castel San Pietro il 2019 è stato un anno caratterizzato da un corposo elenco di asfaltature, più del doppio degli ultimi anni. Complessivamente, sono stati spesi oltre 700 mila euro, dei quali 230 mila derivati dalla convenzione con l’azienda Bio-on che con propri fornitori ha asfaltato a Poggio e a Gaiana. Per il resto, sul Sillaro e frazioni nuovo asfalto (per lo più pezzi di strada) è stato posato nelle vie Gramsci, dei Mille, Decumano, Remo Tosi, Di Vittorio e Machiavelli, della Repubblica (ossia la via Emilia), Meucci, Alberto Bassi, Grassi, Molise, San Giovanni, Mori, Villalunga (nel tratto fra la via Emilia e via Magnani), tratti della lottizzazione Picchio e delle vie Liano, Trucca, Riniera (parte iniziale), Cappellazzo, Legnana, Bastiana, San Biagio, il tratto di via Cartara e degli Stradelli Guelfi nel centro urbano di Poggio Grande, il tratto iniziale della via San Carlo, via Madonnina e un tratto di un paio di chilometri di via San Giorgio in località Palesio.

«Era in previsione anche un terzo lotto da 238 mila euro che interesserà, tra le altre, le vie Albertazzi, Pilastrino e Tanari – aggiorna l’assessore ai Lavori pubblici, Giuliano Giordani -. Non siamo riusciti a farli prima della stagione fredda e sono rinviati a primavera». A realizzare gli interventi è stata la ditta imolese Cti la quale, assieme a Cims e Zini Elio, si è aggiudicata l’accordo quadro siglato con Area Blu, una procedura che consente di effettuare gli interventi senza ulteriori gare pubbliche. «Siamo molto soddisfatti perché è un accordo che snellisce le procedure e vogliamo rinnovarlo anche nel 2020, anzi, ci piacerebbe diventasse pluriennale» afferma il sindaco, Fausto Tinti.

Nonostante i tanti interventi effettuati, ancora molte strade presentano vistose crepe e dissesti vari, vedi la parte finale di via Oriani verso la via Emilia, via Marconi e l’inizio di via Scania, tanto per citarne alcuni. (gi.gi.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 19 dicembre

Nella foto la via Marconi, tuttora piena di crepe e buche

Asfaltature stradali, nel 2019 a Castel San Pietro sono stati spesi oltre 700 mila euro

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast