Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 21 Novembre 2019

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di “sabato sera”: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.

CRONACA.  Il ritorno di Vasco Rossi a Imola. AUTODROMO. Selvatico Estense preoccupato per la Superbike. PISCINA RUGGI. Piancastelli dell”Imolanuoto a muso duro. MALTEMPO. Tutto sui danni causati dalle piogge di questi giorni. SCUOLA. Rette degli asili più leggere. STORIA. A Castello ricevuti in Comune i familiari dell”aviatore americano Hintz. PREMIO. Il castellano Nathan Lelli è Mister Muscolo Universo

SPORT. Calcio. Domenica c”è Medifossa-Sanpaimola. BasketLa Sinermatic attende la capolista Cento. Motori. Titolo «elettrico» per Fausto Gresini.

SABATOSERA DUE. EventoMostra sull”artista poliedrico imolese Pietro Zuffi.  Arte. Esposizione alla galleria Tales of Art. Musica. Giada Maragno sul palco con Anastacia. Teatro. Allo Stignani arriva Leo Gullotta. Paolo Facchini racconta il suo spettacolo. Spettacolo per bambini a Medicina. Editoria. La storia degli spaghetti al pomodoro.

Nella foto: le «prime pagine» di sabato sera questa settimana

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Sport 20 Novembre 2019

Basket A2, al palaCarnera di Udine ko pesante per l'Andrea Costa

Ko dal punteggio pesante per l”Andrea Costa che, nel turno infrasettimanale, è crollata 104-72 sul campo di Udine.

Fatali per i biancorossi il primo e l”ultimo quarto, parziali dove i padroni di casa hanno di fatto costruito la vittoria. La squadra di coach Di Paolantonio, infatti, dopo dieci minuti era sotto di 18 punti e, in pratica, già fuori dai giochi. Nei quarti centrali Fultz e compagni hanno provato a rendere meno pesante il passivo, con Morse e Baldasso sugli scudi, ma nel finale Udine non ha avuto pietà dei biancorossi, fino al +32 alla sirena finale.

Nel prossimo turno, in programma domenica 24 (ore 18), l”Andrea Costa affronterà in casa l”Urania Milano.

Nella foto: l”Andrea Costa

Tabellino

Udine-Naturelle 104-72 (31-13, 47-28, 77-55)

Udine: Cromer 16, Nobile 14, Antonutti 13, Penna 12, Cortese 12, Amato 10, Zilli 9, Beverly 8, Jerkovic 5, Fabi 3, Osasenaga 2, Micalich. All. Ramagli. 

Imola: Morse 18, Baldasso 16, Bowers 9, Fultz 9, Masciadri 6, Ingrosso 6, Valentini 4, Taflaj 2, Calvi 2, Alberti. All. Di Paolantonio.

Basket A2, al palaCarnera di Udine ko pesante per l'Andrea Costa
News 20 Novembre 2019

Il consigliere regionale Roberto Poli rinuncia a ricandidarsi e appoggia la conferma di Francesca Marchetti

«Se sono chiari gli obiettivi e la  per raggiungerli le scelte non sono difficili, ma conseguenti». L’imolese Roberto Poli, consigliere Pd in Regione, ci accoglie con questa frase, che poi ci spiega: «E la scelta conseguente, per quanto mi riguarda, è quella di fermarmi e di dire in modo molto netto che se vogliamo far
vincere il Pd in Regione, e anche a Imola, la candidatura più forte per il nostro territorio all’Assemblea regionale è quella di Francesca Marchetti». 

Poli, la sua scelta per certi versi è sorprendente.
«Il mio è un ragionamento politico e non personale. Il centrosinistra ha davanti due obiettivi: primo, proseguire nell’azione di governo del presidente Stefano Bonaccini che rappresenta il vero cambiamento, con scelte all’avanguardia che in molti casi sono diventati provvedimenti nazionali (abolizione dei superticket, obbligatorietà dei vaccini, riduzione e
azzeramento delle rette degli asili). Dobbiamo vincere la sfida del 26 gennaio e mantenere l’Emilia Romagna tra le regioni di punta in Europa per qualità dei servizi, dell’economia, dell’innovazione, del welfare».

Qual è il secondo obiettivo?
«E’ vitale per il nostro territorio essere rappresentato nell’Assemblea legislativa per dare continuità al lavoro svolto in questo mandato. Un mandato in cui la maggioranza ha voluto avvicinare l’ente Regione ai territori. Bonaccini, gli assessori e noi consiglieri di maggioranza abbiamo incontrato tutti i 328 sindaci dei Comuni dell’Emilia Romagna. L’unica a non incontrarlo è stata la sindaca di Imola che mai ha voluto partecipare ad eventi insieme a Bonaccini».

A proposito, quanto inciderà il voto regionale con quello per il sindaco di Imola che si terrà qualche mese dopo?
«Avere un nostro rappresentante nella Regione se governata ancora dal centrosinistra ci darà la possibilità di vincere le elezioni a Imola». (p.b.)

Il consigliere regionale Roberto Poli rinuncia a ricandidarsi e appoggia la conferma di Francesca Marchetti
Sport 20 Novembre 2019

L'ingegnere imolese Andrea Dalpozzo e le tre figlie campionesse di bridge

Un bicchiere di whisky e un portacenere pieno? Occhiali neri e paglia in bocca? No, siete fuori strada. Si parla di bridge, che resterà pure un gioco di carte, ma non ha nulla a che fare con le bettole di periferia o con le bische notturne. Qua c’è un’organizzazione e una diffusione a livello planetario, con tornei nazionali e mondiali, persino con Olimpiadi, riconosciuto dal Coni e con «atleti» veri, che devono anche sottoporsi alle regole del doping. Parliamo volentieri di bridge perché ci sono tre sorelle che in Italia stanno spopolando, rendendosi famose anche aldilà dei confini nazionali.

Abitano a San Lazzaro, ma il padre, cioè l’ingegner Andrea Dalpozzo, è imolese purosangue, membro emerito di quella classe dello scientifico Valeriani che ha sfornato personaggi di ogni genere, da Stefano Domenicali (manager supremo della Lamborghini) fino a Mauro Gambetti, custode del Convento di Assisi. Eleonora (19 anni), Valentina (17) e Federica (15) hanno dunque le radici sul Santerno e non è una forzatura raccontare su queste pagine i loro successi sedute ad un tavolo verde. «Inizialmente le ragazze ci seguivano ai campionati, mentre giocavo anche assieme a mia moglie. Ad un certo punto, circa 5 anni fa (Federica aveva 10 anni, nda), abbiamo deciso di organizzare un corso Under 18 e di portarle poi ad un campus estivo. Si sono rese conto che c’erano tanti altri giovani appassionati in giro per l’Italia, tramite i social hanno formato un gruppo e la passione è esplosa. Adesso fare le gare non è solo un modo per mettersi in gioco, ma anche un mezzo per ritrovarsi con tutti gli amici che abitano lontano».

Tra di loro c’è competizione?

«Ovviamente c’è, ma è sana. Sono molto affiatate e di stimolo l’una con l’altra, come è sempre stato con la scuola e con gli altri sport che praticano. Ma se voglio farle contente fino in fondo devo portarle a vedere l’Inter, visto che le ho infettate anche con questa passione fin da piccole a cominciare dal viaggio ad Abu Dhabi per la finale intercontinentale nell’anno del triplete nerazzurro». (p.z.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 14 novembre.

Nella foto: l”ingegnere imolese Andrea Dalpozzo assieme alle sue tre figlie in maglia azzurra

L'ingegnere imolese Andrea Dalpozzo e le tre figlie campionesse di bridge
Cronaca 20 Novembre 2019

Sicurezza e legalità con Achille Serra ed Ezio Roi nel secondo incontro pubblico di «Fare, cambiare, migliorare»

Seconda uscita pubblica per l”associazione «Fare, cambiare, migliorare», che ha tra i promotori la ormai ex consigliera comunale Carmen Cappello, candidata sindaco del centrosinistra alle elezioni comunali del 2018. Domani, giovedì 21 novembre alle 20 alla sala delle Stagioni in via Emilia 25 a Imola, è in programma un incontro sul tema «Sicurezza dei cittadini e cultura della legalità».

Il tema sarà analizzato ed esposto da Achille Serra, protagonista della lotta alla criminalità organizzata e della tutela della legalità e della sicurezza. Serra, classe 1941, già prefetto di Palermo, Roma, Ancona e Firenze, questore di Milano, capo della Digos, dello Sco e della Criminalpol, ha vissuto in prima persona, scrivono in una nota gli organizzatori dell”evento, «gli anni terribili e infuocati della storia italiana, dalla bomba di piazza Fontana all”omicidio Calabresi, dalle manifestazioni del movimento studentesco al boom dei sequestri di persona e al caso Vallanzasca, alla Colombia del cartello di Cali e al caso, a noi più vicino, della Uno bianca». 

Ad intervistare Serra sarà Ezio Roi, ex assessore alla Sicurezza e Legalità del Comune di Imola e proveniente dall”ambito giudiziario. «I cittadini chiedono a gran voce maggior sicurezza e l”applicazione puntuale delle leggi – aggiungono ancora gli organizzatori -. Sentire dalla voce di chi questi valori e temi li ha sempre praticati nel concreto è, a nostro parere, il miglior modo per far passare il messaggio che serve l”impegno di ciascuno di noi e che si può fare». (r.cr.)

Nelle foto: a sinistra l”ex assessore alla Sicurezza del Comune di Imola Ezio Roi e, a destra, Carmen Cappello durante l”ultimo consiglio comunale

Sicurezza e legalità con Achille Serra ed Ezio Roi nel secondo incontro pubblico di «Fare, cambiare, migliorare»
Cronaca 20 Novembre 2019

Pedone 64enne investito da un'auto sulle strisce pedonali

Un grave incidente è avvenuto ieri sera a Imola, intorno alle 17.45, in via Vittorio Veneto, all”intersezione con la via Aspromonte.

Secondo la ricostruzione della polizia municipale un 64enne catanese, ma domiciliato a Imola, stava atttraversando la strada a piedi sulle strisce pedonali quando, per cause ancora da accertare, è stato investito da una Ford Fiesta, condotta da una donna di 66 anni di Massa Lombarda, che procedeva in direzione viale Marconi.

Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno trasportato l”uomo al pronto soccorso di Imola. Il 64enne ha riportato ferite guaribili in 30 giorni.

Nella foto (Isolapress): il luogo dell”incidente

Pedone 64enne investito da un'auto sulle strisce pedonali
Cronaca 20 Novembre 2019

Maltempo, chiusa nella notte la falla sull'argine dell'Idice a Budrio. Cessata l'allerta rossa

Dopo ore e ore di lavoro da parte dei volontari della Protezione civile, militari dell”esercito e tecnici della Regione, nella notte è stata chiusa la breccia nell”argine dell”Idice che ha causato allagamenti nel territorio del Comune di Budrio. Ora, nonostante l’acqua non esca più, rimane aperto il cantiere per la messa in sicurezza definitiva della zona.

Nel frattempo anche il maltempo ha concesso una tregua, con un miglioramento delle condizioni meteo. Nelle prossime ore, infatti, è previsto uno stop delle precipitazioni. Cessata, infatti, l’allerta rossa nella bassa modenese, bolognese e nel ravennate. Per la giornata di domani, giovedì, sono previste solo deboli piogge, localmente anche a carattere di rovescio, sull’Appennino centro-occidentale. L’allerta rimane, comunque, arancione per la pianura nelle province emiliane, da Parma a Ferrara, e lungo la costa ferrarese. Allerta gialla, invece, nel piacentino e nell’Appenino, dal parmense al ravennate. Allerta verde in Romagna.

Prosegue, comunque, il monitoraggio arginale su tutti i principali corsi d’acqua del bolognese, modenese e ferrarese grazie all’opera del volontariato di Protezione civile e al supporto garantito dall’esercito. (r.cr.)

Nella foto:

Maltempo, chiusa nella notte la falla sull'argine dell'Idice a Budrio. Cessata l'allerta rossa
Cronaca 20 Novembre 2019

Cane scivola nel Santerno e il padrone cerca di salvarlo, ma finisce nel fiume anche lui. Entrambi recuperati dai pompieri

Doppio salvataggio questa mattina da parte dei vigili del fuoco di Imola, intervenuti sulle rive del Santerno per salvare un cane e il suo padrone finiti in acqua.

Stando a quanto ricostruito, l”uomo, un imolese di 69 anni, era uscito per portare a spasso il cane lungo il percorso sull”argine destro (lato autodromo). Arrivati all”altezza della piscina, però, il cane è scivolato in acqua in un punto del percorso in cui c”era molto fango (nei giorni precedenti aveva piovuto copiosamente e il livello del fiume si era alzato notevolmente). Per cercare di salvarlo, a sua volta anche il padrone è scivolato nel Santerno, finendo a bagno fino al torace e non riuscendo più a risalire. Fortuna ha voluto che entrambi fossero in una piccola ansa nella quale non entrava la corrente principale ancora molto forte.

Dei passanti sull”altra riva hanno visto la scena e chiamato il 115. Al loro arrivo i pompieri hanno assicurato l”uomo ad un albero con una corda, poi hanno preso il cane e, infine, hanno tratto in salvo il 69enne imbragandolo e riportandolo a riva. Sul posto è intervenuto anche il personale del 118 che ha trasportato l”uomo, decisamente infreddolito, al pronto soccorso per accertamenti. Il cane è stato affidato alla compagna del 69enne. (gi.gi.)

Nella foto (Isolapress): il recupero dell”uomo e del cane effettuato dai vigili del fuoco

Cane scivola nel Santerno e il padrone cerca di salvarlo, ma finisce nel fiume anche lui. Entrambi recuperati dai pompieri
Cultura e Spettacoli 20 Novembre 2019

Il piano di Sofya Gulyak in concerto per l'Emilia Romagna Festival al teatro Comunale di Imola

Sarà Sofya Gulyak, pianista tra le più apprezzate al mondo, la protagonista del concerto di Erf#StignaniMusica mercoledì 20 novembre alle 21 al teatro Comunale di Imola. La musicista terrà un concerto il cui programma vedrà Brahms, Chopin, Rachmaninov e Prok’ofiev e una celebre trascrizione di Bach da parte di Ferruccio Busoni. In particolare eseguirà Chaconne in re minore BWV 1004 di Johann Sebastian Bach/Ferruccio Busoni, Sei Klavierstücke op. 118 di Johannes Brahms, Variations brilliantes sur le Rondeau favori de «Ludovic» de Héroldin si bemolle maggiore op.12 di Fryderyk Chopin, 5 Morceaux de fantaisie op.3 di Sergej Rachmaninov e Sonata n. 7 in si bemolle maggiore di Sergej Prokof’ev.

Sofya Gulyak, lodata dal Washington Post per la sua «incredibile precisione e la squisita delicatezza del suono», è stata la prima donna a vincere il Primo premio e la Medaglia d’Oro Principessa Mary al XVI Concorso Pianistico Internazionale di Leeds. «La sua variegata esperienza si dipana tra prestigiosi concorsi pianistici internazionali e le esibizioni nelle più prestigiose sale da concerto – si legge nelle note stampa al concerto-, sia con celebri orchestre che come solista in recital che hanno sempre riscosso entusiasmo dalla critica e dalla stampa musicale e che sono diventati una sua cifra caratteristica. Tanti i premi ottenuti nei più importanti concorsi pianistici internazionali: primo premio al Concorso Pianistico William Kapell negli Stati Uniti, al Maj Lind di Helsinki, al Concorso di Tivoli a Copenhagen, all’Isang Yun International Piano Competition in Corea del Sud, al concorso pianistico di San Marino; vincitrice inoltre del Concorso Busoni in Italia e del Concorso Pianistico Marguerite Long di Parigi. Sofya Gulyak ha inoltre collaborato con alcuni tra i migliori direttori d’orchestra al mondo e suonato in tutto il mondo, dalla Russia agli Stati Uniti, dalla Finlandia alla Nuova Zelanda. (r.c.)

Il piano di Sofya Gulyak in concerto per l'Emilia Romagna Festival al teatro Comunale di Imola
Sport 20 Novembre 2019

Ciclismo, Villa Fontana ama i pedali ma «saluta» gli Juniores

Villa Fontana ha sempre amato il ciclismo. Ancora oggi, tutta la frazione di Medicina si attiva in più occasioni, durante l’anno, per supportare la Polisportiva Villafontana nell’attività organizzativa a favore dei giovani. Anche – e soprattutto – grazie al contributo dei volontari del paese, e del territorio limitrofo, prosegue l’attività della società ciclistica giovanile presieduta da Giampaolo Scalorbi. Una società che nel 2019 ha consentito a ragazzi dai 6 ai 18 anni di sperimentare l’esperienza del ciclismo: circa 25 giovani in tutte le categorie dai Giovanissimi agli Juniores, unica società della regione attiva in ogni fascia di età del ciclismo giovanile. Invariato l’approccio: consentire a tutti i ragazzi e le ragazze volenterosi di correre fino a 18 anni per una società vicina a casa. «Abbiamo ottenuto qualche buon piazzamento con Juniores e Allievi – sintetizza Mirco Grossi, team manager “tuttofare” della Polisportiva Villafontana -, oltre a buone prestazioni tra gli Esordienti. Con i Giovanissimi abbiamo scelto di non fare attività agonistica, privilegiando gli allenamenti e partecipando solamente a qualche gimcana».

Una stagione portata avanti anche grazie all’impegno dei direttori sportivi: Fabrizio Rappini tra gli Juniores, Daniele Cinti (il “decano” dei diesse) per gli Esordienti, Fabio Fiorentini con gli Allievi e Francesco Spica con i Giovanissimi. Senza dimenticare tutte le altre persone attive nell’orbita biancoverde, a partire da Giorgio Spiga, direttore di corsa nelle gare organizzate dalla Polisportiva e anche «cuoco» al Barbarossa a Medicina. All’annuale rievocazione storica di metà settembre, infatti, la frazione di Villa Fontana si veste a festa alla Torre del Porco, gestita da 40- 50 volontari: il ricavato sostiene anche l’attività ciclistica giovanile in paese. Dal punto di vista organizzativo, poi, la società presieduta da Scalorbi nel 2019 ha organizzato anche la cronoscalata Bologna – San Luca (in collaborazione con altre società del Comitato provinciale bolognese della Fci), che ha visto al via 250 atleti in ogni categoria, sia maschile che femminile, e anche con bici a scatto fisso. Una «medaglia» organizzativa che si aggiunge allo storico Memorial Ermanno Mioli, che nel 2019 è giunto alla 28ª edizione ed è stato assegnato nell’ambito del 4° Gp Centro Commerciale Medicì per Juniores. L’intenzione della società, nel 2020, è quella di riproporre la classica formula del Memorial Mioli con gare per tutte le categorie giovanili nel corso del primo week-end di giugno: nel 2019 non è stato possibile per via della concomitanza con altre gare nel calendario. Un 2020 che vedrà un passo indietro nella categoria Juniores, che non vedrà al via le maglie biancoverdi. La Polisportiva Villafontana tornerà così a concentrarsi sui più giovani: al momento la rosa prevede due Allievi, nessun Esordiente ma 8 Giovanissimi che rappresentano la base da cui partire per un nuovo impegno di crescita per i giovani con la bicicletta. (ma.ma)

Nella foto: Marco Rizzello alla «Strade Bianche di Romagna» Allievi di Mordano

Ciclismo, Villa Fontana ama i pedali ma «saluta» gli Juniores

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast