Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Sport 18 Maggio 2019

Serie C: a Monza tornano (quasi) tutti e Dionisi in diretta su Raisport gioca anche contro Allegri

La diretta di Raisport a partire dalle ore 18, l”avversario è il Monza con Silvio Berlusconi, la tribuna centrale dello stadio Brianteo con molti Vip (a cominciare da Adriano Galliani), la partita più importante nella storia dell”Imolese. Cosa volete di più per la squadra di Dionisi? Forse qualcosa c”è e si chiama Massimiliano Allegri. Il tecnico livornese, ancora per poco sulla panchina della Juventus, è stato chiamato in causa da Berlusconi che ha telefonato nelle scorse ore al vincitore degli ultimi cinque scudetti neo divorziato dalla Vecchia Signora. Berlusconi ha anche detto che per al suo Monza non chiede tanto la Serie B o la Serie A («benissimo se si riuscisse») ma una squadra «che giochi un calcio diverso». Se gli capiterà di vedere l”Imolese contro il suo Monza si accorgerebbe che un calcio diverso con «una tecnica squisita» la squadra di Dionisi lo gioca già. Chissà, potrebbe essere un allenatore da Berlusca….
Al di là delle battute, Monza – Imolese di domenica 19 maggio è un quarto di finale nei play-off che valgono per salire in Serie B, e tanto basta a renderla una partita importante. E” la quarta sfida stagionale tra le due squadre: i lombardi hanno vinto due volte (1-0 in Coppa Italia e 1-2 nel ritorno a Imola) e pareggiato solo nell”andata della stagione regolare (1-1). L”Imolese deve ancora vincerne una.
«A differenza delle altre volte, abbiamo preparato la sfida col Monza sulle due partite, visto che giocheremo domenica e mercoledì – spiega il mister rossoblù Alessio -. Questo però non deve cambiare il nostro spirito e la voglia di dimostrare quello che ci ha portato ad arrivare terzi; poi, se gli altri saranno più bravi di noi, gli renderemo merito. Il Monza è un avversario forte, come tutte le squadre arrivate fino a questo punto: li rispettiamo, sappiamo che ci renderanno la vita molto difficile, come hanno dimostrato nei precedenti, dove hanno avuto la meglio. Abbiamo poco da perdere contro una squadra del genere, ma ancora tanta voglia di dimostrare le nostre qualità. Sono contento di aver recuperato tutti i ragazzi, a parte Garattoni e lo squalificato Boccardi, ma sono assenze che avevamo messo in conto».
Cerchiamo allora di interpretare che formazione metterà in campo Dionisi che dopo tanto tempo ha la possibilità di scegliere e, soprattutto, di poter schierare Luca Belcastro. Non lo farà dall”inizio, al contrario del rientrante Saber (dopo la squalifica). Noi pensiamo giocherà. Rientra al centro della difesa Checchi. (Paolo Bernardi)

Probabile formazione
IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 2 Sciacca, 5 Checchi, 26 Carini, 25 Fiore; 20 Gargiulo, 21 Carraro, 24 Saber; 29 Mosti; 17 Lanini, 27 Rossetti. (1 Turrin, 4 Bensaja 6 Tissone, 7 Varutti, 8 Valentini, 9 Cappelluzzo, 10 Belcastro, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 16 Ranieri, 28 Giovinco, 30 De Marchi). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress Nicola Mosti

Serie C: a Monza tornano (quasi) tutti e Dionisi in diretta su Raisport gioca anche contro Allegri
Sport 18 Maggio 2019

Jonathan Rea tra autobiografia e vittoria è andato «In testa» alla sede di Confartigianato. IL VIDEO

Giovedì 9 maggio Jonathan Rea, quattro volte campione del mondo di Superbike, ha presentato la sua autobiografia «In testa», all’auditorium della sede imolese di Confartigianato. Al fianco del protagonista Sergio Sangiorgi, vice segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana, il sindaco di Imola Manuela Sangiorgi, il direttore dell’autodromo «Enzo e Dino Ferrari» Roberto Marazzi, l’avvocato Carlo Costa e l’editore del libro nella versione italiana, Paolo Gozzi. (r.s.)

Nella foto: Jonathan Rea durante la presentazione del libro

Jonathan Rea tra autobiografia e vittoria è andato «In testa» alla sede di Confartigianato. IL VIDEO
Sport 18 Maggio 2019

Basket A2, le pagelle di fine stagione dell'Andrea Costa secondo «sabato sera»

Salvezza doveva essere e così è stato. Missione compiuta, senza grandi difficoltà, con andamento ondivago, senza picchi in un senso o nell’altro. La Naturelle ha finito in calando (secondo una moda in voga da tempo in via Valeriani) e nel complesso non ha quasi mai esaltato, tranne che a Verona. Ma poi, basta andare indietro con la mente e ripensare all’organico costruito con uno dei budget più modesti di tutta l’A2, all’infortunio di Prato (alla seconda giornata), che mai è stato sostituito, per capire che Di Paolantonio e i suoi «vecchietti» hanno fatto quasi un’impresa. Anche perché solo due uomini (entrambi di pelle scura… ma senza capelli) sono stati veramente determinanti e altri tre (uno nato in Portogallo e gli altri due alti più di 2 metri) molto produttivi solo a intermittenza. Fino a sei turni dal termine è sempre stata virtualmente al play-off e se non li ha raggiunti… chissenefrega. A ottobre 2018, per una stagione così, tutti ci avrebbero messo più di una firma. Ecco quindi, come da tradizione, le pagelle di fine stagione targate «sabato sera»:

Naturelle 5,88 (30 partite) (casa: 6,01; fuori: 5,75). Con le prime tre non ha toccato palla, ma ci può stare. La doppia batosta con Ravenna e soprattutto quelle con Jesi e Cento sono le sole macchie indelebili di una squadra costruita a trazione anteriore, che ha esibito alcune buone giornate in avanti, ma dietro è stata spesso un pianto. Doveva salvarsi, non è mai stata in pericolo e questo è il suo scudetto. Merito dell’esperienza e del trio «DiPa», «BJ» e «Tim».

Il migliore? Raymond 6,65 (30) (casa: 7,37; fuori: 5,93). La polizza salvezza di «DiPa», che l’ha preso a ragion veduta. A volte è sembrato bolso e sfiatato, ma nel momento decisivo la sua leader ship e le smisurate doti tecniche hanno spesso fatto le fortune della Naturelle. Un colosso in tutti i sensi, ma anche un fenomeno nei «battezzi», per spremersi al massimo quando contava e invece prendersi qualche vacanza in certi match impossibili. (p.p.)

L”articolo completo e i voti di tutti i giocatori biancorossi su «sabato sera» del 16 maggio.

Nella foto (Isolapress): B.J. Raymond

Basket A2, le pagelle di fine stagione dell'Andrea Costa secondo «sabato sera»
Cultura e Spettacoli 18 Maggio 2019

«Gocce di musica 2019», gli Aster & the X Band vincono la seconda serata di selezione

Hanno vinto gli Aster & the X Band. Sono loro ad essersi aggiudicati, eri sera, la seconda selezione per un posto nella finale di “Gocce di musica per la solidarietà”, il contest per band emergenti organizzato da Avis Imola insieme a “sabato sera” con la collaborazione di Ca” Vaina.

Gli Aster & the X Band hanno convinto la giuria con il loro rock blues energico e una performance coinvolgente. Sul palco Luca Pasotti al basso Matthew Cavina alla batteria Alessandro De Francesco alla chitarra elettrica e il leader Leonardo Scarpetti voce e chitarra. Da notare che già lo scorso anno parteciparono e conquistarono la finale di “Gocce di Musica”.

Ottime le esibizioni anche degli altri sfidanti della quartina di selezione di ieri sera, cioè il duo indie Sambuca, il cantautore Lorenzo Montanari in arte Cacatua e la band Alter Ego con il loro rock italiano.

Per conoscere il nome del terzo gruppo finalista che salirà sul palco della finale dell’8 giugno in piazza Gramsci a Imola bisognerà attendere la terza serata di selezione venerdì 24 maggio con Whatever, Karamazov, Pocopop, Mind Cross. 

Nella foto (Isolapress) gli Aster & the X Band 

«Gocce di musica 2019», gli Aster & the X Band vincono la seconda serata di selezione
Sport 18 Maggio 2019

Calcio serie C, l'uomo dei sogni dell'Imolese è il direttore sportivo Filippo Ghinassi

Fra i tanti che quest’anno si sono guadagnati l’olimpo, per via degli eccezionali risultati ottenuti dall’Imolese, un posto speciale spetta a Filippo Ghinassi, giovane e rampante direttore sportivo che si è definitivamente affermato, dimostrandosi, grazie agli acquisti azzeccati, un direttore sportivo all’altezza della situazione. Cosa che prima non gli veniva riconosciuta, forse perché negli ultimi due campionati l’obiettivo principale, cioè il primo posto, era stato mancato dalla squadra, e fra le critiche piovutegli addosso, c’era anche quella che puntava l’indice sulla sua scarsa esperienza nel ruolo. «E’ vero – ha confermato Ghinassi -. Quest’anno ho percepito una grande differenza per quel che riguarda la considerazione. Un po’ a tutti i livelli. E in particolare all’ultimo calciomercato a Milano. Ho visto il mondo del pallone cambiare atteggiamento nei confronti dell’Imolese e di conseguenza anche nei miei. E questo mi ha regalato tantissima gratificazione. Nei 4 anni nel ruolo di direttore sportivo, dopo i 6 precedenti da responsabile del settore giovanile, mi sono messo in discussione, confrontato e diversificato, soprattutto nelle esperienze fatte coi vari allenatori. Tutte queste cose messe insieme mi hanno aiutato a crescere».

Dopo l’ultima sfida di campionato col Ravenna hai dichiarato che se l’Imolese è arrivata a questo punto è perché non ha mai smesso di alzare l’asticella. Ma quante volte è stata alzata? E in quali momenti della stagione?

«Si è alzata ogni volta che abbiamo raggiunto un obiettivo. Centrata la salvezza a febbraio ci siamo detti: perché non provare ad entrare nei play-off con questo gruppo di ragazzi arrivati all’Imolese affamati e vogliosi di affermarsi in serie C? E nei play-off ci siamo entrati matematicamente a metà marzo. A quel punto l’obiettivo è diventato quello di arrivare il più in alto possibile in classifica, concretizzando il terzo posto all’ultima giornata. Ora proseguiamo sulla stessa strada, perché accontentarsi non ha senso. Perciò, se ci sarà la possibilità di andare in serie B, ci andremo». (a.d.p.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 16 maggio.

Nella foto (Isolapress): il direttore sportivo dell”Imolese Filippo Ghinassi

Calcio serie C, l'uomo dei sogni dell'Imolese è il direttore sportivo Filippo Ghinassi
Cronaca 18 Maggio 2019

“Ev team rally' tra piazza Gramsci e l'autodromo, raduno di auto elettriche organizzato da Legambiente

Si chiama “EV team rally” è un raduno di mezzi elettrici promosso da Legambiente Imola Medicina che si svolgerà domani, domenica 19 maggio, con l’obiettivo di promuovere la mobilità sostenibile. L”evento, che si svolgerà a prescindere dal maltempo, tra piazza Gramsci e l”autodromo Enzo e Dino Ferrari, ha il patrocinio del Comune di Imola. Una trentina i mezzi che dovrebbero essere presenti.

Il programma prevede l”avvio alle ore 9 con il ritrovo presso l”autodromo in piazza Senna (davanti al negozio Tazzari), da qui le auto raggiungeranno il centro storico per posizionarsi in piazza Gramsci sulle 10. Ad accogliere i partecipanti l”assessore Claudio Frati e il medicinese Leonardo Setti, della comunità Solaris, che parlerà sul tema della mobilità sostenibile. In piazza sarà allestito anche lo stand di EVolution Team dedicato al tema “Com’è viaggiare in elettrico?”.

Alle 12.15 i mezzi lasceranno il centro per ritornare in autodromo, dove saranno accompagnati ad una visita guidata e potranno effettuare alcuni giri di pista.

Va ricordato che in piazza Gramsci ed in autodromo saranno a disposizione delle colonnine elettriche a cui collegare i veicoli che necessitano di ricarica.

“Ev team rally' tra piazza Gramsci e l'autodromo, raduno di auto elettriche organizzato da Legambiente
Sport 18 Maggio 2019

Nuoto, a Budapest Fabio Scozzoli è un fulmine: personale demolito e record italiano sfiorato

Primato personale battuto, record italiano sfiorato. Fabio Scozzoli non smette mai di stupire: sabato 11 maggio, nella seconda tappa delle Champions Swim Series a Budapest, il forlivese ha dominato i 100 rana, stampando un clamoroso 59”05, che sgretola il precedente primato personale (59”33) e si avvicina fortemente al miglior crono italiano di sempre di Nicolò Martinenghi (59”01).

Scozzoli, che aveva vinto i 100 anche nella prima tappa della competizione ad invito della Fina (svoltasi a Guangzhou a fine aprile), si sta preparando al meglio per i Mondiali, in programma dal 12 al 28 luglio a Gwangju. (r.s.)

Nella foto: Fabio Scozzoli

Nuoto, a Budapest Fabio Scozzoli è un fulmine: personale demolito e record italiano sfiorato
Cronaca 17 Maggio 2019

Domenica 19 maggio si svolgerà regolarmente la 22° Pedalata ambientalista “Sasso Ermes' organizzata dall'Avis di Imola

Il maltempo di questi giorni non ferma la «Pedalata ambientalista “Sasso Ermes”». L”iniziativa organizzata dall”Avis, dal Cisst e patrocinata dal Comune di Imola, giunta quest”anno alla 22a edizione e dedicata ad Ermes Sasso, si svolgerà infatti regolarmente domenica 19 maggio. La decisione è arrivata in seguito al confronto tra i vertici Avis e la Protezione Civile, nel quale si sono valutate le previsioni meteo che, per la mattinata di domenica, sono tali da consentire la partenza dei partecipanti.

La pedalata coinvolge ogni anno più di mille cittadini, per la maggior parte famiglie che, insieme all”Avis, riscoprono il piacere di pedalare per le vie della propria città in compagnia dei loro concittadini. L”iniziativa, scrivono gli organizzatori dell”Avis, «è un”occasione per sensibilizzare i più piccoli alla cultura del dono: i bambini sono il futuro della nostra associazione e questa manifestazione è solo una delle tante iniziative che l” Avis mette in campo per coinvolgerli».

La partenza della pedalata è prevista alle 10 dal prato della Rocca sforzesca, con arrivo in piazza Matteotti. (r.cr.)

Nella foto una parte dell”illustrazione del volantino ufficiale

Domenica 19 maggio si svolgerà regolarmente la 22° Pedalata ambientalista “Sasso Ermes' organizzata dall'Avis di Imola
Cultura e Spettacoli 17 Maggio 2019

«Gocce di Musica 2019», questa sera in gara Aster &The X Band, Cacatua, Sambuca e Alter Ego

Questa sera secondo appuntamento con le selezioni per la finale di Gocce di musica per la solidarietà, il concorso organizzato da Avis Imola in collaborazione con “sabato sera” e con il Centro giovanile Ca’ Vaina. Alle ore 21.30, nella sede di Ca’ Vaina (in viale Saffi 50/b), si sfideranno Aster &The X Band, Cacatua, Sambuca e Alter Ego.

Aster & The X Band, che già lo scorso anno parteciparono al contest conquistando il diritto alla finale, sono guidati da Leonardo Scarpetti (voce, chitarra, armonica). Sul palco quest’anno saliranno anche Alessandro De Francesco (chitarra elettrica), Luca Pasotti (basso elettrico), Matthew Cavina (batteria), con Fabio Mazzini alla lapsteel guitar.

Cacatua, invece, è il nome d’arte di Lorenzo Montanari che, dopo un lungo periodo in una band, sta ora vivendo un progetto da solista come cantautore.

Sambuca è un duo formato da Giacomo Pasini e Francesco Bonzi che, ironicamente, parlano di loro come di «un liquore indie italiano« che dà un gusto «caratterizzato da pochi ritornelli e molte chitarre».

Gli Alter Ego sono Andrea Rossi (batteria), Stefano Monduzzi (chitarra e cori), Alex Farolfi (voce e tastiere) e Franco Fabbri (basso).

Tra i quattro gruppi scaturirà il secondo finalista di Gocce di musica. Il primo è stato scelto la scorsa settimana: si tratta delle Degradé, cioè la cantante Clara Consolini e la chitarrista Martina Schiassi. La serata ha visto quattro esibizioni energiche ed emozionanti: oltre a Degradésono saliti sul palco Hlp, TheBleeding Ones e Off the road.

Per conoscere il nome del terzo gruppo finalista che salirà sul palco della finale dell’8 giugno in piazza Gramsci a Imola bisognerà attendere la terza serata di selezione venerdì 24 maggio con Whatever, Karamazov, Pocopop, Mind Cross.

Ogni finalista riceverà un buono da 200 euro per materiali musicali e il vincitore avrà un ulteriore buono da 500 euro. Inoltre sarà assegnato tra tutti i partecipanti il Premio Speciale«sabato sera» che premierà il testo ritenuto migliore, tra quelli a tema solidale appositamente proposti per il contest.

L’ingresso alle serate è libero.

Nella foto le Degradé

«Gocce di Musica 2019», questa sera in gara Aster &The X Band, Cacatua, Sambuca e Alter Ego
Cultura e Spettacoli 17 Maggio 2019

Rinviata a fine giugno la Sagra della Badessa di Ozzano Emilia

Doveva tenersi questo weekend ad Ozzano la 34ª Sagra della Badessa che, come ogni anno, riconduce al tempo del Medioevo. A causa, invece, delle cattive previsioni meteo e per l’inagibilità del campo erboso, l”evento è stato rinviato a sabato 29 e domenica 30 giugno. La cena medievale del venerdì, invece, è stata definitivamente annullata. A darne la notizia è stato il Comune di Ozzano tramite la Pagina Fb. Per info: Info Proloco Ozzano dell”Emilia tel. 0514123316 – cell. 3454590599email info@prolocozzano.(d.b.)

Nella foto gentilmente concessaci dalla Pro Loco di Ozzano, un momento di una precedente edizione della sagra (foto di Francesco Del Grande)

Rinviata a fine giugno la Sagra della Badessa di Ozzano Emilia

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast