Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 1 Marzo 2018

Neve, scuole chiuse solo in vallata. Mezzi e forze dell'ordine al lavoro per la sicurezza delle strade

Alla fine la neve è arrivata. Copiosa su tutto il territorio, come previsto dall”allerta meteo diramata ieri dall”Arpa Er (valida fino alla mezzanotte di oggi), sta interessando da questa notte sia la collina che la pianura.

A Imola, così come a Castel San Pietro e Ozzano, le scuole sono rimaste aperte. Inoltre la Prefettura ha nuovamente posto il divieto di circolazione per i mezzi pesanti dalle ore 22 di ieri, fino a cessata esigenza in tutta la provincia di Bologna (qui il comunicato) e sono presenti pattuglie della Polizia municipale ai caselli dell”A14 di Imola e Castel San Pietro. A Ozzano, come si legge sulla pagina del Comune e sul profilo facebook del sindaco Luca Lelli, oggi non sarà garantito il servizio di post scuola alle Gnudi di Mercatale ,mentre il servizio di trasporto scolastico sarà garantito ad eccezione di alcune aree (l”ufficio scuola provvederà a contattare esclusivamente gli iscritti che non potranno utilizzare il servizio nella giornata odierna).

Viste le previsioni le scuole della vallata sono rimaste chiuse nella giornata di oggi e, per la giornata di domani, la situazione sarà vagliata nel pomeriggio. Non è da escludere un provvedimento analogo visto che, come si legge in una nota della Città Metropolitana di Bologna, già alcuni comuni montani hanno deciso la chiusura anche per venerdì 2 marzo. Al di là degli ovvi disagi, la situazione più complicata al momento è segnalata a Sassoleone sul fronte della viabilità, mentre i servizi di acqua, luce e gas sono garantiti.

In tutto il territorio sono comunque, in azione gli spazzaneve e i mezzi spargisale per rendere percorribili le strade principali e gli accessi ai luoghi pubblici. La Protezione civile raccomanda la massima prudenza negli spostamenti e la circolazione solo con veicoli dotati di pneumatici invernali e catene. Al momento, nonostante l”emergenza, non si registrano danni o interventi significativi da parte dei vigili del fuoco, della municipale o delle forze dell”ordine che continueranno a garantire la sicurezza dei cittadini.

Seguiranno aggiornamenti nelle prossime ore.

r.c.

Nelle foto: spazzaneve al lavoro, autobus, auto e bici sulla neve a Imola (Isolapress)

Neve, scuole chiuse solo in vallata. Mezzi e forze dell'ordine al lavoro per la sicurezza delle strade
Economia 1 Marzo 2018

Economia, l'azienda Bio-on studierà come produrre bioplastiche dagli scarti delle barbabietole

Il progetto nato dalla collaborazione tra la società di ricerca Bio-on ed il gruppo agroindustriale Maccaferri compie un altro passo in avanti. E’ di qualche giorno fa la notizia che Seci, holding del gruppo appartenente alla famiglia Maccaferri, avvierà la produzione di bioplastiche nel proprio sito di San Quirico, in provincia di Parma.

A fornire il know how necessario sarà appunto Bio-on, la società bolognese che sta convertendo lo stabilimento ex Granarolo di Gaiana, in comune di Castel San Pietro, ove intende iniziare a produrre in proprio i Phas (poliidrossialcanoati), ovvero polimeri ottenuti da scarti o sottoprodotti di origine vegetale che per le loro caratteristiche termo-meccaniche sono in grado di sostituire numerosi polimeri tradizionali ottenuti dal petrolio, ma col vantaggio di essere biodegradabili. Riuscire a produrre bioplastiche in un proprio stabilimento rappresenta per Bio-on la consacrazione definitiva come player della chimica ecosostenibile, perché sino ad oggi la società bolognese si era limitata a fare ricerca ed a studiare le relative tecnologie produttive, concedendo a terzi licenze d’uso sui propri brevetti. «Siamo orgogliosi – commenta il presidente di Bio-on, Marco Astorri – di realizzare un importante progetto produttivo assieme al gruppo Maccaferri, uno dei gruppi industriali più importanti d’Europa, ampliando, tramite la concessione delle licenze, lo sviluppo del promettente business dei biopolimeri ad alta prestazione messi a punto dai nostri laboratori».

Quest’ultimo progetto sarà realizzato da Sebiplast, società del gruppo Maccaferri, nel sito produttivo di San Quirico, dove oggi sorge lo zuccherificio gestito dalla Sadam, società operativa del gruppo Seci. Ubicazione che permetterà di poter beneficiare di servizi comuni e creare sinergie con lo zuccherificio, dato che le bioplastiche sviluppate da Bio-on vengono ottenute da scarti vegetali. L’obiettivo è di avviare la produzione fra circa 24 mesi, con una potenzialità iniziale di 5.000 tonnellate annue, con possibilità di raddoppiarla e possibili future integrazioni con altre attività industriali legate alla chimica verde.

La collaborazione tra Bio-on e Sadam risale al 2015, anno in cui ha preso avvio un progetto più ampio per la sintesi sia di biocarburanti che di bioplastiche. «Siamo soddisfatti di continuare questo importante percorso – ha commentato dal canto suo Massimo Maccaferri, presidente di Sadam – grazie all’appoggio della Regione, che ha rilasciato una prima importante tranche di finanziamenti per la realizzazione delle prime fasi di progettazione. E’ un risultato molto positivo anche per la crescita del nostro gruppo nel nuovo settore della “chimica verde”, con un approccio ecocompatibile ed ecosostenibile».

L”articolo completo su sabato sera dell”1 marzo.

r.e.

Nella foto: barbabietole da zucchero

Economia, l'azienda Bio-on studierà come produrre bioplastiche dagli scarti delle barbabietole
Cronaca 1 Marzo 2018

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di “sabato sera”: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.

Speciale Elezioni. Tutto sulla giornata politica di domenica 4 marzo: come si vota e tutti i candidati. Nel Pd, botta e risposta tra Anna Pariani e Marco Raccagna. A Imola, torna l”evento d”informatica Imola Programma all”autodromo, mentre a Medicina le scuole Simoni avranno una palestra nuova e più grande. Sul tema dell”economia, curiosa novità da Bio-on che studia le bioplastiche dagli scarti delle barbabietole.

Tanto sport nel weekend. Nel calcio, l”Imolese vuole vincere in casa contro la Correggese per provare a rosicchiare altri punti alla capolista Rimini. Il basket, in C Gold, mette in scena il big match Fiorenzuola-Vsv Imola, con i Flying Ozzano che ospiteranno la Salus. Infine domenica serata di combattimento al palaRuggi: c”è il «Fighting day».

Su sabato sera due, l”imolese Lisa Manara sarà una delle coriste nel tour di Gianni Morandi. Note protagoniste anche al centro sociale La Stalla con l”esibizione di due storici componenti dei Nomadi. Non solo musica, ma anche teatro: allo Stignani l”attore Ennio Fantastichini in scena con uno spettacolo di Cristina Comencini. Per finire l”arte e la mostra Ricerche di stile a palazzo Tozzoni che prosegue fino al 2 aprile.

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 1 Marzo 2018

Elezioni, questa sera al Paolini lezione aperta sul voto per politiche e amministrative – RINVIATA

Un gruppo di studenti dell’Istituto Paolini terrà, questa sera, una lezione aperta sulle imminenti elezioni politiche e amministrative per rispondere alle numerose domande generate da questo avvenimento.

Per affrontare l’argomento la 5ª G Sistemi informativi aziendali, sotto la guida dell’insegnante di Diritto, Monica Zanotti, e di Storia, Monica Tassoni, si è impegnata a farne materia di studio, approfondendo le peculiarità di ciascuna tornata elettorale, le modalità di voto nei due diversi sistemi elettorali (per le politiche e per le amministrative).

Come saranno le schede elettorali? Come potremo esprimere la nostra preferenza? Come funzionano le coalizioni e le liste? E i resti? Sono alcune delle domande a cui sarà possibile trovare risposta, quando gli studenti presenteranno i risultati delle proprie ricerche, rivolgendosi soprattutto ai loro coetanei, ma anche a tutti i cittadini interessati a capire meglio come funzioneranno gli imminenti appuntamenti elettorali. Alle ore 20.30, aula magna dell”istituto Cassiano da Imola, via Ariosto 1/a.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10: dall”Istituto Paolini comunicano che “viste le condizioni meteorologiche avverse, per evitare qualsiasi disagio o inconveniente, si è deciso di rinviare la lezione aperta su Elezioni facili a sabato mattina dalle 10 alle 12, sempre, nell”aula magna del Cassiano”

Nella foto: l”esterno della scuola

Elezioni, questa sera al Paolini lezione aperta sul voto per politiche e amministrative – RINVIATA
Cronaca 28 Febbraio 2018

Elezioni, su “sabato sera” in edicola domani tutte le istruzioni per affrontare la prova della cabina elettorale

Domenica 4 marzo ci aspetta la sfida dell’urna per rinnovare Camera e Senato. Le schede sono due, rosa per la Camera, gialla per il Senato. All’opera per la prima volta ci sarà la legge elettorale numero 165 del 2017 approvata dal Parlamento al termine di questa XVII legislatura. Il famoso «Rosatellum bis» che ha introdotto numerosi cambiamenti.

Ad esempio un sistema elettorale misto maggioritario e proporzionale. La nostra regione eleggerà 45 deputati per Montecitorio e 22 senatori per palazzo Madama attraverso 4.513 seggi. I collegi sono stati rivisti e alcuni comuni del circondario di Imola sono stati inseriti in collegi diversi quindi sulle schede del Senato i candidati non saranno gli stessi. Poi ci sono le schede che presentano il famoso “bollino anti frode”.

Le novità sono tante. Per affrontare senza problemi la prova della cabina elettorale su “sabato sera” in edicola da domani trovate sei pagine con i facsimile delle schede elettorali, tutti i nomi dei candidati dei collegi che coinvolgono i comuni del circondario di Imola e Ozzano Emilia, le diverse modalità di voto possibili e tante altre informazioni e qualche curiosità sulle prosisme elezioni politiche. 

Elezioni, su “sabato sera” in edicola domani tutte le istruzioni per affrontare la prova della cabina elettorale
Economia 28 Febbraio 2018

Stop al cibo falso, il presidente della Regione Bonaccini firma la petizione di Coldiretti

E” storia più o meno recente, purtroppo, la presenza sul mercato nazionale di prodotti contraffatti provenienti da altri Paesi e spacciati come italiani al 100% o quasi. Per cercare di porre fine a questa «piaga», dannosa sia per la salute dei consumatori che per l”economia e l”agricoltura di casa nostra, il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha firmato la petizione lanciata da Coldiretti, con una mobilitazione su tutto il territorio nazionale, per chiedere al Parlamento Europeo che i consumatori abbiano la possibilità di conoscere la provenienza dei prodotti e fermare così il cibo falso.

Sempre seguendo questa stessa linea, sulla Gazzetta Ufficiale nr. 47 del 26 febbraio 2018 è stato, inoltre, pubblicato il decreto interministeriale, firmato dal Ministro per le Politiche Agricole Maurizio Martina insieme a quello dello sviluppo economico Carlo Calenda, per l’origine obbligatoria sui prodotti come conserve e salse, oltre al concentrato e ai sughi, che siano composti almeno per il 50% da derivati del pomodoro. «Il presidente Bonaccini – ricorda Coldiretti regionale – ha sempre dimostrato di condividere l’impegno di Coldiretti per la trasparenza. L’etichetta obbligatoria per i derivati del pomodoro (fino ad oggi l’etichetta era obbligatoria solo per la passata) è un passo determinate e, dopo 10 anni,  si completa per tutti i derivati del pomodoro il percorso di trasparenza iniziato il primo gennaio 2008 . Il decreto prevede che le confezioni di tutti i derivati del pomodoro, sughi e salse prodotte in Italia dovranno avere obbligatoriamente indicare in etichetta il Paese di coltivazione del pomodoro e il Paese di trasformazione. Per consentire lo smaltimento delle scorte, i prodotti che non soddisfano i requisiti previsti dal decreto, perché immessi sul mercati o etichettati prima dell’entrata in vigore del provvedimento, possono essere commercializzati entro il termine di conservazione previsto in etichetta».

Una buona notizia per l’Emilia Romagna dove, con circa 2 milioni di tonnellate, viene prodotto un terzo del pomodoro nazionale grazie anche all”utilizzo della tecnologia. Nelle settimane scorse, infatti, avevamo parlato della possibilità di coltivare pomodori in inverno grazie alle innovazioni della C-Led, startup della Cooperativa Cefla (leggi la news) che permetterà, quindi, di far arrivare sulle nostre tavole, anche in questa stagione, uno dei prodotti più amati dagli italiani.

r.c.

Nella foto: da sinistra, il direttore regionale di Coldiretti, Marco Allaria Olivieri, il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il presidente di regionale di Coldiretti, Mauro Tonello.

Stop al cibo falso, il presidente della Regione Bonaccini firma la petizione di Coldiretti
Cultura e Spettacoli 28 Febbraio 2018

Accademia pianistica di Imola, il direttore e fondatore Franco Scala presenta la «sfida» tra i suoi ex allievi Gallo e Roma

Si parte da una «sfida musicale» per arrivare a parlare di didattica e, come sempre quando si tratta di Franco Scala fondatore e direttore dell’Accademia pianistica, di grandi sogni che poi diventano progetti che poi diventano realtà. La «sfida» è quella di lunedì 26 febbraio tra André Gallo e Igor Roma che si terrà alle 20.45 nella sala Mariele Ventre di palazzo Monsignani a Imola. I sogni realizzati sono l’Accademia pianistica «Incontri col maestro» di Imola, che garantisce uno sbocco professionale sicuro ai suoi allievi, quelli da realizzare sono il rafforzamento della stessa con l’organizzazione di corsi per «insegnare come insegnare» e il cambiamento culturale nella percezione del talento, che oggi è sempre più precoce. Insegnante e allievo, in una parola didattica: è sempre lì il segreto del successo di un ente che in quasi trent’anni da Imola ha raggiunto ogni angolo del globo con la sua fama, attirando pianisti da Cina, Giappone, Australia. Ma andiamo con ordine.

L’appuntamento più immediato con le attività dell’Accademia pianistica è, appunto, il concerto che rientra nella stagione concertistica, e che vedrà quindi sul palco i due ex allievi (entrambi hanno studiato con Franco Sala) e ora docenti dell’Accademia nonché pianisti di fama internazionale. «Non hanno voluto dirmi il programma del concerto – commenta il direttore -. Sarà una sorpresa, una specie di sfida tecnica tra loro, come accadeva tra i virtuosi dell’Ottocento. Del resto, possono permetterselo, hanno un’estrema padronanza dello strumento, una bella carriera e possono divertirsi a giocare un po’, a fare qualcosa di diverso dal solito. Hanno cominciato a studiare con me quando erano ragazzini, sui dodici anni, li ho visti crescere, poi li ho chiamati ad insegnare: sono bravi, fanno squadra, hanno tante belle idee e le portano avanti con incisività. C’è un gruppo di nostri ex allievi che ora sono insegnanti molto in gamba».

s.f.

L”intervista completa su “sabato sera” del 22 febbraio.

Nella foto: il direttore e fondatore dell”Accademia pianistica Franco Scala

Accademia pianistica di Imola, il direttore e fondatore Franco Scala presenta la «sfida» tra i suoi ex allievi Gallo e Roma
Cronaca 28 Febbraio 2018

Allerta meteo, domani torna la neve anche in pianura. Freddo siberiano ieri notte: -12° a Castel del Rio

Marzo dovrebbe essere sinonimo di primavera invece, dopo la tregua di oggi, ecco che nella giornata di domani tornerà prepotentemente il maltempo su tutta la Regione. L”Arpa-Er, infatti, ha diramato un”allerta arancione per neve e di codice giallo per criticità idro-geologica valida dalle ore 0 alle 24 di domani, giovedì 1 marzo.  La neve, secondo i modelli, dovrebbe cadere copiosa in pianura (10-20 cm), mentre nella fascia collinare e sui rilievi appenninini dovrebbe raggiungere i 20-40 cm, con punte di 50 cm.

Nel frattempo, questa notte e nella prime ore della mattina, si sono registrate temperature minime ancora inferiori rispetto alla giornata di ieri (leggi la news). Secondo i dati dell”Arpa-Er, a Imola la stazione meteo segnava -8.4° alle ore 6, mentre, allo stesso orario, a Sasso Morelli faceva -7.8°, così come a Castel San Pietro -7.9° (ore 5). Il record spetta a Castel del Rio dove il termometro ha segnato ben -12.2°.

 r.c.

Foto d”archivio

Allerta meteo, domani torna la neve anche in pianura. Freddo siberiano ieri notte: -12° a Castel del Rio
Cronaca 28 Febbraio 2018

Maltempo, revocato il divieto di circolazione per i mezzi pesanti anche su via Emilia e A14

Il maltempo, nella giornata odierna, sembra aver concesso una tregua, almeno per quanto riguarda le precipitazioni. Proprio il miglioramento delle condizioni climatiche in Romagna e nelle Marche ha permesso alla Prefettura (qui il comunicato) di revocare il divieto di circolazione dei mezzi pesanti anche nel tratto bolognese della A14 in direzione sud e sulla via Emilia da San Lazzaro a Imola.

Ricordiamo che tale divieto era scattato domenica 25 febbraio per il perdurare diel maltempo e sarebbe proseguito fino alla cessazione dell”emergenza. Nel pomeriggio di ieri, infine, la decisione della stessa Prefettura di proseguire il divieto unicamente sul tratto precedentemente indicato (leggi la news). 

r.c.

Nella foto (scattata domenica 25 febbraio):  un cartello che segnalava l”apposita
area per la sosta dei mezzi pesanti durante il divieto di circolazione

Maltempo, revocato il divieto di circolazione per i mezzi pesanti anche su via Emilia e A14
Cronaca 28 Febbraio 2018

Raccolta rifiuti, a Castello quattro punti informativi per provare i nuovi servizi

Il tema della raccolta dei rifiuti non passa mai di moda e torna d”attualità in questi giorni a Castel San Pietro. Entro questa settimana, infatti, nella città termale, terminerà il lavoro degli informatori ambientali (leggi la news) che dal mese di gennaio operano porta a porta al fine di consegnare i materali necessari alla raccolta differenziata.

A questo proposito, Hera e il Comune, hanno organizzato quattro punti informativi che saranno a disposizione dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 nelle giornate di lunedì 5 e martedì 6 marzo (Sala Sassi, in via F.lli Cervi 3), oltre a venerdì 9 e sabato 10 marzo (Centro civico, in via Broccoli 41 a Osteria Grande).

Qual è lo scopo? Il personale formato risponderà a tutte le richieste dei cittadini e saranno a disposizione le nuove tipologie di contenitori per i rifiuti. Inoltre i cittadini potranno iniziare a prendere familiarità con la tessera per aprirli. Si potrà, inoltre, ritirare il kit di materiali necessari all’utilizzo dei nuovi servizi.

Successivamente, dal 13 marzo, materiali e le tessere si potranno ritirare esclusivamente agli sportelli aperti in Municipio (Piazza XX Settembre 3) tutti i mercoledì dalle 9 alle 12 e al Centro civico di Osteria Grande, in via Broccoli 40, aperto tutti i martedì dalle 15 alle 18.

r.c.

Nella foto: informatori ambientali al lavoro

Raccolta rifiuti, a Castello quattro punti informativi per provare i nuovi servizi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast