Borgo Tossignano

Cronaca 11 Giugno 2020

Tartaruga azzannatrice recuperata a Codrignano, ora è allo Zoo Safari di Ravenna

Avete mai visto da vicino una Chelydra serpentina, meglio conosciuta come tarta- ruga azzannatrice? Un rettile bellissimo ma, come dice il suo nome, molto pericoloso tanto da essere inserito nel- la lista degli animali la cui vendita e detenzione in Italia è vietata dal 1992 (decreti ministeriali del 19 aprile 1996, 15 maggio 2001 e 3 luglio 2003). Un esemplare, comunque, raro nel nostro territorio. 

Almeno fino a sabato 6 giugno, come racconta Carlo Alberto Asioli, 23 anni, consigliere del Tarta Club Italia, associazione naturalistica no profit che si occupa della tutela delle tartarughe. «Un conoscente, vista la mia passione per questi rettili, mi ha chiamato dicendomi che ne aveva appena vista una tra la vegetazione lungo il fiume Santerno, vicino Codrignano, ma ne ignorava la specie – spiega Asioli, che nella sua casa di Massa Lombarda ne alleva circa duecento delle più comuni –. Arrivato mi sono subito reso conto che si trattava di un maschio del peso di circa 6 chili, lunga più di trenta centimetri e di età compresa tra i 30 e i 40 anni».

Il ventitreenne ha subito avvisato il servizio del corpo forestale dei carabinieri del Cites (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione) di Bologna. «È il primo passo da fare in questi casi – prosegue –. Lunedì 8 giugno, dopo la denuncia di ritrovamento al corpo forestale del Cites, l’ho consegnata personalmente allo Zoo Safari di Ravenna». La struttura romagnola, infatti, è autorizzata a detenere animali di questo tipo dove «gli faranno tutti gli esami diagnostici per valutarne lo stato di salute» conclude Asioli. (da.be.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’11 giugno

Nella foto: Alberto Asioli del Tarta Club Italia mostra la tartaruga azzannatrice recuperata lungo le rive del Santerno

Tartaruga azzannatrice recuperata a Codrignano, ora è allo Zoo Safari di Ravenna
Cronaca 31 Maggio 2020

Sterpaglie in fiamme nella zona artigianale, vigili del fuoco salvano anche tre gattini

Incendio oggi pomeriggio, intorno alle 13.45,  nella zona artigianale di Borgo Tossignano, in via Montanara Nord. A prendere fuoco circa 1.000 mq di vegetazione vicino ad alcuni capannoni.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco volontari della Vallata del Santerno con 4 mezzi e 2 squadre che, in poco meno di due ore, hanno provveduto a spegnere l”incendio. Durante le operazioni, i caschi rossi hanno ritrovato tre gattini in mezzo alle sterpaglie, che avevano cercato riparo sotto ad un secchio. Sul posto anche il sindaco di Borgo Tossignano che ha preso in consegna i piccoli mici. (da.be.)

Foto concessa dai vigili del fuoco

Sterpaglie in fiamme nella zona artigianale, vigili del fuoco salvano anche tre gattini
Cronaca 9 Maggio 2020

Incendio a Borgo Tossignano, abitazione distrutta dalle fiamme

Un pericoloso incendio è divampato oggi pomeriggio, poco dopo l’una, nel Comune di Borgo Tossignano, nella frazione di Tossignano.

Il rogo, per cause ancora da accertare, è divampato in un’abitazione situata all’interno del bosco, costruita parte in cemento e parte in legno, che, a causa delle fiamme sprigionate, è andata letteralmente distrutta. Sul posto, per cercare di spegnere al più presto l’incendio e mettere in sicurezza lo scenario, sono intervenuti i vigili del fuoco di Fontanelice, Imola e Casola Valsenio, oltre ad un elicottero Drago da Bologna. Presenti, oltre a i carabinieri, anche i sanitari del 118 con un’ambulanza. Fortunatamente, a quanto risulta dalle prime informazioni, le fiamme non sono andate oltre il cortile di pertinenza della casa e le due persone che si trovavano in quel momento nell’area, un uomo e la sua compagna, non hanno riportato ferite e non sono rimaste intossicate. I pompieri sono riusciti a trarre in salvo anche il cane della coppia.

Nel frattempo, per evitare rischi e facilitare le operazioni di soccorso, è stata chiusa la strada attigua. L’intervento dei caschi rossi è tuttora in corso. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell’incendio

Incendio a Borgo Tossignano, abitazione distrutta dalle fiamme
Cronaca 6 Maggio 2020

Autocisterna si ribalta sulla Montanara, illeso il conducente

Un’autocisterna contenente gasolio si è ribaltata questa mattina, intorno alle 11, lungo la Montanara Sud a Borgo Tossignano.

Il mezzo, che viaggiava in direzione di Imola, per cause ancora da accertare, si è ribaltato da un lato, rovesciando sull’asfalto un minimo quantitativo di gasolio proveniente però dal serbatoio del mezzo e non dalla cisterna. Illeso, fortunatamente, il camionista. Sul posto per i rilievi la polizia locale di Borgo Tossignano che, insieme alla polizia stradale, ha gestito la viabilità nel tratto di strada interessato. Il traffico infatti è rimasto congestionato per diverse ore, ovvero il tempo necessario per mettere in sicurezza lo scenario e asciugare l’asfalto, con la circolazione che nel frattempo è proseguita a senso unico alternato.

Presente anche il soccorso stradale che invece ha provveduto a riposizionare l’autocisterna sulle quattro ruote. La cisterna, inoltre, è stata portata in un luogo sicuro in modo da travasare il liquido contenuto all’interno in un’altra. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Imola e Fontanelice per assistere e salvaguardare l’incolumità di coloro che stavano operando e controllare che la perdita di gasolio non innescasse un incendio. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): la scena dell’incidente

Autocisterna si ribalta sulla Montanara, illeso il conducente
Cronaca 14 Aprile 2020

Cinque anatroccoli rimangono incastrati in una grondaia, liberati dai vigili del fuoco

Intervento dei vigili del fuoco questa mattina a Borgo Tossignano. Nessun incendio o danno causato dal vento, ma il recupero di cinque piccoli anatroccoli finiti in una grondaia al terzo piano di un palazzo del centro.

La squadra che ha effettuato il soccorso, fanno sapere dal comando di Bologna, «ha prima messo in sicurezza i piccoli animali per poi affidarli al personale del Comune presente sul posto». (da.be.)

Foto concessa dai vigli del fuoco

Cinque anatroccoli rimangono incastrati in una grondaia, liberati dai vigili del fuoco
Cronaca 17 Marzo 2020

Tenta di uccidere la ex compagna dopo averla già minacciata, arrestato 47enne

Ha aggredito e accoltellato al volto la ex compagna, dopo averle chiesto di incontrarla per restituirle dei soldi e nonostante la donna avesse scelto un luogo pubblico -il centro commerciale Verbena di Borgo Tossignano- per maggiore sicurezza, dopo aver ricevuto anche un messaggio in cui era stata minacciata di morte.
In manette, con l’accusa di tentato omicidio, un uomo italiano di 47 anni, disoccupato e con precedenti di polizia. La ex compagna, anche lei italiana, è stata trasportata d’urgenza al Pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola, con una prognosi di trenta giorni.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri nel corso delle indagini, dopo aver affrontato la donna dicendole “Siediti, siediti, che sei venuta solo a prendere solo i soldi poi te ne vai”, l’uomo ha estratto un coltello da cucina e ha tentato di accoltellare l’ex compagna agli organi vitali.
Fortunatamente, la donna è riuscita ad intercettare la traiettoria della lama, che si è conficcata tra i tendini della mano sinistra e si è separata dal manico del coltello, cadendo però a terra.Il 47enne ha recuperato la lama, si è seduto sul petto della ex compagna e ha continuato ad accoltellarla al volto.

A chiamare i Carabinieri della stazione di Fontanelice, intervenuti assieme a una pattuglia del Nucleo operativo radiomobile dei Carabinieri di Imola, è stata una commessa del centro commerciale, dopo che le grida della donna nel tentativo di difendersi avevano attirato l’attenzione dei clienti presenti in quel momento.
Alla vista dei Carabinieri, l’uomo ha cercato di nascondersi all’interno di un residence situato sopra la Verbena, ma è stato catturato senza che opponesse alcuna resistenza. (r.cr).

Tenta di uccidere la ex compagna dopo averla già minacciata, arrestato 47enne
Sport 1 Marzo 2020

Mountain bike, il giovane talento dell’Enduro Mirco Vendemmia punta in alto: «Primo obiettivo è il Tricolore»

Mirco Vendemmia è uno dei migliori talenti italiani nell’Enduro, una disciplina della mountain bike in grande crescita negli ultimi anni. Nell’Enduro, la salita serve come «trasferimento» per guadagnarsi la discesa entro un tempo limite; la prova cronometrata vera e propria viene affrontata poi in di- scesa, con l’obiettivo di far segnare il tempo più veloce. Natio di Borgo Tossignano, classe 1998, Vendemmia anche nel 2020 sarà in squadra con l’imolese Saccon, di due anni più giovane, di cui abbiamo scritto un paio di settimane fa: una coppia ben affiatata che da qualche anno ci fa dire che lungo il Santerno la mountain bike è ormai di casa, anche ad alto livello agonistico.

Nel 2020 sarai con il nuovo team Benozzi-FullOut, con base in Veneto: tu e l’imolese Saccon sarete i due atleti di questo team. Obiettivi?

«Spero di arrivare nei primi venti in Coppa del Mondo. E cercherà di vincere il Campio- nato Italiano. Ci sono almeno 5-6 atleti che possono giocar- sela, cercherò di fare bene». (ma.ma.)

Nella foto: Mirco Vendemmia

Mountain bike, il giovane talento dell’Enduro Mirco Vendemmia punta in alto: «Primo obiettivo è il Tricolore»
Cronaca 22 Febbraio 2020

Vasto incendio a Borgo Tossignano, a fuoco più di cinque ettari di bosco

A causa delle condizioni climatiche di questi giorni, cinque ettari di bosco sono andati in fiamme oggi, nella zona collinare di Borgo Tossignano, nei pressi di via Rineggio dove sono presenti anche caseggiati e manufatti di campagna. Le operazioni dei vigili del fuoco sono scattate verso le 14 e proseguiranno per tutta la notte.

Sul posto squadre provenienti da Imola, Casola Valsenio, Fontanelice, Monghidoro, Bologna, San Pietro in Casale per un totale di 32 pompieri, a cui va aggiunto l’elicottero Drago 121 del reparto volo di Arezzo che ha contribuito, con numerosi lanci d’acqua, allo spegnimento di un incendio con un fronte di quasi un chilometro. Nella nottata due squadre rimarranno nell’area per il controllo delle braci, mentre in questo momento i caschi rossi stanno provvedendo alla bonifica della zona anche per controllare eventuali animali rimasti coinvolti. 

Presenti anche i carabinieri che hanno richiesto la presenza dei loro colleghi forestali e il 118 in supporto con almeno un’ambulanza. Nessuna abitazione è rimasta coinvolta, ma perr via dei fumi provocati dal rogo tre persone sono state evacuate da tre case della zona.

Foto Isolapress

Vasto incendio a Borgo Tossignano, a fuoco più di cinque ettari di bosco
Cronaca 30 Gennaio 2020

La senatrice a vita e sopravvissuta ad Auschwitz Liliana Segre è cittadina onoraria di Borgo Tossignano

Liliana Segre è diventata cittadina onoraria di Borgo Tossignano. La cerimonia si è svolta lunedì 27 gennaio in occasione del Giorno della memoria, alla presenza degli studenti delle scuole medie. «Lo scorso autunno il Consiglio comunale aveva approvato all’unanimità la mozione proposta da Sara Manzoni (M5s) per il conferimento della cittadinanza onoraria», sottolinea la vicesindaca, Federica Cenni. Tra le motivazioni, «l’essere esempio fulgido di passione civile, di educazione alla convivenza ed alla tolleranza, di democrazia e di civiltà» ma anche «l’impegno quotidiano nel testimoniare la Memoria di ciò che è stato e non deve più accadere, contro l’odio, il razzismo e le discriminazioni».

La senatrice a vita, deportata ad Auschwitz a 14 anni, si trova sotto scorta da novembre per le centinaia di minacce ricevute in particolare da fine ottobre, quando il Senato ha approvato la sua mozione per istituire una Commissione contro odio, razzismo e antisemitismo. Proprio Cenni, assieme alla sindaca di Casalfiumanese, Beatrice Poli, il 10 dicembre aveva partecipato a Milano alla manifestazione di sostegno alla Segre alla quale avevano preso parte oltre 400 sindaci (590 le adesioni ufficiali). (gi.gi.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 30 gennaio

La senatrice a vita e sopravvissuta ad Auschwitz Liliana Segre è cittadina onoraria di Borgo Tossignano
Cronaca 17 Gennaio 2020

Esce di strada con l’auto sulla Montanara e si ribalta, 58enne ricoverato al Maggiore

Incidente, ieri sera, intorno alle 22.30 sulla Montanara, a Borgo Tossignano.

Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco una vettura, mentre procedeva da Fontanelice verso Borgo Tossignano, per cause ancora da accertare, è uscita di strada finendo nel fosso a lato della carreggiata, per poi ribaltarsi.

Alla guida un uomo di mezza età che è stato estratto dalle squadra di pompieri provenienti di Imola e Fontanelice. Sul posto, oltre ai carabinieri di Castel del Rio, anche i sanitari del 118 che hanno prestato i primi soccorsi e poi trasportato l’uomo, in codice 2, all’ospedale Maggiore di Bologna. (da.be.)

Nella foto (concessa dai vigili del fuoco): il luogo dell’incidente

Esce di strada con l’auto sulla Montanara e si ribalta, 58enne ricoverato al Maggiore

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast