Castel Guelfo

Cronaca 25 Febbraio 2022

Castel Guelfo, Mauro Scheda entra nella Giunta del sindaco Franceschi

Nuovo innesto nella Giunta del sindaco di Castel Guelfo, Claudio Franceschi. In seguito alle recenti dimissioni di Gianluigi Tozzoli e le new entry Eleonora Negroni e Milena Dall’Aglio (al posto della dimissionaria Elisabetta Carbonari), Franceschi ha nominato Mauro Scheda, che ricoprirà le stesse deleghe, ossia Cultura, Turismo e Sport.

Classe 1963, Scheda lavora come dentista a Bologna, ma vive a Castel Guelfo da oltre trent’anni. È già stato assessore nella Giunta del sindaco Dino Landi e consigliere comunale nel primo mandato di Cristina Carpeggiani. Attualmente ricopriva l”incarico di segretario del Pd a Castel Guelfo, «ruolo dal quale si è dimesso – precisa Franceschi -. È un uomo di esperienza. Lo ringrazio per aver aderito alla mia richiesta e disponibilità per questo nuovo incarico, certo che sapra` dare attenzione e ascolto al territorio nella realizzazione degli obiettivi di mandato alla luce della sua esperienza passata».

«Ringrazio della fiducia che il sindaco Franceschi ha deciso di riporre in me. La mia attenzione sarà rivolta nei confronti della comunità, che in questo periodo speriamo post-pandemico, ha bisogno di ritrovarsi e di ritrovare le consuetudini perdute» aggiunge Scheda. (r.cr.)

Nella foto: il neo assessore Mauro Scheda

Castel Guelfo, Mauro Scheda entra nella Giunta del sindaco Franceschi
Cronaca 15 Febbraio 2022

Castel Guelfo, si dimette l’assessore Tozzoli. Il commento del sindaco Franceschi

A pochi giorni dalla nomina di due nuove assessore, la Giunta del sindaco guelfese Claudio Franceschi perde un altro pezzo (dopo le dimissioni di Elisabetta Carbonari). L’assessore con delega a Cultura, Turismo e Sport, Gianluigi Tozzoli, ha infatti rassegnato le sue dimissioni lunedì 7 febbraio. «A causa di motivi personali sopraggiunti nel corso del mio mandato, mi risulta impossibile continuare il mio ruolo di assessore, pertanto mi vedo costretto a rassegnare le mie dimissioni. Con l’occasione cordialmente saluto e auguro a tutti un buon proseguimento per le vostre attività» si legge nella nota diffusa dal Comune di Castel Guelfo che riporta le parole dell’ex assessore Tozzoli.

Il sindaco Franceschi preferisce smorzare i toni. «Mi dispiace molto che Gianluigi non possa continuare il suo percorso come assessore – commenta -. in questi anni il suo apporto è stato prezioso e si è distinto per iniziative e impegno». Tuttavia, non nasconde che le dimissioni siano da imputare a «una diversità di vedute sull’opportunità di portare avanti alcune tematiche in maniera collegiale – prosegue il primo cittadino -. La collegialità a mio parere è il pane che deve avere una Giunta. Secondo me non c’erano pro-blemi insormontabili, ma giustamente ognuno fa le sue scelte». (gi.gi.)

Nella foto: da sinistra l’ex assessore Tozzoli e il sindaco Franceschi

Castel Guelfo, si dimette l’assessore Tozzoli. Il commento del sindaco Franceschi
Cronaca 15 Febbraio 2022

Evade dai domiciliari per rubare scarpe all’Outlet di Castel Guelfo, 36enne finisce in carcere

Un 36enne è stato arrestato per aver rubato cinque paia di scarpe di marca all’Outlet di Castel Guelfo. L’uomo, nonostante fosse agli arresti domiciliari per un furto d’auto commesso a Cesena, ha deciso di prendere un taxi e di andare a fare spese nel noto centro commerciale. A chiamare i carabinieri proprio il tassista dopo che l’uomo non aveva pagato la corsa. I militari hanno così scoperto che il 36enne aveva appena rubato le scarpe in un negozio per un valore di 500 euro. La merce è poi stata riconsegnata al legittimo proprietario.

L’uomo, invece, è finito in manette e il giudice per lui ha disposto il carcere in sostituzione degli arresti domiciliari. Il 36enne è stato anche denunciato per furto. (r.cr.)

Foto d’archivio

Evade dai domiciliari per rubare scarpe all’Outlet di Castel Guelfo, 36enne finisce in carcere
Cronaca 11 Febbraio 2022

Nuovo parco e i giochi per i bimbi della frazione di Crocetta, accordo tra Medicina e Castel Guelfo

In questi giorni sono stati ultimati i lavori di allestimento e manutenzione del nuovo parco pubblico della frazione di Crocetta in via Medesano, strada di confine tra Medicina e Castel Guelfo. La frazione stessa ha la particolarità di essere divisa tra i due comuni.

L’Amministrazione di Castel Guelfo si è impegnata nell”acquisto di 3 giochi per bambini e alla loro installazione, mentre quella di Medicina, acquisendo la proprietà dei beni, provvederà alla loro manutenzione e alla gestione dell’area verde. Tra i due Comuni, infatti, è nata una collaborazione per offrire nuovi spazi e servizi ai cittadini, principalmente ai bambini e alle loro famiglie.

“Ringrazio i componenti delle Consulte di Medicina e Castel Guelfo che hanno supportato le rispettive Amministrazioni nell”attuazione del progetto – ha commentato il sindaco di Medicina Matteo Montanari -. Collaborare con i Comuni vicini a noi è qualcosa di naturale e importante per garantire servizi e spazi pubblici sempre migliori per i nostri cittadini”.

“Collaborare tra i Comuni limitrofi è una prerogativa da perseguire anche in futuro, al fine di ottimizzare le sinergie reciproche e dare sempre un miglior servizio ai cittadini. Ringrazio i componenti delle Consulte per il prezioso apporto” ha aggiunto il sindaco di Castel Guelfo Claudio Franceschi. (r.cr.)

Nella foto: da sinistra i rappresentanti delle Consulte territoriali Giampaolo Brintazzoli e Andrea Ciferri, il sindaco di Medicina Matteo Montanari e il sindaco di Castel Guelfo Claudio Franceschi

Nuovo parco e i giochi per i bimbi della frazione di Crocetta, accordo tra Medicina e Castel Guelfo
Cronaca 27 Gennaio 2022

Due nuovi assessori a Castel Guelfo, Negroni e Dall’Aglio in Giunta

Nuovi ingressi e allargamento in vista per la Giunta di Castel Guelfo. All’assessore Elisabetta Carbonari, che lascia per questioni personali, dal 1° febbraio subentreranno la consigliera comunale del gruppo di maggioranza «Insieme per Castel Guelfo» Eleonora Negroni, 27 anni, coordinatrice ed educatrice professionale della coop. sociale Solco Prossimo di Imola, e Milena Dall’Aglio, 62 anni, dipendente del settore Sviluppo del prodotto a marchio Conad.

Alla Negroni le deleghe ad Associazionismo, Pari opportunità e Servizi al cittadino, quest’ultima ora in capo alla vicesindaca Anna Venturini, mentre alla Dall’Aglio quelle all’Ambiente e sostenibilità energetica, ceduta da Franceschi, al Commercio, attualmente in capo all’assessore Gianluigi Tozzoli, ed alla Comunicazione. Alla Venturini la quarta e ultima delega della Carbonari, quella alle Attività giovanili. (lu.ba.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 27 gennaio.

Nella foto: il sindaco di Castel Guelfo Claudio Franceschi insieme ai nuovi assessori Eleonora Negroni (a sinistra) e Milena Dall’Aglio (a destra)

Due nuovi assessori a Castel Guelfo, Negroni e Dall’Aglio in Giunta
Cronaca 24 Gennaio 2022

Il Comune di Castel Guelfo è pronto a entrare in Area Blu e a cedere la gestione del cimitero

Area Blu, la società «in house» del Comune di Imola, si prepara all’ingresso di un nuovo socio. Si tratta del Comune di Castel Guelfo che il 15 dicembre scorso ha presentato la pubblica manifestazione di interesse per l’acquisizione di parte delle azioni possedute dal Comune di Imola, che detiene il 91% della società (oltre 1,250 milioni di azioni).

Il passaggio riguarda nel dettaglio 3.424 azioni, dell’importo di 5,54 euro ciascuna, per un totale di 16.996 euro. «L’ingresso in Area Blu – motiva il sindaco di Castel Guelfo, Claudio Franceschi – darebbe più efficienza al nostro Comune nell’ambito dei lavori pubblici, in primis nella gestione dei servizi cimiteriali. In prospettiva, però, l’idea è di estendere la collaborazione anche ad altre attività, come le progettazioni e le asfaltature». (lo.mi.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 20 gennaio

Nella foto: particolare della sede di Area Blu a Imola; il sindaco di Castel Guelfo, Claudio Franceschi

Il Comune di Castel Guelfo è pronto a entrare in Area Blu e a cedere la gestione del cimitero
Cultura e Spettacoli 27 Novembre 2021

Radioimmaginaria premiata dal Presidente Mattarella assieme agli Alfieri della Repubblica 2021

Radioimmaginaria, la web radio nata a Castel Guelfo nel 2012 e fatta da ragazzi tra gli 11 e i 17 anni, ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella una targa per «l’impegno di più di 150 speaker adolescenti, i quali hanno continuato ad andare in onda durante tutto il periodo di lockdown, raccontando la vita dei propri coetanei in tempo di pandemia».

L’importante riconoscimento è arrivato in occasione della nomina degli Alfieri della Repubblica 2021, titolo quest’anno conferito a 30 giovani italiani che «si sono distinti per l’uso consapevole e virtuoso degli strumenti tecnologici e dei social network, anche in relazione ai problemi posti dalla pandemia. I casi scelti sono emblematici di comportamenti da incoraggiare, componendo un mosaico di virtù civiche espresse dai giovani durante questo lungo e difficile periodo» spiega il Quirinale in una nota.

«Essere nominati Alfieri ci rende davvero orgogliosissimi, ma soprattutto ci fa capire che negli ultimi due anni la nostra generazione ha davvero fatto la storia, perchè dopo un periodo così tragico sono riusciti comunque a toccare il futuro e a immaginarlo molto più bello del presente» questo il commento postato a caldo dai ragazzi sul sito radioimmaginaria.it. (lo.mi.) 

Nella foto (d’archivio): i ragazzi di Radioimmaginaria

Radioimmaginaria premiata dal Presidente Mattarella assieme agli Alfieri della Repubblica 2021
Cronaca 19 Novembre 2021

A Castel Guelfo il calcio «trasloca» in via Volta, grazie ai 700 mila euro del bando «Sport e periferie 2020»

Due nuovi campi da calcio in via Volta e trasformazione in parco pubblico dell’attuale campo sportivo in via 2 Giugno. Grazie a un finanziamento di 700 mila euro, ottenuto tramite il bando nazionale «Sport e periferie 2020», il Comune di Castel Guelfo porterà finalmente a termine un progetto rimasto in sospeso per circa 15 anni. «Per la realizzazione dei lavori aggiungeremo altri 300 mila euro di risorse comunali – precisa il sindaco, Claudio Franceschi -. Dopo l’approvazione in Giunta del progetto, entro fine anno contiamo di iniziare l’iter per l’appalto dei lavori, per poi poter avviare il cantiere entro giugno». (lo.mi.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 18 novembre

Nella foto: l’area di via Volta interessata dai lavori, in primo piano lo spogliatoio da completare

A Castel Guelfo il calcio «trasloca» in via Volta, grazie ai 700 mila euro del bando «Sport e periferie 2020»
Sport 1 Novembre 2021

Pattinaggio, Alessandro Liberatore e il bronzo mondiale: «Emozione forte perché inaspettata»

Dalla medaglia d’oro ai Mondiali Juniores nel 2017 al bronzo in Paraguay di quest’anno, nella categoria Senior. Il ragazzo si è fatto uomo e questa volta il podio iridato è ancora più brillante. Alessandro Liberatore non ha fallito nel momento più importante della sua carriera, centrando uno splendido terzo posto nel «libero» ai Campionati Mondiali di pattinaggio artistico ad Asunciòn, in Paraguay, alle spalle del campione spagnolo Pau Garcia Domec e dell’altro italiano Luca Lucaroni. «È stata la realizzazione del buon lavoro degli ultimi due anni – spiega Liberatore -. Con lo stop per la pandemia, mancava lo stimolo per raggiungere un obiettivo. Vincere una medaglia iridata è stata un’emozione molto forte anche perché era inaspettata: eravamo in 4-5 in lizza per il bronzo, mentre i primi due sono ai vertici del mondo da qualche anno. Per me è il primo anno nella categoria Senior, per questo motivo non mi sarei mai aspettato di raggiungere questo traguardo. Appena è uscito il punteggio, mi è mancato il fiato. Ho guardato i miei allenatori dicendo: e adesso che si fa?». (f.l.)

L’intervista su «sabato sera» del 28 ottobre.

Nella foto: Alessandro Liberatore

Pattinaggio, Alessandro Liberatore e il bronzo mondiale: «Emozione forte perché inaspettata»
Cronaca 21 Ottobre 2021

«Un’orchestra sui banchi di scuola», il progetto di Medicina arriva anche a Castel Guelfo

Alla scuola elementare di Castel Guelfo partirà a breve il progetto «Un’orchestra a scuola», il corso di orchestra d’archi  gestito dalla scuola di musica Medardo Mascagni di Medicina. Nel medicinese l’iniziativa esiste dal 2014, ma quest’anno, con la collaborazione dell’Istituto comprensivo Giovanni Paolo II, il progetto che consente di imparare a suonare uno strumento ad arco sarà una bella novità per i bambini della classe quarta di Castel Guelfo.

«Con un budget di 3.500 euro – spiega la vicesindaca, Anna Venturini – i bambini potranno seguire un corso di musica in maniera totalmente gratuita, utilizzando gli strumenti in comodato d’uso per tutto l’anno scolastico». I bambini saranno seguiti da due insegnanti e avranno a disposizione 16 violini e 8 violoncelli. Alla fine dell’anno scolastico i bambini si esibiranno in un concerto finale per genitori ed insegnanti. (r.cr.) 

Nella foto: il concerto di inaugurazione del corso tenuto dagli allievi della scuola di musica Mascagni il 3 ottobre nel chiostro del municipio di Castel Guelfo

«Un’orchestra sui banchi di scuola», il progetto di Medicina arriva anche a Castel Guelfo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA