Castel San Pietro Terme

Cronaca 3 Giugno 2022

Dal 6 giugno seconda distribuzione dei kit anti-zanzara gratis ai cittadini di Castello

Seconda giornata di distribuzione alla cittadinanza dei kit gratuiti di prodotto per il controllo ecologico delle larve di zanzara a Castel San Pietro, lunedì 6 giugno.
La consegna avverrà in piazza XX settembre (portone centrale del municipio) dalle 8.30 alle 13, durante lo svolgimento del mercato.
I kit saranno disponibili anche allo Sportello cittadino fino ad esaurimento dei 1.000 kit complessivamente disponibili. (lu.ba.)

Dal 6 giugno seconda distribuzione dei kit anti-zanzara gratis ai cittadini di Castello
Cronaca 31 Maggio 2022

Incidente sul lavoro alla Rifimpress di Castel San Pietro, le dichiarazioni del sindaco Tinti

Il giorno dopo l’incidente sul lavoro nella fonderia Rifimpress di Castel San Pietro dove un operaio 52enne è rimasto ferito a causa dell’urto contro un macchinario su cui stava svolgendo operazioni di manutenzione e per questo ricoverato in prognosi riservata al Maggiore (stando alle ultime notizie arrivate ieri dall’ospedale bolognese), sono arrivate anche le dichiarazioni del sindaco Fausto Tinti.

«La sicurezza sul lavoro prima di tutto – ha commentato il primo cittadino castellano -. Sono vicino all”operaio ferito e alla sua famiglia e chiedo con fermezza i controlli necessari per accertare eventuali responsabilità. La sicurezza sui luoghi di lavoro è il fondamento dello sviluppo economico e della tenuta sociale che solo il lavoro di qualità è in grado di dare a una comunità. Castel San Pietro e le sue imprese lo sanno e questo è l”obiettivo comune che dobbiamo perseguire». (r.cr.)

Foto d’archivio

Incidente sul lavoro alla Rifimpress di Castel San Pietro, le dichiarazioni del sindaco Tinti
Cronaca 31 Maggio 2022

Terme di Castel San Pietro, il 2021 segna un recupero dopo la pandemia

Un Bilancio di esercizio 2021 che, seppur ancora pesantemente condizionato dalla pandemia, denota un importante recupero dopo le difficoltà del 2020. L’assemblea dei soci di Terme di Castel San Pietro ha approvato in questi giorni il documento finanziario e ha esaminato l’andamento dei primi mesi di attività dell’anno in corso. Nello stesso tempo sono state rinnovate le cariche sociali con la conferma del Consiglio di amministrazione (Corrado Zaccaria, presidente; Renato Alberici, vicepresidente; Stefano Iseppi, amministratore delegato).
«Nel 2021 le nostre Terme hanno riaperto il 29 marzo e fino a inizio estate l’afflusso è stato limitato e controllato per via della pandemia – ricorda Iseppi -. Nonostante negli istituti termali sanitari non siano stati registrati focolai di infezione, per tutto l’anno alcune cure sono state sospese e sono stati necessari costi supplementari per il personale e i dispositivi. Tuttavia è stato mantenuto l”impegno dell”azienda nel mantenere tutti i livelli occupazionali, incluso quelli dei lavoratori stagionali, così come sono continuati gli investimenti, per circa 300.000 euro, dedicati al miglioramento degli impianti. Fra questi le tecnologie a servizio del reparto fanghi termali».
Inoltre,«importanti gli interventi di riduzione dei consumi energetici, per i quali le Terme si sono attivate da anni, con oculate politiche di acquisto di energia e impianti di cogenerazione – sottolinea -, riuscendo così a reggere per il momento l’urto dell”enorme aumento dei costi che da fine 2021 stanno mettendo a dura prova l’intero sistema termale italiano, un comparto decisamente energivoro per la necessità di calore a fini terapeutici». (lu.ba.)

Nella fotografia delle Terme, la piscina termale

Terme di Castel San Pietro, il 2021 segna un recupero dopo la pandemia
Cronaca 30 Maggio 2022

Grave infortunio sul lavoro alla Rifimpress di Castel San Pietro

Un grave infortunio sul lavoro è avvenuto questa mattina alla fonderia Rifimpress con sede a Castel San Pietro. A rimanere ferito, secondo la ricostruzione dell’Ausl di Imola, un operaio 52enne, colpito da un macchinario in funzione mentre stava svolgendo operazioni di manutenzione. L’uomo, trasportato in elisoccorso all’ospedale Maggiore in codice di massima gravità si trova ricoverato in rianimazione e la sua prognosi è riservata. In corso gli accertamenti per le dinamiche e le cause dell’accaduto da parte di carabinieri e Medicina del lavoro.

«È il secondo infortunio a distanza di pochi giorni nel reparto fonderia di questa azienda – si legge nel comunicato stampa della Fiom Cgil Imola -. Proprio questa mattina, infatti, come Fiom Cgil Imola stavamo inviando alla direzione aziendale una richiesta di incontro a seguito di un altro grave infortunio, avvenuto venerdì 24 maggio, che ha causato una prognosi di 30 giorni ad un operaio. Nemmeno il tempo di inviare la pec, che una telefonata ci ha informato del grave infortunio avvenuto oggi nello stesso reparto. È inaccettabile il ripetersi di episodi che mettono in pericolo la salute dei lavoratori e delle lavoratrici e da sempre rivendichiamo maggiore sicurezza nei luoghi di lavoro e nelle fabbriche metalmeccaniche». (r.cr.)

Foto d’archivio

Grave infortunio sul lavoro alla Rifimpress di Castel San Pietro
Cronaca 26 Maggio 2022

A Castel San Pietro rinvenuti due scheletri nel cantiere in centro storico

Ancora «sorprese» nel cantiere che da mesi interessa via Matteotti e il centro storico di Castel San Pietro. Dopo il rinvio a settembre dei lavori in via Cavour (originariamente previsti per marzo) e lo slittamento della fine di quelli in via Matteotti a fine giugno, causa maltempo e lavori per la regimentazione delle acque nei sottoservizi, questa volta a creare qualche preoccupazione è stato il ritrovamento nei giorni scorsi di due scheletri.

Una donna, la prima a rinvenire alla luce, e un bambino, uno accanto all’altro e in ottimo stato di conservazione, appurati essere di epoca medioevale e rinvenuti proprio all’angolo tra via Matteotti e piazza Galilei. Ovviamente i lavori nella zona sono stati immediatamente fermati dagli addetti alla sorveglianza archeologica sempre presenti nel cantiere che hanno avviato tutte le operazioni. Questo ha rallentato un po” le operazioni nei pressi dei ritrovamenti, ma da quanto trapela non dovrebbero comportare ulteriori ritardi al cantiere.

Un ritrovamento, però, non così sorprendente dal momento che in quell’area si trova l’ex chiesa di San Bartolomeo, in cui secoli fa era presente anche un cimitero. (r.cr.)

Nella foto: l’area dove sono stati ritrovati i due scheletri 

A Castel San Pietro rinvenuti due scheletri nel cantiere in centro storico
Cronaca 21 Maggio 2022

Alla guida con assicurazioni false sottoscritte online, la polizia locale di Castello scopre la truffa a quattro automobilisti

Nelle ultime settimane, durante i consueti controlli stradali, la polizia locale di Castel San Pietro si è imbattuta in quattro casi di automobilisti (castellani e non) ignari di aver sottoscritto per i loro veicoli delle polizze assicurative false. «Si tratta di brave persone che, in buona fede, avevano acquistato online delle false polizze Rca, rivolgendosi a siti irregolari, spesso camuffati con nomi simili a quelli di società assicurative realmente esistenti – racconta il comandante Marocchi -. Ai numeri di telefono indicati in questi siti rispondono degli abili truffatori che, ottenuto il bonifico, inviano una polizza fittizia. Particolare allarme devono destare il contatto a mezzo whatsapp e la richiesta di pagamento tramite Mooney o Postepay, utilizzando una carta prepagata collegata all”iban del malfattore. Invitiamo i cittadini a fare attenzione e a verificare sempre l’autenticità dei siti: attratti dalle prospettive di risparmio, si rischia di cadere nella rete, di perdere i propri soldi, di guidare senza la copertura assicurativa, di vedersi sequestrare il veicolo e di essere esposti a richieste di risarcimento danni in caso di incidente». (r.cr.)

Foto dal Comune di Castel San Pietro

Alla guida con assicurazioni false sottoscritte online, la polizia locale di Castello scopre la truffa a quattro automobilisti
Cronaca 21 Maggio 2022

Al via lunedì il cantiere del nuovo polo scolastico dell’infanzia di Osteria Grande

Prenderanno il via lunedì 23 maggio i lavori per la costruzione del nuovo polo scolastico dell’infanzia a Osteria Grande. «Questo è un progetto che per noi vale molto perché rappresenta il secondo intervento di rinnovamento e innovazione in materia di edilizia scolastica all’interno del nostro comune – commenta Fausto Tinti, primo cittadino –. E rappresenta un virtuoso modello per realizzare nuovi istituti scolastici in collaborazione fra ente locale e investitore istituzionale».

Il progetto complessivo del nuovo polo scolastico di Osteria Grande, che verrà intitolato ad Andrea Bugamelli, prevede un campus a tutti gli effetti che, oltre al nido e alla materna, comprende anche la scuola primaria, una palestra e un auditorium. Questo secondo stralcio doveva essere finanziato attraverso un fondo di iniziativa pubblico/privata che ha come partner istituzionale Invimit, ma è ormai da tempo fermo. «Tuttavia proprio in questi giorni stiamo selezionando e incaricando i professionisti per realizzare il primo livello di progettazione della primaria, della mensa-auditorium e della palestra – sottolinea il sindaco –, in modo da poter presentare per questo intervento la richiesta dei finanziamenti previsti dal Pnrr o da altri fondi strutturali». (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Castel San Pietro, l”area del cantiere

Al via lunedì il cantiere del nuovo polo scolastico dell’infanzia di Osteria Grande
Cronaca 20 Maggio 2022

«Dona la spesa» a Castello e Osteria, raccolti 1.750 kg di prodotti per le famiglie più bisognose

Successo a Castel San Pietro e Osteria per «Dona la spesa», iniziativa organizzata il 14 maggio per sostenere persone e famiglie in difficoltà nel territorio comunale da Coop Alleanza 3.0 e Coop Reno, in collaborazione con il Comune e i volontari di Auser, capofila del progetto, e Caritas, Associazione Carabinieri, Croce Rossa e Gruppo Alpini.

Al supermercato Coop Alleanza 3.0 di Castel San Pietro sono stati donati 1020 kg di prodotti di prima necessità (1723 confezioni), ai quali si aggiungono i 728 kg raccolti (1683 confezioni) alla Coop Reno di Osteria Grande il 7 maggio per un totale complessivo quindi di 1 tonnellata e 750 chili di prodotti. 

«Grazie a tutti i sostenitori che hanno donato per le persone in difficolta del nostro territorio» affermano con soddisfazione da Auser Castel San Pietro. I prodotti raccolti saranno distribuiti durante l”anno da parte di Auser e Caritas alle persone in difficoltà inviate dai servizi sociali. (r.cr.)

Nella foto: volontari a Castel San Pietro 

«Dona la spesa» a Castello e Osteria, raccolti 1.750 kg di prodotti per le famiglie più bisognose
Economia 12 Maggio 2022

Eco packaging, dal Mise 1,8 milioni per il progetto di Aetna Group (Castel San Pietro)

Aetna Group, che produce e commercializza macchine per il packaging di fine linea, con quartier generale all’ex Malaguti a Castel San Pietro, realizzerà una nuova generazione di macchinari e servizi digitali, basati su nuovi materiali riciclati/riciclabili e sostenibili, destinati a diversi ambiti applicativi come alimentare e farmaceutico.

A dare corpo al progetto di ricerca e sviluppo Future@Packaging, proposto dalla stessa azienda, sarà il ministero dello Sviluppo economico, che ieri ha approvato un accordo per l’innovazione che comporterà un investimento complessivo di 9,2 milioni di euro. Grazie a un contributo di 1,8 milioni concesso dal Mise, è stato annunciato un incremento di circa 100 nuovi posti di lavoro tra dipendenti, tecnici e consulenti negli stabilimenti di Castel Pietro e Valsamoggia (Bologna) e in quelli di Verucchio e San Leo (Rimini).

«Il packaging è un settore industriale in cui la filiera italiana riveste un ruolo chiave nella sfida della transizione verso un’economia circolare – ha dichiarato il ministro Giancarlo Giorgetti -. Il Mise sostiene gli investimenti in innovazione orientati a integrare l’utilizzo di macchinari 4.0 con le competenze presenti sul territorio, al fine di sviluppare e realizzare nuovi sistemi produttivi in un’ottica di maggiore sostenibilità ambientale». (lo.mi.)

Nella foto: il quartier generale di Aetna Group a Castel San Pietro 

Eco packaging, dal Mise 1,8 milioni per il progetto di Aetna Group (Castel San Pietro)
Economia 8 Maggio 2022

Migliori extravergini del Nord Italia secondo Slow Food, tra i premiati anche gli oli di Palazzo di Varignana

Nell’edizione 2022 della Guida Slow Food agli Extravergini del Nord Italia sono raccontate 750 realtà tra frantoi, aziende agricole e oleifici, recensiti 1.180 oli tra gli oltre 1.500 assaggiati.

Tra i premiati anche gli oli dei Palazzo di Varignana, nella categoria il Grande Olio attribuita agli extravergini che si sono distinti per particolari pregi dal punto di vista organolettico e perché ben rispecchiano territorio e cultivar. Si tratta del Claterina e del Vargnano. (r.e.)

Foto da Slow Food

Migliori extravergini del Nord Italia secondo Slow Food, tra i premiati anche gli oli di Palazzo di Varignana

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA