Castel San Pietro Terme

Cultura e Spettacoli 18 Aprile 2022

Decio Zoffoli, la materia preziosa e l’arte che unisce

L’artista di Castel San Pietro Decio Zoffoli espone a Dozza, in Rocca e nel parco: creazioni murarie, figure abbozzate su carta, dipinti pieni di colore, statue di forma umana… e i materiali dialogano attraverso combinazioni, rotture, crepe. (r.c.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 14 aprile.

Nella foto (di Camilla Gamberini): alcune opere di Zoffoli esposte alla Rocca di Dozza

Decio Zoffoli, la materia preziosa e l’arte che unisce
Sport 16 Aprile 2022

Giro-E 2022, da Castel San Pietro la partenza dell’ottava tappa

Partirà da Castel San Pietro l’ottava tappa del Giro-E, la e-bike experience che dal 10 al 29 maggio risalirà l’Italia dalla Sicilia al Veneto sulle stesse strade e negli stessi giorni del Giro d’Italia, percorrendo con biciclette a pedalata assistita 1.025 chilometri in 18 tappe.

Il passaggio della manifestazione sul territorio castellano, in calendario il 18 maggio, sarà salutato con una vera e propria kermesse che coinvolgerà partecipanti, accompagnatori, cittadini e visitatori con eventi all’insegna dell’accoglienza e della sostenibilità ambientale. Insomma un’occasione da non perdere per gli appassionati del cicloturismo. Il Giro-E, giunto alla terza edizione, è stato presentato in conferenza stampa alla Borsa Internazionale del Turismo a Milano con la partecipazione dell’amministrazione castellana, rappresentata per l’occasione da Livio Marsico, Istruttore Direttivo Promozione del Territorio, che ha portato i saluti del sindaco Fausto Tinti e ha invitato i partecipanti a scoprire il paesaggio del territorio di Castel San Pietro attraverso esperienze cicloturistiche. (r.s.)

Nella foto: una tappa del Giro-E 2018

Giro-E 2022, da Castel San Pietro la partenza dell’ottava tappa
Cronaca 12 Aprile 2022

A Castello e Osteria è più facile riciclare con i nuovi eco-compattatori

Sono ben 27.370 le bottiglie di plastica Pet (pari a circa 492 kg) conferite dai cittadini nei due eco-compattatori installati a dicembre 2021 nel parcheggio del cimitero di Castel San Pietro e nel parcheggio del Laghetto Mariver a Osteria Grande.

«Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti nei primi quattro mesi di questo progetto – afferma il vicesindaco Andrea Bondi con delega all’Ambiente -, al quale abbiamo aderito con l’obiettivo di migliorare e incrementare la raccolta differenziata attraverso una raccolta selettiva da inviare al riciclo. I dati evidenziano un costante aumento dei volumi conferiti negli eco-compattatori da parte dei cittadini, una risposta che dimostra l’attenzione della nostra comunità per l’ambiente e la sua salvaguardia per il futuro delle prossime generazioni». (r.cr.)

Nella foto: l’eco-compattatore a Castel San Pietro

A Castello e Osteria è più facile riciclare con i nuovi eco-compattatori
Cronaca 9 Aprile 2022

Castel San Pietro dimezza le tariffe per il trasporto continuativo di anziani e disabili

Con l’approvazione del bilancio di previsione, il Comune di Castel San Pietro ha deciso di dimezzare le tariffe per i trasporti continuativi degli anziani verso i centri semi-residenziali diurni a carattere socio-assistenziale e socio-riabilitativo, il cui percorso è condiviso con il servizio sociale o sanitario di riferimento, oppure per terapie sanitarie di durata uguale o superiore alle 20 sedute continuative (es. radioterapia, camera iperbarica, ecc.).

«Oggi più che mai, con tante persone in difficoltà per le conseguenze della pandemia e le ulteriori criticità dell’attuale situazione con una guerra in atto in Europa e i rincari dei costi energetici, è importante stare vicino alle famiglie con persone anziane o disabili e garantire un servizio di trasporto accessibile a tutti – commenta Giulia Naldi, assessore al Welfare –. Per questo l’Amministrazione comunale ha scelto di diminuire le tariffe con particolare attenzione per chi ne ha maggiormente bisogno». (lu.ba.)

Nella foto: il sindaco Tinti e l’assessore al Welfare Naldi

Castel San Pietro dimezza le tariffe per il trasporto continuativo di anziani e disabili
Cronaca 7 Aprile 2022

Castel San Pietro proroga al 31 maggio il canone per l’occupazione del suolo pubblico

La Giunta comunale di Castel San Pietro ha prorogato al prossimo 31 maggio il termine per il versamento del canone unico patrimoniale per le occupazioni permanenti del suolo pubblico da parte di pubblici esercizi e per l’occupazione delle aree mercatali, che erano state esentate dal pagamento fino al 31 marzo 2022.

«Abbiamo introdotto questa proroga per consentire un congruo recepimento della fine dell’esenzione – spiega Barbara Mezzetti, assessore ai Tributi -, al passo con le tempistiche degli uffici ed i tempi di comunicazione a terzi».

Per il 2022, quindi, le scadenze per i pagamenti in forma rateale del canone sono: 31 maggio, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre.

Fotografia dal sito del Comune di Castel San Pietro

Castel San Pietro proroga al 31 maggio il canone per l’occupazione del suolo pubblico
Cronaca 2 Aprile 2022

A Castello controllati i primi 500 alberi, dodici dovranno essere subito abbattuti

Nell’ambito delle costanti cure e dell’attento monitoraggio che l’Amministrazione comunale di Castel San Pietro dedica al verde pubblico, era stato commissionato ad Area Blu a fine 2020 ed è ancora in corso il censimento e il controllo al patrimonio arboreo su tutto il territorio comunale al fine di individuare gli interventi più opportuni da mettere in atto per mantenere le alberature nelle migliori condizioni e per prevenire eventuali rischi per la pubblica incolumità.

Sono circa 11 mila gli alberi censiti, tutti geolocalizzati, e per ognuno dei quali è stata creata un’approfondita scheda anagrafica su un apposito programma software.  In questi giorni la società specializzata incaricata da Area Blu ha concluso i controlli sulle condizioni vegetative e fitosanitarie delle prime 500 piante, ubicate in posizioni di primaria importanza (viali e strade a intenso traffico, aree gioco e scuole).  Da questo primo esame, come riporta la relazione tecnica, è risultato che la maggior parte delle piante si trova, dal punto di vista statico, in buono stato, ma sono stati individuati anche «esemplari con anomalie tali da far ritenere che il fattore di sicurezza naturale dell”albero si sia drasticamente ridotto o per i quali non è possibile prescrivere interventi manutentivi compatibili con le buone pratiche arboricolturali. Le piante devono quindi essere abbattute nel più breve tempo possibile per evitare il loro crollo, in particolare in occasione di eventi meteorici intensi».

«In base alle valutazioni tecniche e all’esperienza dei tecnici comunali che si occupano del verde da decenni – afferma Loris Pasotti, tecnico responsabile del verde di Area Blu che ha coordinato tutte le fasi del lavoro -, sono 12 gli alberi che saranno abbattuti urgentemente in zone centrali della città, come viale Oriani, viale Carducci, viale Terme, mentre altri 70 alberi dovranno essere sottoposti a un ulteriore approfondimento strumentale, dal quale potrebbe emergere la necessità di altri abbattimenti. Inoltre, nel corso del monitoraggio visivo, sono stati prescritti e saranno eseguiti interventi come potature, consolidamenti, eliminazione edera e altro, utili mitigare difetti di stabilità riscontrati in una parte delle piante». (r.cr.)

Nella foto: viale Carducci a Castel San Pietro

A Castello controllati i primi 500 alberi, dodici dovranno essere subito abbattuti
Cultura e Spettacoli 1 Aprile 2022

Torna a Castello «Very Slow-Outdoor Tours», un weekend all’insegna di turismo e inclusività

È in arrivo a Castel San Pietro, sabato 9 e domenica 10 aprile, «Very Slow-Outdoor Tours», un weekend di turismo esperienziale con bike, escursioni, area espositiva e mercato.

Tre gli appuntamenti dedicati agli appassionati delle due ruote: il percorso in bici ed e-bike fino al Villaggio della salute Più aperto a tutti ed accessibile alle persone con disabilità con bici assistite, tandem e handbike (sabato 9, ore 12:15, con partenza da piazza XX settembre), il percorso per bambini e famiglie nel parco Lungosillaro (sabato 9, ore 15:45, con partenza dalla fonte Fegatella), e la gimkana per bambini in piazza XX settembre (domenica 10, dalle 15). Due le escursioni: nel Bosco della Chiusa (domenica 10, ore 9.30, con partenza da piazza XX settembre), e la visita guidata dedicata ai luoghi e alle opere dello scultore castellano Cleto Tomba (domenica 10, ore 15 e 17, con partenza da piazza XX settembre).

«Una delle principali direttrici su cui si sviluppa il programma di quest’anno è il tema bike – sottolinea il sindaco Fausto Tinti -, un tema che sta diventando sempre più importante e sul quale il nostro ufficio Turismo sta lavorando molto, ottenendo diversi finanziamenti. A questo proposito, anticipo che, grazie alla Regione che ci ha coinvolti, il 18 maggio farà tappa nel nostro territorio il Giro E, il giro d’Italia in ebike. Riproponiamo dunque l”esperienza di biking non solo a Castel San Pietro, ma in tutta la Valle del Sillaro, nel Circondario imolese e nella Città metropolitana». (lu.ba.)

Nella foto: una delle edizioni prima del Covid

Torna a Castello «Very Slow-Outdoor Tours», un weekend all’insegna di turismo e inclusività
Cronaca 28 Marzo 2022

Gambero Rosso premia con il massimo riconoscimento l’olio del Palazzo di Varignana

L’edizione 2022 della guida Gambero Rosso ha premiato anche gli oli extravergini di oliva del Palazzo di Varginana, assegnando a Vargnano Monocultivar Nostrana di Brisighella le Tre foglie rosse, il massimo riconoscimento.

Altri due Monocultivar di Ghiacciola e Correggiolo si aggiungono a questo importante traguardo: Claterna ha infatti ottenuto le Due foglie rosse, mentre Stiffonte è stato insignito delle Due foglie. (lu.ba.)

Gambero Rosso premia con il massimo riconoscimento l’olio del Palazzo di Varignana
Cronaca 25 Marzo 2022

Al via a Castel San Pietro la «Spesa sospesa» per i profughi ucraini

Prende il via a Castel San Pietro l’iniziativa «Spesa sospesa» che promuove la raccolta di beni alimentari non deperibili e di altri beni di prima necessità utili alle famiglie profughe arrivate in città, collaborando con gli esercizi commerciali del territorio.

È già pubblicato l’avviso pubblico per individuare gli operatori commerciali del territorio disponibili ad attivare le raccolte di materiale presso i loro punti vendita. Le domande di adesione dovranno arrivare al Comune all’indirizzo di posta elettronica certificata comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it entro sabato 2 aprile e le raccolte potranno essere attivate nel periodo da domani, sabato 26 marzo, a domenica 10 aprile.

Le tipologie di materiale da raccogliere, individuate dal Coc in seguito a una verifica delle reali necessità delle famiglie ucraine, sono: generi alimentari (esclusi gli alcolici), prodotti per l’igiene personale e per l’igiene dell’infanzia, biancheria intima, biancheria e igiene per la casa, abbigliamento e calzature per adulti e bambini, schede Sim per cellulare (massimo una a nucleo famigliare), materiale didattico e cancelleria, e altre categorie per bisogni specifici. (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Castel San Pietro, la riunione del Coc del 5 marzo

Al via a Castel San Pietro la «Spesa sospesa» per i profughi ucraini
Cronaca 25 Marzo 2022

Passi avanti per la rotonda sulla via Emilia, la Giunta di Castello ha approvato il progetto di fattibilità

Passi avanti a Castel San Pietro per la costruzione della nuova rotonda tra la via Emilia, la via Cova e via Roma. La Giunta Tinti ha infatti approvato in linea tecnica il progetto di fattibilità tecnico-economica dell”intervento di realizzazione di una delle opere infrastrutturali che da tempo l’Amministrazione comunale considera prioritaria, sia per il miglioramento della viabilità e della sicurezza stradale, sia per la riqualificazione complessiva di un’area che rappresenta la principale porta d’accesso alla città e che, dopo varie vicissitudini, è finalmente riuscita ad avviare attraverso risorse private.

«L”approvazione del progetto di fattibilità tecnico-economica della rotatoria e delle aree adibite a parcheggio poste rispettivamente ad est ed ovest della stessa – sottolinea il vice sindaco Andrea Bondi – rappresenta il primo passo concreto che ci avvicina alla realizzazione di un”infrastruttura attesa da anni da tutti i castellani. Abbiamo voluto allargare la progettazione alle aree circostanti per imprimerle un aspetto coordinato e omogeneo alla principale porta di accesso alla città, andando a riqualificare zone residuali che oggi sono prive di una funzione definita. Ora continueremo il confronto serrato con i progettisti per concludere la fase di progettazione e condivideremo il percorso con i componenti della commissioni consiliare permanente “Lavori pubblici” e della commissione speciale consultiva “Transizione ambientale ed energetica”. Il nostro obiettivo è avviare finalmente i lavori per la messa a terra di un”opera fondamentale per il miglioramento di tutta la mobilità cittadina».

Il progetto, redatto dallo studio incaricato dal soggetto attuatore del comparto Cà Bianca 7, prevede un importo complessivo pari a 2.665.212,76 euro di cui 2.101.492,71 per lavori (comprensivi dei costi della sicurezza pari a 69 mila euro) e 563.720,05 per somme a disposizione dell’Amministrazione. La progettazione definitiva dovrà identificare uno specifico stralcio funzionale, da definire in contraddittorio tra il progettista e l’Ufficio tecnico comunale, per riallineare la spesa all’impegno economico di 850 mila euro in capo al soggetto attuatore. L’Amministrazione comunale potrà, infine, inserire nella prossima programmazione economica il finanziamento e la realizzazione degli stralci successivi. (r.cr.)

Nella foto: la planimetria della nuova rotonda

Passi avanti per la rotonda sulla via Emilia, la Giunta di Castello ha approvato il progetto di fattibilità

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA