Castel San Pietro Terme

Cronaca 8 Luglio 2021

Carrera, posticipate e ridotte le prove alle Terme e in centro storico

Non solo settembre è mese di Carrera, la tradizionale corsa castellana di macchinine a spinta, ma anche luglio. Solo che quest’anno le prove libere inizieranno nella seconda metà del mese a causa del protrarsi di valutazioni e decisioni legate al Covid che già lo scorso anno aveva fatto saltare l’edizione 2020.

Quest’anno la gara non sembra in pericolo (per averne certezza bisognerà vedere dati e protocolli di fine estate) ma il calendario di prove libere inizialmente al via domenica 11 luglio è stato posticipato e ridotto: domenica 18, dalle 9 alle 12, alle Terme e i mercoledì 21 e 28, dalle 21 alle 23.45, in centro storico. «Avevamo bisogno di più tempo per procedere con le iscrizioni dei team e l’applicazione dei protocolli Uisp e Asl che prevedono fra le altre cose tamponi per tutti gli atleti prima di ogni appuntamento», contestualizza il presidente del Club Carrera Andrea Vallisi all’indomani dell’incontro con team, Comune e Proloco che ha portato al nuovo calendario di prove libere.

Per le date in programma sono previste le consuete chiusure per il traffico, mentre l’accesso del pubblico sarà consentito sotto la vigilanza si personale addetto al controllo del distanziamento e dell’eventuale uso della mascherina (non obbligatoria all’aperto salvo in condizioni di assembramento, come si potrebbero creare nei pressi del tabellone con i tempi). (mi.mo.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 15 luglio.

Nella foto (concessa dal Comune di Castel San Pietro): la partenza dell’edizione 2018 della Carrera

Carrera, posticipate e ridotte le prove alle Terme e in centro storico
Cronaca 7 Luglio 2021

Nuova carrozzina donata agli anziani della Cra Coccinella di Castello

Un nuova carrozzina, importante ausilio per gli anziani, è stata donata alla Casa residenza anziani Coccinella. A dare la bella notizia, insieme ai due fisioterapisti della Coccinella Veronica Baldazzi e Maurizio Conti, è Samuele Preiata, coordinatore della Cooperativa Elleuno che gestisce la struttura per conto del Comune di Castel San Pietro.

L’assessora alle Politiche sociali Giulia Naldi,  a nome di tutta l’amministrazione comunale,  si unisce al coordinatore Preiata nel rivolgere «ringraziamenti di vero cuore alla famiglia Canella che in memoria del signor Cesarino Canella ha pensato di acquistare un importante ausilio, con il contributo di amici, parenti, conoscenti, vicini di casa». (r.cr.)

Nella foto: Samuele Preiata insieme ai fisioterapisti Veronica Baldazzi e Maurizio Conti

Nuova carrozzina donata agli anziani della Cra Coccinella di Castello
Cronaca 5 Luglio 2021

A Castello modifiche alla Tari, sconti per le categorie economiche penalizzate dal Covid

Il Consiglio comunale di Castel San Pietro ha approvato importanti modifiche al regolamento comunale Tari. La novità prevede l’introduzione di agevolazioni straordinarie per le categorie economiche interessate alle chiusure obbligatorie, causa restrizioni o limitazioni nell”esercizio delle attività dovute all”emergenza Covid-19. Per queste categorie come per tutte le altre utenze non domestiche viene posticipata la scadenza del versamento della prima rata, per poter distribuire le risorse previste dal decreto «sostegni bis».

In particolare, il nuovo regolamento prevede una sorta di glossario per rendere più semplice ai contribuenti l”applicazione delle norme con i rifiuti che vengono classificati in sole due categorie: urbani, ovvero di origine domestica, e speciali, ovvero originati da attività produttive in cui si trasforma la materia, a prescindere dalla tipologia merceologica e dalla prevalenza rispetto agli urbani. I titolari di utenze non domestiche che dimostrino di aver avviato al recupero determinate quantità di rifiuti urbani con oneri a proprio carico, possono ottenere uno sconto pari a 0,0172041 euro/kg. In ogni caso, la Tari non è mai dovuta in misura inferiore al 30 %.

Infine, una importante azione di sostegno alle imprese colpite dalla pandemia che arriverà direttamente in bolletta. L”importo complessivo previsto per applicare le agevolazioni tariffarie alle attività colpite dall”emergenza Covid 19 sarà di  407 mila euro e sarà finanziato con il fondo statale art. 6 D.L. n. 73/2021 sostegni bis. In base alla classificazione per codici Ateco, le attività rimaste chiuse per decreto si vedranno pertanto applicata una riduzione del 70% della quota variabile mentre quelle che hanno lavorato a singhiozzo avranno uno sconto del 40%. A tutte le utenze non domestiche non comprese nei codici Ateco penalizzati sarà riconosciuta una riduzione del 10% sempre sulla quota variabile. Rimane un piccolo residuo di quasi 38 mila euro che il Comune terrà a riserva per agevolare eventualmente le realtà che non dovessero rientrare in automatico nel calcolo di facilitazioni e che ne faranno richiesta dimostrandone i requisiti.

Per quanto riguarda le scadenze per l”annualità 2021, sono confermate le consuete date per le utenze domestiche, mentre per le utenze non domestiche, sono stabilite come segue: periodo di competenza 1.1.2021- 30.6.2021: scadenza 30 settembre 2021 (con riconoscimento del 50% delle riduzioni covid 2021); periodo di competenza 1.7.2021 – 31.12.2021: scadenza 2 dicembre (con riconoscimento del 50% delle riduzioni covid 2021). Per tutte le categorie di utenze domestiche e non domestiche, con la scadenza rata di dicembre sarà riconosciuto il conguaglio positivo/negativo TARI anno 2020 e richiesto il versamento Tefa anno 2021.

Le registrazioni del consiglio comunale sono disponibili sulla piattaforma Civicam e sul canale Youtube di Castel San Pietro.

A Castello modifiche alla Tari, sconti per le categorie economiche penalizzate dal Covid
Cronaca 2 Luglio 2021

Terme di Castel San Pietro, approvato il bilancio 2020 e sguardo al futuro

L’assemblea dei soci delle Terme di Castel San Pietro Spa nei giorni scorsi ha approvato il bilancio di esercizio 2020 ed ha esaminato l’andamento dei primi 5 mesi di attività dell’anno in corso.

Dai numeri essenziali del bilancio emerge come, nonostante i danni che il Covid-19 ha provocato in termini di accessi e di volume di attività, la società ha realizzato un margine operativo lordo positivo e una perdita, dopo gli ammortamenti per oltre 300 mila euro, oneri finanziari e imposte, pari a 188 mila euro.

«Siamo di fronte ad un risultato non solo importante, ma che conferma il forte radicamento della società termale, l’alto livello di fidelizzazione della clientela e soprattutto la capacità di affrontare sfide difficili nel più ampio rispetto delle norme di sicurezza predisposte – ha affermato l’Amministratore delegato della società, Stefano Iseppi -. La tenuta dei livelli occupazionali dei dipendenti, insieme a quelli dei collaboratori sanitari e delle attività correlate, rappresenta, in un esercizio tanto difficile, un risultato decisamente importante che evidenzia da una parte una forte resilienza della società e dall’altra la volontà, determinazione e tenacia nel non avere mai rinunciato a guardare oltre le stringenti difficoltà. A conferma di ciò proprio negli ultimi mesi dell’anno sono stati avviati nuovi investimenti tecnologici al servizio delle attività terapeutiche che hanno proseguito quelli effettuati negli ultimi anni e che hanno riguardato la completa ristrutturazione della piscina termale e dell’area poliambulatoriale».

Il numero dei clienti nel corso dell’anno 2020 è stato pari a 5.500, facendo segnare un –50% rispetto all’anno precedente. Sono aumentati invece gli assistiti inviati dalle Asl di Imola e Bologna per quanto attiene gli esami audiometrici e le visite specialistiche otorino. Il Centro termale ha riaperto il 29 marzo e proseguirà la propria attività fino al 18 dicembre. (da.be.)

Terme di Castel San Pietro, approvato il bilancio 2020 e sguardo al futuro
Cronaca 2 Luglio 2021

A Castello il Consiglio comunale approva una mozione per abbattere l’Iva sugli assorbenti femminili

Dopo Medicina anche il Consiglio comunale di Castel San Pietro ha approvato una mozione per abbattere l’Iva sugli assorbenti femminili. «Crediamo che sia importante schierarsi a sostegno dell’equità sociale economica. In Italia l’Iva sugli assorbenti è del 22%, cioè la tassazione prevista per tutti i prodotti rientranti nella categoria dei beni non di prima necessità. Una donna non può scegliere se e quando avere il ciclo e questa tassazione – afferma la consigliera Pd Elisabetta Carati del Gruppo di maggioranza che ha presentato l’ordine del giorno in merito alla tampon tax – crea iniquità sociale quanto economica».

«La questione della povertà mestruale e della tassazione degli assorbenti va letta anche attraverso una lente sociale oltre che economia – spiegano la consigliera Elisabetta Carati e la capogruppo Francesca Marchetti -. Siamo soddisfatte dell’approvazione da parte del consiglio comunale dell”ordine del giorno all”unanimità. Il nostro atto chiede non solo di aderire alla campagna Tampon Tax on Tour ma impegna l’amministrazione ad attivarsi per organizzare iniziative di sensibilizzazione della cittadinanza richiedendo anche la possibilità di essere sede di una tappa del tour stesso». (r.cr.)

Nella foto: il Gruppo consigliare del Pd di Castel San Pietro

A Castello il Consiglio comunale approva una mozione per abbattere l’Iva sugli assorbenti femminili
Cronaca 1 Luglio 2021

Non ce l'ha fatta l'anziana investita nei giorni scorsi in via Scania a Castello

Non ce l”ha fatta purtroppo la donna che il 28 giugno scorso è stata investita in via Scania a Castel San Pietro. Giuseppa D”Alessio, 82 anni, stava attraversando la strada, in compagnia del marito, all”altezza del civico 220, quando, secondo la prima ricostruzione dei carabinieri, è stata investita dalla Fiat Punto condotta da una 68enne diretta verso il centro.

L”anziana è stata soccorsa dai sanitari del 118 e, viste le gravi condizioni, trasportata con l”elisoccorso all”ospedale Maggiore di Bologna. Ricoverata in prognosi riservata, la notizia del decesso della donna è giunta nel pomeriggio di oggi. La 68enne alla guida della Fiat Punto, come da prassi, è indagata per omicidio stradale. (da.be.)

Nella foto: il Maggiore di Bologna

Non ce l'ha fatta l'anziana investita nei giorni scorsi in via Scania a Castello
Cronaca 1 Luglio 2021

A Castello nei sabati di luglio sosta gratis nel parcheggio di via Oberdan e nelle vie Cavour e Matteotti

ll Comune di Castel San Pietro, in occasione della partenza della stagione dei saldi estivi, ha accolto la richiesta delle associazioni di categoria e dei commercianti di abbattere i costi della sosta per i clienti dei negozi ubicati nel cuore del capoluogo almeno nella giornata del sabato.

In particolare da sabato 3 luglio, giorno di avvio degli sconti, e per tutti i cinque sabati del mese la sosta sarà gratuita, e per tutto il giorno, nel parcheggio di via Oberdan. Nessun pagamento nemmeno per chi sosterà lungo le vie Cavour e Matteotti nell”intervallo orario compreso fra le 17 e le 19.

Provvedimento identico, per la giornata di sabato 3 luglio, è stato preso anche ad Imola per quanto riguarda i parcheggi a sbarre del centro.

Foto dal sito del Comune di Castel San Pietro

A Castello nei sabati di luglio sosta gratis nel parcheggio di via Oberdan e nelle vie Cavour e Matteotti
Economia 24 Giugno 2021

Bio-on, l’azienda castellana di bioplastiche tornerà all’asta il 28 luglio

Nuova asta per Bio on, l’azienda di bioplastiche fallita nel 2019. Andato deserto il 5 maggio scorso il primo tentativo di vendita alla cifra di 95 milioni di euro, questa volta la base d’asta sarà di 72 milioni e mezzo. Come sempre si tratta di un unico lotto congiunto, comprendente non solo l’impianto produttivo di Gaiana, che fa capo alla società Bio on Plants, ma anche il portafoglio marchi e brevetti, che ha suscitato l’interesse di grandi realtà italiane e straniere, come confermato nei mesi scorsi dagli stessi curatori fallimentari, Luca Mandrioli e Antonio Gaiani. (lo.mi.) 

Nella foto: lo stabilimento produttivo di Bio-on, a Gaiana

Bio-on, l’azienda castellana di bioplastiche tornerà all’asta il 28 luglio
Cronaca 21 Giugno 2021

Commissione giovani di Castel San Pietro, i nomi dei nuovi componenti

Nuova commissione giovani a Castel San Pietro, progetto nato nel 2013 che permette ai ragazzi dai 14 ai 29 anni di dar voce alle proprie idee, collaborando con l”assessorato alle Politiche giovanili per l’organizzazione delle attività. Lo scorso 16 giugno i nuovi membri sono stati accolti dal sindaco Fausto Tinti e dall”assessore alle Politiche Giovanili Fabrizio Dondi, nella sala del consiglio comunale. Gli otto giovani sono: Riccardo Barbieri (tutor, in quanto partecipante alla precedente Commissione), Simone Del Prete (su indicazione del Corpo bandistico), Sara Gjerji (Radio Immaginaria), Khadija Rhoufrane (Camminando Insieme), Michelle Lamieri (Spazio Life), Rachele Magnani (candidata da 23 giovani), Gerardo Rocco Caglioti (candidato da 15 giovani) e Simone Verole Bozzello (Mixer Music).

Fabrizio Dondi, che è anche presidente della Commissione Giovani, ha quindi presentato alla Commissione le principali attività dell”assessorato: centri di aggregazione giovanile, formazione genitori/figli e i numerosi progetti culturali attivi. La Commissione si riunirà nuovamente  tra luglio e settembre. (c.gam.)

Nella foto: la nuova commissione giovani ricevuta nel Comune di Castel San Pietro

Commissione giovani di Castel San Pietro, i nomi dei nuovi componenti
Cultura e Spettacoli 19 Giugno 2021

All'Arena di Castello la premiazione del concorso «Te lo dico in poesia» del Fiocchetto Lilla 2021

Bella serata a Castel San Pietro, il 16 giugno scorso, per la serata conclusiva di tutti gli eventi del Fiocchetto Lilla 2021, la manifestazione annuale che mette al centro dell”attenzione il tema dei disturbi del comportamento alimentare, organizzata dalla Fanep odv (Famiglie Neuropsichiatria Pediatrica). Alla serata erano presenti il sindaco Fausto Tinti con altri rappresentanti dell”Amministrazione comunale e la consigliera Francesca Marchetti in rappresentanza della Regione Emilia-Romagna. 

Durante l’evento sono stati premiati anche i primi tre classificati di ogni categoria  del concorso letterario «Te lo dico in poesia». Tra questi (categoria Adulti) il capitano della Compagnia carabinieri di Imola Andrea Oxilia che ha partecipato con la poesia «Vingasi» scritta in cimbro.

IL VIDEO DELLA POESIA DEL CAPITANO DEI CARABINIERI OXILIA

Nella foto: l’evento all’Arena di Castel San Pietro

All'Arena di Castello la premiazione del concorso «Te lo dico in poesia» del Fiocchetto Lilla 2021

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast