Castel San Pietro Terme

Cronaca 6 Marzo 2022

Pro Loco Castel San Pietro, eletto il nuovo Consiglio direttivo. Raimonda Raggi confermata presidente

Ieri, sabato 5 marzo, si sono svolte, nella sala espositiva di via Matteotti, alla presenza dell’Assemblea ordinaria dei soci, le elezioni per il nuovo Consiglio direttivo della Pro Loco di Castel San Pietro che rimarrà in carica per tre anni fino al 2024. I sette consiglieri eletti sono Laura Carati Laura, Adele Martelli, Marilena Manzitti, Mauro Mingotti, Stelio Montebugnoli, Antonio Morrone e Raimonda Raggi. Il Direttivo neoeletto ha nominato ancora presidente Raimonda Raggi, con vicepresidente Stelio Montebugnoli, segretario Laura Carati e tesoriere Mauro Mingotti.

All’assemblea era presente anche il vicesindaco Andrea Bondi, l’assessore Giuliano Giordani e il consigliere delegato Andrea Dall’Olio, che hanno portato il saluto e il ringraziamento dell’Amministrazione comunale al direttivo uscente per il lavoro svolto negli ultimi tre anni. Il vicesindaco ha poi sottolineato il proficuo percorso svolto dall’associazione insieme all’Amministrazione comunale e augurato al direttivo entrante di proseguire nella direzione intrapresa, con la sempre positiva tendenza di crescita e valorizzazione delle progettualità che ha contraddistinto il lavoro di Pro Loco negli ultimi anni. (r.cr.)

Nella foto: il nuovo direttivo della Pro Loco di Castel San Pietro

 

Pro Loco Castel San Pietro, eletto il nuovo Consiglio direttivo. Raimonda Raggi confermata presidente
Cronaca 5 Marzo 2022

Bilancio di previsione, Castel San Pietro aumenta l’Irpef: «Tra 20 a 70 euro in più a persona, ma maggiori aiuti ai bisognosi»

Ieri mattina il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti e il vicesindaco Andrea Bondi hanno presentato in conferenza stampa le proposte della Giunta comunale in vista della votazione del Bilancio previsionale 2022, prevista nella seduta del Consiglio comunale del 10 marzo. Alla conferenza stampa era presente anche Barbara Emiliani, dirigente del Comune di Castel San Pietro Terme e responsabile Servizio Sviluppo Economico e del Territorio.  «Il 2022 doveva essere caratterizzato dalla ripresa per l’uscita dalla pandemia  – ha premesso il sindaco – e invece si sta caratterizzando non solo per i rincari dei costi della vita che andranno a gravare su chi ha meno risorse e più bisogni, ma anche purtroppo per questa terribile guerra che avrà un impatto, oltre che etico politico e umano, anche economico con maggiori costi per le famiglie e per la presenza sul territorio di un alto numero di profughi, soprattutto mamme e bambini, che necessitano di sostegno e integrazione. Il Bilancio è stato chiuso prima che si verificasse questo scenario e quindi dovremo fare delle modifiche» .

Tinti ha poi indicato le principali linee guida del Bilancio. «Nel costruire il Bilancio previsionale 2022 siamo partiti dal fatto che non vogliamo e non possiamo rinunciare ai nostri obiettivi di sviluppo del territorio e al nostro modello di comunità solidale – afferma il sindaco -. Abbiamo lavorato quindi per trovare un equilibrio che ci consenta di sostenere famiglie e imprese in difficoltà  e contemporaneamente di continuare a realizzare i servizi e le opere che sono necessari. Per sostenere la parte corrente proponiamo di attuare la manovra fiscale, portando l’addizionale Irpef, che era invariata dal 2014, allo 0,8 % per tutti i cittadini, allineandoci ai livelli di altri comuni della Città Metropolitana (oggi è scaglionata fra lo 0,5 e lo 0,8). Ciò significa un incremento in rapporto al reddito dai 20 a 70 euro all’anno per ogni persona fisica».

Un meccanismo che ha tre direttrici. «La prima di natura politica è la costruzione di un forte paracadute sociale, con una restituzione immediata, come richiesto dai sindacati, alle famiglie più bisognose e fragili con Isee fra 0 e 12 mila euro, e un allargamento a luglio alle famiglie fino a 20 mila euro, per rispondere a una nuova fascia di vulnerabilità che non era mai stata presa in considerazione – precisa Tinti -. La cifra che mettiamo a disposizione parte da 200 mila euro e potrà crescere secondo le necessità. Non abbiamo messo un  tetto. A luglio, utilizzando l’avanzo di bilancio che sarà disponibile, faremo un allargamento del paracadute verso quelle fasce. I sindacati ovviamente non erano d’accordo sull’aumento del prelievo, ma abbiamo lavorato insieme per costruire il meccanismo di redistribuzione. Hanno invece concordato sul fatto che l’esenzione dall’addizionale per i redditi più bassi non avrebbe risposto ai veri bisogni, perché si sarebbe rischiato di esentare anche chi fa il furbo,  e che per questo l’Isee è il meccanismo migliore. La seconda è il mantenimento dei servizi ai livelli attuali, a partire dal settore socio-educativo con i contributi alle scuole per i ragazzi disabili fino alla scuole superiori (un impegno che ha sempre contraddistinto il Comune di Cspt), e dagli anziani (siamo la città con l’età media più alta del Circondario, significa che gli anziani qui vivono bene e i servizi devono essere mantenuti)».

E, infine, «la terza è mantenere una città viva dal punto di vista socio economico e una città in movimento, che coglie le opportunità del Pnrr, destinando fondi alle progettazioni che possano partecipare ai bandi, e allo stesso tempo anche continuando a fare le manutenzioni, le asfaltature, e le infrastrutture per la viabilità, che non sono sostenute dal prelievo fiscale, ma dagli oneri – conclude il sindaco -. Vogliamo che gli oneri sostengano gli investimenti, non vogliamo togliere ossigeno a queste attività. Inoltre è importante continuare a fare le assunzioni che servono per i servizi che sono in difficoltà per mancanza di personale». (r.cr.)

Foto Isolapress

Bilancio di previsione, Castel San Pietro aumenta l’Irpef: «Tra 20 a 70 euro in più a persona, ma maggiori aiuti ai bisognosi»
Economia 3 Marzo 2022

Il castellano Paolo Cavini nuovo presidente regionale Cna: «Piccole e medie imprese, un futuro pieno di sfide»

Già presidente di Cna Imola, Cavini è socio dell’azienda Antica Rosa, con sede legale a Ozzano Emilia, ma con presidi anche a Dozza e Castel San Pietro. Fino al 2025 guiderà Cna Emilia Romagna, realtà che conta 234 sedi, oltre 2.500 dipendenti, 61 mila imprese associate e più di 57 mila pensionati. Tante le variabili da affrontare: pandemia, guerra, caro energia, digitalizzazione e Pnrr. «È basilare che nella stesura dei bandi la Regione tenga conto delle piccole e me- die imprese, che rappresentano il 90 per cento del totale». (r.e.)

L’intervista su «sabato sera» del 3 marzo.

Nella foto: Paolo Cavini

Il castellano Paolo Cavini nuovo presidente regionale Cna: «Piccole e medie imprese, un futuro pieno di sfide»
Cronaca 2 Marzo 2022

Perde il controllo dell’auto e si schianta frontalmente contro un camion, grave 21enne sulla San Carlo

Grave incidente stradale questa mattina sulla San Carlo, a Castel San Pietro, tra il casello A14 e la rotonda della frazione guelfese di Poggio Piccolo.

Secondo la polizia locale, verso le 7.45, una Toyota Yaris, con al volante un 21enne faentino, procedeva verso Medicina quando, per cause ancora da accertare, ha invaso la corsia opposta andandosi a schiantare frontalmente contro un camion Mercedes, condotto da un 46enne di Cento, che proveniva dalla direzione opposta. A causa dello scontro, la vettura è stata sbalzata per diversi metri, mentre il mezzo pesante si è ribaltato su un fianco occupando entrambe le carreggiate e perdendo parte del carico composto da scatole di cartone. 

Sul posto, oltre agli agenti della polizia locale e i vigili del fuoco, i sanitari del 118 che hanno trasportato, in codice di massima gravità, il giovane in elisoccorso al Maggiore di Bologna dove risulta ricoverato in prognosi riservata. Portato nello stesso ospedale, ma in codice di media gravità, anche l’uomo alla guida del camion. La San Carlo è rimasta chiusa al traffico per tutta la durata dei soccorsi, circa tre ore. (da.be.) 

Foto concessa dalla polizia locale di Castel San Pietro

Perde il controllo dell’auto e si schianta frontalmente contro un camion, grave 21enne sulla San Carlo
Cronaca 2 Marzo 2022

Maxi cantiere in centro storico, a Castello saranno collegati i portici di via Matteotti

Novità importanti sul maxi cantiere in centro storico a Castel San Pietro. L’obiettivo del Comune è infatti quello di aprire a breve un varco tra i due porticati di via Matteotti per venire incontro alle esigenze di commercianti e cittadini, alle prese dal 1° febbraio, data di inizio lavori, con inevitabili disagi e ru- mori assordanti soprattutto nei primi giorni di cantiere. L’intervento, che salvo intoppi si concluderà a giugno e a cui da fine marzo si uniranno anche gli scavi in via Cavour, riguarda il rifacimento del manto stradale e la posa delle nuove tubature di Hera.

Per questo motivo, con la strada chiusa al traffico, per i pedoni al momento è possibile muoversi solo sui due porticati presenti, ad oggi separati per tutto il tratto di via Matteotti. «Abbiamo accolto il suggerimento dei cittadini di creare un varco – spiega il vicesindaco Andrea Bondi – . Entro due settimane, appena l’evoluzione dei lavori lo permetterà, contiamo di riuscire ad aprirlo a metà percorso su ambo i lati in modo da creare un attraversamento pedonale che si appoggerà sull’area del cantiere». (da.be.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 3 marzo.

Foto Isolapress

Maxi cantiere in centro storico, a Castello saranno collegati i portici di via Matteotti
Cronaca 25 Febbraio 2022

Lavori Hera in via Gramsci a Castello, riaperta l’uscita sulla via Emilia. Da lunedì novità per raggiungere la stazione

 Proseguono a Castel San Pietro i lavori di Hera, dal costo di 180 mila euro, per il rinnovo della rete idrica e la posa di una nuova tubazione in sostituzione dell’attuale in via Gramsci, nel tratto compreso tra le vie Mazzini e Braglia, per una lunghezza complessiva di circa 700 metri. In funzione dell”avanzare del cantiere, da oggi, venerdì 25 febbraio, sono entrate in vigore alcune modifiche alla viabilità nella zona di via Gramsci, concordate da Hera, Amministrazione comunale e polizia locale. In particolare, è stata riaperta l’uscita di via Gramsci su via Repubblica nella direzione via Mazzini-via Repubblica. Inoltre, da lunedì 28 febbraio via Gramsci sarà chiusa al traffico nella direzione che va da via della Repubblica verso la stazione ferroviaria. Per raggiungere quest’ultima, sarà necessario transitare da via Braglia.

L’opera sta procedendo come da cronoprogramma. Nella zona compresa tra via Mazzini e via della Repubblica sono già terminati tutti i lavori di posa della rete e allacci delle singole utenze. Al momento la zona coinvolta dall’intervento è quella che da via Gramsci va alla stazione ferroviaria, dove è stata già posata una parte di rete e attualmente si sta lavorando alla posa della restante. Al termine, verranno anche in questa area rifatti gli allacci di tutte le utenze. (r.cr.)

Foto dal Comune di Castel San Pietro

Lavori Hera in via Gramsci a Castello, riaperta l’uscita sulla via Emilia. Da lunedì novità per raggiungere la stazione
Cronaca 23 Febbraio 2022

Via Emilia e San Carlo-A14, a Castello sarà l’anno delle rotonde?

Il 2022 per Castel San Pietro sarà l’anno delle rotonde? Pare proprio di sì. Dopo quella praticamente conclusa tra via Scania e via Moro l’Amministrazione comunale è al lavoro per «regalare» ai castellani due opere di cui si parla ormai da anni e che stanno molto a cuore alla cittadinanza: la rotatoria sulla San Carlo fuori dal casello dell’A14, invocata per i troppi incidenti in quel punto, e quella sempre sulla San Carlo ma al semaforo all’incrocio con la via Emilia.

Sull’argomento è intervenuto il vicesindaco Andrea Bondi, partendo proprio dalla futura rotonda a due passi dall’uscita autostradale. (da.be.)

L’intervista su «sabato sera» del 24 febbraio.

Nella foto (Isolapress): da sinistra l’incrocio sulla San Carlo fuori dal casello A14 e l’intersezione tra la San Carlo e la via Emilia

Via Emilia e San Carlo-A14, a Castello sarà l’anno delle rotonde?
Cronaca 14 Febbraio 2022

A Castello vandalizzata l’opera di Buonfiglioli dedicata a Enrica Calabresi

Brutto risveglio lo scorso 11 febbraio per i cittadini di Castel San Pietro. Ignoti hanno distrutto l’opera dell’artista Giovanni Buonfiglioli in via Scania dedicata alla professoressa Enrica Calabresi, perseguitata dai nazisti e morta suicida nel gennaio del ’44 per evitare di salire sul treno diretto ad Auschwitz.

Un luogo che TerraStoriaMemoria, Anpi e Comune onorano tutti gli anni. «Voglio dire agli autori dello scempio che hanno commesso due oltraggi – ha commentato sui social il presidente di Anpi Castel San Pietro, Davide Cerè -. Oltre a Giovanni, un artista che oltre alle mani mette il cuore nelle opere che dona alla comunità, avete offeso anche la memoria delle vittime della Shoah». Sull’accaduto indagano le forze dell’ordine. Non è la prima volta comunque che un’opera di Buonfiglioli viene presa di mira dai vandali. L’ultima fu il Bambin Gesù del presepe in piazza XX Settembre, distrutto la notte di Capodanno da alcuni giovanissimi, poi individuati, che volevano solo farsi una foto con la scultura. (r.cr.)

Nella foto (dalla pagina Fb di Davide Cerè): l’opera vandalizzata dedicata a Enrica Calabresi

A Castello vandalizzata l’opera di Buonfiglioli dedicata a Enrica Calabresi
Cronaca 13 Febbraio 2022

Castello si «adegua» alla legge di Bilancio, incremento delle indennità per Giunta Tinti e presidente del Consiglio comunale

Come previsto dalla legge di Bilancio 2022, anche la Giunta di Castel San Pietro ha deliberato, a partire dal 2024, un incremento delle indennità di funzione di sindaco, vicesindaco, assessori e del presidente del Consiglio comunale. Come previsto dal comma 584 della manovra di Governo, l”incremento del trattamento economico, parametrato in una misura percentuale proporzionata alla popolazione del comune, sarà adeguato al 45% nell’anno 2022 e al 68% nell’anno 2023 del differenziale incrementale (il 30%) tra la pregressa indennità di funzione attribuita ed il nuovo importo a regime previsto a decorrere dal 2024. 

La disposizione prevede a titolo di contributo una compensazione a carico dello Stato a partire dal 2022 per ristorare i Comuni degli oneri conseguenti. Rideterminati gli importi, a livello prudenziale, la Giunta ha scelto inoltre di applicare la riduzione del 10% sul differenziale tra le indennità attuali e le nuove indennità, come tra l”altro già avviene per quella del sindaco. Gli amministratori che svolgono un lavoro dipendente percepiscono metà dell’indennità prevista per la loro carica. (r.cr.)

Foto dal Comune di Castel San Pietro

Castello si «adegua» alla legge di Bilancio, incremento delle indennità per Giunta Tinti e  presidente del Consiglio comunale
Cronaca 12 Febbraio 2022

Lavori Hera in via Gramsci a Castello, ristabilito il doppio senso di marcia sulla via Emilia

A Castel San Pietro proseguono i lavori di Hera per il rinnovo della rete idrica, in particolare per la posa di una nuova tubazione in sostituzione dell’attuale in via Gramsci, nel tratto compreso tra le vie Mazzini e Braglia per una lunghezza complessiva di circa 700 metri.

Intanto, da ieri, venerdì 11 febbraio. sono state fatte alcune modifiche alla viabilità nella zona di via Gramsci, concordate da Hera, Amministrazione comunale e polizia locale. In particolare è stato ristabilito il doppio senso di marcia sulla via Emilia e per una decina di giorni la via Gramsci sarà di nuovo aperta e transitabile nella sola direzione che va dalla stazione verso la via Emilia, mentre è confermata la chiusura dell”uscita di via Gramsci sulla via Emilia nella direzione via Mazzini-via Emilia.

L’area del parcheggio è accessibile da via Gramsci e dalla via Emilia e l’uscita è possibile solo sulla via Emilia (in quel varco è attivo quindi un doppio senso). Al termine di questa fase, i lavori proseguiranno con gli ultimi step, fino alla conclusione prevista, salvo inconvenienti, entro il mese di marzo: volta per volta sarà data informazione sulle modifiche alla viabilità e posizionata la relativa cartellonistica stradale. (r.cr.)

Foto concessa dal Comune di Castel San Pietro

Lavori Hera in via Gramsci a Castello, ristabilito il doppio senso di marcia sulla via Emilia

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA