Dozza

Cultura e Spettacoli 12 Settembre 2020

Riprendono gli appuntamenti enologici alla Rocca di Dozza

In questo mese di settembre riprendono (dopo la pausa estiva di agosto) gli appuntamenti enologici alla Rocca di Dozza, attività organizzate da Enoteca Regionale Emilia Romagna per la valorizzazione dei vini e dei produttori emiliano-romagnoli.

Si parte domani, domenica 13, con i banchi d’assaggio tematici (dalle 14.30 alle 18.30) e l’accoppiata di bianchi autoctoni Famoso e Rebola. Il 20 settembre protagonista sarà la Malvasia mentre il 27 spazio l’Albana. Come di consueto alla degustazione dei vini illustrate da un sommelier (3 assaggi, 6 euro) è sempre possibile abbinare un assaggio di eccellenze gastronomiche regionali (3 euro). Dal mese di ottobre, poi, ad affiancare i banchi d’assaggio ci saranno anche gli incontri del sabato con i vignaioli e riprenderanno anche i mini corso alla scoperta del vino e non solo. Le attività 2020 proseguiranno fino al 20 dicembre.

Per informazioni: tel. 0542-367700.

Riprendono gli appuntamenti enologici alla Rocca di Dozza
Cronaca 1 Settembre 2020

Scuola, il Comune di Dozza fa il punto a pochi giorni dal ritorno sui banchi

Il 14 settembre, salvo sorprese, inizierà regolarmente il nuovo anno scolastico, dopo un lungo e complesso periodo di lavoro per la riorganizzazione e la messa in atto delle disposizioni ministeriali e regionali in materia di Covid 19. A fare il punto il Comune di Dozza. «La gestazione è stata molto articolata, con un dialogo costante e fittissimo, a volte non facile, tra l’Amministrazione comunale, l’Istituto comprensivo, l’Ausl e i soggetti gestori; la difficoltà maggiore è stata quella di seguire le continue e numerose novità normative. In questa congiuntura emergenziale, l’aspetto che si evidenzia maggiormente è la necessità di collaborare tutti, unitamente, per riuscire a gestire in sicurezza i bisogni e per tutelare la salute dei nostri ragazzi – afferma l’assessore Esposito Sandra -. Dopo aver visionato spazi e disponibilità, aver provveduto a ripristinare aule e a comprare nuovi arredi, a rimodulare i servizi essenziali, siamo pronti a ripartire». 

Nello specifico, nel Comune di Dozza, il nido riaprirà il 7 settembre, mentre le scuole pubbliche del territorio, materna Toschi Cerchiari e Guido Rossa, primarie Pulicari e Pascoli e la scuola secondaria di primo grado A. Moro, riapriranno il 14 settembre. Gli orari, le modalità di ingresso e di uscita, l’organizzazione del tempo scuola, saranno comunicati alle famiglie degli studenti dalla Dirigenza scolastica.
Il servizio mensa e il servizio trasporto scolastico (pullman giallo) partiranno regolarmente dall’inizio dell’anno scolastico. In particolare le modalità del servizio scuolabus saranno comunicate agli utenti con un lettera che arriverà a casa nei prossimi giorni.Per il pre e post scuola si attendono le prossime linee guida istituzionali. «L’Amministrazione Comunale raccomanda agli studenti e alle famiglie il rispetto delle norme e delle regole per tutelare la salute di tutti – dichiara il sindaco Luca Albertazzi -. Riprendiamo le attività in serenità, consapevoli del fatto che è fondamentale il contributo costruttivo e consapevole di tutti. Stiamo attraversando una crisi globale e complessa, senza precedenti. Ringrazio di cuore, per l’impegno profuso, la Dirigenza Scolastica, i docenti, i dipendenti e gli amministratori comunali oltre a tutti coloro che hanno dato e daranno contributi in termini di aiuto e idee». (da.be.)

Foto scattata da Simonetta Ragazzini e tratta dalla pagina Facebook ufficiale del Comune di Dozza

Scuola, il Comune di Dozza fa il punto a pochi giorni dal ritorno sui banchi
Cronaca 31 Agosto 2020

OltreApe 2020, concluso oggi a Dozza il tour estivo di Radioimmaginaria

SI è concluso oggi a Dozza, OltrApe 2020, il tour estivo in 41 tappe iniziato lo scorso 22 luglio con cui la Regione Emilia-Romagna, attraverso Radioimmaginaria, ha voluto incontrare gli studenti (oltre mille) ed ascoltare dalla loro voce come hanno vissuto i difficili mesi del lockdown, come hanno trascorso questa anomala estate e soprattutto cosa si aspettano dall’ormai imminente inizio del nuovo anno scolastico.

Organizzato dall’assessorato regionale alla Scuola, università, ricerca e agenda digitale e finanziato con risorse del Fondo sociale europeo, il viaggio si è svolto su una vecchia Ape Car, trasformata in stazione radio ecologia e tecnologica dallo staff della prima web radio italiana gestita interamente da adolescenti. Gli speaker in erba di Radioimmaginaria hanno percorso centinaia di chilometri, attraversando nelle tante tappe i territori di tutte le province della regione. Ovunque sono stati accolti con entusiasmo dalle amministrazioni locali. Un viaggio scandito dal resoconto, quotidiano, sulla web radio, raccontato da un video-diario delle principali tappe pubblicato su portale regionale Formazione e lavoro e seguito in diretta sul TG3 regionale delle 14.10. «Ringrazio Radioimmaginaria – sottolinea l’assessore regionale alla Scuola, Paola Salomoni –  ed è stato davvero divertente ed emozionante seguire i nostri giovani in questo itinerario emiliano-romagnolo, vederli attraversare il territorio e raccontare l’estate che hanno vissuto e le aspettative per la ripartenza della scuola. Iniziative come questa, che rendono i ragazzi parte attiva e creativa, sono molto importanti non solo come occasione di crescita per loro, ma anche perché ci consentono di dialogare in modo innovativo con le generazioni più giovani». (da.be.)

OltreApe 2020, concluso oggi a Dozza il tour estivo di Radioimmaginaria
Cronaca 18 Agosto 2020

Il Comune di Dozza affida il servizio di mensa scolastica alla società in house Solaris

Novità nelle scuole di Dozza. Dal prossimo anno scolastico, infatti, il Comune ha deciso di affidare il servizio di refezione scolastica alla società in house Solaris s.r.l. di Castel San Pietro. «La decisione di operare questa scelta è stata presa analizzando una serie di fattori che porteranno ad un miglioramento del servizio – afferma l’assessore alla scuola Sandra Esposito -. Spostando la produzione da Cotignola (sede del precedente gestore) a Castel San Pietro, la sede di produzione del pasto passerà da 30 km a 5 km».

Vi sarà così un incremento dell’utilizzo di prodotti biologici, di prodotti a filiera corta km. Zero o locali prodotti di filiera nazionale, Dop-Igp.  Le scuole del comune di Dozza potranno così essere inserite nel Registro delle Mense Bio che permetterà di accedere a fondi finalizzati a ridurre i costi a carico dei beneficiari del servizio di mensa scolastica biologica. Sono previste inoltre attività di Educazione alimentare rivolte ai bambini, diversificate per le varie fasce di età (dal nido in poi) e progettate anche in collaborazione con il personale scolastico, e  attività rivolte ai genitori. La produzione dei pasti per la linea prima infanzia continuerà ad essere prodotta direttamente presso la cucinetta del Nido Fresu ma da personale direttamente alle dipendenze di Solaris. «Siamo certi che la fattiva collaborazione che già esiste con la società Solaris in altri ambiti, si rafforzerà con l’affidamento di questo ulteriore servizio, così essenziale e delicato per l’amministrazione. Servizio che rientrerà nella certificazione di qualità» conclude l’assessore. 

Foto scattata da Simonetta Ragazzini e tratta dalla pagina Facebook ufficiale del Comune di Dozza

Il Comune di Dozza affida il servizio di mensa scolastica alla società in house Solaris
Cronaca 24 Luglio 2020

Il borgo di Dozza inserito nel progetto Lamborghini «With Italy, for Italy»

C’è anche il borgo di Dozza tra i luoghi che il fotografo Piero Gemelli ha scelto in Emilia Romagna per realizzare alcune delle immagini del progetto «With Italy for Italy» promosso da Lamborghini. Dozza è stato così inserita tra le località più rappresentative del patrimonio culturale e architettonico della Regione. Recentemente Piero Gemelli ha quindi realizzato le sue foto nel centro storico, foto che saranno rese disponibili dal prossimo mese di ottobre. «Come amministrazione comunale – commenta il sindaco di Dozza Luca Albertazzi – esprimiamo un grande ringraziamento agli organizzatori di questa iniziativa ed in particolare a Piero Gemelli che ha scelto il nostro Borgo e ne siamo orgogliosi. Una ulteriore opportunità di promozione del nostro paese che, soprattutto in questo periodo post emergenziale, necessita di un rilancio in termini di presenza turistica, che rappresenta anche una fonte di sostegno alle attività del nostro territorio».

Automobili Lamborghini ha avviato l’iniziativa con l’obiettivo di contribuire a valorizzare e dare un segnale di impulso al paese in seguito all’emergenza Covid-19. Un grande progetto fotografico che celebra le bellezze dell’Italia, esaltandone le qualità e l’identità competitiva attraverso le sue 20 regioni. Per realizzarlo la Lamborghini ha convocato venti tra i maggiori talenti della fotografica italiana, chiamati ad interpretare, con le loro immagini, l’unicità e l’eccellenza italiana.

Foto scattata da Simonetta Ragazzini e tratta dalla pagina Facebook ufficiale del Comune di Dozza

Il borgo di Dozza inserito nel progetto Lamborghini «With Italy, for Italy»
Cronaca 1 Luglio 2020

Vino e arte, accoppiata vincente alla Rocca di Dozza

Al via la nuova edizione delle Sere d’estate fresche di vino… a corte dell”Enoteca regionale dell”Emilia-Romagna.

Il calendario prevede sei appuntamenti. Si inizia giovedì 2 luglio con la serata dedicata a due vitigni autoctoni della Bassa Romagna e dell”area faentina quali il Bursôn e il Centesimino. Si continua giovedì 9 luglio con la regina e il re della cultura enologica della Romagna: l”Albana e il Sangiovese. Il 16 vedrà protagonisti Pignoletto e Barbera, mentre il 23 sarà la volta del brioso Gutturnio e dell”aromaticità esplosiva della Malvasia. Per l’ultimo appuntamento di luglio, il 30, i calici si riempiranno con i freschi sapori dei Lambrusco e del Fortana per arrivare, nella serata conclusiva del 6 agosto, all”assaggio delle particolari interpretazioni dei fragranti vini Rebola e Famoso.
La formula delle serate prevede una degustazione itinerante all’interno del Museo della Rocca sforzesca di Dozza, condotta da Maurizio Manzoni, responsabile della Mostra permanente.

Vino e arte, accoppiata vincente alla Rocca di Dozza
Cronaca 23 Giugno 2020

Dozza aderisce al progetto di un monumento ai caduti della Grande guerra a Biella

Il Comune di Dozza ha risposto positivamente all’invito del Comune di Biella a partecipare alla realizzazione di un monumento commemorativo ai caduti della Prima guerra mondiale, inviando una pietra su cui sono incisi il nome del Comune di provenienza e il numero dei propri caduti.

«Abbiamo accolto questa proposta con entusiasmo – commenta Sandra Esposito, assessore ai Lavori pubblici – e siamo grati alla Città di Biella per aver esteso anche a noi l’invito ad aderire. Siamo orgogliosi che la pietra di Dozza, unitamente a quelle degli altri Comuni, contribuisca a ricordare il dolore delle guerre e dei sacrifici di coloro che hanno contribuito a creare l’Italia di oggi. Anche la nostra pietra contribuirà a rinvigorire e tramandare la memoria collettiva di quella pagina terribile della nostra Storia». (r.cr.)

Dozza aderisce al progetto di un monumento ai caduti della Grande guerra a Biella
Cronaca 16 Giugno 2020

Il Comune di Dozza rinnova la convenzione con il Tribunale per lavori di pubblica utilità

La Giunta di Dozza ha approvato la convenzione con il Tribunale di Bologna, per lo svolgimento del lavoro di pubblica utilità da parte di condannati per guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, in sostituzione della pena detentiva e pecuniaria prevista dalla normativa.
L’Amministrazione ha anche deciso di ampliare i destinatari di tale convenzione, inserendo anche la possibilità di svolgimento di tali attività per gli imputati ammessi al procedimento di “messa alla prova”.

«Abbiamo ritenuto di rinnovare questa convenzione visti i buoni riscontri ottenuti fino ad ora – commenta Luca Albertazzi, primo cittadino del Borgo dipinto – Questo istituto consente di utilizzare questa “forza-lavoro” a vantaggio di tutta la collettività e secondo principi di solidarietà sociale, in modo che la pena diventi anche una forma di rieducazione del condannato. Per questo abbiamo pensato di inserire anche i procedimenti di messa alla prova. Le persone che hanno svolto e stanno svolgendo presso il nostro Comune i lavori di pubblica utilità finora si sono dimostrate molto disponibili, dimostrando grande impegno nelle mansioni che vengono loro affidate e di questo ne siamo lieti». (r.cr.)

Foto scattata da Simonetta Ragazzini e tratta dalla pagina Facebook ufficiale del Comune di Dozza

Il Comune di Dozza rinnova la convenzione con il Tribunale per lavori di pubblica utilità
Cronaca 15 Giugno 2020

Truffarono un 26enne con una polizza assicurativa online, due persone denunciate

Un cinquantenne napoletano e un trentaseienne straniero sono stati denunciati dai carabinieri per truffa. Il provvedimento è arrivato al termine di un’indagine per risalire ai responsabili di un raggiro telematico architettato nei confronti di un ventiseienne di Dozza.

L’uomo, infatti, qualche tempo fa, aveva stipulato una polizza assicurativa online con un referente che gliel’aveva venduta a 250 euro. La vittima, quando si è resa conto che a pagamento effettuato, la polizza non esisteva, si è rivolta subito ai militari per sporgere denuncia. Attraverso le indagini telematiche, i carabinieri sono così riusciti a risalire ai due malviventi, entrambi già noti alle forze dell’ordine. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Truffarono un 26enne con una polizza assicurativa online, due persone denunciate
Cronaca 5 Giugno 2020

«Un salto in edicola» sale fino a Dozza per scoprire La Bottega storica Numero 1 di Emiliano Beltrani

Quando si parla di Dozza non si può mai essere banali. La piccola città, arroccata sulle colline imolesi, è uno dei borghi medioevali più caratteristici dell’Appennino Tosco-Emiliano, la sua frazione, Toscanella, rappresenta per chi viene da Bologna la porta sulla via Emilia della regione storico-geografica della Romagna e la Biennale del Muro dipinto, oltre a renderla famosa nel Paese, l’ha anche trasformata in una galleria d’arte a cielo aperto. Viste le premesse, l’edicola del paese poteva mai essere una semplice edicola? Ovviamente no, a partire dal suo nome: Bottega storica Numero 1. Non si tratta certo dell’ego del proprietarioario, ma della storia, che rende la bottega di via XX Settembre la più antica di Dozza, con tanto di certificato regionale di Bottega storica.

Emiliano Beltrani, dozzese di adozione, la gestisce dal 2016, dopo che il precedente proprietario l’aveva tenuta per 30 anni. «Si tratta dell’attività commerciale più antica del paese, io stesso ho scovato le licenze rilasciate dalla Repubblica di Salò, ma la storia di questi locali va molto più indietro nel tempo. Questa è una bottega di epoca medioevale. La pianta del negozio non mente: al piano terra, lunga e stretta, tipica dei lotti medioevali con ingresso sotto i portici, prospiciente sulla via principale. È l’ultima rimasta, le altre hanno cambiato destinazione d’uso, ho fatto molte ricerche, nasco medievalista». Altra sorpresa, poteva mai essere un semplice edico- lante, l’edicolante di Dozza? Certo che no, Emiliano racconta di essere un fotografo professionista e di aver deciso di mettere radici, sotto la pressione della consorte, con l’acquisto della Bottega Numero 1. «La passione per la fotografia ha accompagnato tutta la mia vita, ma soprattutto mi è stata utile per pagarmi gli stu- di. Mi sono poi specializzato nelle foto ai cantieri archeologici, sono un archeologo medievalista». (m.o.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 4 giugno.

Nella foto: Emiliano Beltrani nella sua Bottega storica Numero 1 a Dozza

«Un salto in edicola» sale fino a Dozza per scoprire La Bottega storica Numero 1 di Emiliano Beltrani

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast