Dozza

Dozza 19 Gennaio 2022

Futsal, l’azzurro Vanni Pedrini in Olanda per i Campionati europei

Da oggi e fino al prossimo 6 febbraio Amsterdam e Groningen saranno le capitali del futsal, quali città organizzatrici degli Europei 2022.

In Olanda è presente anche l’Italia del tecnico Max Bellarte e del suo vice, il «nostro» Vanni Pedrini, che proverà, impresa assolutamente non facile, a ripetere i successi continentali del 2003 e del 2014.

Gli azzurri, inseriti nel girone B, se la vedranno con Finlandia (20 gennaio) Slovenia (24 gennaio) e Kazakistan (28 gennaio). Le prime due si qualificheranno ai quarti di finale dove affronteranno le migliori del gruppo A tra Paesi Bassi, Serbia, Ucraina ed i campioni in carica del Portogallo. (da.be.)

Nella foto: Vanni Pedrini con la divisa della Nazionale azzurra di futsal

Futsal, l’azzurro Vanni Pedrini in Olanda per i Campionati europei
Cronaca 31 Dicembre 2021

Botti e Capodanno, a Dozza divieto con multa, Castel del Rio chiede di limitarli a “pochi minuti”

Capodanno e i fuochi d’artificio. Quest’anno i Comuni hanno cancellato i vari eventi legati ai botti “pubblici” ma rimangono quelli “privati”. Un binomio imprescindibile per qualcuno per salutare l’anno vecchio e l’arrivo di quello nuovo, mentre per altri, soprattutto per chi ha degli animali, fa rima con l’ansia e le paure provocati dal rumore. Poi ci sono i guai per chi ci prova col faidaté, oggi non in regola o utilizzati in maniera scorretta (un anno fa ci furono un morto ad Ascoli e 204 feriti in tutta Italia).Negli ultimi tempi più di un Comune ha deciso di arginare il problema con ordinanze o regolamenti più o meno stringenti. Dozza, ad esempio, ricorda sulla sua pagina Fb che secondo quanto previsto dal regolamento di polizia urbana, sul territorio del comune è vietato provocare lo scoppio di petardi, mortaretti e artifici similari. Una norma “in vigore non solo per la notte di San Silvestro, ma tutto l’anno”. In caso di violazione è prevista una sanzione da 25 a 150 euro. Castel del Rio invece ci prova con la persuasione: in giro per il paese ha affisso un avviso in cui si chiede “a tutti di utilizzarli con buon senso, di circoscrivere a pochi minuti il loro impiego e di non prolungarli oltre le ore 00.30 del 1 gennaio”. (r.cr.)

Botti e Capodanno, a Dozza divieto con multa, Castel del Rio chiede di limitarli a “pochi minuti”
Cronaca 13 Dicembre 2021

Il Comune di Dozza cambia lo statuto, in arrivo la Carta dell’Ambiente

Il Comune di Dozza è pronto a dare il via alla Carta dell’Ambiente modificando, di conseguenza, l’articolo 2 del proprio statuto. É noto, infatti, l’impegno pluriennale dell’Amministrazione attorno al concetto di sviluppo sostenibile ed incentrato sui valori di inclusione sociale e  tutela dell’ambiente.

Così il Comune di Dozza introduce tra i propri fondamenti statutari, l’assicurare ampia partecipazione alla formazione delle proprie scelte recependo le esigenze e le aspettative dei singoli cittadini, delle famiglie e delle nuove generazioni; adottare politiche e iniziative per contrastare il consumo di suolo ed i fenomeni di dissesto idrogeologico; favorire la rigenerazione urbana; ridurre la produzione di rifiuti indifferenziati e la dispersione dei rifiuti nell’ambiente; aumentare e migliorare la raccolta differenziata; incentivare la mobilità sostenibile; ridurre i consumi energetici; tutelare il paesaggio; garantire la qualità e favorire la buona gestione della risorsa idrica.

Per questo l’Amministrazione, lunedì 20 dicembre (ore 18.30) ha in programma un Consiglio comunale straordinario per presentare il progetto alla cittadinanza. L’evento sarà visibile sul canale YouTube del Comune. (r.cr.)

Il Comune di Dozza cambia lo statuto, in arrivo la Carta dell’Ambiente
Cultura e Spettacoli 17 Novembre 2021

Cittadinanza attiva, quattro spettacoli al teatro Comunale di Dozza

Un format teatrale sul tema della cittadinanza attiva, che si inserisce nel quadro delle iniziative di Oltre la Siepe. È «Cittadinanza in scena», rassegna che si terrà nel teatro Comunale di Dozza dal 19 novembre al 10 dicembre, con la partecipazione dei gruppi teatrali Tabù, banda Tambù, Exit, ExtraVagantis e La Bottega del Buonumore. La rassegna nasce dal lavoro di rappresentanti del terzo settore, operatori culturali e professionisti sanitari e pone l’attenzione su quanto il teatro sia utile «per costruire un percorso di emancipazione in una comunità che desidera essere inclusiva, prendersi cura di sé e delle differenze che la abitano», come si legge nel depliant informativo. «Questo progetto di cittadinanza attiva è l’ennesima occasione per cogliere le istanze della comunità, che è latrice di bisogni ma, allo stesso tempo, risorsa» afferma Giuseppe Moscatello, vicesindaco di Dozza, che sottolinea anche: «Il teatro induce un processo di liberazione, di sprigionamento delle proprie energie, emozioni, stati d’animo, partecipazione: con la sua forza di affabulazione è un veicolo artistico privilegiato, e lo strumento migliore per fare esperienza dell’altro, crescendo nella consapevolezza come individui e come comunità».

Il primo appuntamento nel teatro di Dozza, in via XX Settembre 51, è venerdì 19 novembre (ore 21) con la performance «Luogo senza tempo», a cura della compagnia Exit: un racconto con corpo e parole che prende le mosse dalla Divina Commedia. Seguiranno altri tre lavori teatrali nei tre venerdì successivi. Agli spettacoli si può accedere previa conferma della prenotazione, da effettuarsi con messaggio al 353 4045498 (ingresso a offerta libera; necessario il Green pass).

Nell’ambito del progetto, il 19 e il 23 novembre è previsto anche un webinar dal titolo «Il teatro per la salute mentale fra cura, cultura, diritti e società. Non siamo mai scesi da Marco Cavallo», esplicito  richiamo  all’esperienza basagliana che ha restituito diritti a chi questi diritti erano stati  negati. (r.cr.) 

Nella foto: uno degli spettacoli in rassegna

Cittadinanza attiva, quattro spettacoli al teatro Comunale di Dozza
Cronaca 8 Novembre 2021

A Toscanella proseguono i lavori di demolizione dell’ex ceramica Cedir

A Toscanella proseguono i lavori di demolizione dell’ex ceramica Cedir, acquistata lo scorso dicembre dall’imprenditore dozzese Giancarlo Coralupi, amministratore unico del Lem Market Alimentari.

Dopo la rimozione dell’eternit, avvenuta tra febbraio e marzo, ora sarà la volta delle strutture in acciaio. «A metà novembre partiranno i lavori di smantellamento dell’immobile principale dell’ex Cedir – conferma l’ingegnere Carmen Coralupi -. Si procederà alla decostruzione selettiva dell’immobile e al recupero dei rifiuti in un’ottica di economia circolare. In particolare questo riguarderà i manufatti in acciaio, che rappresentano la quasi totalità dei materiali attualmente presenti nell’immobile, per i quali è previsto lo smontaggio e il conseguente riciclo e riutilizzo, riducendo al minimo gli sprechi». (lo.mi.) 

Nella foto: lo stabilimento dell’ex Cedir 

A Toscanella proseguono i lavori di demolizione dell’ex ceramica Cedir
Cronaca 2 Novembre 2021

Il Comune di Dozza pensa ad un nuova modalità di gestione degli impianti di illuminazione pubblica

La Giunta comunale di Dozza, nella seduta del 14 ottobre scorso, ha valutato positivamente la fattibilità tecnica ed economica di una proposta di investimento in finanza di progetto del servizio di gestione, manutenzione, efficientamento energetico e riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica, presentata dalla società Aldrovandi Srl di San Lazzaro di Savena.

La Giunta ha quindi approvato la proposta presentata che consentirà, una volta ultimati tutti gli adempimenti necessari, di arrivare ad una nuova gestione degli impianti di illuminazione pubblica, ed alla realizzazione di una serie di interventi fondamentali per tutto il territorio,  comprensivi anche della messa a norma, efficientamento energetico e riqualificazione degli impianti esistenti.  Allo stato attuale sul territorio esistono circa 1444 punti luce, 1188 sostegni, 20 quadri elettrici, circa 31.500 metri di linee elettriche interrate, 400 metri aeree e 1750 metri a parete.

Il contratto attuale con Hera prevede un costo annuo a carico dell’Ente da aggiornare annualmente in funzione degli indici di adeguamento Istat e della presa in carico di ulteriori impianti. Per l’anno 2021 il costo è risultato pari a 174mila euro, mentre la proposta approvata prevederà un canone annuo iniziale di circa 165mila euro. La previsione di affidamento è per un periodo di 15 anni. Altra novità rispetto alla gestione attuale sarà la maggiore efficacia degli interventi di ripristino. Sono infatti previsti tempi di intervento ben precisi da parte del gestore (che variano a seconda della gravità del danno), pena l’applicazione di penali. Inoltre sarà attivato per la manutenzione ordinaria un call center 24 ore su 24. Presumibilmente la gara verrà avviata nel corso del prossimo anno e il nuovo gestore metterà in campo tutti gli investimenti previsti entro il primo anno di affidamento. (r.cr.)

Foto aerea del borgo di Dozza

Il Comune di Dozza pensa ad un nuova modalità di gestione degli impianti di illuminazione pubblica
Cronaca 31 Ottobre 2021

Dozza premiata ad Ecomondo per i risultati raggiunti nella raccolta differenziata dei rifiuti

Importante riconoscimento per il Comune di Dozza che ieri, a Rimini, nel corso di un convegno organizzato nell’ambito di «Ecomondo» (evento internazionale dedicato all’economia circolare e sostenibile) è stato premiato, insieme ad altri cinque comuni dell’Associazione nazionale  «I Borghi più Belli d’Italia», «per i brillanti risultati raggiunti nella gestione della raccolta differenziata e per la tempestiva introduzione della tariffa corrispettiva puntuale» si legge nella motivazione.

«Per la nostra comunità – commenta il sindaco di Dozza Luca Albertazzi – questo premio costituisce l’ennesima soddisfazione e testimonia il buon lavoro che stiamo facendo per favorire la sostenibilità ambientale, mettendo in campo tutte le azioni possibili attraverso il coinvolgimento della popolazione in un percorso serio e concreto». (r.cr.)

Nella foto: la premiazione a Rimini durante «Ecomondo»

Dozza premiata ad Ecomondo per i risultati raggiunti nella raccolta differenziata dei rifiuti
Economia 5 Ottobre 2021

Lode di eccellenza per l’olio extravergine d’oliva dell’azienda agricola Assirelli di Dozza

Punteggio massimo, cinque gocce d’oro e lode di eccellenza, per l’olio extravergine di oliva dell’azienda agricola Assirelli – Cantina da Vittorio di Dozza, nella categoria «Multivarietale blend fruttato medio». Il prestigioso riconoscimento è arrivato al concorso internazionale l’Oro del Mediterraneo e al concorso nazionale l’Oro d’Italia, organizzati a Fano dall’associazione Olea.

In gara circa 600 oli extravergini di oliva provenienti da tutta Italia, ma anche da Croazia, Spagna e Turchia, suddivisi per origine Monovarietale e Multivarietale. «I risultati ottenuti in queste rassegne – commentano Matteo e Vittorio Assirelli – rappresentano un riconoscimento importante, che attesta la crescita della qualità dell’Oro del Mediterraneo e d’Italia, anche in zone geografiche poco conosciute per la produzione dell’olio come la nostra provincia». (lo.mi.)  

Nella foto: Vittorio Assirelli con il figlio Matteo 

Lode di eccellenza per l’olio extravergine d’oliva dell’azienda agricola Assirelli di Dozza
Cronaca 1 Ottobre 2021

Il Comune di Dozza conferisce la cittadinanza onoraria al «Milite Ignoto»

Il Consiglio comunale di Dozza, nella seduta del 29 settembre scorso, ha conferito la cittadinanza onoraria al «Milite Ignoto», accogliendo la proposta del Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor Militare d’Italia, appoggiata dallo Stato Maggiore della Difesa.

Questa proposta, nell’approssimarsi del centenario della traslazione della salma del Milite Ignoto all’Altare della Patria (4 novembre 2021) si prefigge di realizzare in ogni luogo d’Italia il riconoscimento della “paternità” del soldato che per cent’anni è stato volutamente ignoto per far sì che tutti gli italiani possano identificare un proprio caro disperso in guerra in quel militare sconosciuto. Il riconoscimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto verrà celebrato in occasione della manifestazione commemorativa del 4 novembre prossimo. «Questo riconoscimento rappresenta concetti molto importanti – commenta il sindaco Luca Albertazzi -. Questo soldato sconosciuto diventa la rappresentazione di tutti i caduti in guerra, indipendentemente dalle origini sociali, etniche. Un modo questo per superare le divisioni e le incomprensioni, affinché l’umanità intera possa essere unita e compatta nell’affrontare le sfide globali che ci attendono». (r.cr.)

Nella foto: veduta aerea del borgo di Dozza

Il Comune di Dozza conferisce la cittadinanza onoraria al «Milite Ignoto»
Sport 22 Settembre 2021

Motomondiale, Fps porta fortuna alla Pons Racing. Il logo sulla moto E del campione del mondo Torres

Fps Automation, azienda dozzese fondata da Fabrizio Peppi, leader nel mercato dell’automazione per lo stampaggio delle materie plastiche, si unisce al progetto sportivo di Pons Racing di Moto 2 e Moto E per le stagioni 2022 e 2023.

L’annuncio ufficiale è stato diffuso dalla stessa scuderia spagnola, che nello scorso week-end a Misano, il primo con il logo dell’azienda sulla carena, ha festeggiato il titolo Moto E con lo spagnolo Jordi Torres.

Motomondiale, Fps porta fortuna alla Pons Racing. Il logo sulla moto E del campione del mondo Torres

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA