Fontanelice

Cronaca 14 Gennaio 2021

Lo stemma del Comune di Fontanelice compie 60 anni, lanciato un concorso agli studenti per ridisegnarlo

Nel documento che ne autorizza l’uso, firmato il 21 gennaio 1960 dall’allora Presidente del Consiglio Fanfani, lo stemma del Comune di Fontanelice è descritto così: «D’azzurro, alla vasca di fontana esagonale, al naturale, con lo specchio d’acqua e lo zampillo ricadente in due cascate d’argento. Ornamenti esteriori da Comune». Quest’anno quindi lo stemma del Comune di Fontanelice compie 60 anni.

Per festeggiare questa ricorrenza l’Amministrazione comunale ha deciso di promuovere un piccolo concorso rivolto agli studenti delle scuole elementari e medie, con l’intento di avvicinare i più giovani alla storia della loro comunità ed ai simboli che la rappresentano. Un modo per sostenere l’educazione civica all”interno della scuola e per invitare i ragazzi ad essere creativi proponendo la loro personale visione per uno stemma del Comune.

Agli studenti viene posta una semplice domanda: come sarebbe lo stemma ideale di Fontanelice se fosse disegnato da te? A ciascun alunno delle scuole elementari e medie verrà consegnato direttamente in classe un foglio sul quale poter disegnare la propria proposta di uno stemma. Ci sarà tempo fino al prossimo 21 gennaio, giorno dell”anniversario, per disegnare il nuovo simbolo del Comune. Per i bambini di Fontanelice che non frequentano la scuola in paese è possibile partecipare scaricando qui il modulo su cui realizzare il disegno. I lavori saranno giudicati da una giuria composta dalla Giunta comunale, dalla dirigente dell”Istituto Comprensivo e dal direttore dell”Archivio Museo Giuseppe Mengoni. Verrà selezionato il miglior disegno di ogni classe ed il migliore tra tutti gli stemmi presentati. Ogni vincitore riceverà un piccolo premio e tutti i lavori presentati dai ragazzi saranno raccolti in una galleria sul sito web del comune. (da.be.)

Foto Isolapress

  

Lo stemma del Comune di Fontanelice compie 60 anni, lanciato un concorso agli studenti per ridisegnarlo
Cronaca 22 Dicembre 2020

Coronavirus, il Comune di Fontanelice regala una «stanza degli abbracci» alla casa di riposo

Una «stanza degli abbracci». È questo il regalo che l”Amministrazione comunale di Fontanelice ha voluto fare alla casa di riposo Sant’Antonio Abate. Uno spazio che permetterà agli ospiti della struttura ed ai loro parenti di poter avere un contatto protetto in queste festività segnate dal Covid-19. «Dal confronto con la dirigenza della struttura è nata questa idea – spiega Alice Suzzi, assessore con delega alle pari opportunità -. Un sostegno fondamentale è arrivato dal Memorial Amedeo Grementieri che ha partecipato al progetto con una donazione importante di 1.500 euro. I suoi componenti sono stati subito molto entusiasti di poter contribuire alla realizzazione della “stanza degli abbracci” e con la loro donazione hanno dato prova di grande generosità e sensibilità».

Parte del progetto è stata inoltre finanziata con fondi della Bcc ravennate forlivese imolese impiegati ogni anno dall’Amministrazione per opere a servizio del paese. La stanza, realizzata da Ottima Servizi di Rimini, è stata inaugurata con una semplice cerimonia nel pomeriggio di lunedì 21 dicembre alla sola presenza del sindaco Meluzzi, dell”assessore Suzzi e di un rappresentante del Memorial Amedeo Grementieri che hanno salutato dall”esterno il personale della struttura ed alcuni ospiti. (da.be.)

Foto concessa dal Comune di Fontanelice

Coronavirus, il Comune di Fontanelice regala una «stanza degli abbracci» alla casa di riposo
Cronaca 8 Dicembre 2020

Positivo al Coronavirus esce di casa per una passeggiata, denunciato

Durante i consueti controlli per limitare il diffondersi del virus, i carabinieri a Fontanelice hanno denunciato un 50enne che, sottoposto all’isolamento fiduciario in quanto positivo al Covid-19, è uscito dall’appartamento per andare a passeggio per le strade del comune.

Individuato dai militari, l’uomo è stato identificato, denunciato e invitato a rientrare immediatamente in casa. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Positivo al Coronavirus esce di casa per una passeggiata, denunciato
Cronaca 20 Novembre 2020

Picchiata e maltrattata per anni trova la forza di denunciare il marito, arrestato

Un 32enne stato arrestato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e lesione personale aggravata. L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio a Borgo Tossignano. Il provvedimento a carico dell’uomo, di professione pizzaiolo, è stato emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Bologna, Dott. Domenico Panza, su richiesta del Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Bologna, Dott. Luca Davide Alfredo Venturi che ha coordinato le indagini dei Carabinieri della stazione di Fontanelice.

Tutto è iniziato la sera del 31 ottobre scorso, quando una giovane sulla ventina, madre di due bambini piccoli, si mise in contatto con i militari dicendo di essere in pericolo di vita a causa del marito violento che voleva ucciderla perché, secondo lui, non rispettava gli obblighi di famiglia, come stabilito dalla religione dell’uomo. Tranquillizzata dai carabinieri, la donna trovò la forza per raccontare la sua storia partita due anni fa, quando decise di trasferirsi in Italia per raggiungere il marito.

Lui però, invece di accogliere la consorte con amore, la trascinò in un incubo quotidiano fatto di umiliazioni, minacce, percosse, violenze sessuali e isolamenti domiciliari dedicati alla preghiera, con la possibilità di uscire da casa soltanto per andare a fare la spesa, vietandole qualsiasi contatto sociale per evitare di farla interagire con la comunità italiana. Una volta in manette, il 32enne è stato tradotto in carcere a Bologna, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Picchiata e maltrattata per anni trova la forza di denunciare il marito, arrestato
Cronaca 11 Novembre 2020

Frontale sulla Montanara, 74enne trasportato al Maggiore

Grave incidente oggi pomeriggio, poco dopo le 16, sulla Montanara, a Fontanelice.

Secondo la ricostruzione della polizia locale, per cause ancora da accertare, all’altezza dell’incrocio con via dei Platani, un 74enne imolese ha perso il controllo della sua jeep, invadendo la corsia opposta e scontrandosi frontalmente con una Suzuki Gran Vitara guidata da un 65enne anche lui di Imola.

Sul posto carabinieri e vigili del fuoco, che hanno estratto i feriti dalle auto e messo in sicurezza lo scenario dal momento che una vettura era alimentata a Gpl. Feriti che sono stati affidati ai sanitari del 118. Ad avere la peggio il 74enne, trasportato in elisoccorso al Maggiore di Bologna in codice rosso. Dalle prime notizie pare, però, che l’uomo non sia in pericolo di vita. Il 65enne, invece, è stato portato in ambulanza all’ospedale di Imola.

Traffico congestionato durante tutta la durata dei soccorsi, con carabinieri e polizia locale che hanno gestito la viabilità sulla Montanara. (da.be.)

Foto dell’incidente (Isolapress)

Frontale sulla Montanara, 74enne trasportato al Maggiore
Sport 3 Ottobre 2020

Escursione a Monte Battaglia, dagli antichi nuclei rurali tra le montagne di Fontanelice

Domani, domenica 4 ottobre, la guida Stefano Schiassi propone una escursione storica lungo un itinerario fuori dai tradizionali percorsi, passando dalle vecchie borgate di Orsara, Posseggio e Valcolina, luoghi della Resistenza partigiana locale. Ascoltando le testimonianze dei terribili giorni della lotta per la conquista di Monte Battaglia.

L’evento è denominato «Monte Battaglia, dagli antichi nuclei rurali tra le montagne di Fontanelice» e si svolgerà dalle 9 alle 16, con ritrovo a Fontanelice.

Per informazioni e prenotazione: centro visita la Casa del Fiume, tel. 328-7414401. (r.s.)

Escursione a Monte Battaglia, dagli antichi nuclei rurali tra le montagne di Fontanelice
Cronaca 30 Agosto 2020

Incendio Monte Battaglia, concluse oggi le operazioni di spegnimento: «Grazie a tutte le forze intervenute»

Dopo una settimana esatta si sono concluse oggi, domenica 30 agosto, le operazioni di spegnimento dell’incendio divampato a Monte Battaglia.

Fiamme domate anche grazie alla pioggia caduta sulla zona nella notte, come verificato dai vigili del fuoco che hanno perlustrato tutta l’area investita dal rogo, che hanno definitivamente spento ogni accumulo di braci ancora presenti. Vista la situazione si è provveduto a smobilitare l’intero apparato presente, l’Unità di Comando Locale (Ucl) dei Vigili del Fuoco, collocata al Passo del Corso per coordinare le operazioni di spegnimento del rogo, e a fare rientrare nelle proprie sedi tutti i caschi rossi, permanenti e volontari.

«A loro, alla Protezione Civile, ai carabinieri forestali, alla polizia locale, alla polizia provinciale, rivolgiamo il grazie sincero dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità casolana» fanno sapere dal Comune di Casola Valsenio. (da.be.)

Foto concesse dal Comune di Casola Valsenio

Incendio Monte Battaglia, concluse oggi le operazioni di spegnimento: «Grazie a tutte le forze intervenute»
Cronaca 27 Agosto 2020

Incendio Monte Battaglia, aperta pista tagliafuoco e situazione sotto controllo

Nella giornata di oggi a partire dalle ore 8, l’escavatore dei Vigili del Fuoco inviato da Piacenza ha proseguito le operazioni mirate ad aprire una pista tagliafuoco lunga circa 300 metri, con punto di inizio da via Chiesuola, nei pressi del civico 8 e con tratto terminale sull’ultimo fronte dell’incendio, in direzione del monte della Croce.

Operazione che è terminata verso le ore 12. Dal versante soprastante, il Comune, su richiesta dei Vigili del Fuoco, ha provveduto a far arrivare un secondo escavatore da 3,5 t, col fine di allargare una strada di servizio già presente e situata sotto le pendici del cosiddetto monte della Croce. Il mezzo ha operato per alcune ore durante la mattinata, fino a dover interrompere l’attività a causa dell’impossibilità di proseguire su un terreno che presentava ostacoli naturali, tali da non garantire la sicurezza e il buon risultato del lavoro da svolgere. Alcune squadre della Protezione Civile regionale e dei Vigili del Fuoco Volontari di Fontanelice, hanno raggiunto via terra il fronte dell’incendio su cui stava operando l’escavatore di Piacenza e hanno provveduto alla bonifica diretta degli ultimi focolai presenti sul luogo, ottenendo buoni risultati. Altrettanto è stato fatto sulla strada di Monte Battaglia, dove una squadra dei Vigili del Fuoco di Rimini, è scesa lungo il versante sud/est e ha raggiunto alcuni piccoli focolai bonificandoli. Altri gruppi e unità dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile, sono dislocate lungo il perimetro dell’area interessata dall’incendio, per tenere controllate eventuali riprese di focolai precedentemente spenti.

Al momento la situazione risulta quindi finalmente sotto controllo, con nessun fronte di incendio attivo, ma solo alcuni focolai e fumarole all’interno della superficie già interessata dal fuoco. I responsabili dei Vigili del Fuoco non sono ancora in grado di stimare quando l’incendio potrà essere dichiarato completamente estinto e la zona sicura. Permangono i divieti di transito a veicoli, ciclisti e pedoni sulla viabilità comunale della zona interessata dall’incendio. (da.be.)

Incendio Monte Battaglia, aperta pista tagliafuoco e situazione sotto controllo
Cronaca 26 Agosto 2020

Incendio Monte Battaglia, situazione migliorata e conclusione delle operazioni vicina

Dopo diversi giorni questa mattina sembra che la situazione dell’incendio a Monte Battaglia sia migliorata, tanto che non è previsto l”intervento aereo. Sul posto è invece arrivato da Piacenza il nucleo Gos (Gruppo Operativo Speciale) con le macchine movimento terra per aprire un varco nel canalone dove sono rimasti dei modesti focolai.

L”intenzione dovrebbe essere quella di spegnere gli ultimi roghi in modo diretto. L’assenza di vento a complicare le operazioni ed il lavoro di ieri con l”elicottero e i Canadair ha dato fortunatamente i suoi frutti. (da.be.)

Foto concessa dai vigili del fuoco

Incendio Monte Battaglia, situazione migliorata e conclusione delle operazioni vicina
Cronaca 25 Agosto 2020

Incendio Monte Battaglia, aria secca e vento aiutano il fronte del fuoco a rimanere attivo

Aggiornamento serale sull’incendio che da domenica pomeriggio interessa Monte Battaglia. Il fronte del fuoco è ancora attivo, anche se per fortuna il perimetro del rogo rimane invariato, con le squadre di terra dei vigili del fuoco che stanno contenendo bene le fiamme, impedendo che il fronte, seppur sotto controllo, avanzi.

La superficie interessata dal rogo rimane sempre circa 20 ettari ed il focolaio più ostinato è sul crinale del monte su entrambi i versanti, in particolare quello in un canalone compreso tra due alture. L”aria secca e il terreno asciutto (non piove da tempo nella zona) non facilitano le operazioni di spegnimento. L”intervento quindi andrà ancora avanti nella nottata e, a seconda delle condizioni meteo di domani, i caschi rossi decideranno la strategia da seguire. (da.be.)

Foto concessa dai vigili del fuoco

Incendio Monte Battaglia, aria secca e vento aiutano il fronte del fuoco a rimanere attivo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA