Imola

Sport 16 Novembre 2019

«Due maglie, due capitani, una città», Imolese e Andrea Costa unite domani per gli abbonati

«Due maglie, due capitani, una città». Con questo slogan l’Andrea Costa Imola Basket e l’Imolese Calcio 1919 comunicano il lancio di una iniziativa promozionale che coinvolgerà le due grandi realtà sportive cittadine. Domenica 17 novembre, infatti, gli abbonati dell’Andrea Costa e quelli dell’Imolese Calcio potranno beneficiare di uno sconto per assistere alla partita dell’altra squadra a soli 5 euro. Le partite in questione sono Imolese – Triestina (stadio Romeo Galli, ore 15) e Andrea Costa – Verona (palaRuggi, ore 18).

Per poter usufruire della promozione, gli abbonati dell’Imolese Calcio dovranno recarsi nella sede dell’Andrea Costa (via Valeriani 7/A) ed esibire l’abbonamento per acquistare il biglietto; stessa cosa per gli abbonati dell’Andrea Costa che, per acquistare il biglietto per Imolese – Triestina al costo di 5 euro, dovranno recarsi nella sede dell’Imolese (via Salvo d’Acquisto 3) ed esibire l’abbonamento. La prevendita dei biglietti per Andrea Costa – Verona inizierà lunedì 11 novembre e si chiuderà venerdì 15 novembre (sede aperta dalle 9 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.30), ma gli abbonati dell’Imolese Calcio potranno acquistare il tagliando in promo anche direttamente alla biglietteria del palaRuggi, dalle ore 17 del giorno della gara. La prevendita dei biglietti per Imolese – Triestina inizierà invece venerdì 15 novembre e si chiuderà sabato 16 novembre presso la sede rossoblù, aperta dalle 10 alle 19. Anche in questo caso, gli abbonati dell’Andrea Costa potranno acquistare il biglietto direttamente ai botteghini dello stadio Galli domenica dalle 13 alle 15. (r.s.)

Nella foto: i capitani di Imolese e Andrea Costa, Checchi e Fultz

«Due maglie, due capitani, una città», Imolese e Andrea Costa unite domani per gli abbonati
Economia 15 Novembre 2019

Un convegno organizzato da Sacmi per spiegare la rivoluzione 4.0 fra megatrend e «transumanesimo»

La vera rivoluzione 4.0 nel mondo dell’impresa è quella che rimette al centro l’uomo, le proprie competenze, valori, la capacità di progettare e guidare il cambiamento. Questa la tesi, dimostrata da numerose analisi e testimonianze, emersa dal ciclo di incontri «Re-thinking the future», organizzato nei mesi scorsi da Sacmi Imola per celebrare i suoi 100 anni di attività. Formare il proprio personale, attraverso dati, analisi e le migliori testimonianze d’impresa, è stato lo scopo principale dell’iniziativa, che nei precedenti incontri ha visto una partecipazione media di oltre 400 persone. L’evento conclusivo, dal titolo «Ri-conoscere il cambiamento», si terrà domani, sabato 16 novembre, all’Auditorium 1919 di via Selice 17/a (ore 9.30) e, questa volta, sarà aperto al pubblico.

Una scelta, motiva l’azienda, «per condividere con la cittadinanza il valore di un percorso di straordinaria attualità per l’intero sistema economico imolese e regionale», ma anche, sottolinea il presidente Paolo Mongardi, «un’occasione di incontro con il territorio, per confrontarsi su temi di grande attualità per tutti, non solo imprese ma anche vita quotidiana». Il tema del cambiamento digitale sarà declinato da relatori di spicco: Raffaele Secchi, direttore della Liuc Business School, parlerà dei «megatrend dell’innovazione tecnologica», ovvero quelle tendenze che coinvolgono il mondo economico ma, prima di tutto, la società e la demografia a livello internazionale. Andrea Pontremoli, già al vertice diI bm Italia e attuale amministratore delegato di Dallara, storico brand della motor valley emiliana protagonista dal 1972 nell’engineering e progettazione di veicoli sportivi ad alte prestazioni, interverrà sulla via italiana alle sfide del futuro.

Alberto Forchielli, imprenditore e investitore di origini imolesi, ben noto al grande pubblico per le sue lucide analisi sulla globalizzazione della manifattura e dei mercati, spiegherà come imprese e territorio possono tenere il passo dell’evoluzione tecnologica. In chiusura, un’analisi del «transumanesimo», quel fenomeno che riposiziona radicalmente il ruolo dell’uomo nell’era della digitalizzazione dei processi e della manifattura, con la tavola rotonda condotta dalla giornalista Rai Barbara Carfagna. L’evento è aperto al pubblico fino a esaurimento posti, previa registrazione alla pagina https://sacmiweb.sacmi.com/it-IT/Convegno-Riconoscere-il-Cambiamento.aspx. (r.cr.)

La foto di Alberto Forchielli è tratta dalla pagina Facebook dello stesso imprenditore

Un convegno organizzato da Sacmi per spiegare la rivoluzione 4.0 fra megatrend e «transumanesimo»
Imola 15 Novembre 2019

Non ci sarà un Consiglio comunale straordinario per approvare la Variante 3 al Rue, la 'palla' ora passa al Commissario

Quello di mercoledì è stato davvero l”ultimo consiglio comunale del mandato amministrativo. La presidente del Consiglio, Stefania Chiappe, ha infatti escluso la possibilità della convocazione di un Consiglio straordinario per l”approvazione della variante 3 al Rue prima dello scioglimento dell”assemblea cittadina, che avverrà lunedì 18 novembre, allo scadere dei 20 giorni dalle dimissioni della sindaca Manuela Sangiorgi, quando le stesse diventeranno definitive come da normativa.

La presidente ha inviato ieri una dettagliata risposta alla Giunta e ai consiglieri comunali, nella quale si informa in sostanza che tutte le valutazioni fatte dal segretario generale e dagli uffici competenti sulle condizioni che avrebbero giustificato la convocazione del consiglio straordinario urgente hanno dato esito negativo. Innanzitutto, come specificato nella lettera, il segretario generale ha comunicato che «non sussistono termini perentori di legge per approvazione atto di variante». Stesso esito poi per quanto riguarda la verifica della presenza di «cause di pregiudizio per il Comune o per la cittadinanza» che giustificherebbero la convocazione d”urgenza del Consiglio. Infine, Stefania Chiappe comunica di essersi «confrontata con la Prefettura di Bologna rispetto alla valutazione necessaria per il riconoscimento di una situazione urgente e indifferibile in base alla quale accogliere la richiesta di convocazione urgente del Consiglio Comunale e si è convenuto che non si rileva nessun elemento che riconduca ad urgenza e/o indifferibilità».

In conseguenza delle verifiche svolte, la presidente conclude che la richiesta di convocazione deve essere accolta, ma «senza motivi d”urgenza». E poiché ai sensi della normativa vigente il termine di convocazione è di 20 giorni, la stessa Chiappe assicura l”impegno a portare all”attenzione del Commissario prefettizio che sarà nominato a partire dal 19 novembre «la richiesta di convocazione e auspicare che la delibera della variante 3 al Rue sia dallo stesso approvata entro il primo dicembre 2019, ossia entro i 20 giorni di cui sopra». (r.cr.)

Nella foto da sinistra il vicepresidente del Consiglio comunale Fabrizio Castellari e la presidente Stefania Chiappe durante l”ultimo consiglio comunale

Non ci sarà un Consiglio comunale straordinario per approvare la Variante 3 al Rue, la 'palla' ora passa al Commissario
Cronaca 15 Novembre 2019

Le droghe fanno sempre paura, come cambia il mercato dello sballo e cosa fare per prevenire i rischi

Il mondo cambia e il mercato dello «sballo» è sempre un passo avanti. Parlare di droga non significa più solo eroina, cocaina e marijuana o hashish bensì pasticche fatte in casa con pericolosi cocktail di sostanze psicoattive, oppure farmaci complice la chimica e Internet. Una complicata rincorsa sulla quale la Regione Emilia Romagna da tempo ha acceso dei fari di prevenzione delle dipendenze e monitoraggio con il progetto «Vivere» e le Unità di strada, per il territorio dell’imolese seguito dalla coop. SolcoSalute, nell’ambito delle attività gestite dalle Dipendenze patologiche dell’Ausl di Imola. E’ in questo filone che si è inserito l’incontro «Nuove droghe: strategie di prevenzione» che si è svolto ieri nella Sala Bcc Città & Cultura di via Emilia 212. Ad organizzarlo Comune, Dipartimento di Salute mentale dell’Ausl, Solco Salute e Solco Imola, l’Associazione Avvocati, il sindacato di polizia Sap.

«Casi di Fentanyl (il super antidolorifico che ha provocato molte morti negli Stati Uniti, ndr) non se ne sono ancora visti in Italia ma qualcosa “gira” e i mix di alcol e farmaci sono già un mondo diverso dal passato» chiarisce il coordinatore dell’Unità di strada di SolcoSalute, lo psicologo Alberto Martini. Nel circondario «tutto sommato la situazione è buona- prosegue Martini -. I ventenni sono più consapevoli e informati, ad esempio hanno il “guidatore designato” che non beve quando escono la sera, però vivono il web come uno spazio dove si può tutto». E lo «spacciatore» che fa paura non lo trovi più per strada ma tramite gruppi Telegram sul cellulare o passaggi nel dark net per procurarsi pasticche che sfuggono ad ogni controllo da pagare in evanescenti bitcoin.

All”incontro di ieri hanno partecipato molti cittadini e in particolare insegnanti, educatori, forze dell’ordine, operatori del Pronto soccorso, di Croce Rossa Italiana e di altre organizzazioni del terzo settore che effettuano interventi in strada. «Ringrazio Solco Salute Cooperativa Sociale per aver fornito informazioni molto importanti agli addetti ai lavori perché le nuove droghe sintetiche sono spesso preparate in modo artigianale, ad esempio in taluni casi utilizzando sostanze velenose come il veleno per topi, il che le rende molto pericolose – sottolinea Andrea Longhi, assessore alla Legalità e Sicurezza -. Anche in questo campo vogliamo compiere insieme un percorso fra istituzioni, insegnanti, famiglie. Ci tengo a ringraziare i relatori, i rappresentanti delle forze dell’ordine e i tanti cittadini che hanno partecipato. Convegni come questi sono molto importanti, sia per chi effettua interventi in strada sia per informare i cittadini. Non bisogna mai abbassare la guardia ed essere sempre vigili verso tutto ciò che circonda noi, i nostri cari e soprattutto i giovani». (l.a. r.cr.)

Nella foto un momento del convegno che si è svolto ieri a Imola

Le droghe fanno sempre paura, come cambia il mercato dello sballo e cosa fare per prevenire i rischi
Cronaca 15 Novembre 2019

«Arrivederci amore ciao», il saluto di Seacoop a Ca' Vaina con la festa di fine gestione

E’ «Arrivederci amore ciao», celebre verso della canzone «Insieme a te non ci sto più», il titolo che il centro giovanile Ca’ Vaina ha scelto per la festa di fine gestione da parte della cooperativa Seacoop, in programma sabato 16 novembre. Dopo la mancata pubblicazione del bando per l’individuazione del nuovo gestore, che l’Amministrazione Sangiorgi ha continuato a posticipare (la concessione alla cooperativa è scaduta alla fine dello scorso anno ed è stata prorogata due volte) e che il commissariamento del Comune, dopo le dimissioni rassegnate dalla sindaca Sangiorgi, non farà che ritardare ulteriormente, e prima della chiusura in previsione degli annunciati lavori di manutenzione straordinaria, organizzare una festa è stata una decisione sofferta.

«Sarà un saluto alla città pieno di malinconia – non nasconde Simona Landi, coordinatrice del centro giovanile per Seacoop –. Ventitré anni di attività sono una storia lunga e difficile da accantonare in questa maniera». Come «preparazione» alla festa, «abbiamo lanciato l’hashtag #ArrivederciAmoreCiao, chiedendo agli utenti di Ca’ Vaina di realizzare un video di una trentina di secondi in cui raccontavano un proprio ricordo legato al centro e ci salutavano, da condividere sulla pagina Facebook dell’evento – aggiunge la Landi –. Abbiamo pubblicato una trentina di contributi fra tutti quelli che abbiamo ricevuto».

«Ci vorrebbe un video di un giorno per trasmettere tutte le emozioni che Ca’ Vaina ci ha regalato in questi anni – introduce il proprio video Clara Delfino, di Riolo –. Ca’ Vaina esiste perché tutti noi lo abbiamo costruito lasciando una parte di noi. Ca’ Vaina non è un luogo, è un’emozione grande». Il cartellone di sabato, invece, prevede «l’esibizione di ventuno cantanti/gruppi che hanno fatto la storia del centro – continua la coordinatrice di Ca’ Vaina – e sei dj set, divisi fra il palco principale, l’Art Rock Cafè e le varie sale. Si comincia alle 17 e si va avanti fino a notte inoltrata. E purtroppo abbiamo dovuto dire dei no, perché le richieste erano troppe». Sul palco saliranno Lorenzo Montanari, i Mindcross, Andrea De Marco, i Whatever, Blitz &Shuttle, Genna (referente delle serate freestyle e dei reading), gli Alter ego, i Magic 80, Tronko (referente della rassegna Metal Zone), Matteo Mazza, i Madcaps, i TmSky, Aster, gli Aster & The xBand di Leonardo Scarpetti (referente della rassegna Indie Pills), Alessandro De Francesco, Marta Innocenti dei 12n-Twelvenotes, Fabio Mazzini, i Morgana, i Degradè, i La mossa, Vaglia e Tamp, e Max & The Razors.

In consolle, invece, si alterneranno Zanzu aka Madj (ore 19-20), Sara Elle (ore 20-21), Paso Dj (ore22-22.30), Franz Dj (ore 22.30-23), Artu Dj (ore 23-mezzanotte) e Fiat Lux (mezzanotte-01). «Alle 21 ci saranno un buffet offerto da Seacoop e un brindisi, anche se non ci sarebbe niente da festeggiare, perché Imola perde uno spazio decisamente significativo per i giovani – continua la Landi –. Poi un momento di saluto degli operatori del centro». L’ingresso alla festa è gratuito. (lu.ba.)

«Arrivederci amore ciao», il saluto di Seacoop a Ca' Vaina con la festa di fine gestione
Cronaca 15 Novembre 2019

Continuano a Imola le iniziative in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Lunedì 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1999. La data scelta ricorda il 25 novembre 1960, giorno in cui tre attiviste politiche della Repubblica Dominicana, le sorelle Mirabal, vennero violentate e uccise da uomini dell’esercito durante la dittatura di Rafael Trujillo. Il Comune ha predisposto un calendario che presenta le iniziative in programma in città, promosse da associazioni ed istituzioni, partite il 9 novembre e che, fino al 10 dicembre, affronteranno il tema della violenza di genere.

Gli appuntamenti ancora in programma sono previsti oggi, venerdì 15 novembre, ore 19.30, al Centro interculturale delle donne di Trama di Terre (via Aldrovandi, 31) quando andrà in scena «La trama dei ricordi», cena autodeterminata con performance teatrale dell’associazione ExtraVagantis. Liberare i ricordi delle donne di Trama porta a viaggiare lontano, attraversando con il gusto mari e oceani. Il costo per partecipare è 25 euro; info: tel. 0542 28912 o 3347311570; e-mail: cucinaabitata@tramaditerre.org; la prenotazion eper questa iniziativa è obbligatoria e va fatta agli stessi contatti delle info. Il ricavato verrà destinato alle attività dell’associazione. Si prosegue martedì 19 novembre, alle ore 14.30, alla Camera del Lavoro di Imola (via Emilia 44; salone al secondo piano) con la presentazione del libro «#quellavolta che al lavoro – storie di molestie» (Manifestolibri, 2018) con la curatrice del volume, Carola Moscatelli, Sara Passante avvocata dello Studio legale associato e consulente Cgil Imola, Mirella Collina, segretaria generale Camera del Lavoro di Imola; l’ingresso è libero (info: tel.0542 605611; e-mail: im.cgil@er.cgil.it).

Altro appuntamento per mercoledì 20 novembre, alle ore 18, nella sala delle Stagioni (via Emilia 25), quando si svolgerà la presentazione del libro «La civiltà dei fiumi. Altri sguardi, nuovi racconti» con le autrici Francesca Minen e Caterina di Paolo (2019), insieme a «Preistoria. Altri sguardi, nuovi racconti» di Elisabetta Serafini e Caterina di Paolo (2018) dell’Editore Settenove, entrambi inseriti nella collana «Storie nella storia», che propone a educatori, bambini e bambine un racconto nuovo della storia, capace di intrecciare le vicende di uomini e donne, di valorizzare le relazioni e le differenze, di contribuire alla costruzione di un mondo comune migliore. L’iniziativa è a cura dell’associazione PerLeDonne, in collaborazione con Cooperattivamente e il consiglio di zona dei soci di Alleanza 3.0.

Sabato 23 novembre ci sarà invece l’iniziativa «Tutte a Roma!», per la manifestazione della Giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne con un pullman organizzato dall’associazione Trama di Terre (info: tel. 054228912 o 334 7311570; e-mailinfo@tramaditerre.org). Ultimo appuntamento di questa serie, domenica 24 novembre, alle ore 15, al centro sociale Tiro a Segno (via Tiro a Segno 2) con il VI torneo di Burraco, organizzato per sostenere le attività del Centro antiviolenza dell’associazione PerLeDonne. (r.cr.)

Nella foto la panchina rossa, uno dei simboli della ricorrenza del 25 novembre

Continuano a Imola le iniziative in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne
Cronaca 15 Novembre 2019

Vasco a Imola venerdì 26 giugno. Biglietti in vendita da lunedì per i fan, da giovedì per tutti

A sorpresa rispetto alle date circolate su tutti i siti internet e giornali, Vasco Rossi ha annunciato che il suo ritorno all”autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola sarà venerdì 26 giugno.

I biglietti saranno disponibili:
– per gli iscritti al Fanclub “Il Blasco”, da mezzogiorno di lunedì 18 novembre solo sulla piattaforma Vivaticket.it
– i per titolari di carte Intesa Sanpaolo, solo per le date di Firenze Rocks e i-Days, dalle 10 di martedì 19 novembre sul sito www.ticketone.it/intesasanpaolo
– per tutti, dalle 11 di giovedì 21 novembre sulle piattaforme Vivaticket.it Ticketmaster.it e Ticketone.it, e in tutti i punti vendita autorizzati. (r.cr.)

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Vasco a Imola venerdì 26 giugno. Biglietti in vendita da lunedì per i fan, da giovedì per tutti
Cronaca 14 Novembre 2019

La polizia arresta quattro giovani spacciatori, fermati con oltre un chilo di marijuana nel bagagliaio

Sono stati fermati mentre trasportavano oltre un chilo di marijuana nel bagagliaio dell’auto. Per questo motivo, si sono aperte le porte del carcere della Dozza per quattro giovani arrestati ieri, mercoledì 13 novembre, dagli agenti del Commissariato di Imola (l’arresto è già stato convalidato).  Si tratta di un 19enne imolese, un 25enne di nazionalità tunisina, un altro 25enne di nazionalità italiana e un 26enne origi-nario di Palermo, tutti residenti nel circondario imolese e alcuni di loro già con precedenti specifici. Per tutti l’accusa è di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. 

Come detto, i quattro, dopo essere stati seguiti dalla polizia, sono stati fermati nei pressi del casello dell’A14. Nel corso della perquisizione, è spuntata fuori la marijuana suddivisa in sacchetti sottovuoto. Più tardi, nel corso della perquisizione domiciliare, sono state rinvenute anche una macchina per confezionare le dosi e due bilancine di precisione.  «Riteniamo – ha commentato il dirigente del Commissariato, Michele Pascarella – che la droga fosse destinata a giovanis-simi consumatori del territorio». (gi.gi.)

Nella foto (Isolapress): la conferenza stampa al commissariato di polizia di Imola

La polizia arresta quattro giovani spacciatori, fermati con oltre un chilo di marijuana nel bagagliaio
Sport 14 Novembre 2019

Lavori al Galli: è ufficiale, i soldi per le torri-faro arriveranno. Al più presto il bando di gara

Determina dirigenziale: ecco le due parole alle quali, in questo momento, è ferma la questione della installazione delle nuovi torri-faro al Galli. Una questione che si trascina ormai da tempo, per la quale fare il riassunto degli step precedenti diventa stucchevole oltre che ripetitivo, per cui meglio partire dall’ultima puntata, quella della Commissione Consiliare del 19 settembre nella quale la ex sindaca Manuela Sangiorgi riunì tutte le parti in causa per fare il punto della situazione con il risultato che fu quello di attendere il via libera del credito sportivo che doveva erogare il mutuo da 860 mila euro necessari all’installazione delle nuove torri.

L’aggiornamento è quello legato all’ufficialità dell’erogazione del finanziamento necessario (mutuo a 15 anni con tasso zero) che dovrà servire ad Area Blu per pagare il tutto, tenendo conto però che il passo necessario affinché la società del general manager Carmelo Bonaccorso si metta in moto con il necessario bando di gara, è che arrivi la determina dirigenziale da parte del Comune di Imola, ovvero un atto che può essere firmato anche dal segretario comunale indipendentemente da chi dirigerà le operazione sotto l’Orologio. «Con i soldi pronti sul tavolo non esito a dire che saremmo pronti ad andare in gara già domani»: le parole pronunciate dall’architetto di Area Blu Andrea Dal Fiume in quel 19 settembre in Commissione riecheggiano ora forti e chiare nella testa di chi attende che, una volta arrivata la determina dirigenziale, la «macchina» di Area Blu si metta in moto con il bando, evitando di perdere altro tempo prezioso, visto che il 24 giugno 2020, se l’Imolese avrà mantenuto la serie C sul campo, gli ispettori di Lega Pro verranno a controllare il «Galli» che, se non sarà a posto con le torri faro, non riceverà l’omologazione per il professionismo. Con la conseguenza che l’Imolese fallirebbe e che dal «Bacchilega» partirebbero fulmini in carta bollata in tutte le direzioni, ovvero sia verso chi non ha rispettato impegni scritti, sia verso chi ha temporeggiato più o meno colpevolmente. (an.mir.)

Lavori al Galli: è ufficiale, i soldi per le torri-faro arriveranno. Al più presto il bando di gara
Cronaca 14 Novembre 2019

«Metti le tue idee in circolo», a Ca' Vaina l'Arci chiama a raccolta le associazioni di Imola

Si terrà questo pomeriggio, giovedì 14 novembre, a partire dalle ore 17.30, presso il Centro giovanile Ca’ Vaina, l’iniziativa lanciata dal comitato metropolitano dell’Arci dal titolo «Metti le tue idee in circolo». Una giornata per raccogliere spunti e riflessioni del mondo associativo imolese e ragionare insieme di spazi in città dedicati alla cultura e al tempo libero. Nonostante la presenza di alcune eccellenze, come l’Associazione Arci Combo jazz club, la situazione a Imola presenta infatti non poche difficoltà nella individuazione e creazione di spazi dedicati alla cultura.

In questo contesto, l’Arci vuole raccogliere la sfida di provare a mettere in rete le realtà presenti sul territorio per costruire nuove progettualità che sappiano rispondere ai bisogni della comunità. L’Arci si presenta a livello metropolitano come un grande patrimonio di esperienze radicate su tutto il territorio, con più di 130 circoli e quasi 70 mila soci. I circoli Arci sono uno strumento formidabile di attivazione dei cittadini proponendosi come centri di elaborazione culturale, luoghi di ritrovo e punti di riferimento fondamentali perle comunità in cui si inseriscono. D’altro canto, il Comitato metropolitano si presenta come un attore dotato di esperienza e professionalità in grado di supportare le realtà associative, dalla fase di start-up all’affiancamento nella gestione delle associazioni e dei circoli.

Così oggi a Ca’ Vaina, dalle ore 17.30 alle 20, si svilupperà Arci call for idea!, sportello dedicato a tutti coloro (associazioni, gruppi informali e singoli cittadini) che vogliono dare vita ad associazioni o a luoghi aggregativi ma non sanno come fare. Dalle ore 20 alle 21.30 si discuterà poi del ruolo delle associazioni e dell’Arci in città in presenza della presidente del Comitato metropolitano Arci Bologna, Rossella Vigneri, e con Marcello Marano, responsabile Arci per il Circondario imolese. «L’associazionismo – spiegano gli organizzatori – può essere uno strumento formidabile per far fronte alla marea nera che monta in Italia e nel resto del mondo. Cultura, solidarietà, mutualismo sono le armi che intendiamo usare e sviluppare per non rassegnarci e fare la nostra parte».

A seguire (ore 21.30) il reading S-paesamento di e con Marina Mazzolani (parole) e Roberto Bartoli (musica), prima di lasciare spazio (alle 22.30) al concerto degli Inner city group (Fabio Mazzini, chitarra; Andrea Bonetti al pianoforte; Luca Pasotti, basso; Andrea Tedaldi alla batteria). Durante la giornata verranno inoltre allestite la mostra che il fotoreporter Giulio Di Meo ha dedicato al popolo Sharawi e la mostra Come ti smonto lo stereotipo prodotta dal Comitato pace e diritti di Imola. (r.cr.)

«Metti le tue idee in circolo», a Ca' Vaina l'Arci chiama a raccolta le associazioni di Imola

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast